TiPress_372433.jpg
©Ti-Press/Francesca Agosta
Momenti chiave
26.06.2020 ore 23:57
26.06.2020 ore 20:31
26.06.2020 ore 15:23
26.06.2020 ore 09:51
26.06.2020 ore 07:22
26.06.2020 ore 06:59

Il virus avanza in Svizzera

Aumento dei casi a livello nazionale: +58. Ticino e Grigioni doppio zero - Nel mondo preoccupano Brasile e Stati Uniti
venerdì 26 giugno 2020 06:59

Sono 58 i nuovi casi da coronavirus segnalati a livello nazionale, secondo l’ultimo bollettino diffuso dall’Ufficio federale di sanità pubblica. Un numero che conferma la tendenza, seppure lieve, a un aumento dei contagi, mentre i decessi sono fermi a 1'682.

Buone notizie, invece, in Ticino e Grigioni, dove per il terzo giorno consecutivo non si segnalano né nuovi contagi né decessi.

A livello mondiale, invece, la situazione rimane critica, soprattutto per via degli Stati Uniti, dove nelle ultime 24 ore sono stati registrati 40'000 nuovi casi: un record da inizio pandemia. In America latina è ancora una volta il Brasile a preoccupare: l’ultimo bilancio parla di 42'725 nuovi casi confermati, per un totale di oltre un milione di contagiati nel paese.

La cronaca di giovedì

A livello mondiale, i casi hanno superato i 9,6 milioni, stando al conteggio della Johns Hopkins University, mentre le vittime sono quasi mezzo milione.

I dati sempre aggiornati

 

Alessandra Spataro, Elena Boromeo, Diego Moles, Alex Ricordi

26.06.2020 ore 23:57
Algeria, in aumento i contagi

L’Algeria ha registrato nelle ultime 24 ore altri 240 nuovi casi di coronavirus. Sale così a 12’685 il numero complessivo dei contagiati nello Stato. Lo ha reso noto un portavoce del ministero della sanità, precisando che i decessi a causa della patologia sono saliti a 885. Intanto il paese si prepara ad aprire le proprie frontiere. La riapertura del confine con la Tunisia, in particolare, sarà oggetto di una convenzione bilaterale.

26.06.2020 ore 23:51
Test sierologici, quasi il 39% di positivi in un paese del Bergamasco

A San Giovanni Bianco, località della valle Brembana, il 38,8% delle persone sottoposte a test sierologico ( ovvero quasi 660 persone su 1.700) è risultato positivo. Sono gli esiti di uno screening effettuato sulla popolazione tra il 25 maggio e il 18 giugno. Circa il 70% dei positivi ha segnalato di aver avuto sintomi parainfluenzali assimilabili a quelli provocati dal coronavirus.

26.06.2020 ore 23:42
Argentina, lockdown inasprito a Buenos Aires

Il presidente argentino Alberto Fernández ha annunciato che la regione di Buenos Aires tornerà ad una fase rigida di isolamento fra il primo e il 17 luglio per affrontare la pandemia di coronavirus. Attualmente - ha spiegato il capo dello Stato in una conferenza stampa - il 97% dei casi che si rilevano in Argentina è localizzato nella regione metropolitana della capitale, mentre negli ultimi 20 giorni i contagi sono cresciuti del 147% e i morti del 95%. “Buenos Aires e la sua provincia stanno contagiando il resto del paese, per questo bisogna isolarle”, ha sottolineato. Le restrizioni riguarderanno trasporti, esercizi commerciali, circolazione urbana e persone anziane.

26.06.2020 ore 22:07
Svizzera, contagi in aumento ma con pochi ricoveri

La maggior parte dei nuovi contagiati sono nella fascia d’età fra i 20 e i 40 anni

L’identikit dei nuovi contagiati

Giovani, professionalmente attivi. Sembrano risparmiate le persone vulnerabili. Per questo le nuove ospedalizzazioni non sembrano per ora aumentare

26.06.2020 ore 22:01
Finanze dopo il virus: Maurer fa il punto della situazione

Crisi e disavanzo pubblico: intervista TG a Ueli Maurer

Imposte più alte per il deficit? "No"

Disavanzo dopo la crisi del coronavirus: l'obiettivo è di colmarlo senza aumenti fiscali, afferma il ministro delle finanze Ueli Maurer

26.06.2020 ore 20:31
In Francia 26 nuove morti

La Francia ha registrato 26 nuovi decessi a causa del coronavirus, portando il numero dei morti a 29’778 nel paese dall’inizio della pandemia. Lo ha annunciato venerdì la Direzione generale della sanità.

26.06.2020 ore 18:32
Lido Locarno, presto agibili piscine interni e scivoli

Il Lido di Locarno procede verso il ripristino a pieno regime della struttura: oltre agli spazi esterni già aperti, da domenica saranno agibili anche le piscine interne e gli scivoli. È quanto indica una nota pubblicata oggi.

26.06.2020 ore 16:38
Allentati i vincoli per lidi e bagni pubblici in Ticino

Le disposizioni sanitarie e di sicurezza valide per i bagni pubblici e i lidi ticinesi sono state in parte riviste dal Consiglio di Stato e dallo Stato maggiore cantonale di condotta. La novità principale riguarda la riduzione da 10 a 7 metri quadrati dello spazio minimo a disposizione di ogni visitatore. Su richiesta dell’ufficio del medico cantonale, i gestori dovranno inoltre, se disponibili, fornire immediatamente i dati di contatto dei singoli visitatori.

Le misure, adottate dopo gli allentamenti decisi da Berna, saranno valide dal 26 giugno al 31 agosto. Restano riservate eventuali modifiche in funzione dell’evoluzione epidemiologica che le autorità cantonali continuano a seguire attentamente. Il consiglio per tutti i frequentatori delle strutture balneari è di mantenere le necessarie misure prudenziali al fine di contenere ogni possibile ripresa dei contagi.

26.06.2020 ore 16:28
Niederdorf (BL), bimba positiva al test e isolamenti

Una bimba di 5 anni, che frequenta una scuola d’infanzia nella località di Niederdorf (BL), è risultata positiva al test del coronavirus. Lo ha reso noto il dipartimento della sanità del cantone. La bimba, che non presenta sintomi della malattia, è ora stata posta in isolamento. La stessa misura è stata estesa a tutti i suoi compagni di classe e a quattro insegnanti.

26.06.2020 ore 16:23
Anthony Fauci sulla gestione della pandemia negli USA: "qualcosa non sta funzionando"

“Qualcosa non sta funzionando”. Lo ha affermato in una intervista al Washington Post il virologo Anthony Fauci. Commentando il divampare della pandemia negli Stati Uniti dove il numero dei contagi continua a crescere a ritmi elevati nonostante le misure adottate dalle autorità federali e statali, ha anticipato che all’interno della task force della Casa Bianca si sta studiando una nuova strategia per condurre i test e renderli più efficaci. In particolare allo studio c’è il cosiddetto ‘pool testing’ con la possibilità di sottoporre alle prove diverse persone contemporaneamente per individuare con maggiore rapidità i contagiati e isolarli immediatamente. Dall’inizio della pandemia nel paese sono stati ufficialmente registrate oltre 124’000 morti legate al Covid-19 e oltre 2,4 milioni di positività al coronavirus.

26.06.2020 ore 16:01
Globetrotter, 4 filiali chiuse a causa della crisi

Ancora gravi conseguenze per i tour operator elvetici a causa della crisi del coronavirus. L’agenzia di viaggi Globetrotter ha infatti deciso di chiudere 4 delle sue 22 filiali: due a Zurigo, una a Berna e un’altra a Interlaken. Una misura che implicherà licenziamenti, secondo quanto indicato oggi dal direttore della società Dany Gehrig. Ieri era stata Hotelplan ad annunciare la soppressione di 425 posti di lavoro, di cui circa 170 in Svizzera. Globetrotter procederà alle chiusure al più tardi all’inizio del 2021. Date esatte non sono ancora state stabilite.

26.06.2020 ore 15:23
Più posti ai lidi luganesi

Dal primo luglio, in tutti gli stabilimenti balneari della città di Lugano saranno aumentati i posti a disposizione. Con le nuove regole decise dal Consiglio Federale infatti non bisognerà più garantire il limite dei 10m2, ma questo sarà ridotto a 7m2 (decisione Municipio di Lugano Consiglio di Stato). In pratica al Lido di Lugano i posti passeranno da 1’600 a 2’200, alla piscina di Carona da 1’800 a 2’500 e Riva Caccia e San Domenico da 63 a 100. Inoltre, verranno attivati tutti gli abbonamenti annuali/stagionali anche di coloro che non sono possessori delle cabine, rispettando l’obbligo di presentarsi entro le 10 del giorno di frequenza prescelto o registrandosi sul sito prenota.lugano.ch potranno di nuovo fruire delle strutture (esclusi Riva Caccia e San Domenico). Rimangono sospesi gli abbonamenti famiglia fino al 21 settembre 2020.

26.06.2020 ore 15:11
Gita del Consiglio federale divisa in due a causa del coronavirus

Il coronavirus avrà ripercussioni anche sulla tradizionale gita estiva del Consiglio federale. Essa si svolgerà in due tappe, la prima ad inizio luglio nella regione del Gantrisch (BE), la seconda in autunno in un luogo ancora da definire che, date le origini della presidente Simonetta Sommaruga (attinente di Eggiwil e Lugano), potrebbe anche essere il Ticino.

Giovedì prossimo, all’indomani della sua ultima seduta ordinaria prima delle vacanze estive, il Governo terrà una riunione di clausura sulla crisi del Covid-19. Poi in serata i sette ministri si trasferiranno nelle Alpi bernesi per una passeggiata.

26.06.2020 ore 15:08
SwissCovid attivata all'esordio su quasi 570'000 cellulari

Nel suo primo giorno di operatività, giovedì, l’app SwissCovid è stata attivata su 566’894 dispositivi mobili. Lo ha reso noto l’Ufficio federale di statistica (UST) che monitora il numero totali di utenti attivi per giorno, in modo da valutare quanto la popolazione utilizzi il nuovo strumento che consente di ricostruire le catene di contagio.

L’app si può scaricare da Apple Store e da Google Play Store. L’applicazione, tramite una notifica, avvisa del potenziale rischio per la salute gli utenti che l’hanno scaricata sul proprio smartphone e che si sono trovati per un certo lasso di tempo nei paraggi di un contagiato, a condizione ovviamente che anche questi l’avesse installata sul suo cellulare. In caso di una positività, il servizio medico cantonale invia alla persona infetta il cosiddetto codice Covid da immettere nell’app scatenendo il processo che permette di allertare i contatti.


Ecco l'app SwissCovid
26.06.2020 ore 12:25
In Svizzera 58 nuovi casi e nessun decesso

Sono 58 i casi di Covid-19 confermati nelle ultime 24 ore in Svizzera. Lo rende noto l’Ufficio federale di sanità pubblica (UFSP) nel suo bollettino giornaliero. Da ieri non si registrano decessi, che rimangono a quota 1’682. Ieri sono stati annunciati 52 nuovi casi, mercoledì 44, e martedì 22. L’incidenza della malattia è di 366 casi ogni 100’000 abitanti.

I casi registrati nelle ultime 24 ore si riferiscono a test eseguiti dall’inizio della settimana. Lunedì vi sono stati 55 positivi, martedì 37 e mercoledì 57. In totale quindi 149 nuovi contagi nel giro di soli tre giorni. Un dato che non si vedeva dalla prima settimana di maggio, alla viglia della riapertura delle scuole obbligatorie.

26.06.2020 ore 11:01
Vaud: 160 milioni per sostenere ospedali e cliniche

Il cantone Vaud si appresta a dsbloccare 160 milioni di franchi per coprire le perdite degli ospedali e degli altri istituti sanitari dovute alla crisi del coronavirus. La somma, proposta dal Governo e già preavvisata favorevolmente dalla commissione parlamentare, è destinata in particolare a compensare le perdite di reddito registrate tra il 16 marzo e il 26 aprile, quando erano stati sospesi tutti gli interventi non urgenti. A titolo di risarcimento, gli ospedali vodesi riceveranno 126,5 milioni. Altri 33,5 milioni sono invece destinati a coprire parte delle spese aggiuntive affrontate in relazione al coronavirus, come i dispositivi di protezione, lo screening e i rinforzi del personale.

Il Consiglio di Stato non esclude inoltre di concedere aiuti anche agli istituti medico-sociali, socio-educativi e psico-sociali che, a loro volta, hanno patito le conseguenze della crisi.

26.06.2020 ore 10:45
Il direttore aggiunto dell'OMS: il coronavirus si sta comportando come la Spagnola

L’epidemia di coronavirus “si sta comportando come avevamo ipotizzato” e “il paragone è con la Spagnola, che si comportò esattamente come il Covid: andò giù in estate e riprese ferocemente a settembre e ottobre, facendo 50 milioni di morti durante la seconda ondata”. Lo ha detto Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), alla RAI rispondendo in merito alla lettera di esperti che hanno parlato di “emergenza finita”. “È vero che le terapie intensive si sono svuotate, ma si sono svuotate come previsto che accadesse e non vogliamo si riempiano di nuovo in autunno. Tutte le precauzioni che stiamo prendendo hanno l’obiettivo di circoscrivere la circolazione del virus quando questa riprenderà”, ha sottolineato.

Un secolo fa la "Spagnola"

Il terribile virus influenzale che causò decine di milioni di morti iniziò a colpire nel gennaio del 1918

26.06.2020 ore 09:58
Asilo chiuso a Kloten, una dipendente positiva

Un asilo e un asilo nido di Kloten sono stati chiusi dopo che una dipendente è risultata positiva al coronavirus. Sono 80 i bimbi posti in quarantena. Si tratta di una misura preventiva, nessun piccolo ha per ora manifestato sintomi.

26.06.2020 ore 09:51
KLM, i Paesi Bassi in aiuto

La compagnia aerea olandese KLM ottiene un prestito da 3,4 miliardi di euro, grazie al sostegno dello Stato, per affrontare la crisi provocata dal coronavirus. Anche la Francia ha accordato un aiuto ad Air France per un totale di 7 miliardi di euro. Le due compagnie aeree si sono fuse nel 2004.

26.06.2020 ore 09:51
Altro doppio zero in Ticino e Grigioni

Nelle ultime 24 ore non sono stati registrati nel cantone né contagi né decessi. I casi totali dall’inizio della pandemia di Covid-19 in Ticino restano quindi stabili a 3’327. Fermo a 350 anche il numero di decessi registrati (l’ultimo è stato il 12 giugno). Il totale dei pazienti dimessi dagli ospedali invece è di 910.

Altra giornata caratterizzata da numeri stabili anche nei Grigioni dove i contagi dall’inizio della pandemia sono 851 (un dato che non subisce variazioni dal 23 giugno), mentre i decessi 50 (l’ultimo risale al 10 giugno).

26.06.2020 ore 07:47
Messico, le vittime sono oltre 25'000

Più di 25’000 persone sono morte in Messico a causa del coronavirus e altre 200’000 sono state contagiate dall’inizio della pandemia, in questo paese che conta 127 milioni di abitanti. I primi casi, in Messico, erano emersi il 28 febbraio e nell’ultima settimana di marzo il Governo ha sospeso le attività non essenziali. A giugno sono iniziati i primi allentamenti, ma la situazione resta critica, anche tenendo conto che è uno dei paesi che ha fatto meno tamponi (3,15 ogni 1’000 abitanti).

26.06.2020 ore 07:22
Germania, 477 nuovi contagi

In Germania nelle ultime 24 ore si sono registrati 477 nuovi casi di contagio, che portano il totale a 192’556. Nell’ultima giornata, il Robert Koch-Institut ha registrato anche 21 decessi legati al Covid-19. Nel paese le vittime sono complessivamente 8’948. Nei giorni scorsi ha destato preoccupazione un focolaio esploso in un mattatoio nel distretto di Guetersloh.

26.06.2020 ore 06:59
Stati Uniti, aumentano i contagi

C’è stato un aumento dei casi negli Stati Uniti: nelle ultime 24 ore ne sono stati registrati 37’077; si è superato il record di contagi dall’inizio della pandemia. I morti sono stati invece 692. Inoltre, viene stimato che molto probabilmente sono molto di più le persone che sono entrate in contatto con il COVID-19. I numeri ufficiali parlano di 2,3 milioni. Ma forse potrebbero essere 23 milioni.