Segui gli sviluppi della situazione, in Svizzera e nel mondo, con il liveticker di RSI News
Segui gli sviluppi della situazione, in Svizzera e nel mondo, con il liveticker di RSI News keystone
Momenti chiave
27.04.2020 ore 21:02
27.04.2020 ore 20:46
27.04.2020 ore 18:14
27.04.2020 ore 18:10
27.04.2020 ore 17:22
27.04.2020 ore 16:56
27.04.2020 ore 16:09
27.04.2020 ore 15:21
27.04.2020 ore 14:11
27.04.2020 ore 13:07
27.04.2020 ore 11:25
27.04.2020 ore 10:24
27.04.2020 ore 10:20
27.04.2020 ore 10:04
27.04.2020 ore 09:39
27.04.2020 ore 09:23
27.04.2020 ore 08:51
27.04.2020 ore 06:56
27.04.2020 ore 06:46

Fra riaperture e nuovi decessi

La Svizzera registra un calo delle nuove infezioni e inizia a uscire dal lockdown. In Ticino altre 5 vittime del coronavirus
lunedì 27 aprile 2020 06:36

Il lockdown introdotto in Svizzera il 16 marzo, da quando tutti i negozi sono chiusi, a eccezione degli alimentari e delle farmacie, è finito. La prima fase di riapertura decisa dal Consiglio federale prende il via lunedì. L'allentamento delle misure riguarda i centri di bricolage e di giardinaggio, i fiorai, i saloni di parrucchieri, i centri estetici, i fisioterapisti, gli osteopati e gli studi di tatuaggi, ma anche i veterinari, i dentisti, i medici e gli ospedali che non dovranno più limitare i propri interventi alle urgenze.

Intanto, sul fronte sanitario, gli ultimi dati forniti dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) mostrano una diminuzione dei nuovi casi di contagio.

La cronaca di domenica

Il Ticino, da parte sua, entra nell'ultima settimana di regime speciale che impone ancora restrizioni aggiuntive rispetto a quelle in vigore Oltralpe nelle attività dell'edilizia e dell'industria data la particolare situazione nel cantone. Ci entra con un bilancio dei decessi che torna a crescere: sono 5 quelli nuovi annunciati lunedì, per un totale di 311, mentre i contagi salgono di 8 (ora 3'169). Fermo a 43 anche dopo il weekend, invece, il numero dei morti nei Grigioni, dove si registrano 8 nuovi casi (802 in tutto).

I dati sempre aggiornati

di Diego Moles, Stefano Pongan, Elena Boromeo, Alex Ricordi e Dario Lanfranconi

27.04.2020 ore 23:43
New York chiude 64 km di strade per il social distancing

La città di New York ha deciso di chiudere alle auto 64 chilometri di strade a partire dal mese prossimo, questo per fare favorire il distanziamento sociale di ciclisti e pedoni. L’annuncio è stato dato dal sindaco Bill de Blasio.

27.04.2020 ore 23:07
Scuola a distanza, difficoltà per gli ultimi arrivati

Nell’eccezionalità di questo momento - per quante forze siano state messe in campo dalla scuola - ci sono allievi che più di altri hanno sofferto e faticato a mantenere il ritmo. Sono le giovani generazioni delle comunità straniere presenti in Ticino. Diverse associazioni e volontari in queste settimane si sono messi a disposizione per aiutare soprattutto nei compiti a casa. Ascolta il servizio di Daniela Giannini per le Cronache della Svizzera italiana

CSI 18.00 del 27.04.2020 - Il servizio di Daniela Giannini
27.04.2020 ore 21:44
Sala: "Milano riparte, ma con prudenza"

“Milano ha voglia di ripartire con la prudenza dovuta”. Lo ha detto il sindaco del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala, al termine del vertice con il premier italiano Giuseppe Conte, a due mesi dall’inizio dell’emergenza coronavirus. “Un buon colloquio cordiale”, lo ha definito Sala, raccontando di aver spiegato a Conte che “è importante fare un discorso chiaro e trasparente ai cittadini nei giorni successivi e far capire se c’è il rischio di ripartenza del contagio”. “Milano ripartirà il 4 (maggio), di più il 18, perché non è una città con molta industria ma con molti servizi. Questo ci darà modo di mettere a punto i nostri servizi, soprattutto i trasporti, una mia grande preoccupazione, e al contempo di vedere come si riparte e se effettivamente c’è il rischio di una ripartenza del contagio - ha sottolineato Sala. Le informazioni ufficiali sul contagio lasciano il tempo che trovano. Dai dati comunicati dalla Regione abbiamo avuto un po’ più di 1’100 deceduti ufficiali da Covid. Non torna il conto con i 7600 contagiati. I contagiati sono molti di più”.

27.04.2020 ore 21:40
Le estetiste riaprono con regole severe

Dopo oltre un mese di chiusura, oggi hanno riaperto i centri estetici. Tuttavia, le misure adottate per impedire i contagi da coronavirus sono molto severe. L’Associazione estetiste Svizzera Italiana ha infatti redatto un protocollo di 11 pagine dove si elencano le regole che si devono imperativamente aspettare. Le operatrici devono indossare guanti e mascherine e misurare la temperatura a tutti i clienti. Per alcune pratiche come la manicure o la pulizia del viso è fondamentale indossare una visiera di plastica e una mascherina particolarmente protettiva. Inoltre, lo studio va completamente igienizzato per ogni cliente.

27.04.2020: Riaprono i centri estetici
27.04.2020 ore 21:02
Francia, 437 morti in un giorno

In Francia, il Covid-19 ha provocato altri 437 decessi nelle ultime 24 ore. Il totale dei morti registrati nel paese sono 23’293. Lo ha comunicato oggi il ministero della Sanità francese che sottolinea che il numero dei pazienti dimessi oggi sono 162, ciò che fa abbassare il numero delle persone ricoverate a 28’055. Nei reparti di rianimazione ci sono attualmente 4’608 persone.

27.04.2020 ore 20:52
Stati Uniti, superati i 55’000 morti

Sono 55’118 i morti da Covid-19 negli Stati Uniti. Nel paese i contagi hanno raggiunto quota 979’077 di cui oltre 17’000 nello Stato di New York, il più colpito dalla pandemia. Stando alle ultime cifre rese note dalla Johns Hopkins University, che parla di circa 3 milioni di contagi a livello mondiale, quelli statunitensi rappresentano quasi un terzo del totale degli infetti. Il totale dei test effettuati è di 5’434’943.

27.04.2020 ore 20:46
Ticino, quale maturità?

La scuola si prepara per ricominciare, ma c’è anche chi si interroga su come sarà la conclusione dell’anno, in particolare gli studenti di quarta liceo, che in questo periodo stanno studiando per gli esami finali di maturità. L’orientamento del Cantone è però di rinunciare sia agli esami orali sia agli scritti. Il tema inizia a essere dibattuto anche a livello nazionale. In attesa delle indicazioni da Berna cosa ne pensano i diretti interessati, gli studenti? Scoprilo ascoltando il servizio di Flavio Maddalena per le Cronache della Svizzera italiana

CSI 18.00 del 27.04.2020 - Il servizio di Flavio Maddalena
27.04.2020 ore 20:02
Riapertura scuole in Ticino, politica divisa

La riapertura delle scuole dell’obbligo in Ticino continua a far discutere. Oggi il direttore del DECS Manuele Bertoli ha incontrato la Commissione formazione e cultura. Non tutti sono d’accordo: la maggioranza (PS e PLR) della commissione sposa la posizione del DECS, per una riapertura con tutte le cautele del caso, mentre il PPD deciderà domani e la Lega resta scettica e vorrebbe attendere settembre. Ascolta il servizio di Amanda Pfändler per le Cronache della Svizzera italiana

CSI 18.00 del 27.04.2020 - Il servizio di Amanda Pfändler
27.04.2020 ore 19:34
Moesa, 4 decessi in più da venerdì

La Regione Moesa, con un comunicato, ha reso noto il bilancio aggiornato relativo al Covid-19: rispetto a venerdì ci sono 4 decessi in più (13 in totale) e 3 nuovi contagiati (104 totali). Stabile il numero delle ospedalizzazioni, ferme a 10.

Un dato, quello delle vittime, in contrasto con quello cantonale, che non registra nuovi decessi. In Moesa sono state pure comminate le prime multe per il mancato rispetto delle regole di prevenzione, circa 80. Ascolta la corrispondenza di Alessandro Tini per Grigioni Sera

Grigioni Sera del 27.04.2020 - Il servizio di Alessandro Tini
27.04.2020 ore 19:25
Superati i 3 milioni di casi nel mondo

Il numero di casi di coronavirus nel mondo ha oltrepassato quota tre milioni: è quanto emerge dal conteggio aggiornato della Johns Hopkins University. Il quadro globale della progressione del virus fornito dall’università statunitense indica 3’003’303 contagi, mentre il numero dei decessi è pari a 207’583.

27.04.2020 ore 18:43
Regno Unito: 360 decessi, il dato più basso da fine marzo

Nel Regno Unito le nuove vittime di coronavirus sono state 360, la cifra più bassa da fine marzo. A renderlo noto è stato il ministro della Sanità Matt Hancock, che ha sottolineato il dato positivo rispetto ai 413 decessi registrati nella giornata di ieri e gli oltre 800 di sabato. Il totale dei morti sale a 21’092, mentre i contagi diagnosticati hanno superato quota 155’000, con curva d’incremento appiattita attorno ai 4’000 casi positivi al giorno.

27.04.2020 ore 18:29
Italia, 333 nuove vittime e 1'696 persone dimesse

In Italia sono state 333 le persone che nelle ultime 24 ore hanno perso la vita a causa del coronavirus. Un numero in aumento rispetto al dato di ieri (+260), il più basso dallo scorso 15 marzo. Il totale delle vittime del Covid-19 è così salito a 26’977. Rispetto alla giornata di ieri sono invece state dimesse 1’696 persone (66’624 il totale complessivo dei guariti), mentre prosegue ancora il trend in calo dei ricoveri in terapia intensiva, dove per la prima volta dal 16 marzo il numero è sceso sotto i 2’000: 1’956 (-53). I nuovi casi di contagio sono invece stati 1’730, che portano il totale a 199’414 dall’inizio della pandemia sul territorio.

27.04.2020 ore 18:17
Ticino, riparte anche il traffico, l'economia: "Aprite altri valichi"

Alla frontiera passaggi aumentati del 28% - Bagnovini: “Bisogna aprire altri valichi” – Del Vecchio (Afd): “Controlli sistematici e personale limitato”

Ticino, riparte anche il traffico

Alla frontiera passaggi aumentati del 28% - Bagnovini: “Bisogna aprire altri valichi” – Del Vecchio (Afd): “Controlli sistematici e personale limitato”

27.04.2020 ore 18:14
Lombardia, 956 ricoveri in meno

In Lombardia continua a calare la pressione sugli ospedali. Nelle ultime 24 ore sono state 956 le persone dimesse dai reparti di non terapia intensiva, alle quali vanno aggiunte le 26 che non hanno più avuto bisogno di un posto in cure intense. Il bilancio complessivo delle vittime nella regione è salito a 13’449 (+124 rispetto alla giornata di ieri), mentre il numero dei casi positivi al coronavirus è aumentato a 73’479 (+590).

27.04.2020 ore 18:10
Donald Trump contro i giornali

Donald Trump sempre più a muso duro con la stampa: la Casa Bianca ha annullato lunedì il briefing che il presidente statunitense avrebbe dovuto tenere nel pomeriggio in relazione all’epidemia di nuovo coronavirus e lo stesso Trump nel frattempo ha pubblicato vari tweet con i quali attacca i giornali, definendoli “fake news” e “nemici del popolo”. Il conflitto con alcuni media è stato esacerbato dalla polemica scaturita dopo che Trump ha indicato il disinfettante come possibile trattamento da assumere contro il Covid-19.

27.04.2020 ore 17:40
Grigioni: “Diminuzione del consenso per le misure federali” – Comminate 42 multe

Nel canton Grigioni sono iniziati i controlli delle aziende per verificare il rispetto dei provvedimenti di protezione in seguito all’attuazione delle misure di allentamento, in vigore a partire da oggi, decise dal Consiglio federale. Le restrizioni imposte dal governo fanno sempre meno breccia nella popolazione, avverte la polizia. I controlli sono stati effettuati dall’Ispettorato del lavoro dell’Ufficio cantonale per l’industria, arti e mestieri e lavoro (UCIAML), dai Comuni e dalla Polizia cantonale dei Grigioni.


Se nelle aziende si cerca di sensibilizzare cercando un dialogo sul rispetto delle misure, la polizia retica sottolinea che nella popolazione si registra “si registra una diminuzione del consenso nella popolazione per le misure adottate dal Consiglio federale”, in particolare per quelle di distanziamento sociale. Lo scorso fine settimana, viene precisato, sono state inflitte 42 multe disciplinari.

27.04.2020 ore 17:35
Scuole obbligo e maturità, "garantire uniformità a livello nazionale"

Il ritorno all’insegnamento in classe nelle scuole dell’obbligo deve avvenire in maniera coordinata a livello nazionale e lo svolgimento degli esami finali di maturità (maturità liceale, maturità professionale, maturità specializzata) va regolato in modo uniforme. È quanto chiede una mozione adottata dalla Commissione della scienza, dell’educazione e della cultura del Consiglio nazionale (CSEC-N) per 14 voti a 8 e 2 astensioni, indica una nota odierna dei servizi parlamentari. Per la maggioranza è importante che l’uguaglianza giuridica e le eque opportunità nel sistema educativo nazionale possano essere garantite durante la situazione straordinaria e oltre. Una minoranza, invece, pur giudicando che l’uniformità sia auspicabile, crede che una regolamentazione vincolante a livello nazionale sconfini eccessivamente nella sovranità dei Cantoni in materia di educazione.

Per quanto riguarda la maturità liceale, l’esame orale è di competenza cantonale e il Ticino ha già deciso che non verrà organizzato. La prova scritta è invece di competenza federale, ma alcuni cantoni, tra cui il Ticino, hanno chiesto di poter rinunciare anche a questo test.

Maturità: niente esami orali

Il DECS ha deciso di non organizzarli nei licei e alla commercio di Bellinzona. Il Ticino vuole rinunciare anche agli scritti, ma la decisione spetta a Berna

27.04.2020 ore 17:22
La proposta dei vescovi elvetici

La Conferenza dei vescovi svizzeri ha proposto oggi una strategia per l’allentamento delle restrizioni alle funzioni religiose imposte dalla pandemia. Il punto centrale riguarda il rispetto delle distanze sociali: laddove non fosse possibile rispettarle le funzioni sono vietate. Inoltre, la Conferenza propone un accesso alle chiese limitato a un terzo della loro capacità con una distanza di almeno 4 metri tra un fedele e l’altro.

Nel documento si spiega che le superfici a contatto con le persone dovranno essere disinfettare prima e dopo la funzione, che i bacini dell’acqua santa dovranno rimanere vuoti fino a nuovo avviso, che vi sarà l’obbligo di disinfettare le mani prima di entrare in chiesa, che le offerte dovranno essere raccolte in un contenitore all’uscita del luogo di culto e che l’eucarestia si farà ne rispetto delle norme igieniche.

Oltre a ciò, i vescovi elvetici propongono ai fedeli di prenotare i posti a sedere prima delle funzioni, in modo da evitare un’affluenza eccessiva. Battesimi, celebrazioni della Prima Comunione, cresime e matrimoni saranno di nuovo possibili solo nel rigoroso rispetto delle norme igieniche e della distanza sociale.

27.04.2020 ore 17:06
Coronavirus e ridotta vita sociale, il boom delle app di incontri

Registrata una netta crescita delle interazioni

L'amore in quarantena

Contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare, le applicazioni di incontri hanno avuto un boom

27.04.2020 ore 17:04
Nonni e nipoti, le precisazioni di Koch

Il delegato dell’UFSP, incalzato dai giornalisti, precisa il senso delle dichiarazioni pubblicate in mattinata

Abbracci sì, custodia no

Il contatto fisico tra nipoti e nonni non è più un rischio, ma si sconsiglia di affidare i bambini agli anziani - Le precisazioni di Daniel Koch

27.04.2020 ore 16:56
Petrolio sempre in caduta libera

Il petrolio affonda a New York, dove le quotazioni del barile di riferimento Wti perdono il 25,38% fino a 12,64 dollari al barile, sull’onda dell’eccesso di scorte.

27.04.2020 ore 16:09
In arrivo 20 milioni di mascherine

Questa settimana, in Svizzera, arriveranno 20 milioni di mascherine. Lo annuncia il Dipartimento federale della difesa, specificando che la loro qualità è stata testata scrupolosamente. Inoltre, le autorità hanno fatto sapere che la Confederazione sta lavorando con l’industria tessile per la fabbricazione di maschere in tessuto riutilizzabili.

27.04.2020 ore 15:21
Un grazie in musica

La polizia cantonale vallesana ringrazia “di cuore” la popolazione per aver rispettato le consegne ed essere così riuscito a limitare la diffusione del coronavirus. E lo fa in musica, con un video diffuso sui canali social nella quale i membri della fanfara delle forze dell’ordine suonano l’inno “Marignan”.

27.04.2020 ore 14:59
Swiss aumenta le capacità per il trasporto merci

Tre Boeing 777 di Swiss sono stati convertiti in aerei cargo, ha fatto sapere la compagnia aerea controllata da Lufthansa. Per aumentare le sue capacità, Swiss studia la possibilità di togliere posti a sedere in tre dei suoi dodici Boeing 777-300ER. Questo presupporrebbe lo smontaggio di oltre 800 sedili all’aeroporto di Zurigo. Dalla fine di marzo, la compagnia ha effettuato oltre 80 voli cargo e trasportato più di 1’300 tonnellate di merci, in particolare medicamenti e forniture mediche, tra l’Asia e la Svizzera.

27.04.2020 ore 14:45
"Con i bimbi sì, con i genitori no"

Fa discutere in conferenza stampa l’affermazione di Daniel Koch alla rivista “Grosseltern”, secondo la quale i nonni possono tornare a riabbriacciare i nipotini, ma non a prendersene cura. Un’affermazione che Koch ha ribadito rispondendo a una raffica di domande, dicendo che, fino ai 10 anni di età, i bimbi tendono a non ammalarsi e non costituiscono un significativo rischio di trasmissione del coronavirus. Condizione fondamentale, ha detto però ancora, è che si evitino i contatti con i genitori dei piccoli, che invece rappresentano effettivamente un pericolo.

27.04.2020 ore 14:17
Il turismo perderà un terzo del fatturato

Il giorno dopo il vertice sul turismo che ha riunito a Berna una delegazione del Consiglio federale e i rappresentanti del settore, Erik Jakob della SECO ha aggiornato sulla situazione: per la ripresa dei viaggi internazionali si dovrà verosimilmente attendere, dall’8 giugno ci dovrebbe essere qualche apertura ma anche in luglio e agosto non si avrà la normalità. Le vacanze saranno comunque possibili in Svizzera in estate, rispettando le norme di sicurezza. Per far ripartire il settore si stanno elaborando i concetti di sicurezza. Il 2020 sarà un anno difficile: si prevede un calo del fatturato dell’ordine del 35%. Un secondo vertice fra politica e settore turistico si terrà il 24 maggio

27.04.2020 ore 14:11
Cancellato Jazz Ascona

Gli organizzatori hanno annunciato la cancellazione dell’edizione 2020 di Jazz Ascona, che avrebbe dovuto tenersi dal 25 giugno al 4 luglio. “La decisione è stata presa a malincuore, constatata l’impossibilità per una manifestazione della portata di JazzAscona di garantire quelle disposizioni di igiene e distanziamento sociale che le autorità politiche e sanitarie competenti prevedono per l’estate a venire. All’imperativo di salvaguardare la salute pubblica, si aggiungono poi difficoltà organizzative di varia natura, prevedibili difficoltà di viaggio per i numerosi musicisti provenienti da New Orleans e l’annullamento delle tournée di importanti artisti che erano in cartellone ad Ascona”, si legge nel comunicato.

27.04.2020 ore 14:04
La conferenza stampa dei "tecnici" della Confederazione

“Vogliamo procedere gradualmente ed essere cauti, per questo qualche settimana fra la prima serie di riaperture oggi e la prossima in maggio”. Fra una e l’altra “dobbiamo osservare l’evoluzione della diffusione del virus”: Daniel Koch illustra la strategia federale in apertura della conferenza stampa dei tecnici della Confederazione in diretta su rsi.ch e su La2

27.04.2020 ore 13:20
Niente fuochi artificiali l'8 agosto a Ginevra

Ginevra ha annullato l’annuale grande spettacolo di fuochi artificiali, che avrebbe dovuto tenersi sopra la “rade” l’8 agosto e che di solito attira fino a 400’000 spettatori. “La situazione è senza precedenti e regna l’incertezza”, hanno fatto sapere gli organizzatori della Fondazione Ginevra Turismo e Congressi. Troppo difficile prevedere quale sarà la situazione sanitaria nei prossimi mesi.

27.04.2020 ore 13:07
In Ticino ancora 25 intubati

Nelle strutture ospedaliere ticinesi dedicate alla cura dei pazienti affetti dal coronavirus sono ancora ricoverate 188 persone: 154 in reparto e 34 in terapia intensiva, di cui 25 intubate. Sono tutti numeri che confermano il calo della pressione sul sistema, in atto da alcune settimane

27.04.2020 ore 13:03
Le curve dei decessi in Svizzera, Ticino e Grigioni
27.04.2020 ore 12:55
Nuove infezioni in calo in Svizzera

Continuano a calare i dati dei nuovi contagi a livello nazionale: l’aggiornamento di lunedì dell’Ufficio federale della sanità pubblica fa stato di 29’164 infezioni, 103 in più della vigilia. L’aumento domenica era stato di 167. I morti ufficialmente sono 1’353 (+16) , 1’640 invece per il sito corona-data.ch che fa riferimento alle cifre dei cantoni

27.04.2020 ore 12:32
Do-it-yourself: tanto a nord quanto a sud delle Alpi, un marcato interesse per la riapertura dei centri

Fra i segni più tangibili del parziale allerntamento al “lockdown”. Il VIDEO


Svizzera, "fai da te" presi d'assalto
27.04.2020 ore 11:56
Altri 113 decessi in Belgio, il paese con più morti rispetto alla popolazione

“Nelle ultime 24 ore in Belgio si sono registrati 113 nuovi morti che portano ad un totale di 7’207 decessi” a causa del coronavirus. Lo ha riferito nella consueta conferenza stampa Steven Van Gucht, il portavoce nazionale per il COVID-19, precisando che “il 46% dei decessi si è verificato in ospedale ed il 53% nelle case di riposo”. “Da ieri si registrano 553 nuove infezioni che portano ad un totale di 46’687 casi confermati”, ha precisato Van Gucht. Sempre da ieri i ricoveri sono stati “127, mentre 93 sono state le persone dimesse dall’ospedale”. Nonostante abbia 11,5 milioni di abitanti, contro gli 8 della Confederazione, il Belgio deve fare i conti con un bilancio di quasi cinque volte superiore a quello svizzero. Anzi, secondo l’analisi della Johns Hopkins University (dati aggiornati a sabato), è il paese dove il tasso di mortalità è il più alto del mondo: 60 ogni 100’000 abitanti. A titolo di paragone, in Spagna sono 49, in Italia 43, in Svizzera 18, negli Stati Uniti 16, in Germania 7 e in Cina 0,3. In verità, San Marino fa peggio, ma in questo caso bastano poche morti per un notevole impatto percentuale

27.04.2020 ore 11:43
Il Tavolino magico riprende la distribuzione

Il Tavolino magico riprenderà gradualmente la distribuzione di generi alimentari a persone bisognose, con modalità diverse per rispettare le direttive dell’Ufficio federale della sanità pubblica. Entro fine maggio saranno attivi 43 centri di distribuzione e circa 2’000 famiglie potranno essere nuovamente aiutate. In Ticino hanno già riaperto cinque centri che riforniscono 800 persone. La chiusura delle attività decretata dal Consiglio federale ha causato anche la sospensione temporanea della distribuzione di alimenti: dal 16 marzo i circa 20’000 beneficiari hanno dovuto rinunciare al sostegno dei 132 centri dell’associazione in tutta la Svizzera. Gran parte dei 3’000 volontari del Tavolino magico ha 65 anni, e quindi appartiene a gruppi a rischio.

27.04.2020 ore 11:36
Soletta rimanda i festeggiamenti per i 2000 anni

A causa del coronavirus, Soletta è costretta a rimandare al 2021 la festa per i 2000 anni della città. La storica celebrazione si svolgerà il 21 e 22 agosto dell’anno prossimo. Tuttavia, poiché non esiste una data precisa per la fondazione della città, da un punto di vista storico, il ritardo non rappresenterebbe un problema.

27.04.2020 ore 11:25
La Spagna registra altri 331 morti

Il numero di decessi legati al Covid-19 è salito in Spagna nelle ultime 24 ore, passando dai 288 registrati domenica ai 331 di oggi. Il totale dei morti nel Paese sale così a 23’521. Un bilancio che per gravità è secondo solo a quello dell’Italia (26’644) e degli Stati Uniti (54’877).

27.04.2020 ore 10:42
Le curve epidemiche di Ticino e Grigioni a confronto
27.04.2020 ore 10:24
L'evoluzione dei contagi in Ticino
27.04.2020 ore 10:20
Altri 5 decessi in Ticino

In Ticino, nelle ultime 24 ore, sono stati registrati altri 5 decessi a causa del coronavirus. Il numero delle vittime della pandemia nel cantone passa quindi da 306 a 311, in base alle ultime indicazioni dello Stato maggiore cantonale di condotta. Ancora in aumento i casi di positività, che sono ora complessivamente 3’169 dopo un incremento di 8 contagi. In crescita però, da 704 a 709, anche il numero delle persone dimesse.

27.04.2020 ore 10:18
Stabili a 43 i decessi nei Grigioni

Sono fermi a 43 i decessi per il coronavirus nel canton Grigioni, che dopo tre giorni hanno aggiornato il loro bilancio. I contagi rispetto a prima del weekend sono aumentati di 8 unità: ora sono 802 in totale

27.04.2020 ore 10:16
"Un abbraccio ai nipoti", ma solo quello

I nonni possono tornare ad abbracciare i loro nipotini, secondo il delegato federale per il COVID-19 Daniel Koch, che ha rilasciato un’intervista al periodico specializzato svizzero-tedesco “Grosseltern”. “Oggi possiamo dire con abbastanza sicurezza che i bambini non sono grandi portatori del virus, si ammalano raramente e in modo poco sintomatico”, afferma l’esperto dell’UFSP. Attenzione però: va bene un rapido abbraccio, lavandosi le mani subito dopo, ma non è ancora tempo di affidare ai nonni la custodia dei bambini. In un contatto prolungato e intenso, le regole di igiene che abbiamo imparato in questi mesi si dimenticano troppo in fretta. E soprattutto, va mantenuta la distanza di sicurezza dalla generazione di mezzo, quella dei genitori dei bambini, che costituiscono il maggiore pericolo per gli anziani. Per tornare ad affidare i piccoli ai nonni a cuor leggero bisognerà dunque attendere un vaccino? Non necessariamente, risponde Koch, ma almeno fino a quando la situazione sarà tanto tranquilla sul fronte della diffusione del virus da ritenere il rischio trascurabile. Potrebbe essere il caso in estate. In generale, comunque, lo specialista consiglia agli over 65 di mantenere una linea prudente, andando a passeggiare da soli ed evitando i luoghi affollati, in particolare con la riapertura dei negozi.

27.04.2020 ore 10:04
Il Cervino ora si spegne

Il Cervino, illuminato tutte le sere dal 24 marzo, si è “spento” domenica sera, quando la montagna si è illuminata con l’ultimo degli oltre 80 progetti di solidarietà: dalle bandiere (compresa quella del Ticino) ai messaggi di speranza. “L’obiettivo è stato raggiunto”, spiega Zermatt turismo in un comunicato, precisando che se la crisi legata al coronavirus dovesse tornare ad accentuarsi, le proiezioni potrebbero riprendere.

27.04.2020 ore 09:39
"Abbiamo ottenuto una vittoria"

La premier neozelandese Jacinda Arden ha dichiarato lunedì che il suo paese ha riportato una vittoria importante contro il coronavirus, nel giorno in cui una parte delle restrizioni viene levata (per parte delle imprese, i takeaway e alcune scuole) dopo cinque settimane di emergenza. “Non c’è una trasmissione generalizzata e senza controllo”, ha detto. Il livello di allarme scenderà a fine giornata di un livello dal quarto attuale (il massimo). La prudenza resta comunque d’obbligo, perché il rischio di trasmissione non è scomparso. L’arcipelago di 5 milioni di abitanti conta 1’122 casi di contagio (uno solo nelle ultime 24 ore) e 19 decessi. La Svizzera, a titolo di paragone, 29’000 e 1’337 stando ai dati dell’UFSP.

RG 12.30 del 27.04.20 - Il servizio di Pierre Ograbek
27.04.2020 ore 09:23
App di tracciamento in Australia
RG 12.30 del 27.04.2020 Il servizio di Andrea Ostinelli

Nel giro di poche ore l’app di tracciamento del coronavirus lanciata in Australia domenica sera dal primo ministro Scott Morrison è stata scaricata da un milione di persone. L’app COVIDSafe è sostenuta da organizzazioni di medici, infermieri, imprenditori e bancari. Registra le connessioni bluetooth che il cellulare di una persona fa con gli apparecchi della persone con cui sia stata in contatto ravvicinato. Basata sul software ‘Trace together’ usato da Singapore, è collegata a un server governativo e gestita da Amazon.

Tracciare il virus col telefono

I Politecnici di Losanna e Zurigo stanno testando un'app che dovrebbe essere disponibile dall'11 maggio

27.04.2020 ore 09:08
UBS rivede al ribasso le stime di crescita

Gli economisti di UBS hanno rivisto nettamente al ribasso le loro previsioni congiunturali per l’economia svizzera. A causa dell’epidemia di coronavirus, l’istituto si aspetta una contrazione del PIL del 4,6%, mentre a marzo aveva previsto una flessione dell’1,3%. Per quanto riguarda il resto del mondo, la banca stima una flessione del 6,8% del PIL americano nel 2020 e del 6,1% per la zona euro. In Asia (senza Giappone, Australia e Nuova Zelanda), il calo dovrebbe invece essere limitato al -0,4%.

Stando all’economista Alessandro Bee, la ripresa potrebbe tuttavia essere altrettanto rapida: “Se le misure di contenimento del coronavirus potranno essere allentate prossimamente e gli effetti della ‘disattivazione’ dell’economia resteranno limitati, la congiuntura potrebbe riprendere la sua crescita nel secondo semestre”.

27.04.2020 ore 08:51
File davanti ai negozi "fai da te"

Questa mattina si sono formate lunghe code davanti a negozi di giardinaggio e fai da te in diverse località della Svizzera, in occasione della prima riapertura dopo sei settimane di stop. Scene analoghe anche in Ticino

"Fai da te" presi d'assalto

Lunghe code alla riapertura dopo sei settimane, sia a nord che a sud delle Alpi

27.04.2020 ore 08:03
Johnson torna al lavoro. Subito scelte cruciali

“Scottato” dalla malattia, che l’ha trasformato da falco che si vantava di stringere le mani a tutti a più cauta colomba nell’affrontare la crisi del coronavirus, Boris Johnson torna da oggi alla guida dell’Esecutivo britannico dopo due settimane di convalescenza nella residenza di campagna di Chequers. È subito chiamato ad affrontare scelte cruciali, che vedono la sua stessa compagine governativa e il partito conservatore divisi al loro interno: come far ripartire l’economia senza rischiare un nuovo picco dell’epidemia? Con 20’732 decessi nei soli ospedali, il Regno Unito è fra i paesi più toccati del continente, sebbene questa mattina il premier abbia dichiarato che il picco è ormai alle spalle. Le misure di confinamento sono in vigore dal 23 marzo e lo resteranno almeno fino al 7 maggio. Poi? Il secondo nodo per il 55enne premier è quello della Brexit: accordo o meno, Londra vuole lasciare l’UE il 31 dicembre. Bruxelles, viste le circostanze, vuole prolungare il periodo transitorio.

RG 08.00 del 27.04.2020 La corrispondenza di Giancarlo Ciccone
27.04.2020 ore 08:00
A Cuba preoccupa il rifornimento di cibo

La situazione sanitaria, a Cuba, al momento appare sotto controllo, con 54 morti e oltre 1’300 contagi da coronavirus accertati. L’isola, d’altronde, conta 82 medici ogni 10’000 abitanti: uno dei rapporti fra i più alti al mondo (32 in Francia e 26 negli Stati Uniti). Come in altri Paesi, sono scattate le misure di contenimento: scuole chiuse, frontiere bloccate e ricorso al telelavoro. A preoccupare di più sono il rifornimento di generi alimentari e la mancanza di turismo, che negli ultimi anni ha rappresentato una delle principali risorse del Paese caraibico. Sull’economia dell’isola pesa ancora l’embargo americano e l’80% dei prodotti alimentari viene importato soprattutto dall’Europa. Ma ora il Vecchio continente è indebolito dalla pandemia, e i cubani si preparano a fronteggiare una nuova fase di incertezze, dopo il “Periodo Speciale” degli anni ’90.

27.04.2020 ore 06:56
Airbus è a rischio

Airbus ha pubblicato una valutazione dell’impatto del coronavirus sulla sua attività, avvertendo i 135’000 dipendenti di prepararsi a riduzioni degli impieghi anche importanti. Se non si dovessero prendere misure, spiega il colosso dell’aviazione, la sopravvivenza dell’azienda sarebbe rimessa in discussione. Oggi, scrive il presidente esecutivo Guillaume Faury, “perdiamo soldi a una velocità inedita”.

27.04.2020 ore 06:46
110 nuovi decessi in Germania

In Germania il quotidiano bollettino dell’Istituto Robert Koch riporta 1’018 nuove infezioni (155’193 complessive) e 110 nuovi decessi, che portano il totale a 5’750. I guariti sono 2’500 in più, ora 114’500.

27.04.2020 ore 06:44
Si aggrava il bilancio, anche economico, negli Stati Uniti

Gli Stati Uniti hanno registrato 1’330 decessi supplementari nel corso delle ultime 24, secondo il conteggio della Johns Hopkins University. Il totale dall’inizio della pandemia è di 54’841, mentre i casi di contagio accertati sono 964’937, che fanno del paese di gran lunga il più toccato dall’emergenza. La crisi si fa sempre più sentire anche dal profilo economico, le vendite e gli investimenti delle imprese sono in calo per la prima volta dal 2008, secondo un’inchiesta appena pubblicata. Da metà marzo più di 26 milioni di persone hanno dovuto iniziare a chiedere le indennità di disoccupazione. Il Congresso ha promesso aiuti per 3’000 miliardi di dollari, ma ci sono aziende anche importanti che non ce la fanno: il declino del prezzo del petrolio ha indotto la Diamond Offshore, specializzata in trivellazioni, a mettersi sotto la protezione della legge sui fallimenti.

27.04.2020 ore 06:43
Gli ospedali riaprono, ma la pandemia ha provocato ingenti costi

L’uscita dal lockdown oggi, lunedì, per gli ospedali significherà la fine del divieto posto alle cure e agli interventi chirurgici non urgenti. Queste settimane di blocco hanno significato sottoccupazione, lavoro ridotto e mancati introiti stimati in milioni di franchi per i pronto soccorsi e i reparti non Covid-19 di molti nosocomi. Oltralpe si è anche ha parlato di rischio di fallimento per talune strutture. Chi dovrà farsi carico dei costi? La Confederazione? I cantoni? Le casse malati? La questione sarà analizzata a Modem (in onda su Rete Uno alle 8.20) con Giorgio Pellanda (direttore EOC), Ivana Petraglio (capo dell’Area gestione sanitaria DSS), Hein Brand (presidente Santésuisse, ex consigliere nazionale UDC) e Marina Carobbio (consigliera agli Stati PS, membro della commissione per la sicurezza sociale e la sanità).

27.04.2020 ore 06:34
Dai bricolage ai dentisti: i vari settori che riaprono

La prima fase di uscita graduale dal confinamento prende il via oggi per i centri di bricolage e giardinaggio, i fiorai, i saloni di parrucchieri, i centri estetici, i fisioterapisti, gli osteopati, i veterinari, i dentisti, gli studi di tatuaggi, i medici e gli ospedali. Le varie categorie professionali si sono preparate a ripartire elaborando ciascuna un proprio concetto di protezione contro il Covid-19 per rispettare i dettami federali.

Riaperture con molte limitazioni

Ecco le misure adottate nei vari settori - Mascherine obbligatorie dal parrucchiere, dal fisioterapista e dal tatuatore – Centri hobby solo per piante e materiali edili