L'ora della differenziata

Non avete ancora iniziato a riciclare i vostri rifiuti? Ecco i consigli del mago del sacco - Henrik Bang - e i contenitori in commercio

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I tempi del sacco nero da 110 litri in cui buttare di tutto - dalle bottiglie al giornale, dalle scatolette ai pannolini - sono finiti. La tassa sul sacco - con una quota fissa e una parte causale, secondo il principio del "chi più inquina più paga" - sarà introdotta in tutto il Ticino dal 1° gennaio del 2018. Dunque, chi ancora non avesse capito che alla base del riciclo dei rifiuti c'è la raccolta differenziata, ha ancora alcuni mesi per organizzarsi.

Come? Ce lo spiega un virtuoso del sacco: il granconsigliere socialista Henrik Bang. E per chi non avesse ancora scelto il contenitore più adatto per casa - grande o piccino? telo o plastica? colorato o discreto? - abbiamo filmato per voi quelli in vendita nei principali centri ticinesi del "fai da te".

Insomma, a questo punto non avete più scuse. E ricordate: la raccolta differenziata è il miglior metodo per preservare e mantenere le risorse naturali. A vantaggio nostro, ma soprattutto delle future generazioni. E inoltre si risparmia.

Nota conclusiva: questo vale anche per gli abitanti più recalcitranti dei "villaggi gallici" che la tassa lo scorso 21 maggio l'hanno sonoramente bocciata, ovvero - per citare solo i principali - quelli di Vico Morcote (75,3%), Cadempino (75%), Grancia (73,3%), Paradiso (72,9%), Mezzovico-Vira (70,8%), Morcote (65,7%), Gravesano (65,6%) e Lugano (64,3%)...

joe.p.

Condividi