Curare la testa dentro e fuori

Una libreria davvero speciale quella di Anna, a Reggio Emilia. Le persone vanno da lei per sistemarsi i capelli e intraprendere nuovi viaggi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Anna Palermo è una persona convinta che «ad ognuno spetti il suo mestiere». Sono parole sue, ma le dice sorridendo, perché ha speso trent'anni nel settore delle acconciature e per almeno la metà di questi ha fatto anche funzionare una biblioteca libera ed autogestita all'interno del proprio negozio.

«Tanto tempo fa un'amica tornò dagli Stati Uniti e mi propose di fondare un club di lettura. Ce l'abbiamo ancora, si chiama De Gustibook. Così - racconta - mi sono trovata in poco tempo ad avere molti libri. Ne ho portato qualcuno in negozio, ma visto che ne sono piuttosto gelosa, ho tenuto fin da subito un quaderno su cui segnavo i nomi di chi li portava a casa».

Così è nata la biblioteca Anna Parrucchieri: nessun limite di tempo per il prestito, né alla quantità di titoli che si possono prendere contemporaneamente. Negli ultimi anni questo negozio di parrucchiera con biblioteca annessa ha organizzato anche incontri con gli autori, ai quali la clientela di Anna ha partecipato con domande e dibattito. «Certo, gli scrittori sulle prime erano un po' straniti di trovarsi tra forbici, shampoo e rasoi - ammette la titolare - poi però ci hanno detto che eravamo più partecipi noi che in tante presentazioni in libreria».

Filippo Fiorini

Condividi