Antico maglio al giovane maniscalco

A Ghirla (VA) rivive l'antica arte della mascalcia con Sergio Bertocchi, che intende difendere e tramandare una professione che sta mutando

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sergio Bertocchi di Montegrino Valtravaglia (VA), piccolo borgo a ridosso del confine ticinese, fino allo scorso febbraio, con i suoi 23 anni, deteneva “il titolo” di maniscalco più giovane d’Italia. Il giovane professionista è a bottega in uno dei magli più antichi, a Ghirla, la cui forgia funziona ancora grazie all’acqua macinata dalla grande ruota.

Una passione diventata mestiere, la sua, in un Paese che sta perdendo la tradizione per questa nobile arte, quando per rimettere i ferri al cavallo lo portavi ancora nella bottega del maniscalco. Non il contrario.

Bertocchi narra la sua esperienza, gli esordi difficili tra il "den den" del martello sull’incudine, la mancanza oggi in Italia di una vera e propria scuola di mascalcia - c’era un tempo – e il timore che molti possano improvvisarsi a danno degli animali. Lo scorso maggio ha salvato un cavallo gravemente malato, impedendone l’abbattimento, facendolo operare alla Clinica veterinaria di Zurigo grazie anche a una raccolta fondi internazionale.

sdr
Condividi