"Tutto ciò che siamo stati" di Olimpia De Girolamo, Gabriele Capelli Editore (dettaglio di copertina) (gabrielecapellieditore.com)

Tutto ciò che siamo stati

Di Michele R. Serra

Una donna torna a Napoli dopo anni di assenza, ritrova il suo quartiere e la sua famiglia, ma è costretta a fare i conti con un passato che pensava di essersi lasciata alle spalle.
Olimpia De Girolamo, autrice napoletana ormai ticinese d'adozione, agitatrice culturale e fondatrice del teatro Agorà di Magliaso, racconta il suo esordio in forma di romanzo Tutto ciò che siamo stati (Gabriele Capelli Editore): un racconto immerso nella realtà di Napoli e capace di restituire al lettore i colori più vividi della città partenopea, senza stereotipi, come può fare solo chi ci ha vissuto.

Condividi

Correlati