Rispetta la distanza di sicurezza
Un ritorno alla normalità, ma non senza dimenticare di applicare le misure Ti-Press
Momenti chiave
29.04.2020 ore 00:06
28.04.2020 ore 22:57
28.04.2020 ore 21:33
28.04.2020 ore 13:31
28.04.2020 ore 10:21
28.04.2020 ore 08:36
28.04.2020 ore 07:16

In fila verso la normalità

La ripresa di varie attività accompagnata da diversi assembramenti - Altri 5 decessi in Ticino e un centinaio di nuovi contagi a livello nazionale
martedì 28 aprile 2020 07:22

La prima fase dell'uscita dal lockdown lunedì in Svizzera è stata accompagnata da un deciso aumento degli spostamenti, verso i luoghi di lavoro, ma soprattutto verso le aree in cui si concentrano le attività commerciali. Nel primo giorno di riapertura tantissime persone si sono ritrovate in coda per accedere ai centri di bricolage e giardinaggio, ma anche ai drive in del più noto dei fast food dove si sono registrate colonne fino a tarda sera.

Intanto altre 5 persone hanno perso la vita in Ticino a causa della pandemia. È quanto emerge dagli ultimi dati forniti stamani dall'autorità cantonale. Registrati, inoltre, altri 7 casi accertati di infezione, che portano così il numero complessivo a 3'176.

A livello nazionale, sono quindi arrivate conferme concernenti un altro centinaio di contagi. Si attesta quindi a 29'264 il numero complessivo delle infezioni accertate finora in Svizzera.

La cronaca di lunedì

L'effetto dell'allentamento delle chiusure imposte per contrastare la pandemia che ha riguardato parrucchieri, centri estetici, fisioterapisti, osteopati e studi di tatuaggi, veterinari, dentisti, medici e ospedali si è avvertita anche sulle strade un po' di tutta la Confederazione dove lunedì si registravano 29'164 contagi e 1'353 decessi.

In Ticino, i dati provvisori, indicano che sui principali assi della rete cantonale (ile cifre delle autostrade non sono al momento disponibili) vi è stato un aumento del traffico rispetto allo stesso giorno della settimana precedente di circa il 40-50% sia nel Sotto che nel Sopraceneri. Il traffico è cresciuto anche ai valichi con l'Italia. Per evitare le colonne gli ambienti economici chiedono di aprirne altri.

I dati sempre aggiornati

di Diego Moles, Elena Boromeo, Alex Ricordi, Fabio Dotti e Dario Lanfranconi

29.04.2020 ore 00:06
Appello per salvare i grotti

Le sezioni regionali di GastroTicino lanciano un nuovo appello ai comuni per chiedere aiuti mirati per la ristorazione nella crisi coronavirus

“Aiutateci a salvare i grotti”

Le sezioni regionali di GastroTicino lanciano un nuovo appello ai comuni per chiedere aiuti mirati per la ristorazione nella crisi coronavirus

28.04.2020 ore 23:33
Fitch taglia rating dell'Italia, "pesa il virus"

L’agenzia Fitch ha tagliato il rating dell’Italia a BBB-, anche a causa dell’impatto del coronavirus sul Paese. Sotto questo livello - ma l’outlook indicato oggi è “stabile” - si scende a BB+ che è il primo rating di “non investimento”, considerato “speculative grade”.

28.04.2020 ore 23:14
Frode sulle mascherine, indagata Irene Pivetti

L’ex presidente della Camera italiana, Irene Pivetti, è indagata per frode in commercio: è accusata di aver importato dalla Cina mascherine “con certificato falso e non sicure”. Irene Pivetti era stata eletta nelle fila della Lega.

28.04.2020 ore 22:57
La rivincita del plexiglas

È il materiale del momento. Trasparente e flessibile, il plexiglas va a ruba. È impiegato per costruire i pannelli divisori che consentiranno a tanti uffici di ripartire. Guarda il servizio del Quotidiano

28.04.2020: Tempo di plexiglas
28.04.2020 ore 22:48
"Tutto aperto? 430'000 in terapia intensiva"

Il report che ha convinto il premier italiano Conte a muoversi gradualmente - “La sola riapertura delle scuole porterebbe 48’000 in rianimazione da oggi a fine anno”


"Tutto aperto? 430'000 in intensiva"

Il report che ha convinto il premier italiano Conte a muoversi gradualmente - "La sola riapertura delle scuole porterebbe 48'000 in rianimazione da oggi a fine anno"

28.04.2020 ore 22:19
"Il coronavirus non è la spagnola"

Il responsabile malattie infettive dell’Ente Ospedaliero cantonale Enos Bernasconi si esprime sul rischio di una seconda ondata epidemica

"Il coronavirus non è la spagnola"

Il responsabile malattie infettive dell'Ente Ospedaliero cantonale Enos Bernasconi si esprime sul rischio di una seconda ondata epidemica

28.04.2020 ore 21:33
Ripartenza graduale in Francia

Il Governo francese ha presentato i dettagli della fase due, per la ripresa della vita sociale ed economica dopo il confinamento per contrastare la diffusione del coronavirus.

La Francia riparte a piccoli passi

Al via la fase due dall'11 maggio, ma la ripresa sarà graduale e basata sui dati dei contagi che si riscontreranno

28.04.2020 ore 21:09
Virus, paura anche per i bimbi. Una malattia colpisce le arterie

Si diffonde una malattia rara che infiamma le arterie del cuore. Possibili collegamenti con il Coronavirus; a Bergamo in un mese tanti casi come negli ultimi 3 anni

Virus, paura anche per i bimbi

Si diffonde una malattia rara che infiamma le arterie del cuore. Possibili collegamenti con il Coronavirus; a Bergamo in un mese tanti casi come negli ultimi 3 anni

28.04.2020 ore 21:07
Le località più colpite dal coronavirus

Ecco dove sono stati verificati i casi di positività in Ticino e nel Moesano - Le località con più test: Chiasso e Brissago - Grono e Cama i più contagiati rispetto alla popolazione

Le località più colpite dal coronavirus

Ecco dove sono stati verificati i casi di positività in Ticino e nel Moesano - Le località con più test: Chiasso e Brissago - A Grono più contagiati rispetto alla popolazione

28.04.2020 ore 19:53
App per il tracciamento in funzione da maggio nei Grigioni

Tra l’inizio e la metà di maggio saranno in funzione nei Grigioni due App per tracciare le persone contagiate. Il medico cantonale retico, la dottoressa Marina Jamnicki ha spiegato un po’ il funzionamento: ”Useremo una banca dati elettronica, che assieme a un’App faciliterà la comunicazione tra l’Ufficio di igiene pubblica e le persone in isolamento e quarantena. Il Cantone riceverà un messaggio quando una persona si ammalerà e a questa verranno chiesti i contatti che ha avuto con terzi. Il malato andrà in isolamento e le altre persone in quarantena. Verranno costantemente contattate per sapere come stanno. Pensiamo di doverci occupare di circa 150 persone”.

Grigioni Sera del 28.04.2020 L'intervista al medico cantonale retico Marina Jamnicki
28.04.2020 ore 18:36
Superati i 200'000 casi totali in Italia

L’Italia ha superato la soglia dei 200’000 contagiati totali. Ad oggi sono infatti 201’505, con un incremento rispetto a lunedì di 2’091. Il dato è stato reso noto dalla Protezione civile. Si conferma il calo dei malati per coronavirus: sono complessivamente 105’205, 608 meno nelle ultime 24 ore. Sono invece 382 i decessi in più (27’359 totali). Ad oggi sono stati effettuati 1’846’934 tamponi che hanno riguardato complessivamente 1’274’871 persone.

28.04.2020 ore 17:51
Frequenza facoltativa alle scuole dell'infanzia ticinesi

Terreno d’intesa tra DECS e comuni per le sedi comunali: per prime e seconde elementari possibile deroga alla frequenza, che sarà facoltativa per gli asili.

Scuole, niente frequenza all’asilo

Terreno d’intesa tra DECS e comuni per le sedi comunali: per prime e seconde elementari possibile deroga alla frequenza

28.04.2020 ore 17:19
Le Commissioni raccomandano l'approvazione del pacchetto di aiuti per 55 miliardi di franchi

Dopo la commissione delle finanze del Consiglio Nazionale la settimana scorsa, anche l’omologa degli Stati (CdF-S) raccomanda l’approvazione dei crediti proposti dal Consiglio federale in relazione all’emergenza legata al Covid-19 per circa 55 miliardi di franchi. La CdF-S, ha approvato perlopiù all’unanimità o con larga maggioranza i crediti proposti dal Consiglio federale, dando così seguito alle proposte delle altre Commissioni.

28.04.2020 ore 16:22
Clariant dona 80 tonnellate di disinfettante al mese

Clariant donerà circa 80 tonnellate di disinfettanti al mese alle autorità federali per sostenerle nella lotta al coronavirus. Il materiale verrà distribuito, con l’aiuto della farmacia dell’esercito, a istituzioni mediche della Svizzera. Tutti i costi per la produzione e la consegna verranno assunti dall’azienda chimica.

28.04.2020 ore 16:19
La Ligue 1 francese non riprenderà

I campionati di calcio francesi di Ligue 1 e 2 non riprenderanno e non si tornerà a giocare prima del mese di agosto. Lo ha annunciato il Premier francese, Edouard Philippe, presentando in parlamento il piano della riapertura dall’11 maggio.

28.04.2020 ore 16:07
Portogallo, ritorno alla normalità dal 3 maggio

Il Portogallo metterà fine allo stato d’emergenza, in vigore dal 18 marzo, il prossimo 3 maggio. Lo ha annunciato il presidente Marcelo Rebelo de Sousa durante una conferenza stampa sulla crisi del coronavirus. “Prevediamo che in futuro non sarà necessario ricorrere nuovamente allo stato di emergenza, in caso contrario la cosa sarà ponderata”, ha spiegato il capo dello Stato.

28.04.2020 ore 15:52
Migros non potrà vendere libri nei cantoni di Ginevra e Vaud

Nel canton Ginevra la giustizia ha ordinato a Migros di non vendere più libri all’interno dei suoi negozi nei cantoni di Ginevra e Vaud, in conformità con l’ordinanza federale del 13 marzo contro la diffusione del coronavirus. La giustizia ginevrina ha dato seguito a una denuncia penale delle librerie Payot, che accusano Migros di concorrenza sleale in questo ambito. Secondo l’ordinanza federale, i libri non fanno parte dei beni di consumo quotidiano e quindi non possono essere venduti nei negozi.

28.04.2020 ore 15:51
Locarno, dal 30 aprile checkpoint alla palestra Peschiera

A partire dalle 13:00 del 30.04.2020 il centro di consultazione ambulatoriale dedicato alla visita e alla presa a carico di pazienti potenzialmente affetti da COVID-19 (Checkpoint) di Locarno sarà raggiungibile alla Palestra della Peschiera, presso il Centro Professionale Tecnico (CPT). Lo fa sapere con una nota lo Stato maggiore di condotta cantonale (SMCC).


Il centro ambulatoriale, a circa 200 metri dal Palazzetto FEVI che al momento ospita il Checkpoint, sarà aperto, come quelli già in esercizio, nei giorni feriali e in maniera eccezionale anche venerdì 1. Maggio. “Si ricorda che i pazienti possono accedere al Checkpoint solo dopo aver contattato il medico di famiglia, la hotline dell’Ordine dei Medici del Canton Ticino (OMCT), un Pronto Soccorso o il 144. Il numero di telefono di riferimento del Checkpoint Locarno rimane invariato: 079 644 76 12” conclude la nota.

28.04.2020 ore 15:36
Tredicesimo giorno senza morti in Cina

Nessun nuovo decesso per coronavirus è stato segnalato in Cina per il 13mo giorno consecutivo. Secondo quanto reso noto da Mi Feng, portavoce della Commissione Sanitaria Nazionale, i casi complessivi confermati hanno raggiunto quota 82’836. I morti sono invece 4’633 persone. Il portavoce ha inoltre segnalato che lunedì si è registrato il maggior numero di casi importati in un solo giorno.

28.04.2020 ore 15:17
Germania, mascherine obbligatorie nei negozi

Le mascherine saranno obbligatorie a partire da mercoledì in tutti i negozi della Germania. A Berlino l’uso era già obbligatorio nei trasporti pubblici ed è stato esteso anche ai punti vendita “per proteggere i commercianti”, ha spiegato l’amministrazione. La misura era già in vigore in altre regioni del Paese.

28.04.2020 ore 14:22
Il video sul coronavirus del ticinese Alessio Guidon ha vinto

Il 18enne di Sementina di Alessio Guidon ha vinto il concorso lanciato da SRF e TalentScreen “Easter-Challenge” che invitava i partecipanti a realizzare un cortometraggio sul tema “Non sono una star - Tiratemi fuori di qui” in relazione al confinamento vissuto a causa del coronavirus. Il filmato del ticinese che frequenta la quarta liceo intitolato “The Watch” (tutto prodotto in casa con il concorso dei familiari) è stato il più votato dalla giuria. Il premio del pubblico è invece andato a “Albtraum” di Maurus Held e Jan Müller.


28.04.2020 ore 13:53
Spagna, continua il trend al ribasso

La Spagna registra altri 301 morti legati al Covid-19. Si tratta di un numero al ribasso rispetto ai casi riportati negli ultimi giorni. Complessivamente i decessi nel paese sono 23’822.

28.04.2020 ore 13:31
Un aiuto per i media

Il crollo della entrate pubblicitarie provocato dall’emergenza coronavirus sta mettendo in seria difficoltà la situazione dei media. Per garantire la sopravvivenza di giornali, radio e TV, anche la commissione delle telecomunicazioni del Consiglio nazionale, come l’omologa degli Stati, chiede un aiuto transitorio della Confederazione di circa 65 milioni di franchi.

28.04.2020 ore 13:09
Vienna si appresta a rimuovere le restrizioni sugli spostamenti

L'Austria archivia il lockdown

Dal 1 maggio via libera agli spostamenti e assembramenti fino a dieci persone, dal 15 riapriranno i ristoranti

28.04.2020 ore 12:45
Ultimi dati da Berna, un centinaio di nuovi contagi

Sono 100 i nuovi casi di contagio da coronavirus accertati nelle ultime 24 ore in Svizzera. La tendenza ad un calo prosegue, se si considera che erano stati 167 e 217, rispettivamente domenica e sabato scorsi. Si attesta così a 29’264, in base agli ultimi dati dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), il numero complessivo delle infezioni finora registrate. Sempre stando ai dati dell’organismo federale, sono a tutt’oggi 1’380 le persone che hanno perso la vita a causa della malattia.

28.04.2020 ore 12:00
Gerusalemme, il coronavirus come strumento di pressione

Lo sceicco Akrama Sabri, ex Mufti di Gerusalemme, ha avvertito che potrebbe ordinare la riapertura della Moschea al-Aqsa chiusa da un mese per il coronavirus se Israele autorizzasse l’ingresso di israeliani nella Spianata delle Moschee. Lo ha riferito il sito QudsNews.

Con l’inizio del Ramadan si sono moltiplicate le richieste dei fedeli islamici di riaprire l’area sacra alle tre religioni monoteiste. Negli ultimi giorni, secondo la stampa locale, persone immerse in preghiera stazionano in strada, di fronte alle porte sbarrate e presidiate dalla polizia. Al momento tutte le moschee in Cisgiordania, a Gerusalemme est e a Gaza sono chiuse.

28.04.2020 ore 11:35
Parrucchieri soddisfatti della riapertura, ma alcuni non rispettano le regole

“La riapertura è andata bene” secondo il presidente di Coiffure Suisse Damien Ojetti che come tutti i colleghi elvetici lunedì è tornato al lavoro dopo sei settimane di chiusura. In una sola giornata sono stati generati alcuni milioni di franchi di fatturato. L’associazione è lieta che il settore, che conta circa 12’000 saloni, sia riuscito a riprendere l’attività e la grande maggioranza ha rispettato le regole. Tuttavia, “sembra che alcuni barbieri abbiano lavorato senza mascherina e non abbiano protetto a dovere i loro clienti”, si rammarica il presidente nazionale. Per questo motivo, è stato fatto un appello ai professionisti e ai cantoni per implementare i controlli.


Si torna a sforbiciare

Riaprono i parrucchieri: giro d’orizzonte tra alcuni saloni dalla Capriasca a Lugano

28.04.2020 ore 11:34
Mascherine, commerciante agli arresti

L’amministratore della Eclettica S.r.l.s. con sede legale a Turbigo è stato posto agli arresti domiciliari. L’indagato è accusato, nell’ambito dell’importazione di 72’000 mascherine protettive filtranti di tipo FFP2, di aver attestato falsamente in una dichiarazione di svincolo diretto che queste mascherine erano dirette alla Federazione italiana medici di medicina generale. Le indagini della guardia di finanza hanno però appurato che buona parte di queste mascherine erano destinate a una diversa società avente per oggetto l’ideazione di campagne pubblicitarie. A seguito di ulteriori accertamenti è stato inoltre appurato che l’indagato non era alla sua prima operazione di questo genere.

28.04.2020 ore 11:26
UNIA: "Manca concetto di protezione per i negozi"

Nelle prossime settimane, centinaia di migliaia di dipendenti torneranno a lavorare nel commercio, con la riapertura dei negozi in Svizzera. Eppure, afferma UNIA in una nota diramata stamattina, in interi settori, come la vendita al dettaglio, manca ancora un piano di protezione. “L’associazione Swiss Retail rifiuta di emanare un concetto di protezione vincolante. Nella maggior parte dei negozi, i dipendenti non sono ancora stati consultati, contrariamente a quanto previsto dalla legge”, scrive il sindacato. Il Consiglio federale, nei giorni scorsi, aveva demandato ai singoli settori la messa a punto di un piano per la riapertura delle attività in sicurezza.

28.04.2020 ore 11:25
Crisi coronavirus e pigioni: proposta di rinuncia a favore del piccolo commercio

L’Associazione Immobiliare Svizzera (AIS), che rappresenta gli interessi degli investitori istituzionali in campo immobiliare propone di rinunciare all’affitto per le piccole aziende che hanno dovuto chiudere a causa della pandemia di coronavirus.

Una decisione in merito spetta ora alle Camere. La proposta in questione,che è stata intanto trasmessa alla commissione dell’economia degli Stati, prevede l’esenzione dal pagamento per due mesi a beneficio delle piccole imprese e dei lavoratori autonomi il cui affitto lordo non supera i 5’000 franchi mensili.

Le ditte interessate dal blocco delle attività imposto dall’emergenza sono attualmente in gradio di coprire i salari, grazie alle indennità di lavoro ridotto, ma non di pagare gli affitti. A fine marzo il Consiglio federale ha deciso di prolungare da 30 a 90 giorni i termini di pagamento delle pigioni in caso di mora.

28.04.2020 ore 11:15
Grigioni, i decessi sono saliti a 44

Il bilancio del Covid-19 si è ulteriormente aggravato nel corso delle ultime 24 ore anche nei Grigioni. L’ultimo aggiornamento della situazione indica che i decessi dall’inizio della pandemia sono 44. I contagiati ora sono 806. Le persone ricoverate in ospedale sono 29.


28.04.2020 ore 10:42
Spiagge affollate, la California rafforza i controlli

Il governatore della California, Gavin Newsom, prevede di inasprire ulteriormente le norme per il contenimento del coronavirus. Gli assembramenti registrati su diverse spiagge lo scorso fine settimana mettono a repentaglio i progressi che sarebbero stati fatti nella lotta contro la pandemia. L’allentamento delle restrizioni potrebbe così slittare di settimane.

28.04.2020 ore 10:38
La Russia si avvicina ai 100'000 contagi

In Russia nelle ultime 24 ore sono stati registrati 6’411 nuovi casi di coronavirus raggiungendo così un totale di 93’558. I morti sono stati invece 72, per un totale di 867. A Mosca i casi sono saliti di 3’075 unità, fino a 48’426. Lo fa sapere la task force nazionale, citata dalla Tass.

28.04.2020 ore 10:21
Altre 5 vittime in Ticino

Gli ultimi dati forniti dall’autorità cantonale fanno stato di 5 decessi in più in Ticino a causa del coronavirus. Nelle ultime 24 ore il bilancio delle vittime nel cantone è così aumentato da 311 a 316 morti. Sul fronte dei contagi si registra un altro lieve incremento con 7 casi supplementari, per un totale di 3’176 casi dall’inizio dell’emergenza. Ancora in aumento il numero dei pazienti dimessi dopo aver contratto la patologia: 3 in più, per un totale ora di 712 persone


28.04.2020 ore 09:56
Regno Unito, morti sospette tra i bambini

Nel Regno Unito, alcuni bambini privi di altre patologie sono morti in seguito a disturbi respiratori gravi, che secondo i ricercatori potrebbero essere riconducibili al Covid-19. Lo ha dichiarato stamattina il segretario di Stato per la salute, Matt Hancock. Esperti britannici e italiani stanno indagando sul possibile legame tra la pandemia di coronavirus e casi di disturbi infiammatori gravi tra i bambini che si presentano in ospedale con febbre alta e arterie gonfie. Nel Nord Italia, come riporta la Reuters, è stato registrato un numero insolitamente alto di bambini con meno di nove anni che riportano sintomi simili associabili alla malattia di Kawasaki, più comune in Asia. Al momento, tuttavia, gli esperti sostengono che non è possibile dimostrare un legame tra questa patologia e il coronavirus.

28.04.2020 ore 09:27
Aiuti miliardari per Swiss e altre aziende aereonuatiche

Swiss e altre aziende del settore aeronautico, come il controllore aereo Skyguide o l’operatore di terra Swissport, riceveranno miliardi di aiuti pubblici. Secondo i giornali del gruppo Tamedia la sola Swiss otterrà 1,5 miliardi. Il denaro arriverà sotto forma di prestiti bancari, garantiti dalla Confederazione. Il rimborso dipenderà dagli utili futuri della compagnia. Il Governo federale può concedere questi aiuti sulla base dell’ordinanza sul traffico aereo.

28.04.2020 ore 09:23
SAS taglia 5'000 impieghi: il 40% della forza lavoro

La compagnia aerea scandinava SAS ha annunciato la volontà di sopprimere circa 5’000 impieghi a causa della pandemia di coronavirus, apri al 40% della forza lavoro. La società prevece che ci vorranno alcuni anni prima che la domanda ritorni ai livelli precedenti. In Svezia saranno cancellati 1’900 posti a tempo pieno, in Norvegia 1’300 e in Danimarca 1’700.

28.04.2020 ore 09:18
Nuova campagna contro la violenza domestica

Nonostante l’aumento del rischio di violenza domestica dovuto all’emergenza coronavirus, i cantoni al momento non registrano una crescita significativa delle segnalazioni. Gli specialisti, tuttavia, temono che le vittime non chiedano aiuto a causa delle restrizioni alla libertà di movimento. Per questo, la Confederazione ha deciso di lanciare una vasta campagna di affissioni, con il coinvolgimento delle associazioni di categoria dei farmacisti, dei droghieri, dei panettieri e confettieri. “In Svizzera la violenza domestica è un problema diffuso indipendentemente dalla pandemia. - ricorda una nota diffusa oggi da Berna - La metà degli omicidi è commessa tra le mura di casa. Soltanto l’anno scorso la polizia ha registrato 19 669 reati di violenza domestica”. In caso di aggressioni, ecco cosa fare.

28.04.2020 ore 08:59
Germania, sale il tasso di infezione

Il tasso di infezione in Germania, dopo le prime aperture (il 20 aprile), ha di nuovo raggiunto la soglia dell’1,0. Lo ha annunciato lunedì l’Institut Robert Koch, responsabile nel sorvegliare l’evoluzione della pandemia nel paese. Cosa significa? Vuole dire che ogni persona positiva al coronavirus ne infetta un’altra. E’ la prima volta che il tasso sale. Si era fermato allo 0,7 durante la chiusura. Sono quasi 159’000 le persone contagiate e 6’126 quelle morte.

28.04.2020 ore 08:36
Covid-19: sei sintomi in più

Negli Stati Uniti i Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) hanno aggiunto sei sintomi alla loro lista sul Covid-19, suggerendo che gli esperti stiano acquisendo ulteriori informazioni nel corso della pandemia. In precedenza, l’agenzia sanitaria americana aveva elencato solo tre sintomi: fiato corto, tosse e febbre. Ora l’elenco si è stato allungato da: brividi, ripetuti tremori con brividi, dolori muscolari, mal di testa, mal di gola, perdita di gusto e olfatto.

28.04.2020 ore 07:48
USA: un milione di contagi, ma prime riaperture

Negli USA, dove si contano ormai un milione di casi di coronavirus (su circa cinque milioni di tamponi effettuati) e oltre 56’000 morti, diversi Stati hanno iniziato ad allentare le restrizioni. In Tennessee ieri hanno riaperto i ristoranti, in Texas venerdì prossimo sarà la volta di centri commerciali, bar e cinema, mentre in Ohio le aziende manifatturiere torneranno a lavoro dalla prossima settimana. Intanto, però, nello Stato di New York, che è quello più colpito dall’epidemia, è stata presa la decisione senza precedenti di annullare le primarie presidenziali previste per il 23 giugno.

La corrispondenza di Emiliano Bos dal radiogiornale delle 7.00

RG 07.00 del 28.04.20 - La corrispondenza di Emiliano Bos
28.04.2020 ore 07:22
Traffico in aumento su tutta la rete stradale ticinese

I dati provvisori dei rilevamenti del traffico sulla rete cantonale ticinese disponibili sul sito OASI indicano che lunedì il numero dei veicoli in transito è aumentato all’incirca del 40-50% rispetto allo stesso giorno di una settimana prima. La crescita è stata in parte imputabile al ritorno al lavoro di alcune categorie professionali (parrucchieri, estetiste, fisioterapisti, osteopati, studi di tatuaggi, veterinari, dentisti, medici e ospedali) e all’aumento degli addetti impiegati dall’edilizia e dall’industria. Ma si è fatto sentire anche l’effetto della corsa agli acquisti presso i centri del fai da te e di giardinaggio.

Ticino, riparte anche il traffico

Alla frontiera passaggi aumentati del 28% - Bagnovini: “Bisogna aprire altri valichi” – Del Vecchio (Afd): “Controlli sistematici e personale limitato”

28.04.2020 ore 07:16
Tanta voglia di fast food

Dopo un mese e mezzo di chiusura fino alla tarda sera di lunedì anche in Ticino si è assistito alla corsa al drive in della più nota catena di fast food.

Corsa all’hamburger in Ticino

McDrive presi d’assalto, con centinaia di auto incolonnate ai punti vendita