Rinascono i Castelli di Cannero

Il progetto presentato dai principi Borromeo illustra come la rovina romantica sarà trasformata in un museo multimediale dopo tre anni di lavori

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Principe e la Principessa Borromeo Arese, qualche giorno fa hanno comunicato ufficialmente l’avvio dei lavori di restauro dei Castelli di Cannero, notizia attesa da tempo sul Lago Maggiore.

La volontà della casata è quella di rendere visitabile l’ultimo baluardo del patrimonio Borromeo proprio sul Maggiore, portando a nuova vita le strutture per farne un museo interattivo di un affascinante e misterioso passato.

La storia di questi edifici è stata documentata con ricerche storiche, archeologiche, archivistiche e porta indietro le lancette dell'orologio di 500 anni. L’obiettivo della Proprietà è di aprire entro i prossimi tre anni, offrendo un inedito luogo di visita, multimediale e reale con vista mozzafiato. Tale recupero sposa una promozione del territorio che Vitaliano e Marina Borromeo auspicano possa coinvolgere il Ticino. "A Cannero - dicono - il Lago Maggiore sfiora i confini elvetici e le prospettive di una collaborazione con le vicine attrattive, come le Isole di Brissago o le città di Ascona e Locarno, potrebbero concretizzarsi".

sdr
Condividi