L'incidenza in Svizzera è di 517 contagi ogni 100'000 abitanti negli ultimi 14 giorni
L'incidenza in Svizzera è di 517 contagi ogni 100'000 abitanti negli ultimi 14 giorni keystone
Momenti chiave
08.01.2021 ore 17:22
08.01.2021 ore 14:41
08.01.2021 ore 13:02
08.01.2021 ore 11:25
08.01.2021 ore 11:10
08.01.2021 ore 10:02
08.01.2021 ore 08:33
08.01.2021 ore 07:31
08.01.2021 ore 07:24

In Svizzera 3'220 casi e 75 decessi

I numeri della pandemia restano alti: in Ticino 177 nuovi contagi e 6 morti. Il Governo ticinese non ha deciso nuove misure, ancora in consultazione le proposte federali - Negli Stati Uniti 4'000 vittime in un giorno
venerdì 08 gennaio 2021 07:12

"Davanti a noi i mesi peggiori della pandemia", ha detto Angela Merkel giovedì, nonostante siano state avviate le campagne di vaccinazioni, che però richiederanno del tempo. E i numeri le danno ragione, in primis quelli fatti segnare negli Stati Uniti, dove in un giorno 4'000 persone sono morte di COVID-19, nuovo primato. E proprio dagli States giunge la notizia di una nuova possibile variante del coronavirus. Secondo la Task Force a stelle e strisce, si comporterebbe come le mutazioni già scovate: sarebbe più contagiosa.

I numeri della pandemia in Svizzera sono questi: 3'220 casi e 75 decessi nell'insieme della Confederazione, 177 contagi con 6 morti in Ticino, 60 infezioni e 2 vittime nei Grigioni.

La cronaca di giovedì

Se la Francia ha rinunciato a riaperture in gennaio, ma non intende per ora chiudere le scuole, il Regno Unito è tornato in lockdown. In Svizzera è in consultazione fra i cantoni la proposta del Consiglio federale di prorogare fino a fine febbraio le attuali chiusure (ristoranti, bar, poli culturali e del tempo libero), insieme a una serie di possibili inasprimenti. Le cifre dei contagi nella Confederazione non sono più quelle del picco della seconda ondata, ma sono piuttosto stabili a livelli elevati. In Ticino il Consiglio di Stato ha deciso... di non decidere giovedì su nuovi possibili provvedimenti. Se ne riparlerà la prossima settimana.

I dati sempre aggiornati

Stefano Pongan, Ludovico Camposampiero, Fabio Dotti

08.01.2021 ore 22:43
Superato il mezzo milione di vaccinati in Italia

Sono 501’683 le persone che in Italia, secondo l’ultimo aggiornamento, hanno ricevuto il vaccino contro il Covid.

08.01.2021 ore 21:44
Casa Bianca mette in guardia su 'variante Usa'

La task force della Casa Bianca per il coronavirus mette in guardia su una nuova possibile variante del Covid, una ‘variante Usa’ responsabile del balzo dei contagi. Lo riporta Nbc citando un documento datato 3 gennaio, secondo il quale la variante Usa potrebbe essere fino al 50% più trasmissibile.

08.01.2021 ore 21:24
L'UE ordina altre 300 dosi di vaccino

Vaccinare più europei il prima possibile. Nella lunga lotta al coronavirus questo adesso è l’obiettivo dell’UE che a tal fine ha raddoppiato il suo ordine con Pfizer ed è arrivata ad un totale di 600 milioni di dosi di vaccino. È la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen a dare l’annuncio, nell’ennesima giornata buia per l’Europa e il mondo con un’impennata di casi e vittime del Covid dalla Germania agli Stati Uniti. “Al momento abbiamo accesso a 300 milioni di dosi del vaccino Pfizer. La buona notizia è che ora abbiamo concordato di estendere il contratto e potremmo acquistare fino a 300 milioni di dosi aggiuntive”.

08.01.2021 ore 19:44
Il vaccino è arrivato in Bregaglia

Le prime dosi del vaccino anti-covid sono arrivate anche in Bregaglia. La prima somministrazione del farmaco sarà effettuata tra il 18 e il 24 gennaio (la data non è ancora certa). Le prime persone che potranno usufruire del vaccino saranno gli over 75 e le persone affette da malattie croniche ad alto rischio (diabete, ipertensione, malattie cardiovascolari, ecc.), indipendentemente dall’età. Gli interessati possono annunciarsi presso lo studio medico del Centro Sanitario Bregaglia entro mercoledì 13 gennaio 2021.

08.01.2021 ore 18:24
Immunità post infezione "fino a 6-8 mesi"

Alcuni studi hanno provato che l’immunità al coronavirus di una persona che lo ha contratto può durare fino a “6-8 mesi”. Lo ha detto la dottoressa dell’OMS, Maria van Kerkhove, nel consueto briefing sul Covid-19.

08.01.2021 ore 18:22
OMS, stop ad accordi bilaterali sui vaccini

Il direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha chiesto ai Paesi di smettere di fare “accordi bilaterali” con le aziende produttrici del vaccino contro il coronavirus. “Nessun Paese è eccezionale e dovrebbe saltare la fila, mentre alcuni rimangono senza vaccino”, ha detto il direttore.

08.01.2021 ore 17:22
In Italia 620 decessi

Sono 17’533 i tamponi positivi al coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Le vittime sono 620. I tamponi effettuati sono 140’267. Ieri i test erano stati 121’275. Il tasso di positività è del 12,5%, in calo di 2,3 punti percentuali rispetto al 14,8% di ieri.

08.01.2021 ore 17:16
+++ Svizzera, tasso di riproduzione salito all'1,04 +++

Il tasso di riproduzione del coronavirus è salito di nuovo sopra l’1 in Svizzera. La Task Force scientifica ha aggiornato oggi il dato e annunciato che il 29 dicembre si attestava all’1,04. L’attuale valore riflette la situazione dell’infezione di circa dieci giorni fa, ha precisato l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) sul suo sito web. Attualmente è all’1,04, quindi lontano dal valore che ci si era prefissati di 0,8. Il dato indica il numero di persone che un positivo infetta. In base alle ultime rilevazioni, il tasso è salito sopra l’1 il 26 dicembre e ci si attende quindi un aumento esponenziale dei casi.

08.01.2021 ore 17:15
Regno Unito, record i casi e decessi

Nuovi picchi assoluti di contagi e di morti per Covid-19 nel Regno Unito, alle prese con il dilagare di varianti più virulente del coronavirus emerse in queste settimane, che salgono rispettivamente a 68’053 nuobe infezioni e a 1’325 decessi nelle ultime 24 ore secondo i dati odierni diffusi dal Governo britannico. Mentre è record anche dei test quotidiani, che schizzano a quasi 620’000. Intanto l’indice Rt di diffusione dell’infezione - calcolato prima dell’entrata in vigore del terzo lockdown - è stato rivisto da 1,1-1,1,3 a 1-1,4, in lieve calo nei territori meno colpiti, ma in aumento nelle aree più investite dalla nuova variante come quella di Londra, dove il sindaco ha decretato l’allerta sanitaria.

08.01.2021 ore 17:03
Negli USA perso oltre 9 milioni di posti di lavoro

L’economia americana ha perso 9,37 milioni di posti di lavoro nel 2020, la cifra maggiore dal 1939 e ben superiore ai posti persi durante la crisi finanziaria del 2008-2009. Il dato è stato pubblicato oggi dal Dipartimento del lavoro. Nel solo mese di dicembre sono andati persi 140’000 posti di lavoro: il dato è peggiore delle attese degli analisti, che scommettevano sulla creazione di 50’000 posti.

08.01.2021 ore 16:45
Seconda ondata: più casi di dipressione in Svizzera

Il numero di persone con gravi disturbi depressivi è raddoppiato durante la seconda ondata della pandemia di Covid-19. In aprile erano il 9% della popolazione, mentre a novembre il 18%. Gli psicologi sono allarmati e chiedono al Consiglio federale di agire rapidamente per garantire l’accesso alle cure.

08.01.2021 ore 16:22
Crescono i casi di mutazioni in Svizzera

In Svizzera e nel Liechtenstein sono 88 i casi di varianti britannica e sudafricana del coronavirus. Lo ha dichiarato l’Ufficio federale della sanità pubblica. Si tratta di un aumento notevole, considerando che due giorni fa il numero di contagiati era 37. Le infezioni sono emerse in 11 cantoni e nel Principato. Un incremento particolarmente marcato si è segnalato nel canton Berna, dove nel giro di 24 ore si è passati da quattro a 18 contaminazioni. Berna è così anche al primo posto di questa sgradita classifica, a pari merito con Vaud, seguita da Ginevra (16 casi) e Zurigo (13). Più tranquilla la situazione in Vallese (7), Ticino (4), a San Gallo (4), nei Grigioni (3) e nel Liechtenstein (3).

08.01.2021 ore 16:04
GastroSuisse si distanzia da "#wirmachenauf"

Alcuni proprietari di ristoranti e bar svizzeri, riunitisi virtualmente sotto l’hashtag #wirmachenauf (riapriamo), starebbero pensando di riprendere da lunedì le attività, nonostante l’attuale divieto della Confederazione. Il movimento è nato in Germania, ma si è già diffuso altrove. GastroSuisse si distanzia e sostiene di non conoscere i promotori. Per l'associazione di categoria è chiaro che le misure decretate da Confederazione e Cantoni debbano essere rispettate.

08.01.2021 ore 15:54
Indicazioni agli over 85: come vaccinarsi a Locarno e Mendrisio

I Municipi di Locarno e Mendrisio hanno pubblicato le indicazioni destinate ai loro cittadini che intendono farsi vaccinare in un luogo il più vicino possibile alla propria abitazione (la campagna è rivolta per ora in Ticino unicamente agli over 85).


Nel Magnifico Borgo chi desidera farsi somministrare il prodotto potrà telefonare al numero 058 688 32 30 fra le 8.30 e le 12 e fra le 13 e le 17.30 (le 18.00 il giovedì) a partire da lunedì prossimo, 11 gennaio, per ricevere le informazioni necessarie e vedersi assegnare luogo e data di vaccinazione.


Per i residenti di Locarno, il luogo di riferimento sarà verosimilmente lo stabile della protezione civile di Via Stefano Franscini ad Ascona a partire dal 25 gennaio. Tutte le persone dagli 85 anni in su riceveranno una lettera nei prossimi giorni e, se non ancora vaccinate, potranno annunciarsi allo 091 756 34 92, anche in questo caso a partire da lunedì prossimo. Gli orari: 8.30-12, 13-17.00. Non c’è un ordine di priorità di chiamata e il numero sarà attivo per dare a tutti il tempo di annunciarsi, quindi se i primi giorni le linee saranno occupate bisognerà semplicemente provare in seguito, precisa il comunicato. Chi non è in grado di recarsi al luogo della vaccinazione autonomamente, o facendo capo a parenti o conoscenti, potrà anche comunicare il bisogno di un trasporto gratuito che sarà organizzato in seguito.


La vaccinazione è gratuita, efficace e ben tollerata, ma non obbligatoria, precisano entrambi i Comuni.

08.01.2021 ore 15:38
OMS, niente vaccino Pfizer a chi è allergico ai componenti o in gravidanza

Il vaccino Pfizer-Biontech non dovrebbe essere dato a chi ha precedenti di allergie a qualcuno dei componenti, e anche le donne in gravidanza dovrebbero considerare l’ipotesi di immunizzarsi solo se sono particolarmente a rischio Covid. Lo scrive l’OMS in una raccomandazione appena pubblicata.

08.01.2021 ore 15:37
L'Iran mette al bando i vaccini statunitensi e britannici

L’ayatollah Ali Khamenei, guida suprema dell’Iran, ha vietato l’importazione nel paese di vaccini prodotti in Gran Bretagna o Stati Uniti, che potrebbero essere usati “per contaminare” il paese. “Non ci possiamo fidare”, afferma Khamenei sul suo profilo twitter in inglese, nemmeno dei francesi, citando l’esempio dello scandalo del sangue contaminato con il virus dell’HIV che era stato fornito negli anni ‘80 e ‘90 e che aveva contagiato centinaia di iraniani.

Sono dunque banditi dal paese i prodotti di AstraZeneca, Moderna e Pfizer, i tre di cui si sta iniziando la somministrazione in Occidente.

08.01.2021 ore 15:32
La Francia autorizza il vaccino Moderna

Il vaccino contro il Covid-19 messo a punto da Moderna “può essere utilizzato dalle persone di 18 anni e più, compresi i più anziani, in considerazione della sua efficacia e del suo profilo di tolleranza globalmente soddisfacente”: questo il verdetto dell’autorità sui farmaci francese, che dà dunque luce verde alla somministrazione del prodotto, già approvato mercoledî dall’EMA europea. Moderna diventa il 2/o vaccino a poter essere utilizzato in Francia dopo quello di BioNTech/Pfizer, che aveva avuto il vial libera il 24 dicembre.

08.01.2021 ore 14:59
Una soluzione per le piccole e medie imprese

Aiuti che tardano ad arrivare, PMI in difficoltà. Per accelerare le procedure, ecco la soluzione preconizzata dalla task force e applicata da Turgovia

"Meglio la soluzione turgoviese"

Aiuti alle imprese, l'economista Brülhart: tornare ai prestiti per aiutare più in fretta e decidere alla fine della crisi quanto deve essere restituito

08.01.2021 ore 14:43
Allerta ospedaliera dichiarata a Londra

Il sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan, ha proclamato oggi un’allerta ospedaliera nella capitale britannica, a causa del dilagare dei ricoveri legati alla diffusione di una variante più aggressivamente contagiosa del Covid. Khan ha evocato una situazione da “incidente grave”, avvertendo che “la diffusione del virus” appare al momento “fuori controllo” nell’area metropolitana.

08.01.2021 ore 14:41
La geografia del contagio

È di 518 casi ogni 100’000 abitanti negli ultimi giorni l’incidenza dei contagi in Svizzera, secondo i dati aggiornati dell’UFSP. Il valore è sostanzialmente immutato rispetto a giovedì. In Ticino scende da 846 a 825 ma resta il cantone maggiormente colpito, davanti a Glarona (dove si registra un forte incremento delle infezioni), San Gallo e Lucerna. Sempre sotto la media nazionale invece i Grigioni, con 493 casi ogni 100’000 abitanti nelle ultime due settimane.

08.01.2021 ore 13:58
Berna in quarantena, cambia il calendario del Lugano

Il Lugano scambia il Berna col Davos

Orsi in quarantena, le sfide delle prossime due domeniche saranno coi grigionesi

08.01.2021 ore 13:41
In Svizzera altri 3'220 contagi e 75 decessi

L’Ufficio federale della sanità pubblica ha registrato nelle ultime 24 ore 3’220 nuovi contagi da coronavirus, per un totale di 477’983 da inizio pandemia. I nuovi decessi sono 75, quelli complessivi 7’583. In ospedale sono state ricoverate altre 166 persone.

Stando ai dati disponibili sul sito dell’UFSP - aggiornati in questo caso a giovedì - è occupato il 76% dei posti in terapia intensiva della Confederazione. Oltre la metà dei pazienti ricoverati in queste unità è affetto da COVID-19. I cantoni dove la situazione più critica sono Friburgo, Zurigo, Vallese, Zugo, Svitto, Argovia e Basilea Campagna, tutti con tassi superiori all’80% del Ticino. Nei Grigioni si è al 65%.

08.01.2021 ore 13:34
Via libera anche a Moderna nel Regno Unito

Il Regno Unito ha concesso l’autorizzazione a un terzo vaccino, quello di Moderna, di cui ha ordinato 17 milioni di dosi. Le forniture inizieranno tuttavia solo in primavera. L’agenzia per il farmaco di Londra aveva già dato il via libera ai prodotti di Pfizer-BioNTech e di AstraZeneca

08.01.2021 ore 13:32
Forniture di Moderna all'UE dalla prossima settimana

“La consegna delle dosi dei vaccini Moderna inizierà la prossima settimana” nell’Unione Europea, ha detto un portavoce della Commissione rispondendo a una domanda oggi, venerdì. Entro la fine del 2021 saranno completate anche le forniture del vaccino Pfizer, di cui Bruxelles ha fatto sapere in mattinata di aver ordinato 300 milioni di unità supplementari. Quando al prodotto di AstraZeneca, “ci aspettiamo che il dossier per il via libera al vaccino venga presentato la prossima settimana con una possibile conclusione a fine gennaio”, ha precisato la direttrice esecutiva dell’Agenzia europea del farmaco (EMA), Emer Cooke, parlando a una conferenza pubblica.

08.01.2021 ore 13:29
Tampone negativo per andare in Australia

L’Australia chiederà a tutti i passeggeri diretti nel Paese di presentare un test anti-Covid negativo prima dell’imbarco: lo ha annunciato oggi il premier Scott Morrison sottolineando che la misura servirà a ridurre il rischio di contagio della “variante inglese” del coronavirus. Lo riporta la CNN. Morrison ha inoltre reso noto che fino al 15 febbraio verranno dimezzate le quote per gli arrivi negli Stati di Nuovo Galles del Sud, Australia Occidentale e Queensland.

08.01.2021 ore 13:07
Sanità in difficoltà nel Regno Unito a causa del ceppo inglese

Gli ospedali nel Regno Unito sono sempre più in difficoltà a causa della cosiddetta variante inglese del coronavirus, che sta facendo impennare i contagi, che superano quotidianamente la soglia dei 50’000 casi, mentre il numero dei decessi arriva ogni giorno il migliaio. E ora preoccupa anche la presenza della variante sudafricana.


La corrispondenza da Londra è di Giancarlo Ciccone

RG 12.30 dell'08.01.2021 La corrispondenza di Giancarlo Ciccone
08.01.2021 ore 13:02
Nuovi poteri al Governo in Svezia

Confrontata a una forte seconda ondata, con un’incidenza di contagi superiore anche a quella svizzera e che la pone fra i paesi maggiormente colpiti dalla pandemia in Europa in questo momento, la Svezia si è dotata di una nuova legge per contrastare il COVID-19. Il Parlamento ha votato un testo che conferissce al Governo, per esempio, il potere di imporre la chiusura di ristoranti e commerci. L’Esecutivo non ha ancora precisato come e quando intende usufruire di questi nuovi strumenti.

I nuovi casi nelle ultime 24 ore nel paese sono stati 7’187, i morti 171.

08.01.2021 ore 12:11
Truffatore con falso vaccino: caccia all'uomo a Londra

È caccia all’uomo nel sud-ovest di Londra dopo che un individuo non ancora identificato ha iniettato a una donna di 92 anni un falso vaccino anti-Covid, facendosi pagare 160 sterline (poco più di 190 franchi). Ne dà notizia la BBC online, secondo cui il fatto è avvenuto a Surbiton, sobborgo della capitale britannica: l’anziana, che ha subito controlli ospedalieri, sta bene. “Il sospetto deve essere catturato il prima possibile perché potrebbe mettere a rischio la vita di altre persone”, ha affermato Kevin Ives, ispettore della City of London Police, definendo il gesto “ignobile”. Secondo la ricostruzione, la vittima ha permesso all’uomo di entrare in casa sua nel pomeriggio del 30 dicembre, dopo che l’individuo aveva detto che era dell’Nhs, il servizio sanitario pubblico, e lì per somministrare il vaccino contro il Covid-19, come prevede la vasta campagna sanitaria organizzata nel Regno. Il sospetto, ripreso dalle telecamere a circuito chiuso della zona, dopo aver ricevuto il denaro dalla donna ha detto che le sarebbe stato rimborsato dall’Nhs. Non si sa se all’anziana sia stata iniettata o meno qualche sostanza: non sono stati riscontrati dai medici effetti nocivi.

08.01.2021 ore 12:08
Ceppo inglese e sudafricano: in tutto 88 casi in Svizzera

In Svizzera e nel Liechtenstein sono ormai 88 i casi di varianti britannica e sudafricana del coronavirus. Lo ha dichiarato a Keystone-ATS l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Si tratta di un aumento notevole, considerando che due giorni fa il numero di contagiati era 37. I casi sono emersi in 11 cantoni e nel Principato. Un incremento particolarmente marcato si è segnalato nel canton Berna, dove nel giro di 24 ore si è passati da quattro a 18 casi. Berna è così anche al primo posto di questa sgradita classifica, seguita da Ginevra (16 casi) e Zurigo (13, fino a ieri solo sette). Più tranquilla la situazione in Vallese (7), Ticino (4), a San Gallo (4), nei Grigioni (3) e nel Liechtenstein (3). Le nuove varianti del virus, secondo gli esperti, non sono più pericolose ma molto più contagiose.

08.01.2021 ore 11:25
Prima squadra ciclistica vaccinata

Alla formazione con base negli Emirati Arabi diretta da Mauro Gianetti il vaccino è stato somministrato ad Abu Dhabi. Usato un prodotto cinese

La UAE di Gianetti tutta vaccinata

Coronavirus, la formazione degli Emirati Arabi Uniti ha utilizzato un prodotto cinese

08.01.2021 ore 11:10
Variante inglese in Ticino

Le analisi svolte su alcuni casi sospetti hanno permesso di confermare che la “variante inglese” del coronavirus è arrivata anche in Ticino. I casi accertati sono tre, secondo quanto reso noto dal Dipartimento della sanità e della socialità. Un primo contagio con variante sudafricana era invece stato confermato già il 1° gennaio.

Il ceppo inglese anche in Ticino

Identificati tre casi. Merlani: "Hanno generato pochi contatti stretti, che sono stati subito tracciati"

08.01.2021 ore 10:22
Per l'UE altri 300 milioni di dosi di vaccino Pfizer

“Al momento abbiamo accesso a 300 milioni di dosi del vaccino Pfizer. La buona notizia è che ora abbiamo concordato di estendere il contratto con Pfizer e ora potremmo acquistare fino a 300 milioni di dosi aggiuntive di questo vaccino, così raddoppieremo le dosi del vaccino Pfizer”. Lo ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen nel corso di un punto stampa a Bruxelles.”

08.01.2021 ore 10:21
Quattro nuovi decessi nelle case anziani

Nelle case anziani ticinesi sono stati riscontrati 25 nuovi casi di positività, che portano a 177 i casi attualmente attivi in 19 dei 68 istituti del cantone. Negli altri il virus non è al momento presente. In 30 sono stati dichiarati guariti. Quattro nuovi decessi portano a 351 i morti di COVID-19 da inizio pandemia, secondo i dati diffusi dall’ADICASI. Altri 991 residenti sono deceduti nello stesso periodo di tempo per altre cause.

08.01.2021 ore 10:02
Ticino, 177 contagi e 6 morti

In Ticino sono stati registrati nelle ultime 24 ore 177 nuovi contagi e 6 decessi per COVID-19. Salgono a 53 i pazienti in cure intense, i ricoverati in ospedale sono in tutto 366 (-1). I nuovi ricoveri sono 34, le dimissioni 33. Secondo il dato aggiornato a giovedì, le persone in isolamento nel cantone sono 1’435 e quelle in quarantena 2’065.


Il bilancio complessivo da inizio pandemia supera i 25’000 casi (25’020) e si attesta a 831 decessi.

08.01.2021 ore 10:00
In Russia 23'000 contagi e 400 morti

La Russia ha registrato nelle ultime 24 ore 23’652 contagi, 5’000 dei quali a Mosca, e 454 decessi. Il bilancio complessivo si aggrava a 3,35 milioni di infezioni e 60’911 morti accertati, che pongono il paese all’ottavo posto mondiale

08.01.2021 ore 09:07
Aumentano i senza lavoro in Svizzera

La disoccupazione è salita al 3,5% in dicembre

Cresce la disoccupazione in Svizzera

In dicembre i senza lavoro sono passati dal 3,3 al 3,5% su base nazionale

08.01.2021 ore 08:33
Scuole reclute scaglionate

Nei prossimi mesi l’Esercito svizzero porrà l’accento sulla gestione della pandemia, si legge in un comunicato diffuso oggi, venerdì. Di conseguenza nel primo trimestre 2021 avranno luogo primariamente corsi di ripetizione comprendenti formazioni che possono fornire un contributo nella lotta al coronavirus. Circa due terzi del totale è stato semplicemente rimandato. Dall’altro, per una parte delle quasi 12’000 reclute attese, la scuola reclute inizierà il 18 di gennaio con una formazione a distanza.

Affinché all’entrata in servizio coloro che dovessero risultare positivi al test del coronavirus possano essere assistiti in maniera ottimale e si possano attuare le relative misure d’isolamento e di quarantena, l’entrata in servizio fisica ha luogo in modo scaglionato. Tutti i quadri entrano in servizio come previsto l’11 gennaio. In una prima fase il 18 gennaio 2021 entreranno in servizio tra le altre le reclute delle scuole sanitarie e d’ospedale affinché possano assolvere rapidamente la loro istruzione di base e siano disponibili per eventuali impieghi a favore delle autorità civili. In una seconda fase, l’8 febbraio 2021, entreranno in servizio fisicamente nelle caserme le altre reclute.

Scuola reclute "a distanza"

L'esercito si adegua alla pandemia. L'entrata in servizio fisica avverrà scaglionata, rinviati due terzi dei corsi di ripetizione

08.01.2021 ore 07:42
Grigioni: 60 casi e due morti. Calano i pazienti in ospedale

Sono 60 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore nei Grigioni (8’685 è il nuovo totale). Nel cantone, altre due persone sono morte di COVID-19 (ora da inizio pandemia sono 147). I casi attivi sono 631 (-26), le persone in quarantena 706. Il numero dei pazienti in ospedale scende di 9 unità a 37, 5 dei quali in terapia intensiva (-3)

08.01.2021 ore 07:39
Quattromila morti in un giorno negli Stati Uniti

Sono 4’000 - 3’998 per la precisione - i decessi registrati giovedì negli Stati Uniti secondo il conteggio della Johns Hopkins University. Altre fonti danno addirittura per superata questa soglia. Si tratta in ogni caso di un primato assoluto da inizio pandemia. Il bilancio complessivo è ormai di 365’000 morti e oltre 21 milioni e mezzo di contagi, 265’000 dei quali rilevati nelle ultime 24 ore. Negli ospedali statunitensi si trovano 132’000 pazienti malati di COVID-19.

08.01.2021 ore 07:36
Test negativo per andare in Inghilterra

Tutti i viaggiatori in arrivo in Inghilterra, compresi i residenti di ritorno, dalla prossima settimana settimana presentare un test negativo effettuato nelle ultime 72 ore. E anche in questo caso, se provenienti da paesi considerati a rischio, sarà imposta loro una quarantena di dieci giorni.

La misura sarà “al più presto” applicata anche in Scozia ed è allo studio anche per Galles e Irlanda del Nord. Lo ha annunciato il ministro dei Trasporti, Grant Shapps, secondo quanto riporta la BBC.

08.01.2021 ore 07:34
Primi test: vaccino Pfizer efficace per la variante inglese

Secondo primi studi, ancora da certificare, realizzati da Pfizer in collaborazione con l’Università del Texas, il vaccino della casa statunitense e di BioNTech è efficace anche contro la cosiddetta variante inglese e sudafricana del coronavirus, che presenta mutazioni della proteina “spike”. “Abbiamo testato 16 mutazioni e nessuna ha avuto un effetto significativo”, ha detto uno degli autori, che però è prudente: questo non significa che non possano presentarsi altre mutazioni in futuro contro le quali il virus potrebbe non funzionare.

08.01.2021 ore 07:31
I numeri tedeschi

L’Istituto Robert Koch ha confermato 31’849 casi nelle ultime 24 ore in Germania, per un totale di 1,866 milioni da inizio pandemia. I morti sono complessivamente quasi 39’000

08.01.2021 ore 07:27
Superati i 200'000 morti in Brasile

Con i 1’524 decessi accertati giovedì, il Brasile ha superato la soglia dei 200’000 da inizio pandemia. È il secondo paese più colpito dalla pandemia dopo gli Stati Uniti

08.01.2021 ore 07:24
Confinamento "express" a Brisbane

Dopo che un dipendente di un albergo che accoglie persone messe in quarantena ha contratto la variante inglese del coronavirus, la città australiana di Brisbane ha ordinato un confinamento a casa immediato e per tre giorni dei due milioni di persone dell’area urbana