Gli "avvistatori" di balene

Regione Liguria ed Università di Genova hanno istituito il primo corso per la formazione di addetti al riconoscimento di cetacei

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È partito dalla Liguria il primo corso italiano per ottenere la certificazione "High quality Whale-Watching". Questo marchio di qualità o diploma per i cosiddetti "avvistatori di balene", di cetacei, nasce in Liguria per il suo patrimonio animale situato all'interno del Santuario Pelagos, area protetta del Mediterraneo tra Liguria, Toscana e Sardegna.

Ed è lì che si danno appuntamento, come ha spiegato il Prof. Maurizio Wurtz, biologo marino dell'Università di Genova, balene e delfini che si lasciano avvicinare, fotografare e filmare dopo magari ore di appostamenti come fa dal 2010 l'associazione per il monitoraggio marino "Menkab".

Il corso, che alla sua prima edizione ha visto una quarantina di iscritti ed ha come capofila la Fondazione Cima, si presenta come un vero e proprio safari marino. L’obiettivo è quello di garantire lo sviluppo eco-sostenibile di questa attività e guidare gli operatori verso la messa in atto delle migliori pratiche internazionali per l’osservazione della fauna marina nel proprio ambiente naturale.

sdr
Condividi