Luci (e ombre) del solare

Un'energia che ha un grande potenziale, ma che in Svizzera è anche esposta a ostacoli per il suo sviluppo. Le riflessioni di un'addetta ai lavori

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Nell'energia solare sono riposte moltissime aspettative in funzione della Strategia energetica 2050. Non sono però in pochi a dubitare sulle possibilità offerte da questa fonte rinnovabile per colmare quei fabbisogni che, a lungo termine, risulteranno scoperti dopo lo spegnimento definitivo delle centrali nucleari.

Il dibattito è sempre aperto ma intanto, come evidenzia anche un recente studio, il potenziale offerto dal sole risulta elevatissimo anche in Svizzera. Tuttavia l'implementazione di impianti, se si vorranno raggiungere gli obiettivi auspicati, dovrà anche procedere secondo una tabella di marcia più serrata. A sottolinearlo è Kim Bernasconi, ingegnera, responsabile di un'azienda attiva nel campo del solare e membro di comitato di Swissolar, l'organizzazione che riunisce gli operatori elvetici di questo settore.

La Svizzera infatti, dopo anni di pionierismo nel campo del fotovoltaico, sembra ora accusare una perdita di velocità rispetto ad altri Paesi. Il comparto del solare offre certo grandi prospettive, ma deve anche confrontarsi a problemi che ne possono frenare lo sviluppo: resistenze all'installazione degli impianti, costi amministrativi, necessità per il settore di lavoratori qualificati. Ne parliamo, nel VIDEO in apertura di quest'articolo.

Alex Ricordi

Condividi