L'"Hunter of stars" in Camerun

Sebalter ci racconta del suo concerto in Africa: "Un luogo con una tradizione musicale straordinaria". Le immagini dello spettacolo in esclusiva

Non se lo è fatto dire due volte: ricevuto l'invito dell'ambasciata Svizzera in Camerun, Sebalter, dopo la tappa biaschese del suo tour, ha fatto le valigie e con due membri del suo gruppo, ovvero Mattia Bordignon (chitarra) e Rocco Casella (ukulele, banjo e mandolino), si è recato a fine luglio nella capitale Yaoundé, per esibirsi in concerto assieme ad altri artisti del luogo. "Non sono mai stato in quella regione dell'Africa - ci ha raccontato - ed ero molto curioso".

Lì è nata una collaborazione con due gruppi musicali, ovvero la Medicos Jazz Band e la cantante Biglad. "Un'esperienza molto intensa - dice Sebastiano Paù-Lessi - anche perché abbiamo avuto poco tempo per provare insieme. Nel corso di una giornata di prove tutti e tre i gruppi hanno condiviso il proprio repertorio, improvvisando sulle rispettive canzoni". È nato così un concerto di un'ora e mezza che si è tenuto al Centro culturale di Yaoundé.

 

Per Sebalter l'Africa non è una terra del tutto sconosciuta. Per un periodo ha studiato e lavorato anche a Il Cairo, ma non era mai stato in Camerun, e lì, ci spiega, "ho scoperto una tradizione musicale incredibile e ricchissima". Ciò che lo ha colpito maggiormente sono state le percussioni tipiche del luogo: "Ne ho scoperte di bellissime, come il tam tam: un tamburo recuperato da pezzi di tronco. Straordinario. Peccato che fosse troppo pesante, se no me ne portavo uno a casa volentieri".

Verso fine agosto, Sebastiano prevede un giro a Parigi e in Olanda dove scriverà dei nuovi pezzi e si confronterà con altri colleghi musicisti. Perché il "networking" è un elemento importante delle sue giornate: Pastelle Media, una società da lui co-fondata, si occupa proprio di mettere in contatto gli artisti, inserendoli in un catalogo, e mettendo la musica a disposizione di coloro che ne abbiano bisogno per progetti di ogni tipo.

Comunque, cari fan dell'ex violinista dei Vad Vuc, non abbiate paura. La prossima e ultima tappa del suo tour prevede una location molto più facile da raggiungere: Sebalter sarà l'8 settembre al Cavea Festival ad Arzo.

Gianluca Blefari
Condividi