Retrospettiva 2019: Ticino & Grigioni

Un anno di Svizzera italiana video-raccontato attraverso dieci fatti di cronaca

Gli omicidi, il Beltra ed il caldo

Retrospettiva 2019: un anno di Svizzera italiana video-raccontato attraverso dieci fatti di cronaca

Gennaio: un 31enne del Mendrisiotto fugge a Panama con 15 milioni di franchi sottratti dalla Raiffeisen di Lugano. Lo scoprono grazie ad un cliente, che dà un’occhiata al suo conto bancario e segnala un ammanco. Torna a Zurigo e si costituisce.

Gennaio: un cortocircuito causa un grosso incendio nell'autorimessa che ospita i bus di AutoPostale a Coira. Non ci sono feriti, ma il rogo causa 11 milioni di franchi di danni.

Marzo: muore Monica, la figlia del municipale di Bellinzona Christian Paglia. "La grande guerriera è andata in Paradiso e ci ha lasciato il suo grande amore", scrive il papà sui social, suscitando una grande commozione in tutto il Ticino.

Aprile: Paolo Beltraminelli (PPD), indebolito politicamente dalle polemiche dello scandalo di Argo 1, è bocciato dai ticinesi alle elezioni cantonali. Al suo posto in Consiglio di Stato viene eletto Raffaele de Rosa (PPD).

Aprile: un 29enne tedesco è accusato di assassinio per la morte di una 22enne inglese all'Hotel la Palma di Muralto. Lui si dice innocente e sostiene che lei sarebbe deceduta a causa di un gioco erotico finito male.

Giugno: il caldo polverizza un record dopo l'altro. Ed il 26 giugno Lugano vive la sua notte più calda di sempre: 24,2 gradi. Il record precedente risaliva al 22 giugno del 1870. E' l'anno dei giovani che scendono in piazza per l’emergenza climatica.

Agosto: sono 17 i pazienti di cui l'ex infermiere dell'OBV di Mendrisio, in 5 anni, potrebbe aver accelerato la morte. L'uomo dal 14 agosto è a piede libero dopo 9 mesi di carcere preventivo.

Settembre: Swiss abbandona Lugano. La compagnia, a causa del dissesto finanziario di Adria, rinuncia al volo tra l'aeroporto di Agno e quello di Zurigo. Lo scalo sprofonda nella crisi.

Novembre: terremoto politico alle Federali. A casa Filippo Lombardi (PPD) e Giovanni Merlini (PLR). Agli Stati una strana coppia: Marco Chiesa (UDC) e Marina Carobbio-Guscetti (PS). A Berna quattro volti nuovi: Alex Farinelli (PLR), Greta Gysin (Verdi), Piero Marchesi (UDC) e Bruno Storni (PS).

Dicembre: un 34enne del Luganese ed un 43enne del Mendrisiotto sono arrestati per aver picchiato a morte un 35enne del Bellinzonese alla pensione La Santa di Lugano-Viganello.

joe.p.
Condividi