Italia-Svezia andata e ritorno

Due umani, due asinelli e un cane hanno percorso, a piedi, diecimila chilometri "da casa a casa" in cinque anni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Loro - Helena e Carlo  - e i loro due asinelli - Toni e Aurora Alba - erano passati anche dal Ticino. Helena è svedese. Carlo è spezzino. Entrambi sono artisti ed è dal 2016 che viaggiano a piedi da sud a nord dell’Europa. Dove sono adesso? Siamo andati a cercarli.

"Da casa a casa"

L’idea nasce nel 2014 quando, costretti a vivere distanti per motivi professionali, decidono di camminare “da casa a casa”. Così, a marzo del 2016, partono da Albiano Magra con destinazione Göteborg. Un cammino che vogliono affrontare in compagnia di due asinelli che possano volutamente rallentare il loro incedere e possano così esaltare la bellezza della lentezza. In poco più di sette mesi attraversano l’Italia, la Svizzera, la Germania, la Danimarca e la Svezia. Diventa un’esperienza sorprendente perché sistematicamente, in ogni Paese, gli asinelli entrano nei cuori della gente che accoglie e ospita gratuitamente i viaggianti, sia umani sia asini.

Helena e Carlo - che offrono ai loro ospitanti degli alberi da piantare - sono sedotti da quell’avventura alla scoperta di luoghi e persone. Decidono così di proseguirla affrontando il ritorno sino a giungere nel sud Italia dove sono costretti a fermarsi per via della pandemia. Da alcuni mesi hanno ripreso il cammino e adesso sono fermi nelle Marche per svernare in attesa di ripartire per quello che è divenuto un viaggio nel mondo della bontà, dell’accoglienza e dell’ospitalità

Dario Lo Scalzo

Condividi