Il "Super Sunday" al via

Domenica alle urne: 5 votazioni federali, 3 nei Grigioni, 2 in Ticino e consultazioni in programma in vari altri cantoni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Quella di oggi è una domenica alle urne veramente di rara intensità. E in questo senso sono i numeri a parlare: cinque votazioni a livello federale, tre nei Grigioni, due in Ticino, senza poi contare altre consultazioni in programma in diversi cantoni. Intanto, se ancora non avete votato, affrettatevi agli uffici elettorali. Queste sono infatti le ultime ore utili per pronunciarvi sui vari temi in votazione.

Come già lo scorso settembre, altri 5 oggetti federali per questo appuntamento alle urne
Come già lo scorso settembre, altri 5 oggetti federali per questo appuntamento alle urne (keystone)

A livello federale si vota, ricordiamo, su 2 iniziative popolari ("Per acqua potabile pulita e cibo sano" e "Per una Svizzera senza pesticidi sintetici") e 3 normative che devono superare lo scoglio del referendum (legge Covid-19, legge sul CO2 e legge sulle nuove misure di polizia per la lotta al terrorismo).

A livello cantonale, in Ticino, gli aventi diritto devono invece pronunciarsi su due oggetti: la modifica costituzionale che verte sulla sovranità alimentare del cantone e la legge che concerne la retribuzione e la previdenza dei membri del Consiglio di Stato.

Nei Grigioni, oggi, focus sull'esito del voto legato alle nuove modalità d'elezione del Parlamento cantonale
Nei Grigioni, oggi, focus sull'esito del voto legato alle nuove modalità d'elezione del Parlamento cantonale (keystone)

Nei Grigioni sono invece tre gli oggetti sottoposti ai votanti: il nuovo sistema (col passaggio da maggioritario a proporzionale) per l'elezione del Gran Consiglio, l'iniziativa cantonale "Per una caccia rispettosa della natura ed etica" e l'abrogazione della legge sugli assegni maternità.

Ulteriori votazioni si tengono in una decina di cantoni. L'introduzione di un salario minimo a livello cantonale, sull'esempio del Ticino, di Ginevra, del Giura e del canton Neuchâtel, potrebbe far breccia anche a Basilea Città. Gli elettori del semicantone devono infatti esprimersi su un'iniziativa promossa dalla sinistra e dai sindacati per una retribuzione minima di 23 franchi l'ora. Ad una soglia di 21 franchi è invece legato un controprogetto, sempre sottoposto al popolo, che ha invece il sostegno dell'Esecutivo.

Al voto, nel Giura, su un'iniziativa volta a combattere la disparità salariale
Al voto, nel Giura, su un'iniziativa volta a combattere la disparità salariale (tipress)

Sull'attuazione della parità salariale, in base al principio stabilito dalla Legge federale sulla parità dei sessi (LPar), è invece incentrata un'iniziativa cantonale sottoposta a votazione nel Giura. Il testo, promosso dal sindacato UNIA, è sostenuto sia dal Governo che dal Legislativo del cantone.

Nel canton Zurigo si vota segnatamente su due iniziative. La prima, lanciata dall'Alleanza di Centro, punta alla riduzione dei premi di cassa malati e chiede che il cantone stanzi per questa finalità almeno lo stesso ammontare finanziato in questo senso dalla Confederazione. Ciò implicherebbe spese supplementari per il cantone nell'ordine di quasi 40 milioni di franchi. La seconda punta invece ad aumentare l'ammontare degli assegni per i figli con meno di 12 anni e comporterebbe per le casse pubbliche un esborso aggiuntivo di 340 milioni di franchi. Contro entrambi i progetti si è schierato il Governo cantonale.

Un'iniziativa contro l'inquinamento luminoso: l'oggetto sul quale dovranno esprimersi i cittadini sciaffusani
Un'iniziativa contro l'inquinamento luminoso: l'oggetto sul quale dovranno esprimersi i cittadini sciaffusani (rts)

Il problema dell'inquinamento luminoso è al centro di una votazione in programma nel canton Sciaffusa. Per contrastare il fenomeno, un'iniziativa cantonale chiede di rendere obbligatoria un'autorizzazione per i nuovi impianti d'illuminazione e per il rinnovo di quelli esistenti. Il Legislativo sciaffusano, ritenendo già sufficienti in materia le norme federali, raccomanda di respingere il testo.

Nel canton San Gallo si vota su 4 oggetti e in particolare sulla chiusura dell'ospedale di Wattwil. Sette anni fa i cittadini avevano approvato un credito di 85 milioni di franchi destinato al suo ampliamento e alla sua ristrutturazione. Lo scorso anno, però, il Parlamento del cantone ha disposto la chiusura di 4 nosocomi, fra i quali anche quello ubicato nella località del Toggenburgo. Contro la decisione è stato quindi promosso con successo un referendum.

Gli aggiornamenti in tempo reale di RSI News, a partire dalle 12.00, attraverso un liveticker e le pagine di Teletext
Gli aggiornamenti in tempo reale di RSI News, a partire dalle 12.00, attraverso un liveticker e le pagine di Teletext (rsi)

Tutto questo, e molto altro ancora, per questa domenica nel segno della democrazia diretta. La RSI la seguirà, a partire dalle 12.00 con aggiornamenti continui in televisione, alla radio, sul web e sulle pagine di Teletext. RSI News proporrà in particolare un liveticker nel quale confluiranno proiezioni, risultati, reazioni e analisi del voto.

Alex Ricordi

Condividi