Piero Pelù
Piero Pelù

Piero Pelù: un ragazzaccio di 60 anni - Auguri!

È un uomo speciale Piero, al di la della professione che svolge da sempre; anzi, un “ragazzaccio speciale”!

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È un uomo speciale Piero, al di la della professione che svolge da sempre; anzi, un “ragazzaccio speciale”!

Piero Pelù

Piero Pelù

Showcase esclusivo in diretta su Rete Tre

E lo posso affermare conoscendolo dal 1985, dalla seconda edizione dell’ dell’Indipendent Music Meeting che nacque proprio nella sua Firenze, all’epoca capitale della “nuova” musica italiana. 
Speciale come arista, speciale quale agitatore di idee e sano e utile provocatore che al netto delle gioie e dei dolori, delle luci e delle ombre di una carriera artistica e di un percorso umano significativo (e molto simile alle montagne russe) festeggia in gran spolvero i suoi primi 60 anni.
Ed è ancora qui non solo per chiudere un cerchio davvero importante, ovvero l’ultimo canto dei Litfiba a 40 anni (più due causa covid) dalla nascita. 
“L’ultimo girone” sarà l’ultima storica turnè dei Litfiba con Piero e Ghigo sul palco, che prenderà avvio in primavera. 
40 (+2) anni in cui la storica, osannata band fiorentina ha venduto oltre 10 milioni di album infiammato il cuore e lo spirito di più generazioni; che hanno ballato, sudato, urlato e gioito, in Italia, in Europa, nel mondo intero.
È un ribelle Piero, lo è sempre stato. Un ribelle individuale e romantico a cui non interessa imporsi sugli altri. L’obbiettivo, che poi è la sua vera natura, è quello di individuare i mali, le derive, le ingiustizie per cercare di sensibilizzare e distruggerli metaforicamente a favore della costruzione di uno spirito positivo: le mafie, la corruzione, gli inciuci, le politiche repressive, lo stupro dell'ambiente.
“Ribellarsi non è eroico, è vitale” mi ricordava spesso. 
“È un atto necessario”. E in questo il rock lo ha aiutato e supportato amplificando la sua voce. Il rock’n’roll gli ha preso l’anima e lui l’ha ha portato dentro la vita delle persone, ovunque si trovassero, anche nelle carceri. Perché alla musica ha dedicato la vita, e lo si evince anche dalle due pubblicazioni “Spacca l’infinito” del 2021 e “Identikit di un ribelle” (2014) in cui racconta e si racconta senza filtri.
La musica è la divinità più esigente che il suo cuore potesse venerare: ecco perchè “Dea Musica”. Piero è padre. Piero  è  nonno ma nell’animo è e rimarrà quel “ragazzaccio speciale” a cui vogliamo tanto bene!  

Piero Pelù

Piero Pelù

Showcase esclusivo in diretta su Rete Tre

Piero Pelù

Piero Pelù

Showcase esclusivo in diretta su Rete Tre

Condividi