Un'emozione lunga 57 km

11 dicembre 2016: AlpTransit è una realtà. Viaggio tra le impressioni di chi il tunnel l'ha già attraversato

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Oggi, domenica 11 dicembre, è scoccata l’ora X: AlpTransit è una realtà. Con l’entrata in vigore del nuovo orario ferroviario entra infatti ufficialmente in esercizio la galleria di base del San Gottardo. L’emozione di sfrecciare a 200 km/h nel tunnel ferroviario più lungo del mondo però, alcuni fortunati l’hanno già vissuta; sì, perché da circa due mesi alcuni treni percorrevano già i 57 km sotterranei. Su uno di questi treni c’eravamo anche noi.

Difficile, percorrendo i corridoi lungo i vagoni di prima e seconda classe, trovare passeggeri scontenti del nuovo traforo che collega Pollegio ed Erstfeld, ma qualcuno che rimpiange il panorama della vecchia linea di montagna l’abbiamo scovato: "Guardare 3 volte la chiesetta di Wassen passando per le gallerie elicoidali mi mancherà". Davvero pochi i nostalgici in confronto ai tanti entusiasti, che non trattengono l’emozione di entrare per la prima volta nella galleria.

Emozione condivisa anche da chi nel treno è davvero di casa: i controllori. "È un evento che ti sorprende anche se eravamo tutti preparati, grazie alla formazione che abbiamo ricevuto".

Roberta Trevisan - portavoce delle Ferrovie federali Svizzere, che ci ha accompagnato da Lugano a Arth-Goldau e ritorno - fa chiarezza anche sulla polemica legata all’aumento dei prezzi e spiega - smentendo quanto riportato in settembre dall’NZZ am Sonntag – che sì, i treni passeggeri raggiungeranno i 200 km/h:

E per quanto riguarda le novità del tabellone orario?

Ogni due ore la galleria di base sarà attraversata da tre treni rapidi e nel fine settimana i viaggiatori avranno a disposizione collegamenti supplementari. In parallelo verrà potenziata l’offerta anche sul resto della rete nazionale.

Camilla Luzzani

Per sapere come la RSI seguirà gli eventi di questo 11 dicembre LEGGI QUI

Dal TG 12.30 del

 

Clicca qui per aprire l'infografica in una nuova finestra

Condividi