LIVETICKER
Svizzera

Coronavirus, in viaggio con nuove regole

In vigore le disposizioni per l'entrata in Svizzera - Un ulteriore morto in Ticino, nei Grigioni 14 casi

  • 20 settembre 2021, 07:05
  • 16 agosto 2023, 14:57
Presentare la prova della vaccinazione, della guarigione o della negatività è sempre più necessario

Presentare la prova della vaccinazione, della guarigione o della negatività è sempre più necessario

  • Keystone

Le nuove regole decise venerdì dal Consiglio federale per evitare i contagi legati ai viaggi sono entrate in vigore lunedì, precedute da un altro weekend segnato dalle proteste da chi si oppone al misure. Da oggi chiunque entrerà in Svizzera dopo essere stato in una regione non confinante con la Confederazione (Lombardia, Piemonte/Valle d'Aosta, Trentino/Alto Adige, Baden-Württemberg, Baviera, Grand-Est, Bourgogne/Franche Comté, Auvergne/Rhône-Alpes, Tirolo, Vorarlberg, Liechtenstein), prima dell'entrata dovrà compilare il modulo di localizzazione, lo SwissPLF. Inoltre chi non ha il certificato Covid dovrà anche sottoporsi a un test per provare la propria negatività che andrà riverificata tramite un ulteriore tampone a pagamento dopo 4-7 giorni di permanenza su suolo elvetico. Le eccezioni previste riguardano, oltre alla zona di confine, le persone che sono in transito. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito Travelcheck.

La novità è stata introdotta per evitare che al rientro dalle prossime vacanze autunnali si registri nuovamente un elevato numero di contagi, come successo al termine delle ferie estive, quando, a partire dalla seconda metà di luglio, si è assistito a un forte aumento dei casi di positività. Una tendenza proseguita quasi fino a metà settembre un po' in tutti i cantoni, ad eccezione del Ticino che in questo periodo è quello in cui il coronavirus sta circolando di meno. La curva grigionese è invece stata più simile a quella nazionale. Il miglioramento della situazione in atto dal 10 settembre è stato confermato dai dati diffusi lunedì mattina da Coira: in 24 ore sono stati registrati ulteriori 14 casi, la metà di una settimana fa. In Ticino, tra venerdì e domenica è stato invece registrato un ulteriore decesso, il numero 1'002 da inizio pandemia.

I dati sempre aggiornati

di Diego Moles, Alex Ricordi e Dario Lanfranconi

20 settembre 2021, 22:12

USA, morti per Covid superano quelli della Spagnola

Il numero dei morti per Covid negli Stati Uniti supera quello dell’influenza Spagnola del 1918. I decessi per coronavirus sono saliti a 675’446, secondo i dati della Johns Hopkins University, superano i 675’000 di un secolo fa.

20 settembre 2021, 22:02

Certificato, verso maggiore durata della validità per i guariti

La validità del certificato Covid per i chi è guarito dall’infezione sarà verosimilmente estesa oltre i sei mesi. La Confederazione sta esaminando i risultati di nuovi studi su quanto dura la protezione immunitaria dopo la malattia. Per le persone vaccinate, il certificato è attualmente valido per un anno. “Faremo certamente degli aggiustamenti in Svizzera e anche a livello mondiale non appena le prove saranno disponibili”, ha detto questa sera alla telegiornale dell’emittente svizzero-tedecca SRF Patrick Mathys, capo della sezione Gestione delle crisi e cooperazione internazionale dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

20 settembre 2021, 19:40

Ristoratori possono obbligare i dipendenti ad avere il certificato

I ristoratori possono obbligare i propri dipendenti a presentare un certificato Covid. La misura deve tuttavia essere necessaria per proteggere gli altri camerieri o i clienti, ha indicato oggi il Consiglio federale in una risposta scritta a diversi quesiti posti durante l’Ora delle domande al Nazionale.

20 settembre 2021, 18:25

Schlieren, polizia interrompe torneo sportivo

La polizia comunale di Schlieren (ZH) ha interrotto ieri una manifestazione sportiva in una piscina coperta privata. All’ingresso cartelli indicavano che non veniva effettuato alcun controllo del certificato Covid. Al momento dell’intervento, 44 persone erano presenti nell’edificio, ha comunicato oggi la polizia di Schlieren. Né gli atleti né gli spettatori indossavano mascherine. La polizia ha ordinato la chiusura della piscina e ha denunciato il fatto al pubblico ministero.

20 settembre 2021, 17:58

SUPSI e certificato, Gervasoni: “Scelta ponderata”

Nel giorno della ripresa, in Svizzera, del nuovo anno accademico c’è preoccupazione per l’obbligatorietà quasi ovunque del certificato Covid per assistere alle lezioni. L’USI non ha introdotto questa misura, mentre la SUPSI sì.

Il sindacato SISA si è detto stupito dalla decisione di Berna prima e della maggioranza degli atenei poi, denunciando la discriminazione che impedisce a tutti di accedere agli spazi scolastici, alle biblioteche e alle lezioni in presenza. Le Cronache della Svizzera italiana ha sentito il direttore della SUPSI Franco Gervasoni che, pur ammettendo le difficoltà del momento dovute alla crisi sanitaria, ha sottolineato come quella presa sia una “scelta ponderata, in quanto riteniamo che la formazione in presenza sia attualmente un valore imprescindibile”. Ascolta i dettagli nel servizio

CSI 18.00 del 20.09.2021 - Il servizio di Francesca Torrani

RSI Ticino e Grigioni 20.09.2021, 19:42

  • tipress
20 settembre 2021, 16:38

Gli Stati Uniti riaprono ai vaccinati provenienti da UE e Regno Unito

Gli Stati Uniti riaprono: a partire dagli inizi di novembre i viaggiatori internazionali completamente vaccinati potranno entrare nel Paese. Lo afferma la Casa Bianca confermando le indiscrezioni circolate in giornata. Il Centers for Disease and Prevention determinerà cosa si intende per pienamente vaccinati.

I viaggiatori internazionali - Europa, Gran Bretagna, Cina, Iran e Brasile - che entreranno negli Stati Uniti dovranno presentare la prova del vaccino prima dell’imbarco, insieme all’esito negativo di un test per il Covid condotto nei tre giorni precedenti al viaggio, afferma il coordinatore della risposta al Covid della Casa Bianca, Jeff Zients. Nell’annunciare l’allentamento delle restrizioni, l’amministrazione Biden mette in evidenza che i cittadini americani non vaccinati avranno bisogno di un test il giorno prima di partire per gli USA. Coloro che sono vaccinati non dovranno effettuare la quarantena e le compagnie aeree, in base alle disposizioni, dovranno raccogliere le informazioni dei passeggeri per facilitare il tracciamento.

20 settembre 2021, 15:52

Bolsonaro arriva a New York e… mangia di fuori

Il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, è atterrato ieri a New York, dove domani farà il tradizionale discorso di apertura all’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Il capo di Stato, che ha scelto di non vaccinarsi contro il Covid-19, ha dovuto mangiare all’esterno di una pizzeria da asporto, essendo proibito l’ingresso nei locali pubblici della Grande Mela alle persone non provviste di pass vaccinale.

In una foto pubblicata sui social dal ministro del Turismo brasiliano, Gilson Machado, si vede Bolsonaro cenare in piedi all’aperto, addentando un trancio di pizza, in compagnia di altri membri della sua comitiva ufficiale. Al suo arrivo a New York, il leader di estrema destra è stato accolto da un gruppetto di manifestanti che protestavano contro di lui all’ingresso del suo albergo, costringendolo a entrare dalla porta sul retro.

20 settembre 2021, 15:06

Ticino, la vaccinazione itinerante nel Luganese e nelle valli

Proseguono le offerte per portare la vaccinazione sempre più vicina alle cittadine e ai cittadini ticinesi. La vaccinazione itinerante, partita lo scorso 1. settembre da Trevano ed arrivata alla sua ventesima tappa, si sposterà questa settimana nel Luganese e nelle Valli del Cantone. Sabato 25 settembre saranno inoltre dieci le farmacie sparse sul territorio ticinese dove sarà possibile vaccinarsi. Nel frattempo il numero delle somministrazioni in Ticino continua a crescere: oltre il 64% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino.

Questa settimana la vaccinazione “on the road” sarà presente:

· 20 settembre 2021: Novaggio - Scuola elementare, 12.00 – 19.00

· 21 settembre 2021: Agno - Migros, 11.00 – 18.00

· 22 settembre 2021: Bioggio - Via alla Fabbrica, 12.00 – 19.00

· 23 settembre 2021: Taverne - Migros, 12.00 – 19.00

· 24 settembre 2021: Lugano - Campus USI, 11.00 – 18.00

· 25 settembre 2021: Viganello - Capmusi USI/SUPSI, 10.00 – 17.00

· 26 settembre 2021: Airolo - Piazzale Motta, 12.00 – 19.00

· 27 settembre 2021: Ex Casa comunale, 12.00 – 19.00

· 28 settembre 2021: Piazza comunale ex UBS, 12.00 – 19.00

Anche la vaccinazione in farmacia si è confermata essere una modalità molto apprezzata in Ticino. Sabato 25 settembre saranno dieci le farmacie ticinesi, sparse sul territorio, che offriranno la possibilità di vaccinarsi. Ricordiamo che per vaccinarsi in una di queste farmacie è necessario prendere contatto direttamente per verificare la disponibilità. Il numero di dosi a disposizione è infatti limitato.

Le farmacie che offriranno la vaccinazione sabato 25 settembre 2021 sono:

· Mendrisiotto: Farmacia Dr. Camponovo (Balerna), Farmacia Chiesa SA (Chiasso)

· Luganese: Farmacia Nobile (Tesserete), Farmacia Centrale Küng (Lugano), Farmacia Ticinese (Lugano), Farmacia Rosi (Gravesano), Farmacia di Caslano (Caslano)

· Bellinzonese: Farmacia delle Semine SA (Bellinzona), Farmacia Serravalel SA (Malvaglia)

· Locarnese: Farmacia Amavita Realini (Losone)

Continua naturalmente a essere possibile vaccinarsi al Centro cantonale di Giubiasco prendendo appuntamento tramite la piattaforma online ti.ch/vaccinazione. Per le persone con 16 o più anni, è inoltre possibile vaccinarsi anche in modalità “walk-in”, ovvero senza bisogno di fissare un appuntamento in anticipo.

20 settembre 2021, 14:55

Cure domiciliari, a Ginevra vaccinazione obbligatoria per i neoassunti

L’Istituto di assistenza domiciliare di Ginevra (IMAD) introduce la vaccinazione obbligatoria contro il Covid-19 per tutti i nuovi dipendenti assunti dopo il 1° ottobre. Questa misura, decisa dal Consiglio di amministrazione, mira a proteggere i clienti dell’IMAD e i loro parenti, nonché il personale. L’istituzione si prende cura di più di 18’000 pazienti ogni anno.

L’obbligo di vaccinazione è ora parte delle condizioni contrattuali di lavoro. I futuri dipendenti dovranno fornire la prova di una vaccinazione completa o parziale, con la prima dose da integrare con una seconda iniezione. Gli ospedali universitari di Ginevra (HUG) hanno già introdotto questo obbligo per i nuovi dipendenti dall’inizio di settembre. Il personale esistente deve presentare un certificato Covid valido o essere testato almeno ogni sette giorni. L’IMAD richiede anche uno screening settimanale per il personale che non è stato vaccinato o curato dal Covid-19 per più di sei mesi.

20 settembre 2021, 14:32

Dal 1° ottobre in Vaticano solo con il green pass

Dal primo ottobre l’ingresso in Vaticano sarà consentito solo con il green pass. Lo ha stabilito un’ordinanza della Pontificia commissione dello Stato Vaticano.

“A far data dal primo ottobre 2021 - si legge - è consentito l’ingresso nello Stato della Città del Vaticano e nelle aree di cui agli artt. 15 e 16 del Trattato Lateranense”, esclusivamente con il Green pass vaticano, Green pass europeo (quindi anche il certificato Covid elvetico è riconosciuto, ndr) o con test negativo.

20 settembre 2021, 14:30

La città di Berna non tollererà più le manifestazioni Covid non autorizzate

La città di Berna non tollererà più manifestazioni non autorizzate contro le misure Covid. Lo hanno annunciato lunedì le autorità bernesi, che traggono così le conseguenze dell’escalation di violenza a cui si è assistito giovedì durante la manifestazione degli oppositori delle misure davanti al Parlamento.

20 settembre 2021, 14:11

Svizzera, 53,6% della popolazione completamente vaccinata

Fra il 13 settembre e il 19 settembre in Svizzera sono state somministrate 221’886 dosi di vaccino anti-Covid 19. Ora il 53,6% della popolazione è completamente vaccinata, secondo i dati pubblicati dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). In totale sono stati somministrati 10’175’832 vaccini. 4’635’699 di persone hanno ricevuto due iniezioni e altre 904’434 hanno fino ad ora ricevuto solo la prima dose.

In media, nella Confederazione vengono effettuate 31’698 vaccinazioni al giorno. Rispetto alla settimana precedente, il ritmo delle inoculazioni è aumentato del 17%.

20 settembre 2021, 13:35

Svizzera: i contagi calano, ma aumentano i decessi e i nuovi ricoveri

Le nuove infezioni da coronavirus accertate in Svizzera nell’arco delle ultime 72 ore sono 4’032. Sempre nel corso della fine settimana sono stati registrati 15 ulteriori decessi causati dal Covid-19. Sono infine 102 i nuovi ricoveri legati alla malattia respiratoria acuta da SARS-CoV-2. Il primo dato appare in diminuzione rispetto a lunedì scorso fa quando, nel weekend, c’erano stati 6’060 contagi.. Gli altri due sono in aumento (una settimana fa erano stati annunciati 10 decessi e 77 ricoveri).

Attualmente in ospedale ci sono 719 persone degenti per Covid-19, delle quali 254 in terapia intensiva.

Nell’arco di una settimana la media quotidiana dei casi calcolata su 7 giorni è calata del 30%, mentre l’incidenza a 14 giorni è passata da 378,82 casi ogni 100’000 abitanti di venerdì ai 353,02 attuali. Il tasso di riproduzione è sceso a 0,86.

20 settembre 2021, 12:54

Pfizer: "Vaccino adatto anche tra i 5 e gli 11 anni"

Pfizer ha affermato lunedì che il suo vaccino Covid-19 è adatto anche per i bambini dai 5 agli 11 anni e che chiederà presto l’autorizzazione negli Stati Uniti per questo gruppo di età, un passaggio chiave verso l’inizio delle vaccinazioni per i più giovani. Il vaccino di Pfizer e dal suo partner tedesco BioNTech è già disponibile per chiunque abbia 12 anni o più.

“Per i bambini in età da scuola elementare, Pfizer ha testato una dose molto più bassa - un terzo della quantità della normale somministrazione. Eppure dopo la seconda dose, i bambini dai 5 agli 11 anni hanno sviluppato livelli di anticorpi che combattono il coronavirus in maniera equivalente a quella riscontrata tra gli adolescenti e i giovani adulti” ha affermato il dottor Bill Gruber, vicepresidente senior di Pfizer.

20 settembre 2021, 12:08

La Francia pensa di estendere il pass sanitaire oltre il 15 novembre

Il primo ministro francese, Jean Castex, sta lavorando alla messa a punto di un progetto di legge per la proroga dell’obbligo di pass sanitario al di là della data di scadenza fissata, il 15 novembre. Lo riferisce l’emittente France Info.

Secondo la radio, il progetto di legge dovrebbe essere presentato il 13 ottobre in Consiglio dei ministri prima di essere esaminato da deputati e senatori.

20 settembre 2021, 12:05

In Austria si scierà solo con il green pass

In Austria il green pass – l’equivalente del certificato Covid elvetico – diventa il lasciapassare per l’inverno. Diventerà infatti obbligatorio per lo sci, come anche per i ristoranti, gli alberghi e per i mercatini di Natale, come annunciato oggi dal governo Kurz.

Per quanto riguarda lo sci, gli impianti di risalita potranno essere occupati al 100%, su cabinovie e funivie dovrà però essere indossata la Ffp2, mentre il Green pass dovrà essere esibito al momento di acquisto dello skipass. L’’apres ski’ sarà parificato alla movida e - in caso di aumento di pazienti in terapia intensiva - l’accesso sarà consentito solo ai vaccinati.

20 settembre 2021, 10:19

Aeroporto di Zurigo fiducioso sulla ripresa: “Svizzeri popolo che viaggia”

L’aeroporto di Zurigo crede nella ripresa: gli svizzeri sono un popolo che viaggia molto e anche il turismo d’affari si risolleverà, sebbene non subito, mentre perlomeno nei prossimi anni non si sentirà ancora l’impatto delle considerazioni di natura ambientale. Lo afferma Andreas Schmid, presidente del consiglio di amministrazione di Flughafen Zürich, la società che gestisce lo scalo più importante del paese.

“In Svizzera abbiamo una situazione particolare: gli abitanti amano viaggiare nella loro nazione e spesso usano il trasporto pubblico, perché è molto buono. Ma quando viaggiano all’estero, gli svizzeri amano anche prendere l’aereo”, afferma Schmid in un’intervista pubblicata oggi da Tages-Anzeiger e testate consorelle. A suo avviso le previsioni degli esperti riguardo a un calo generale dell’attività aviatoria anche dopo la fine delle pandemia (il magnate Bill Gates ha ad esempio parlato di un dimezzamento dei voli) vanno prese con le pinze, perché di natura globale. Non possono essere applicate alla situazione specifica della Confederazione.

20 settembre 2021, 10:07

Ticino, contagi stabili e un ulteriore decesso

Una persona è deceduta a causa del Covid-19 nel corso del fine settimana in Ticino: le vittime legate al virus raggiungono così quota 1’002 da inizio pandemia. Stando ai dati aggiornati dall’Ufficio del medico cantonale, da venerdì si sono registrati 56 nuovi contagi (erano stati 58 una settimana fa). Stabili anche i pazienti ricoverati in ospedale: sono 19 come venerdì, e sempre 7 dei quali in terapia intensiva.

20 settembre 2021, 09:36

Protesta studentesca contro il certificato a Zurigo e a Lucerna

Accesso all’istruzione per tutti senza barriere: lo hanno chiesto questa mattina a Lucerna e Zurigo studenti che protestavano contro l’obbligo di presentare il certificato Covid-19 per accedere alle università, in vigore da oggi anche negli atenei. Un centinaio di studenti si sono riuniti davanti alle università di Lucerna, mentre circa 150 hanno sfilato nella città della Limmat dal Landmuseum verso l’Università e il Politecnico federale portando cartelloni che chiedevano libero accesso all’istruzione senza certificato e scandendo la parola”Libertà”.

Un tale documento limita il libero accesso all’istruzione, hanno dichiarato alcuni studenti di Lucerna. È il diploma di maturità e non il certificato Covid-19 a dare accesso allo studio, è stato sottolineato da uno che ha detto di essere vaccinato. Nessun essere umano vale più di un altro, nemmeno una persona vaccinata vale più di una non vaccinata, ha aggiunto chiedendo quindi “istruzione per tutti”. Una portavoce ha detto che la politica ha trasformato un problema medico in un problema sociale. Il certificato non è la soluzione, ma parte del problema, ha affermato.

20 settembre 2021, 09:16

In Italia via alla terza dose

L’Italia dà il via oggi alle somministrazioni della terza dose di vaccino anti-Covid per i soggetti fragili e a rischio, circa tre milioni di pazienti.

Sempre oggi poi è attesa la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto con cui il Green pass diventerà obbligatorio dal 15 ottobre per una platea di circa 23 milioni di lavoratori.

20 settembre 2021, 08:47

Torna l'autunno, tornano i virus stagionali

Raffreddore, tosse, mal di gola... ma il Covid non c’entra. Con l’autunno tornano infatti anche i virus stagionali normali, che per circa un anno sono stati tenuti sotto scacco dalla mascherina. L’evoluzione è seguita con attenzione dai pediatri.

RG 08.00 del 20.09.21 - Il servizio di Alan Crameri

RSI Svizzera 20.09.2021, 10:36

  • rts
20 settembre 2021, 08:20

Anno accademico al via e obbligo del Covid Pass

Con l’inizio dell’anno accdemico, fa discutere fra gli studenti l’obbligo negli atenei del certificato Covid. Fatta eccezione per poche università, fra le quali anche l’USI, tutte accoglieranno nelle aule solo coloro che detengono il certificato.


20 settembre 2021, 07:23

Due strumenti online di riferimento

Per evitare eventuali problemi all’entrata in Svizzera (tra cui, per esempio, il pagamento di una multa perché ci si è dimenticati di compilare il modulo di entrata) vi sono due strumenti online di riferimento.

Il primo, denominato Travelcheck, è stato sviluppato dall’Ufficio federale della sanità pubblica e dalla Segreteria di Stato per la migrazione permette di verificare i requisiti di ingresso nella Confederazione a dipendenza della propria situazione personale e del luogo di partenza.

Il secondo è invece la piattaforma SwissPLF. Serve in primo luogo per la compilazione del modulo di ingresso obbligatorio per tutti coloro che arrivano in Svizzer da una regione non confinante, ma vi si trovano varie informazioni concrete, una sezione dedicata alle domande frequenti e collegamenti con altri siti ufficiali.

20 settembre 2021, 07:11

Prosegue il calo dei contagi nei Grigioni

La situazione sul fronte pandemico sta progressivamente migliorando nei Grigioni. Lunedì il cantone ha reso noto di aver registrato altre 14 positività nelle ultime 24 ore. Si tratta di un dato che conferma la tendenziale diminuzione della diffusione del virus. Di conseguenza è diminuito anche il numero dei casi attivi che vengono monitorati dal servizio di tracciamento dei contatti scesi da 345 a 302. La situazone ospedaliera non ha registrato partcolari evoluzioni. I pazienti ricoverati per Covid-19 sono, come domenica, 16 dei quali 5 in terapia intensiva sottoposti a respirazione artificiale.