Pedalando contro la plastica

Dal 2019, l'olandese Myra Stals porta avanti il progetto Cycle2Recycle. In bici per l'Europa sensibilizzando contro l'inquinamento

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Attraversare l'Europa sui pedali per ripulire le strade dalla plastica. È un'idea semplice ma concreta quella alla base del progetto Cycle2Recycle.org. L'ha avuta l'ecologista olandese Myra Stals che, da circa un anno, percorre il continente a in sella a una bici-cargo dotata di cassone e pinza, per arpionare i rifiuti di plastica.

L'impresa è partita da Torino nel 2019. Nel primo anno ha attraversato sei Paesi dell'Europa centrale, Svizzera compresa. Circa 2'000 chilometri, per un bottino di 43 chili di plastica.

Quest'anno, complice la pandemia, Myra ha deciso di percorrere la sola penisola italiana. Il viaggio è iniziato lo scorso luglio e terminerà verso metà di ottobre, dopo aver costeggiato di nuovo il Ticino. Un totale di quasi 6'000 chilometri e poco meno di un quintale di rifiuti raccolti.

Cifre simboliche, perché il suo vero obiettivo è quello di sensibilizzare quante più persone sul problema dell'inquinamento da plastica mono-uso.

Per il 2021, il proposito è quello di ritornare sulle strade d’Europa, dalla Spagna verso Est.

Gilberto Mastromatteo
Condividi