Una gara all'ultimo granello

Mareme Cisse, una trentottenne originaria di Dakar, ma abitante ad Agrigento, è la vincitrice dell'edizione 2019 del Cous Cous Fest

Il  miglior cous cous del mondo, per il 2019, è quello del Senegal. Questo il verdetto della XXII edizione del Cous Cous Fest, un vero e proprio campionato del mondo che si tiene annualmente nel mese di settembre a San Vito Lo Capo (TP) in Sicilia.

A trionfare, nel 2019, è stata la chef senegalese Mareme Cisse, una trentottenne originaria di Dakar, trapiantatasi in Italia da 15 anni e da sempre amante della cucina. Da alcuni anni lavora in un ristorante di Agrigento. Un sogno reso possibile anche grazie alla cooperativa sociale Al Kharub fortemente impegnata nell’inclusione sociale di persone svantaggiate attraverso l’inserimento lavorativo.

Mareme è socia e chef del ristorante Ginger People&Food. Il suo cous cous di polpo su letto di mango e verdure saltate, che prende il nome del figlio Falilou, è stato il più apprezzato dalla giuria tecnica tra quelli di Israele, Italia, Marocco, Palestina, Stati Uniti, Tunisia e del team dell'Unhcr, l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati. Ora è la regina del cous cous. Un premio che per Mareme si colora di significati forti.

Dario Lo Scalzo

Condividi