Il pesce ormai scarseggia al mercato di Gunjur (©Marco Simoncelli)

Il pesce del Gambia finisce in Cina

Fonte di reddito e sostentamento per la popolazione locale, è ora diventata merce preziosa perché una fabbrica ne trae farina alimentare

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

A Gunjur il giorno della settimana dedicato al mercato del pesce è il giovedì. In Gambia il pesce è un alimento portante della dieta. La maggior parte delle proteine assunte dalla popolazione deriva infatti da questo prodotto. Cibo, ma anche fonte di reddito: stando ai dati della Banca Mondiale, la sussistenza di circa 200mila persone è direttamente collegata con le attività ittiche. Un quadro che delinea quanto sia stretto il rapporto con il mare per il più piccolo Paese continentale africano.

Il pesce ormai scarseggia al mercato di Gunjur
Il pesce ormai scarseggia al mercato di Gunjur (©Marco Simoncelli)

Dal 2015 però nel fragile ecosistema economico e sociale di Gunjur, si è insediata la Golden Lead Factory. La fabbrica cinese produce ed esporta farina di pesce, uno dei principali alimenti per gli allevamenti ittici, ma anche terrestri. In Cina, per esempio, la farina di pesce viene usata per l’alimentazione dei maiali. Le attività della fabbrica hanno sconvolto l’economia di Gunjur, e non solo alzando i prezzi del pesce, ma anche generando contrasti sociali. Senza contare l'impatto ambientale sull’ecosistema circostante. Sulla costa che dalla Mauritania arriva fino in Senegal ci sono 40 fabbriche come quella di Gunjur, fabbriche che, unite alla pesca intensiva, stanno depauperando i mari dell’Africa Occidentale.

Davide Lemmi - Marco Simoncelli

Condividi