Il mare ha bisogno d'aiuto

Una fotografa ha coniugato l'amore per mare, fotografia ed ambiente, creando indumenti con un filato dalla plastica riciclata

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La fotografia è sempre stata la sua passione, sin da bambina prendeva di nascosto la macchina fotografica della mamma sognando di fotografare “il mondo” ma, forse, mai avrebbe pensato di trovarsi un giorno a fotografare i giganti del mare.

Raffaella Schlegel questo è il nome della professionista che ha passato gli ultimi anni della sua vita nelle profondità marine riprendendo squali, balene, enormi mante e che ha visto con il suo obbiettivo quanto sporco è il mare, quanta plastica invade le acque del pianeta.

Da lì è nata l’idea, avendo lavorato nel campo della moda, di creare una linea di abiti con un tessuto realizzato in un'inedita georgette, 100% PET, che unisce le caratteristiche del filo poliestere totalmente riciclato ottenuto da bottiglie di plastica usate. Il progetto prevede di utilizzare presto il materiale preso dal mare, anche se l’iter burocratico è lungo e complesso. “Non è così semplice come viene spesso pubblicizzato – dice la Schlegel – ma ci riusciremo, a favore della salute dei nostri mari”.

Simone Della Ripa

Condividi