La campagna vaccinale nella Confederazione è in ritardo rispetto a buona parte dell'Europa
La campagna vaccinale nella Confederazione è in ritardo rispetto a buona parte dell'Europa (keystone)
Momenti chiave
30.09.2021 ore 17:38
30.09.2021 ore 11:21
30.09.2021 ore 10:09
30.09.2021 ore 07:12

Il vaccino obbligatorio non convince

Sarebbero già state raccolte le 100'000 firme per l'iniziativa popolare "Per la libertà e l'integrità fisica" - Il 61% contrario, stando a un sondaggio, all'immunizzazione obbligatoria al lavoro - La Svezia ha abolito le ultime blande misure anti pandemia
giovedì 30 settembre 2021 07:04

Con ogni probabilità si voterà sulle disposizioni statali relative alla vaccinazione. I promotori annunciano infatti di aver raccolto le firme necessarie per l'iniziativa che ha denominato "Per la libertà e l'integrità fisica". Il testo inserirebbe nella Costituzione il divieto di sanzionare o svantaggiare persone che rifiutano un vaccino. Un sondaggio YouGov rivela intanto che il 61% degli svizzeri si oppone all'obbligo di vaccinazione sul posto di lavoro. Solo il 34% è favorevole.

Il Consiglio federale venerdì comunicherà la sua decisione sui test gratuiti. Diversi cantoni in consultazione hanno espresso la volontà di mantenere la gratuità oltre il limite del 10 ottobre suggerito dal Consiglio federale.

La cronaca di mercoledì

La Confederazione ha deciso di comprare 150’000 dosi del vaccino di Johnson & Johnson. Lo ha confermato mercoledì il ministro della salute Alain Berset. I preparati saranno consegnati ai cantoni a partire dalla prossima settimana.

La Svezia continua a seguire una strategia controcorrente rispetto ai principali paesi europei nella lotta al covid-19: ieri ha abolito le ultime blande restrizioni. L'unica raccomandazione rimasta è quella di non recarsi al lavoro se si presentano i sintomi del coronavirus.

Joe Pieracci, Simone Fassora, Alex Ricordi, Stefano Pongan

30.09.2021 ore 20:44
Lombardia: altri 401 casi e 4 decessi

Con 58’426 tamponi effettuati è di 401 il numero di positivi al Coronavirus registrati in Lombardia, una percentuale dello 0,6%. Sono in lieve diminuzione i ricoveri: 57 in terapia intensiva (-1) e 380 negli altri reparti, in diminuzione di quattro. E quattro sono i decessi che portano il totale da inizio pandemia a 34’041.

A Milano sono stati segnalati 135 casi, di cui 60 in città, a Brescia 56, a Varese 47, 23 a Monza, 21 a Bergamo, 14 a Sondrio, 13 a Mantova, 12 a Lecco e Pavia, 11 a Cremona e 3 a Lodi.

30.09.2021 ore 20:43
Record di contagi in Romania, oltre 12 mila in 24 ore

In Romania è record assoluto di casi dall’inizio della pandemia, con 12.032 nuovi contagi nelle ultime 24 ore. La situazione generale ha raggiunto livelli molto preoccupanti dal momento che nelle terapie intensive restano disponibili, secondo quanto riportato dalla stampa locale, soltanto cinque posti in tutto il Paese.

La percentuale della popolazione immunizzata, che ha ricevuto entrambe le dosi, è ancora bassa, solo il 27.65% secondo i dati ufficiali del Governo.

30.09.2021 ore 20:42
Un gene protegge dalle forme gravi di Covid

Il Covid è una malattia complicata, dove a fare la differenza nella sua evoluzione è il sistema di difesa immunitaria della persona, anche nelle sue componenti geneticamente determinati. L’ultima conferma arriva da un gene che protegge dalle forme gravi di Covid-19, identificato dai ricercatori dell’università di Glasgow, guidati da Arthur Wickenhagen. Si tratta del gene OAS1, uno degli attori principali del circuito dell’interferone, perché attiva le ‘forbici’ che fanno a pezzi tutti i virus a Rna, tra cui il SarsCov2. Il sistema dell’interferone è la prima linea di difesa contro virus e batteri, la cosiddetta immunità innata. “Oas1 è un gene, che sotto l’induzione dell’interferone attiva un altro enzima che taglia l’Rna. In sostanza attiva le ‘forbici’ che fanno a pezzi i virus a Rna, come quello del Covid”, spiega il genetista Giuseppe Novelli, che da mesi sta studiando il coinvolgimento dell’interferone nel Covid-19.

30.09.2021 ore 20:39
Francia, Bordeaux allenta restrizioni anti-Covid

La Gironda, il dipartimento francese con capoluogo Bordeaux, dove il tasso di incidenza legato al coronavirus è passato al di sotto della soglia d’allerta, annuncia un allentamento delle misure sanitarie, con la revoca della mascherina obbligatoria nei luoghi dove è necessario presentare un pass sanitario, come ristoranti, bar, musei e biblitoeche.

30.09.2021 ore 20:35
Berna, nuovo raduno anti-restrizioni non autorizzato

Diverse centinaia di oppositori alle restrizioni dettate dal coronavirus si sono riuniti a Berna questa sera per un’altra manifestazione non autorizzata. La protesta è diretta in particolare contro l’obbligo del certificato Covid per frequentare determinati ambienti. Un corteo è iniziato poco dopo le 19.30 sul piazzale della stazione centrale. La polizia ha isolato diverse strade del centro cittadino, ricordando ai partecipanti che la manifestazione non è autorizzata e che dovranno aspettarsi controlli e arresti.

L’area intorno all’edificio del Parlamento federale, compresa Piazza Federale, è stata transennata.

Le dimostrazioni anti-pandemiche degli ultimi due giovedì a Berna sono state segnate da violenze e la polizia ha fatto uso di proiettili di gomma e cannoni ad acqua contro i manifestanti.

30.09.2021 ore 19:42
Italia: altri 3'804 positivi e 51 morti

Sono 3’804 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 3’212. Sono invece 51 i morti in un giorno (ieri erano stati 63). Il tasso di positività è del 1,23%, in lieve aumento rispetto al dato di ieri.

30.09.2021 ore 17:38
Regno Unito, contagi in crescita

Nel Regno Unito si registrano 137 ulteriori decessi da Covid-19 e 36’480 nuovi contagi. Le infezioni risultano in aumento dopo la ripresa delle scuole: negli ultimi 7 giorni i casi sono aumentati del 6,5% rispetto al dato della settimana precedente.

30.09.2021 ore 17:01
Vaccino antinfluenzale: "fondamentale", afferma agenzia UE

La vaccinazione contro l’influenza stagionale, segnatamente per i soggetti vulnerabili e gli operatori sanitari, “sarà fondamentale per attenuare nei prossimi mesi l’impatto sulle persone e sui sistemi sanitari della potenziale co-circolazione dei due virus”. Ad affermarlo è il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), agenzia dell’Unione europea, nella sua ultima valutazione sul rischio legato al coronavirus.

30.09.2021 ore 16:40
Scuole grigionesi, minacce contro la campagna vaccinale

Lanciate sui canali social. Identificati alcuni degli autori.

Vaccini agli scolari: minacce sui social

Sono state rivolte alle scuole dei Grigioni disposte ad accogliere le squadre mobili della campagna promossa dal cantone. Identificati alcuni autori


30.09.2021 ore 13:35
Nuovi casi in Svizzera: 1'140 nelle ultime 24 ore

Fra ieri e oggi sono stati rilevati in Svizzera 1’140 nuovi contagi da coronavirus. I risultati trasmessi concernono 36’141 test, dai quali è emerso un tasso di positività del 3,15%.

Sempre nelle ultime 24 ore sono stati comunicati 10 ulteriori decessi causati dal Covid-19. Si contano inoltre 33 ricoveri in più legati alla patologia.

30.09.2021 ore 13:07
Svizzera, infezioni e ricoveri in calo

Migliora in Svizzera il quadro epidemiologico legato al coronavirus. Fra il 20 e il 26 settembre sono infatti calati sia i contagi che le ospedalizzazioni dovute all’insorgenza della malattia. Sono stati 9’340 i casi confermati in laboratorio, a fronte dei 12’741 accertati durante la settimana precedente. Ciò corrisponde ad una diminuzione del 27%, ha indicato oggi l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Quanto ai ricoveri, ne sono stati registrati 227. Il dato della settimana precedente era invece di 272 ospedalizzazioni.

Una tendenza inversa si registra invece sul piano dei decessi imputabili al Covid-19: sempre fra il 20 e il 26 settembre sono stati 37: 4 in più rispetto alla settimana prima. L’età media delle vittime della malattia era di 81 anni.

30.09.2021 ore 12:31
Grigioni, campagna vaccinale nelle scuole

In programma, nei Grigioni, una campagna vaccinale nelle scuole contro il coronavirus. Già la prossima settimana un’équipe mobile si recherà nelle scuole di Coira per sottoporre a vaccinazione i volontari a partire dai 12 anni. Gli allievi non necessitano dell’approvazione dei genitori, ma un pediatra sarà sul posto per valutare la loro capacità decisionale. “Puntiamo comunque molto sul fatto che il tema venga discusso in famiglia, e che gli scolari portino una dichiarazione da parte dei genitori”, ha precisato Daniel Camenisch dell’Ufficio cantonale di comunicazione sul coronavirus.

30.09.2021 ore 12:10
Carnevale di Lucerna, si guarda all'edizione 2022

Il carnevale di Lucerna, che quest’anno a causa della pandemia non si è svolto, dovrà aver luogo nel 2022 con meno restrizioni possibili. “Vogliamo un carnevale sicuro e senza limitazioni”, ha affermato oggi uno dei membri del comitato. Per arrivare a questo svolgimento, occorrerà quindi passare dal concetto di vaccinati, guariti o testati, ossia dal certificato Covid. “Non vogliamo un carnevale light, specie per quel che riguarda gli eventi di strada”, ha sottolineato. L’inizio del prossimo carnevale lucernese è previsto per il 24 febbraio.

30.09.2021 ore 11:28
Russia, nuova impennata di decessi e contagi

Nelle ultime 24 ore è stato registrato in Russia un nuovo primato del numero di decessi causati dal Covid 19: 867, indicano le cifre fornite stamani dalla cellula di crisi della Federazione.. Ancora in netto aumento anche i contagi, che sempre fra ieri e oggi sono stati 23’888: ciò corrisponde al dato più consistente dallo scorso 25 luglio.

30.09.2021 ore 11:22
Vaccino d'obbligo al lavoro? Svizzeri nettamente contrari

Un ipotetico obbligo sul posto di lavoro della vaccinazione anti-Covid, come avvenuto in alcuni Paesi, vede gli svizzeri nettamente contrari. È il 61% a opporvisi, stando all’esito di un sondaggio effettuato dall’istituto YouGov. Solo il 34% si dice invece favorevole alla misura. Inoltre una persona su tre non darebbe seguito ad una possibile coercizione e sarebbe disposta a citare in giudizio l’impresa o a lasciare l’impiego. A titolo comparativo va rilevato che un sondaggio analogo, in Germania, aveva dato esiti opposti: una maggioranza delle persone interrogate, il 54%, si era invece detta favorevole all’obbligo di vaccinazione.

30.09.2021 ore 11:21
Pass per gli adolescenti francesi

Da oggi, giovedì, in Francia anche gli adolescenti dai 12 ai 17 anni di età devono presentare il pass sanitario per tutta una serie di attività, come i lunghi tragitti in treno, mangiare al ristorante, andare al cinema o in piscina. La misura era già in vigore per gli adulti. Il pass, con codice QR, attesta l’avvenuta vaccinazione o guarigione dal Covid, oppure che ci si è sottoposti a un test risultato negativo.

30.09.2021 ore 11:03
Lucerna, un carnevale con meno restrizioni possibili

Il carnevale di Lucerna 2022 deve avere luogo con le minori restrizioni possibili. È quanto hanno dichiarato gli organizzatori oggi ai media.

“Vogliamo un carnevale sicuro e senza limitazioni”, ha detto Peti Federer del comitato del carnevale lucernese LFK. Per arrivare a questo risultato, bisognerà passare dal concetto di vaccinati, guariti o testati, ovvero dal certificato Covid. Più è alta la quota di vaccinati, più alta è la probabilità che grandi eventi con molto pubblico possano avere normalmente luogo. “Non vogliamo un carnevale light, sopratutto per quel che riguarda gli eventi di strada”, ha detto Federer. L’inizio del carnevale è previsto per l’alba del 24 febbraio. Quest’anno l’atteso evento non ha avuto luogo.

30.09.2021 ore 10:41
Bulgaria, netta ripresa dei contagi

Si sta constatando una forte ripresa dei contagi in Bulgaria, dove, su una popolazione di poco più di 7 milioni di abitanti, è stata oltrepassata la soglia di mezzo milione di casi dall’inizio della crisi pandemica. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 2’142 nuovi contagi e 87 ulteriori decessi, fra i quali anche quelli di 9 persone vaccinate. La Bulgaria è fra gli Stati europei con la più bassa percentuale di vaccinati con entrambe le dosi, quasi il 20% della popolazione vaccinabile.

30.09.2021 ore 10:09
Ticino, due ricoveri in più

Si contano due ospedalizzazioni in più, in Ticino, a causa del Covid-19. Il numero complessivo dei pazienti ricoverati sale quindi a 20, in base alle ultime cifre diffuse dal cantone. Nei reparti di cure intense sono attualmente assistiti 5 pazienti: uno in meno rispetto al dato diffuso ieri. Per il resto, sempre nelle ultime 24 ore, sono stati rilevati in Ticino 18 nuovi casi di positività al coronavirus.

30.09.2021 ore 09:56
Iniziativa contro obbligo vaccinazione: firme sufficienti, dicono i promotori

Il Movimento per la libertà Svizzera (MLS), che ha sede a Ostermundigen, nel canton Berna, sostiene di aver raccolto le 100’000 firme necessarie alla riuscita di un’iniziativa popolare federale contro la vaccinazione obbligatoria, di cui è promotore. Sarebbero nell’ordine di oltre 140’000, afferma l’MLS, anche se alcune sottoscrizioni non sono ancora state autenticate. Gli iniziativisti confidano ora sul fatto che presto saranno in grado di presentare l’iniziativa. Il termine per la raccolta delle firme si chiude comunque il 1° giugno del prossimo anno.

L’iniziativa popolare “Per la libertà e l’integrità fisica” (STOP all’obbligo di vaccinazione)“, lanciata lo scorso dicembre dopo la seconda ondata della pandemia, chiede una modifica della Costituzione federale che regola il diritto alla vita e alla libertà professionale, aggiungendo la nozione di consenso. Questo dovrà essere richiesto per ogni intervento nell’integrità fisica o psichica di una persona. Le vaccinazioni sono disciplinate in Svizzera dalla legge sulle epidemie, in vigore dal 2016. La vaccinazione non è attualmente obbligatoria in Svizzera, visto che le autorità hanno optato per il principio di autodeterminazione.

30.09.2021 ore 09:10
Palazzo federale: da sabato accesso solo con Certificato Covid

Dal 2 ottobre tutti coloro che entreranno a Palazzo federale dovranno presentare un certificato Covid valido, così come previsto anche per ristoranti, palestre o cinema. Una eccezione è prevista per i parlamentari. Dopo ieri gli Stati, oggi anche il Nazionale - con 143 voti contro 35 e 6 astenuti - ha approvato la clausola d’urgenza alla modifica della Legge sull’Assemblea parlamentare che potrà così entrare in vigore già sabato.

L’obbligo del certificato è valido fino al 31 dicembre 2022, ma potrà essere revocato qualora la situazione pandemica lo dovesse consentire. I soggetti non vaccinati e quelli non guariti potranno ottenere il lasciapassare eseguendo un test salivare due volte a settimana.

Alle persone che devono necessariamente essere presenti nel palazzo del Parlamento saranno rimborsati i costi di eventuali test. Una eccezione è prevista per i membri delle Camere federali senza certificato che potranno accedere a Palazzo anche senza il pass covid se portano una mascherina di protezione. Questa clausola è stata inserita per consentire loro di poter partecipare ugualmente ai dibattiti e alle sedute di commissione o ad altre attività. Tale aggiunta è la risposta alle critiche, specie dei democentristi, che l’obbligo del certificato avrebbe impedito ai parlamentari eletti dal popolo di esercitare il proprio mandato.

30.09.2021 ore 08:28
Svizzera: offerte di lavoro ai livelli precedenti alla pandemia

Le offerte di lavoro in Svizzera nel terzo trimestre hanno raggiunto il livello precedente alla pandemia, anche grazie ai numerosi annunci nel settore alberghiero e della ristorazione, che deve però fare fronte a difficoltà nel reclutamento.

Il mercato del lavoro si riprende

Le offerte di lavoro sono tornate ai livelli precedenti alla pandemia – Manca manodopera nel settore alberghiero e della ristorazione

30.09.2021 ore 07:39
Grigioni, 24 casi e nessuna ospedalizzazione

Le autorità sanitarie retiche comunicano stamane 24 nuovi contagi al Covid-19 nei Grigioni. Al contempo non segnalano nessun nuovo decesso e nessuna nuova ospedalizzazione.

30.09.2021 ore 07:31
Svizzera: venerdì la decisione sui test gratuiti

Il Consiglio federale venerdì comunicherà la sua decisione sui test gratuiti. Diversi cantoni in consultazione hanno espresso la volontà di mantenere la gratuità oltre il limite del 10 ottobre suggerito dal Consiglio federale. Il Ticino li vorrebbe gratuiti fino al 31 ottobre. Zurigo, Basilea Campagna, Soletta, Obvaldo e Giura fino alla fine di novembre.

30.09.2021 ore 07:12
Toyota taglia la produzione

Prima flessione in un anno per la produzione globale di Toyota, a causa delle ripercussioni provocate dalla pandemia da Covid - in prevalenza nella regione del Sudest asiatico, e la carenza dei semiconduttori per il settore automotive.

In agosto l’output segna una flessione del 16,2% a poco meno di 531’500 unità, un dato che ha anticipato l’annuncio di una riduzione della produzione per i mesi di settembre e ottobre.

La casa auto numero uno al mondo ha già tagliato le stime sulla produzione di 300’000 veicoli per l’intero anno fiscale, a 9 milioni di unità.

30.09.2021 ore 07:09
La Svezia dichiara superata l’emergenza

La Svezia continua a seguire una strategia controcorrente rispetto ai principali paesi europei nella lotta al covid-19: ieri ha abolito le ultime blande restrizioni. L’unica raccomandazione rimasta è quella di non recarsi al lavoro se si presentano i sintomi del coronavirus. Questa volta però la Svezia non è sola. In tutto sono tre i paesi scandinavi che hanno infatti scelto di dichiarare superata l’emergenza, almeno per il momento. Gli altri due sono Danimarca e Norvegia. Che presentano però un tasso di vaccinazione superiore a quello svedese.

RG 07.00 del 30.09.2021 Il servizio di Irene Peroni