33829705_highres.jpg
archivio keystone
Momenti chiave
20.04.2021 ore 23:56
20.04.2021 ore 14:10
20.04.2021 ore 13:37
20.04.2021 ore 12:56
20.04.2021 ore 11:56
20.04.2021 ore 10:05
20.04.2021 ore 07:13

La Svizzera punta sui monoclonali

Concluso un contratto con la Roche per l'acquisto di 3'000 dosi di anticorpi di nuova generazione - L'EMA: "Possibili legami con trombosi, ma più benefici che rischi con Johnson & Johnson"
martedì 20 aprile 2021 07:05

La Confederazione, oltre ai vaccini, ha deciso di puntare anche su medicamenti promettenti contro il coronavirus: l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha annunciato oggi, martedì, di aver concluso un contratto con il gigante basilese Roche per l'acquisto di 3'000 dosi. I primi trattamenti saranno disponibili da metà maggio 2021 per alcuni gruppi di pazienti a rischio, indica l'UFSP in una nota odierna, precisando che l'importo è confidenziale. Si tratta di combinazioni di anticorpi monoclonali, che beneficiano di un’omologazione provvisoria secondo l’ordinanza 3 COVID-19. Le prime consegne sono previste per metà maggio 2021.

Nel frattempo, l’Agenzia europea del farmaco (EMA) ha stabilito che ci sono possibili legami tra il vaccino contro il coronavirus di Johnson & Johnson e rari casi di trombosi osservati tra chi aveva ricevuto il farmaco negli Stati Uniti. Gli esperti ritengono però che i benefici del vaccino sono superiori ai rischi che presenta. 

La cronaca di lunedì

Negli USA, l’ente regolatore (la FDA) ha raccomandato una sospensione temporanea dell’uso del vaccino. Una decisione definitiva è attesa entro venerdì: ci si aspetta che l’FDA dia il via libera a Johnson & Johnson, con l’aggiunta tuttavia di prescrizioni più stringenti per la somministrazione.

di Ludovico Camposampiero e Yara Rossi

20.04.2021 ore 23:56
Brasile, più di 3'300 decessi

Sono 3’321, secondo gli ultimi dati diffusi dalle autorità sanitarie, i nuovi decessi da Covid-19 registrati in Brasile nelle ultime 24 ore. Nel territorio dello Stato sono inoltre stati registrati, sempre fra ieri e oggi, altri 69’381 contagi da coronavirus. Il bilancio delle vittime della pandemia in Brasile ha così superato i 378’000 morti. Più di 14 milioni le infezioni finora accertate.

20.04.2021 ore 21:37
Grigioni: discussi gli aiuti finanziari

Oggi, martedì, il Gran Consiglio retico ha discusso di vari temi legati alla pandemia. Oltre alla vaccinazione e alle misure per contrastare il Covid-19, si è parlato anche degli aiuti finanziari. Il sostegno alla ristorazione, nonostante la riapertura delle terrazze, rimane garantito.

Sostegno garantito alla ristorazione

Grigioni: il Gran Consiglio si è occupato della pandemia. Tra i vari temi anche quello dell'aiuto finanziario

20.04.2021 ore 21:04
Vaccinazione: priorità alla prima dose

La seconda dose di vaccino dopo 6 settimane, non 4. Cambiando questo lasso di tempo, si renderebbe più rapida la campagna di vaccinazione contro il Covid-19. È la posizione della Task Force scientifica della Confederazione nella sua relazione pubblicata oggi. Si potrebbe ottenere così, si legge, la vaccinazione di metà della popolazione con almeno una dose “diverse settimane prima” del previsto.

Se la copertura vaccinale viene raggiunta un mese prima, ciò corrisponde a un “guadagno sociale totale” di 1,5 miliardi di franchi, ha calcolato la Task Force.

20.04.2021 ore 20:48
Spagna: vaccinato il 7,3% della popolazione

In Spagna, le persone che hanno ricevuto due dosi del vaccino contro il coronavirus sono almeno 3’452’119 (il 7,3% della popolazione), mentre almeno il 25% dei cittadini ha ricevuto una dose.

Intanto, gli ultimi dati mostrano che l’incidenza dei contagi negli ultimi 14 giorni è rimasta stabile: 230 contagi ogni 100’000 abitanti. I morti per coronavirus dall’inizio della pandemia sono 77’216.

20.04.2021 ore 19:51
Fine del coprifuoco nei Paesi Bassi

Il premier olandese Mark Rutte ha annunciato un allentamento delle misure in vigore nei Paesi Bassi, in particolare con la fine del coprifuoco notturno in vigore da tre mesi e la riapertura delle terrazze di bar e ristoranti dal 28 aprile.

20.04.2021 ore 19:26
Francia: un quarto degli adulti ha ricevuto una dose di vaccino

Sono quasi 13 milioni le persone in Francia che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino contro il coronavirus, pari a un quarto della popolazione adulta, secondo i dati forniti dal ministero della salute, che riportano anche un leggero aumento dei pazienti ricoverati in cure intense a causa del Covid-19, a 5’984 persone (+14), mentre i decessi legati alla malattia nelle ultime 24 ore sono stati 374.

20.04.2021 ore 18:40
Niente vaccinazione obbligatoria in Galizia

La Corte costituzionale spagnola ha sospeso una legge approvata a fine febbraio dalle autorità regionali della Galizia che imponeva la vaccinazione contro il coronavirus agli abitanti e prevedeva multe fino a 3’000 euro in caso di rifiuto.

20.04.2021 ore 17:43
Meno pazienti negli ospedali italiani

In Italia sono stati registrati 12’074 nuovi casi di coronavirus, con un tasso di positività dei test del 4,1%, e altri 390 decessi legati al Covid-19. Diminuiscono le persone negli ospedali a causa della malattia: 23’255 sono ricoverati nei reparti ordinari, 487 meno di ieri, e 3’151 in terapia intensiva, in calo di 93.

20.04.2021 ore 17:35
Grigioni: sostegno alla risposta del Governo alla pandemia

Il Gran Consiglio retico ha bocciato a larga maggioranza una richiesta dell’UDC per limitare le misure restrittive contro la pandemia nei Grigioni. I democentristi chiedevano in particolare l’abolizione di tutte le misure che vanno oltre quanto imposto dalla Confederazione.

20.04.2021 ore 17:15
Regno Unito: prima dose di vaccino per oltre 33 milioni di persone

Il Regno Unito ha superato la soglia delle 33 milioni id persone che hanno ricevuto una prima dose di vaccino contro il coronavirus. Sono intanto 2’524 le nuove infezioni segnalate martedì dalle autorità e 33 i decessi legati al Covid-19.

20.04.2021 ore 16:37
La Svizzera aspetta i dati da AstraZeneca

Swissmedic sta ancora aspettando i dati necessari per l’omologazione del vaccino di AstraZeneca. Le informazioni sulla terza fase di sperimentazione devono ancora essere fornite dall’azienda, la prima a depositare una domanda per l’approvazione del suo farmaco in Svizzera.

20.04.2021 ore 16:24
EMA: "Più benefici che rischi con il vaccino di Johnson & Johnson"

L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha stabilito che ci sono possibili legami tra il vaccino contro il coronavirus di Johnson & Johnson e rari casi di trombosi osservati tra chi aveva ricevuto il farmaco negli Stati Uniti. Gli esperti ritengono però che i benefici del vaccino sono superiori ai rischi che presenta.

20.04.2021 ore 16:08
Ticino, riprendono le attività culturali nelle biblioteche

In linea con le recenti disposizioni federali, a partire da questa settimana le Biblioteche cantonali ticinesi torneranno a proporre, oltre all’accesso alle sale di lettura e di studio, alle postazioni di consultazione delle banche dati e alle sale giornali, una propria offerta di attività culturali (conferenze, presentazioni, incontri e mostre). “Gli spazi accoglieranno un numero ridotto e controllato di utenti e sono prescritte le consuete norme, il distanziamento, l’uso della mascherina, la messa a disposizione di disinfettanti, il tracciamento ecc.” si legge in una nota del DECS.

È in via di definizione un calendario che prevede conferenze e incontri distribuiti anche nel periodo estivo, sul modello di quanto già proposto nel 2020. In particolare le quattro sedi cantonali ospiteranno anche quest’anno, in collaborazione con la Divisione della cultura e degli studi universitari, una rassegna di incontri con scrittori che si terranno in esterno, nei parchi adiacenti agli Istituti.

20.04.2021 ore 15:39
Carica virale elevata nelle acque reflue di Zurigo

Il numero di infezioni da coronavirus e la carica virale nelle acque reflue nella regione di Zurigo differiscono notevolmente. Lo dimostra il monitoraggio degli impianti di trattamento delle acque reflue effettuato dall’Istituto di ricerca sull’acqua dell’Eawag, ha affermato martedì Patrick Mathys dell’UFSP. Le acque reflue sono molto più cariche di virus di quanto il numero di casi possa suggerire. Questo numero potrebbe essere sottostimato, ha detto Mathys. Tuttavia, altre città come Losanna non mostrano la stessa evoluzione. Saranno quindi condotte ricerche in altre regioni per confermare la situazione poiché questo tipo di monitoraggio è prezioso rispetto ad altri strumenti disponibili, secondo l’esperto.

20.04.2021 ore 15:00
La strategia di vaccinazione della Confederazione è stata adattata

I vaccini sono efficaci fino a sei mesi dopo l’iniezione. Le persone già vaccinate possono essere esentate dalla quarantena durante questi sei mesi due settimane dopo aver ricevuto la seconda dose, ha detto martedì Christoph Berger, presidente della commissione federale per le vaccinazioni. La strategia di vaccinazione della Confederazione è stata adattata: le persone che hanno già avuto il Covid-19 possono essere vaccinate anche sei mesi dopo aver contratto la malattia, ma riceveranno solo una singola dose, ha detto Berger durante la conferenza stampa degli esperti. Le persone con un sistema immunitario indebolito ne riceveranno due. Per le donne in gravidanza vulnerabili o altamente esposte, come gli operatori sanitari, è possibile vaccinarsi ma solo dopo una consultazione con il ginecologo. L’obiettivo è anche quello di vaccinare i bambini in cui esistono anche rari casi di aggravamento. Sono in corso studi per le persone di età compresa tra 12 e 18 anni, ma non ci sono ancora dati per i giovani, ha concluso Berger.

20.04.2021 ore 14:46
Incentivare l'uso dei purificatori per lottare contro il virus

La task force scientifica della Confederazione raccomanda l’uso di sistemi di purificazione dell’aria negli spazi chiusi, e in particolare in tutte le classi scolastiche, per combattere il coronavirus. Tali strumenti di misura del CO2 lanciano l’allarme quando gli ambienti interni devono essere arieggiati e potrebbero così ridurre il rischio di una trasmissione del virus a base di aerosol, indica oggi in un tweet la task force.

20.04.2021 ore 14:21
Kronig: "Verso le 3 milioni di dosi di vaccino"

“Questa settimane sarà superata la soglia di consegna di 3 milioni di dosi di vaccino in Svizzera. La seconda parte della spedizione di Moderna dovrebbe arrivare giovedì, mentre ieri abbiamo ricevuto dosi di vaccino da Pfizer. Finora siamo sulla buona strada, ma dobbiamo costantemente fare i conti con le incertezze”. Lo ha affermato Nora Kronig, vice direttrice dell’UFSP, durante la consueta conferenza stampa degli esperti a Berna.

20.04.2021 ore 14:10
Sempre più casi tra i giovani

“Notiamo che ci sono sempre più casi fra i giovani. È probabile che parte di questo aumento abbia a che fare con la crescente strategia di vaccinazione tra i gruppi di età più avanzata. Tuttavia, la causa potrebbe essere dovuta alla variante dominante del virus britannico, che è più contagiosa e talvolta può causare processi patologici più gravi”, ha riferito PatricK Mathys dell’UFSP durante la conferenza stampa degli esperti a Berna. Mathys evidenziamo come anche negli ospedali è calata l’eta media dei ricoverati, che attualmente è di circa 40 anni.

20.04.2021 ore 13:56
Svizzera, somministrati oltre 2 milioni di vaccini

Finora in Svizzera sono state somministrate 2’100’669 vaccinazioni. Secondo i dati forniti dall’UFSP, ogni giorno vengono vaccinate in media 40’708 persone, il 36,2% in più rispetto alla settimana precedente.

20.04.2021 ore 13:37
Svizzera, 2'141 casi e 13 decessi

In Svizzera sono state registrate 2’141 nuove infezioni da coronavirus nelle ultime 24 ore. Lo indica martedì l’Ufficio della sanità pubblica (UFSP) che segnala anche 13 ulteriori decessi e 77 nuovi ricoveri ospedalieri. Il tasso di positività è del 8,99%, su 23’812 test effettuati.

Dall’inizio della pandemia, 639’445 casi di Covid-19 sono stati confermati in laboratorio su un totale di 6’633’770 test effettuati in Svizzera e nel Liechtenstein. In totale si contano 9’898 decessi e il numero di persone ospedalizzate si attesta a 26’599. Attualmente 17’840 persone sono in isolamento e 31’162 entrate in contatto con loro e messe in quarantena. A questi se ne aggiungono 6’039 di ritorno da un Paese a rischio e posti in quarantena.

20.04.2021 ore 13:32
L'Alto Adige anticipa il green pass

La Provincia di Bolzano anticipa il green pass e da lunedì aprirà anche i locali interni dei ristoranti. Avranno accesso su prenotazione solo i clienti che sono vaccinati o guariti dal coronavirus oppure testati. Lo ha annunciato martedì il governatore Arno Kompatscher dopo la seduta della giunta provinciale. L’ordinanza sarà firmata nei prossimi giorni. “Vogliamo riaprire, ma non per dover poi richiudere, come è avvenuto in Sardegna. Per questo motivo proseguiamo sulla strada dei vaccini e dei test a tappeto”, ha sottolineato Kompatscher. Il green pass altoatesino avrà un applicazione per gli smartphone.

20.04.2021 ore 12:56
Un farmaco che può salvare vite

Le spiegazioni di Christian Garzoni sugli anticorpi monoclonali per cui la Confederazione ha firmato un contratto

Un farmaco che può salvare vite

Le spiegazioni di Christian Garzoni sugli anticorpi monoclonali per cui la Confederazione ha firmato un contratto

20.04.2021 ore 12:54
Colombia, record di morti giornaliere

La Colombia ha registrato un nuovo record di morti giornaliere della pandemia di coronavirus, riportando lunedì sera 420 nuovi decessi in 24 ore, per un totale di 68’748 morti dall’inizio dell’emergenza. Il Paese non registrava un numero così elevato di morti in un giorno dal 22 agosto dello scorso anno, quando furono segnalati 400 decessi. Lunedì sera, le autorità hanno riferito di 14’189 nuovi contagi registrati in una giornata, per un totale di 2’667’136 positivi dall’inizio della pandemia.

20.04.2021 ore 12:09
"Scegliere il test più appropriato"

La popolazione dispone oggi di numerosi test per il coronavirus, che hanno caratteristiche profondamente diverse: per evitare confusione e risultati fuorvianti, che potrebbero generare false sicurezze, le autorità cantonali considerano fondamentale che per ogni situazione venga scelto il test più appropriato. Per fare chiarezza sul tema, è stato quindi pubblicato un flyer informativo, accompagnato da una pagina web sul portale www.ti.ch/coronavirus.

20.04.2021 ore 11:56
Paesi Bassi verso la riapertura

Le misure di confinamento nei Paesi Bassi dovrebbero essere allentate dalla prossima settimana di fronte all’aumento delle pressioni per delle riaperture, secondo quanto riportato dai media olandesi. Il coprifuoco notturno in vigore da tre mesi dovrebbe essere annullato dal 28 aprile, mentre bar e ristoranti dovrebbero riaprire gradualmente settima prossima.

20.04.2021 ore 11:36
Zurigo: oltre 800 milioni per aiutare le aziende

Nel canton Zurigo sono 5’204 le aziende sostenute finora con gli aiuti di emergenza per affrontare la crisi dovuta alla pandemia. In totale il cantone ha versato 816 milioni di franchi. Da mercoledì potranno essere presentate le domande per un’ulteriore tornata di aiuti.

20.04.2021 ore 11:19
San Gallo: annullati 91 allontanamenti dalla città

La polizia cittadina di San Gallo ha ritirato 91 decisioni di allontanamento dal centro cittadino, su un totale di 650 espulsioni emanate per evitare il ripetersi di disordini nella domenica di Pasqua. In tutto sono state 114 le persone che dopo Pasqua si sono annunciate alla polizia perché ritenevano ingiustificate le decisioni di allontanamento valide per 30 giorni. Gli allontanamenti da un perimetro che comprende tutto il centro di San Gallo erano stati decisi in seguito agli assembramenti e ai disordini verificatisi, in seguito ad appelli sui social media, una settimana prima di Pasqua e il Venerdì Santo.

20.04.2021 ore 11:13
Il direttore della IATA si scaglia contro il costo dei test

Il direttore dell’Associazione internazionale del trasporto aereo (IATA), Willie Walsh, si è scagliato contro l’alto costo dei test PCR, accusando alcune aziende di speculare sulle analisi per individuare il coronavirus. Walsh sostiene che il costo dei test dovrebbe essere sensibilmente più basso e mette in dubbio la necessità delle analisi per i viaggi aerei.

20.04.2021 ore 10:37
Francia, prudenza anche se calano casi

Il ministro francese della Salute, Olivier Véran, ritiene che da cinque giorni “iniziamo una decrescita dell’epidemia” ma “questa diminuzione resta fragile”, perché “siamo sempre ad un livello molto elevato”. Véran dichiara che “i casi quotidiani sono diminuiti: eravamo saliti a 40’000, oggi siamo intorno ad una media di 22’000 casi al giorno”. “Ma questa diminuzione - avverte - resta fragile”.

“Siamo sempre a un livello molto elevato dell’epidemia e la discesa non è ancora rapida e netta. Dobbiamo proseguire gli sforzi”. Rispetto alla revoca delle restrizioni a maggio, il ministro si limita a dire che questo “sarà oggetto di annunci a tempo debito”.

20.04.2021 ore 10:29
Crisi pandemia, l’USS: “Impatto deleterio, servono salario minimo a 22 franchi e CCL vincolanti”

La crisi del coronavirus ha avuto un impatto deleterio su molti lavoratori dipendenti. E il futuro non sembra affatto rassicurante, sottolinea l’Unione sindacale svizzera (USS). “Dopo aver lottato contro la pandemia, dobbiamo lottare per una maggiore sicurezza sociale” per evitare un ulteriore peggioramento della situazione, ha detto oggi il presidente, Pierre-Yves Maillard, in una conferenza stampa.

Per far fronte a queste prospettive fosche, l’USS chiede un salario minimo di 22 franchi all’ora e contratti collettivi vincolanti per i nuovi posti di lavoro che sono sorti nei servizi di corriere e nel commercio online. L’USS esige inoltre che i quasi cinque miliardi di franchi di riserve in eccedenza dei premi di cassa malattia siano restituiti alla popolazione per rafforzare il potere d’acquisto e stimolare l’economia nazionale. Anche i programmi di austerità, soprattutto a livello federale, devono essere abbandonati per evitare che la disoccupazione aumenti ulteriormente. Infine, l’USS chiede garanzie di lavoro nelle aziende e sostegno nella ricerca di un’occupazione per i giovani che hanno completato la loro formazione.

20.04.2021 ore 10:05
Ticino, 94 casi e nessun decesso

Sono 94 i casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Ticino. Non si segnalano invece ulteriori decessi legati alla malattia. Il bilancio complessivo da inizio pandemia si attesta quindi a 31’566 infezioni confermate e 982 morti.

Le persone degenti negli ospedali salgono a 93, a fronte di 9 ricoveri e 6 dimissioni nel corso della giornata di lunedì. Attualmente si trovano ricoverate nei reparti di terapia intensiva 17 persone, di cui 14 sottoposte a respirazione artificiale.

20.04.2021 ore 09:34
Berna firma un contratto con Roche per medicamenti contro il Covid-19

La Confederazione ha firmato un contratto con Roche per l’acquisto di farmaci contro il Covid-19. Si tratta di combinazioni di anticorpi monoclonali, che beneficiano di un’omologazione provvisoria. Lo ha annunciato martedì l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Le prime consegne sono previste per metà maggio 2021.

Su consiglio task force federale, l’UFSP ha acquistato 3’000 dosi di combinazioni di casirivimab e imdevimab, sviluppate dalla società Regeneron Pharmaceuticals in partenariato con l’azienda Roche Holding. L’importo del contratto è confidenziale.

Un farmaco che può salvare vite

Le spiegazioni di Christian Garzoni sugli anticorpi monoclonali per cui la Confederazione ha firmato un contratto

20.04.2021 ore 08:32
Vaccini, miliardi di guadagni per i produttori

Dall’inizio della pandemia le sette principali compagnie farmaceutiche mondiali che producono i vaccini contro il Covid-19 hanno accumulato importanti benefici che sono stati valutati in 152 miliardi di dollari. Lo rivela un’inchiesta giornalistica del quotidiano messicano Jornada, che ha studiato l’evoluzione borsistica delle principali case farmaceutiche impegnate nella sfida alla pandemia ed ha scoperto che all’inizio del 2020 il valore complessivo di Johnson & Johnson, Pfizer, AstraZeneca, Moderna, Novavax, BionTech e CanSino, era di 686’908 milioni di dollari, mentre venerdì scorso esso aveva raggiunto la cifra di 838’961 milioni. E questo nonostante le incertezze causate nella comunità scientifica e nella popolazione da alcuni dei loro prodotti. “In meno di tre mesi, in un clima di interrogativi e perplessità, il loro valore è schizzato in alto del 70%, ossia di poco più di 60 miliardi di dollari”, riferisce il giornale.

20.04.2021 ore 08:06
Dipendenze: consultazioni aumentate del 50% nel 2020

Durante la pandemia, la situazione delle persone con problemi di dipendenza si è aggravata. La piattaforma SafeZone.ch ha visto il numero delle consultazioni aumentare del 50% nel 2020, si legge martedì in un comunicato. La piattaforma è un primo punto di contatto e propone consulenze on-line professionali gratuite. Nel 2020, 1’000 persone hanno fatto ricorso a questa possibilità.

L’incremento “si spiega con il fatto che le restrizioni in merito ai contatti hanno portato maggiormente le persone ad utilizzare i servizi su Internet”, indica Alwin Bachmann di SafeZone.ch, che aggiunge: “La situazione delle persone con comportamenti di consumo a rischio si è probabilmente aggravata durante il confinamento, anche per questo una parte di tali persone ha cercato aiuto professionale”. Questo concerne in particolare i consumatori di alcol, cannabis, tabacco e gioco d’azzardo on-line.

La pandemia ha anche influito sul modo di lavorare dei centri di consulenza. SafeZone.ch si è dovuta adattare, mettendo a punto una nuova versione del sito internet lo scorso febbraio. Anche i metodi di comunicazione cambiano, con i servizi di messaggistica che rimpiazzano pian piano le telefonate.

20.04.2021 ore 07:57
India, 1,6 milioni di casi in sette giorni

Per il sesto giorno consecutivo in India sono stati registrati oltre 200’000 nuovi casi di coronavirus in 24 ore. Lo riporta il Guardian. Solo nelle ultime settimana il Paese ha riportato il numero record di 1,59 milioni di contagiati. In aumento anche le vittime, 1’761 nelle ultime 24 ore, per un totale di 180’530 da inizio pandemia.

20.04.2021 ore 07:55
Hong Kong, 49 passeggeri positivi su un volo

Almeno 49 passeggeri su un volo da Nuova Delhi a Hong Kong sono risultati positivi al Covid-19, secondo le autorità del territorio autonomo che lunedì hanno vietato i voli da India, Filippine e Pakistan. I viaggiatori erano atterrati il ​​4 aprile con un volo della compagnia indiana Vistara. La cifra è tanto più importante dal momento che, da gennaio, Hong Kong ha registrato meno di cinquanta casi giornalieri di contaminazione.

20.04.2021 ore 07:20
USA, bloccata la produzione del vaccino J&J in uno stabilimento a Baltimora

La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha chiesto l’interruzione della produzione di vaccini anti Covid 19 Johnson&Johnson in uno stabilimento di Baltimora in attesa di un’ispezione, dove il mese scorso erano state rovinate circa 15 milioni di dosi.
La stessa Johnson & Johnson aveva annunciato una indagine interna. L’impianto Emergent BioSolutions non era stato autorizzato dai regolatori statunitensi all’epoca a produrre una “sostanza farmaceutica” per il vaccino J&J, ha detto la società farmaceutica, ma i media statunitensi hanno riferito che prevedeva di produrre decine di milioni di dosi nel prossimo futuro.

20.04.2021 ore 07:13
Grigioni, 29 nuovi casi

Sono stati registrati 29 nuovi casi nei Grigioni nelle ultime 24 ore, dove non si segnalano ulteriori decessi legati al Covid-19. Il bilancio complessivo da inizio pandemia fa stato di 12’375 infezioni confermate e 184 morti. Attualmente, nei nosocomi del cantone sono degenti 19 persone, una in meno rispetto a lunedì. Cinque persone si trovano nei reparti di cure intense e quattro di loro sono sottoposte a respirazione artificiale.