Crowdfunding per un rifugio

Sono il Gruppo promotore sentieri delle cime, è gente che ama la montagna e cerca 125'000 franchi per costruire una capanna in Val Curciusa

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Questa è la storia di un sogno: quello dei membri del Gruppo promotore sentieri delle cime (GPS). E' gente di valle, che ama la montagna. Si sono costituiti nel 2006 a Mesocco dandosi lo scopo di organizzare gite in montagna e di promuovere e mantenere sentieri, capanne e rifugi.

Insomma, è gente appassionata, che cammina sacco in spalla per vallate e dirupi, in alto, possibilmente verso quello che resta dei ghiacciai della Svizzera italiana. E che è unita attorno ad un progetto comune: costruire un rifugio in Val Curciusa, sopra San Bernardino. Una capanna in legno "a forma di Toblerone" a 2'400 metri di quota.

Il bivacco permetterebbe di fermarsi a riposare e dormire sul percorso del sentiero alpino Gran Panorama, che da Nufenen porta al Gesero, scendendo sulla costa sinistra, lungo tutta la Mesolcina fino al Ticino. Studio, permessi e fondamenta ci sono. Ma per ultimare il progetto mancano 125'000 franchi. Da qui l'idea innovativa: lanciare un crowdfunding (per saperne di più clicca qui, ndr.). Ovvero puntare sul finanziamento collettivo, su una pratica di microfinanziamento dal basso che mobiliti persone e risorse su un progetto comune, per la comunità. Ed eccoli qui a parlarcene...

Joe Pieracci

Condividi