Pizzi: da Lecce a Parigi via Dior

Storia di Marilena e del suo allievo, amico e socio Marco - Insieme hanno realizzato anche le farfalle di uno degli abiti della "collezione 2021"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Come tante bambine e ragazze degli anni Cinquanta, anche Marilena frequentava una maestra di tombolo che le insegnasse i rudimenti di questa antica arte. A quel tempo però, insofferente ai lavori “femminili”, tutto poteva immaginare tranne che sarebbe diventata un’artista di tombolo esperta e appassionata e che il suo talento l’avrebbe portata in passerella con la Maison Dior.

Riscoperti i fuselli da adulta, trasferitasi da Milano a Ruffano, in provincia di Lecce, Marilena Sparasci comincia a creare, e cresce in lei la voglia di insegnare e condividere la sua tecnica di ricamo: nei primi anni Duemila apre una scuola, che guiderà per 18 anni non senza difficoltà e che le permetterà di conoscere il suo allievo migliore, oggi suo amico e socio, Marco Fersino Ribeiro Amorim.

A 74 anni lei e 39 lui, si ritrovano felicemente travolti dal successo della sfilata Dior Cruise 2021, fortemente voluta dalla direttrice creativa della casa di moda Maria Grazia Chiuri, anche lei di origini salentine, che grazie ad una lunga ricerca alla riscoperta del territorio e dei suoi artigiani, ha fatto fare il giro del mondo al talento di Marilena e Marco.

Ilaria Romano

Condividi