Nasce Enjy, ma non è la RSI

L'imprenditore luganese Filippo Giani ha acceso la terza emittente svizzera che trasmette in lingua italiana

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il 20 agosto 2019 a St. Moritz è nato Enjy, il terzo canale tv (anche) in lingua italiana della Svizzera, dopo RSI e Teleticino. "Creare una televisione è sempre stato il mio sogno. Certo non è semplice, ci vuole una grande passione", afferma l'imprenditore luganese Filippo Giani, patròn della neonata emittente multilingue.

"Ora il sogno si è realizzato, ma ogni giorno è una battaglia", aggiunge. "Come è stato possibile? Bisogna farsi un po' furbi tecnologicamente. Noi partiamo dal web. E dunque abbiamo portato il web, la radio ed i social... dentro la tv", prosegue. "Inoltre devo ringraziare l'hotel Kulm, che ci ha messo a disposizione gli ex locali di deposito degli sci dove abbiamo creato uno studio e gli uffici".

Enjy è visibile online e su SwisscomTv. Ma Giani è in trattativa pure con le piattaforme di Cablecom e Sunrise. "Un passo alla volta. Se non si hanno grandi gruppi finanziari o editoriali alle spalle bisogna crescere piano, piano", spiega.

St.Moritz senza ente del turismo

St.Moritz senza ente del turismo

Il Quotidiano di giovedì 23.01.2020

 

Si tratta di un canale privato e commerciale, senza il supporto del canone, che si finanzia vendendo servizi e pubblicità, in particolare per la destinazione turistica di St. Moritz e dell'Engadina.

"Il trend oggi è quello di essere contemporaneamente internazionali e locali. Per questo per noi è molto interessante avere un nostro canale tv", spiega il sindaco di St. Moritz Christian Jenny, uno dei maggiori sostenitori del progetto.

Joe Pieracci   

Condividi