Sognando un'isola

Il documentario del giovane regista ticinese Andrea Pellerani su PLAY RSI fino al 4.10

E se tutto si fermasse? Se gli ingranaggi del motore economico si inceppassero definitivamente?

L'isola giapponese di Ikeshima è un luogo che pare anticipare i tempi, mostrandoci un possibile futuro. I pochi abitanti rimasti vivono in una scenografia surreale, aggrappandosi con forza ad una normalità che però sembra sfuggir loro.

Dopo la chiusura della miniera di carbone, nel 2001, sull'isola sono rimaste poche decine di abitanti. Il tempo sembra sospeso, la natura si è ripresa spazi prima occupati dall'attività umana.

Come una cartolina venuta dal futuro, il documentario del giovane regista ticinese Andrea Pellerani mostra uno scorcio di quello che il futuro potrebbe riservarci se la Natura potesse riappropriarsi della libertà di crescere senza limiti. L'isola di Ikeshima diventa così un laboratorio nel quale testare le conseguenze di un ipotetico ribaltamento di potere fra Uomo e Natura. Cosa accadrebbe se la frenesia consumistica che ci attornia cessasse improvvisamente? Queste sono solo alcune delle domande che Sognando un'isola solleva, catapultandoci in un viaggio onirico, colmo di poesia, che testimonia del carattere effimero dell'attività umana e ci porta a riflettere sul nostro rapporto con il pianeta, all'isolamento sociale e alla solitudine.

Il documentario è disponibile su Play RSI fino a martedì 4 ottobre.

Sognando un'isola (2019)
Regia: Andrea Pellerani
Durata: 76'

Condividi

Correlati