Sciare, passione sotto pressione

Abbondanza di neve, piste aperte, ma moltissime regole da rispettare: non solo in Svizzera, ma anche sulle piste del Colorado

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sciare, nell'anno del Covid-19, è stato uno dei temi che ha tenuto - e sta tenendo banco - in Svizzera. Ma... come si sono organizzati nei Paesi in cui, come da noi, le piste sono rimaste aperte ed accessibili? Noi, con Daniele Compatangelo, siamo andati a visitare le famose stazioni sciistiche di Aspen e Winter Park, nello Stato del Colorado, negli Stati Uniti, per raccontarvi il lato americano di questa stagione sciistica che la pandemia ha costretto a rimodellare attraverso nuove regole per, ad esempio: le code in seggiovia, l’acquisto dei biglietti o la ristorazione nei rifugi.

Abbiamo preparato due reportage, il primo che vi proponiamo è quello realizzato ad Aspen, una stazione sciistica molto esclusiva, frequentata dall’élite americana e dalle stelle del cinema. Ad esempio, hanno un addetto che dirige la complicata coda delle numerose seggiovie a sei posti della località, in modo da evitare assembramenti, mentre gli ski pass hanno un numero massimo di vendita giornaliera, si devono prenotare on line e si ritirano in appositi distributori automatici, scannerizzando un codice dal proprio cellulare.

Red. MM

Condividi