Randagi del Sud un po' meno soli

Sara Turetta, fondatrice di "Save the Dog" ha dato il via al primo progetto italiano di recupero e sterilizzazione di cani

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Campania è la regione d’Italia col più alto tasso di ingressi nei canili pubblici. Si tratta di cani prelevati dalle strade dalle Asl locali o dalle associazioni animaliste. Come la “Oreste Zevola”, partner campano di Save the dogs, la Ong nata nel 2005 che dallo scorso anno ha iniziato a operare in Italia.

Il primo progetto italiano si chiama “Non uno di troppo”. «Il nostro obiettivo – spiega Sara Turetta, presidente e fondatrice di Save the dogs – è sterilizzare tutti i cani che riusciamo a portare nei canili ma soprattutto sensibilizzare i possessori di cani di proprietà sull’importanza della sterilizzazione. Perché il fenomeno del randagismo è alimentato soprattutto dall’abbandono». La sterilizzazione serve, insomma, ad evitare cucciolate indesiderate e che, una volta in strada (perché abbandonati o semplicemente perché lasciati liberi di vagare), i cani si riproducano.

E per chi non potesse permetterselo, Save the dogs offre gratuitamente la sterilizzazione dei cani di proprietà.

Mario Messina

Condividi