Le visite sono vietate, si sono cercate soluzioni alternative
Le visite sono vietate, si sono cercate soluzioni alternative (tipress)
Momenti chiave
24.04.2020 ore 19:56
24.04.2020 ore 18:43
24.04.2020 ore 18:35
24.04.2020 ore 18:12
24.04.2020 ore 17:21
24.04.2020 ore 17:10
24.04.2020 ore 16:02
24.04.2020 ore 15:40
24.04.2020 ore 15:18
24.04.2020 ore 14:04
24.04.2020 ore 13:54
24.04.2020 ore 12:53
24.04.2020 ore 12:45
24.04.2020 ore 11:32
24.04.2020 ore 11:27
24.04.2020 ore 11:21
24.04.2020 ore 11:16
24.04.2020 ore 11:08
24.04.2020 ore 11:04
24.04.2020 ore 10:34
24.04.2020 ore 10:33
24.04.2020 ore 10:30
24.04.2020 ore 10:23
24.04.2020 ore 09:32

Misure in due case per anziani

Il coronavirus è entrato in 29 dei 68 istituti ticinesi, causando finora 136 morti - In Svizzera 1'309 decessi in totale, in Ticino 299 e nei Grigioni 43
venerdì 24 aprile 2020 07:18

Sono saliti a 299, con un solo nuovo decesso, i morti in Ticino per coronavirus. Stando all'aggiornamento odierno, i casi sono 3'121, 15 in più della vigilia. I Grigioni hanno dato notizia dal canto loro di sei nuovi contagi, per un totale di 794 infettati, mentre il bilancio delle vittime resta fermo a 43. A livello federale, i decessi salgono a 1'309 e si registrano 181 nuove infezioni. In pochi mesi il nuovo coronavirus ha ufficialmente contagiato oltre 2,7 milioni di persone, facendo quasi 200'000 morti nel mondo.

Nelle case anziani ticinesi, è stato detto nella conferenza stampa delle 16.00 a Bellinzona interamente dedicata al tema, sono stati registrati finora 136 decessi. Il virus è entrato in 29 dei 68 istituti. Cinque casi sono monitorati mentre per due particolarmente critici sono stati ordinati dei provvedimenti. Fra gli ospiti, che sono quasi 4'700, sono stati registrati 911 casi sospetti: degli 817 tamponi effettuati, 441 sono risultati positivi.

La mortalità in Ticino ha subito un'impennata a partire dal 9 marzo 2020, con il diffondersi del Covid-19. Lo si evince dai dati settimanali sul movimento naturale della popolazione resi noti venerdì dall’Ufficio federale di statistica. Dagli stessi emerge che il picco è stato raggiunto tra il 30 marzo e il 5 aprile. Quest’anno nella settimana 14 vi sono stati 145 decessi, tutte le cause incluse, mentre dal 2015 al 2019 la media era stata di 65.

I dati sempre aggiornati

di Diego Moles, Fabio Dotti, Stefano Pongan, Enrico Campioni, Alex Ricordi, Ludovico Camposampiero e Sandro Pauli

24.04.2020 ore 22:51
Belgio: quattro tappe per uscire dalla quarantena

Oltre un mese dopo l’entrata in vigore delle restrizioni per contenere la pandemia di Covid-19, il Belgio pianifica l’uscita dalla quarantena. Quattro sono le date che scandiranno un primo ritorno alla normalità: il 4 maggio riaprirà un numero molto limitato di attività, ma per le aziende resta consigliato il telelavoro. L’attività fisica all’aperto sarà permessa con massimo due persone. L’11 maggio riapriranno le attività commerciali, seguendo restrizioni che devono ancora essere definite. Il 18 maggio ci sarà una riapertura graduale e parziale delle scuole, mentre solo a giugno potrebbe toccare a bar e ristoranti. Portare una mascherina o una protezione per naso e bocca sarà obbligatorio sui mezzi pubblici e sul luogo di lavoro quando non è possibile garantire le distanze di sicurezza.

24.04.2020 ore 22:15
Parigi in aiuto di Air France e Renault

La compagnia aerea francese Air France riceverà 7 miliardi di euro in prestiti bancari e statali per far fronte alla crisi causata dalla pandemia di nuovo coronavirus, ma la sua nazionalizzazione non è per ora prevista. Quattro miliardi saranno erogati dagli istituti di credito e saranno garantiti, per il 90%, dallo Stato, mentre 3 miliardi verranno erogati sotto forma di prestiti statali diretti.

Parigi in aiuto di Air France e Renault

Coronavirus: la compagnia aerea riceverà prestiti per 7 miliardi; il costruttore di automobili dovrebbe beneficiare di 5 miliardi per superare la crisi

24.04.2020 ore 21:10
"Iniezioni di disinfettante? Proposta sarcastica"

“Era una proposta sarcastica”: con queste parole Donald Trump si è difeso davanti ai giornalisti che gli chiedevano ragguagli sul suo suggerimento di iniezioni di disinfettante per trattare il coronavirus. Il presidente statunitense, attraverso la sua portavoce, ha poi accusato i media di riportare irresponsabilmente fuori contesto le sue affermazioni.

24.04.2020: Trump, disinfettante conto il virus
24.04.2020 ore 21:09
Miami senza omicidi da sei settimane

A Miami non sono stati registrati omicidi da sei settimane, più o meno da quando è scoppiata l’emergenza coronavirus. Un fatto che non avveniva dal 1964. Nonostante le norme restrittive che hanno svuotato le strade della città della Florida, i criminali non ne stanno approfittando: il capo della polizia di Miami, Jorge Colina, ha spiegato che non solo non è stato commesso nessun crimine violento, ma neppure nessun omicidio.

24.04.2020 ore 21:06
Covid-19 su Facebook, raggiunte 2 miliardi di persone

l centro informazioni sul Covid-19 presente su Facebook, che raccoglie notizie da governi e autorità sanitarie, ha raggiunto 2 miliardi di persone, e ha registrato oltre un miliardo di pagine viste. Lo ha detto il Ceo Mark Zuckerberg, in diretta sul social per presentare novità sui prodotti. Zuckerberg ha ricordato le azioni messe in campo per contrastare il coronavirus e la disinformazione, come le iniziative per aiutare le autorità sanitarie, ad esempio con l’uso dei dati aggregati in possesso della compagnia; il sostegno economico alle Pmi e agli editori locali, e le misure per tutelare i propri dipendenti.

24.04.2020 ore 19:56
Francia, più di 22'000 morti

Il bilancio delle vittime della pandemia in Francia, dopo altri 389 decessi registrati nelle ultime 24 ore, sale a 22’245 morti. In evidenza, da 16 giorni a questa parte, è tuttavia anche una diminuzione del numero dei pazienti ospedalizzati, segnatamente nei reparti di rianimazione: oggi, come ha sottolineato il direttore generale della sanità pubblica Jérôme Salomon, erano 4’870 i casi gravi curati nelle unità di rianimazione. Ossia 183 in meno rispetto alla giornata di ieri.

24.04.2020 ore 18:43
Un'estate senza colonia?

Si sta parlando di riaperture scolastiche, ma c’è un altro momento importante all’orizzone: l’estate, e dunque la possibilità per le famiglie di iscrivere i loro figli alle colonie, ai corsi sportivi e a altre attività destinate appunto ai giovani e ai bambini. Però c’è la pandemia e gli organizzatori non sanno ancora quali saranno le eventuali misure da adottare. “Stiamo seguendo come evolve la situazione e le disposizioni di Ufficio federale della sanità pubblica e Cantone”, spiega Marco Galli, capoufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e giovani. Una richiesta è stata inoltrata a Berna e si attende una risposta attorno a metà maggio. Dopodiché si potranno trasmettere le indicazioni su numero di persone, distanze,... Ci si domanda se le colonie “residenziali” potranno tenersi, mentre ci sono più possibilità (anche se con limiti) per quelle diurne. C’è chi ha già cancellato la sua offerta, chi intende proporla in ogni caso e chi sta studiando gli accorgimenti per rispettare le norme igieniche e le distanze sociali. I servizi sono di Luigi Frasa

CSI 18.00 del 24.04.2020 I servizi Luigi Frasa
24.04.2020 ore 18:38
Italia, aumentano i decessi ma calano i malati

Sono salite a 25’969, secondo gli ultimi dati diffusi dalla Protezione civile, le vittime per coronavirus in Italia. Rispetto a ieri è stato registrato un incremento di 420 decessi. Ieri l’aumento era stato di 464.

Per il quinto giorno consecutivo si rileva però anche una diminuzione dei malati: sono infatti 106’527 gli attualmente positivi, 321 in meno per rapporto a ieri. Le guarigioni sono al momento 60’498, con un incremento rispetto a ieri di 2’992.

24.04.2020 ore 18:35
Tracciare il virus col telefono

Tra i metodi indicati dagli esperti per spiegare il contenimento dei contagi da COVID-19 in alcuni Paesi asiatici vi è quello di sistemi di tracciamento del virus efficaci, che permettono di seguire la catena dei contagi e porre subito in isolamento le persone potenzialmente toccate.

Tracciare il virus col telefono

I Politecnici di Losanna e Zurigo stanno testando un'app che dovrebbe essere disponibile dall'11 maggio

24.04.2020 ore 18:33
Coronavirus negli USA, più di 50'000 morti

Superata, negli Stati Uniti, la soglia delle 50’000 vittime a causa della pandemia. Sono infatti finora 50’031, dopo le comunicazioni pervenute su 3’176 nuovi decessi, le persone che hanno finora perso la vita a causa del coronavirus. Quasi 4,7 milioni di test sono stati finora eseguiti nel Paese per l’accertamento delle infezioni. I casi di positività sono attualmente più di 870’000.

24.04.2020 ore 18:12
La Georgia allenta il lockdown

Parrucchieri, palestre e altre attività hanno riaperto i battenti oggi in Georgia, dove il governatore Brian Kemp non ha desistito dai suoi piani che gli esperti e persino il presidente Donald Trump trovavano troppo ambiziosi, con il rischio di provocare una nuova impennata dei contagi

24.04.2020 ore 18:11
Lombardia, più di mille nuovi contagi

Sono 1’091 i nuovi casi di positività al coronavirus accertati in Lombardia. Il totale dei contagi confermati nella regione, secondo gli ultimi dati delle autorità, sale quindi a 71.’256. Rispetto a ieri sono stati inoltre comunicati 166 nuovi decessi. Sale quindi a 13’106 il numero delle persone che hanno finora perso la vita a causa della pandemia.

24.04.2020 ore 17:44
Bellinzona, riapertura progressiva di sportelli e servizi

Il Municipio di Bellinzona ha adottato un piano di riapertura progressiva dei servizi a partire da lunedì 27 aprile, in concomitanza con i primi allentamenti alle norme federali contro il nuovo coronavirus. Tutti i dettagli sul sito della città.

24.04.2020 ore 17:42
Quando la decorazione... paga gli stipendi

La "fortuna" dei bar

La chiusura di molti locali ha portato alcuni di loro a riscoprire un tesoretto attaccato... alle pareti

24.04.2020 ore 17:40
Il COVID-19 ha cambiato anche gli scioperi per il clima

Giovani scarpe in piazza per il clima

Le proteste dei Friday for Future continuano anche ai tempi del coronavirus

24.04.2020 ore 17:27
La "maglietta di Berset" ha fruttato 179'000 franchi

Sono 20’336 le magliette con la citazione di Alain Berset “Bisogna agire il più fretta possibile, ma tanto lentamente quanto necessario” che sono state vendute al prezzo di 25 franchi l’una. Il successo è stato di molto superiore alle attese, ha detto Pete Mager dell’agenzia di comunicazione By the way di Friburgo, che ha con la stamperia Ready to Brand ha promosso l’iniziativa. Al netto delle spese, restano 179’000 franchi di utile che saranno donati alla Catena della solidarietà

24.04.2020 ore 17:27
Strutturazione delle case per anziani, quanto l'emergenza ha insegnato

Prevedere per il futuro, sulla scorta dell’esperienza maturata nell’emergenza coronavirus, l’allestimento nelle case per anziani di spazi di contenimento di infezioni nosocomiali. “È questa la lezione che abbiamo imparato. Adattare le case esistenti e pensarci per le nuove”, ha osservato il dottor Franco Tanzi nella conferenza stampa di aggiornamento sulla situazione in Ticino.

24.04.2020 ore 17:21
Un volantino sulle aperture

Lo Stato maggiore cantonale di condotta ticinese ha elaborato un volantino informativo per illustrare al meglio le riaperture previste dalle autorità federali a partire dal 27 aprile e fornire indicazioni precise riguardo alle eccezioni ticinesi. Il materiale, disponibile sul sito www.ti.ch/coronavirus, completa il video prodotto dall’Ufficio federale della sanità pubblica

24.04.2020 ore 17:13
Covid-19 e casistica relativa agli operatori nelle case per anziani

Accertamenti sul Covid-19 sono stati finora eseguiti su 169 operatori sanitari attivi nelle case per anziani in Ticino, che presentavano sintomi compatibili con la malattia. 108 di loro sono quindi risultati positivi. Ciò significa, considerando il numero complessivo di 5’500 operatori nel settore,che “l’1,8% è stato toccato dalla malattia”, ha dichiarato in conferenza stampa a Bellinzona il dottor Franco Tanzi, coordinatore del gruppo di lavoro case anziani in seno allo Stato maggiore cantonale di condotta.

Franco Tanzi, medico geriatra e coordinatore gruppo di lavoro case anziani in seno allo Stato maggiore cantonale di condotta: "L'1,8% di chi lavora nelle case anziani positivo al virus"
24.04.2020 ore 17:10
Misure in due case per anziani

Il nuovo coronavirus è entrato in 29 dei 68 istituti di riposo ticinesi, ecco la fotografia della situazione fatta durante la conferenza stampa delle autorità cantonali

Case anziani: 136 decessi in Ticino

Cinque istituti sotto monitoraggio, in due casi critici intimate delle misure - In oltre la metà delle strutture ticinesi il COVID-19 non è mai entrato

24.04.2020 ore 16:56
Emergenza nelle case per anziani: "Momenti molto difficili e in costante cambiamento"

Nel quadro dell’emergenza coronavirus, e del suo impatto sulle case per la terza età,“le nostre strutture si sono dovute confrontare con una evoluzione di momenti molto difficili e in costante cambiamento”, ha dichiarato in conferenza stampa a Bellinzona Fabio Maestrini di ADiCASI, l’associazione che riunisce i direttori delle strutture per anziani della Svizzera italiana. “Consentitemi di chiudere con una promessa (...) vi assicuro che torneremo ad essere un luogo di vita, torneremo a aprirci e saremo sempre un luogo di vita”, ha aggiunto.

24.04.2020 ore 16:43
Ormai quasi 20'000 morti nel Regno Unito

Nuovo, lieve incremento - dopo due giorni in calo - del numero dei morti per coronavirus censiti nel Regno Unito, nei soli ospedali nelle ultime 24 ore. Lo rende noto il Ministero della sanità, indicando altri 684 decessi, una cinquantina più di ieri, fino a un totale di a 19’506. I contagi diagnosticati superano intanto quota 140’000 (143’464), con curva d’incremento attorno a 5000 al giorno. I test eseguiti, seppur in leggero aumento, restano peraltro ancora lontani dal target di 100’000 al giorno promesso dal governo per fine mese.

24.04.2020 ore 16:43
Anziani asintomatici dopo la contrazione del Covid-19

Un dato confortante nell’emergenza per le case anziani è rappresentato dal fatto che vi sono “grandi anziani che contraggono la malattia ma restano asintomatici”, ha sottolineato il dottor Franco Tanzi durante la conferenza stampa di aggiornamento sulla situazione in Ticino.

24.04.2020 ore 16:37
Gli obiettivi di gestione dell'emergenza nelle case per anziani

Informare e preparare i medici nel quadro di un’informazione uniforme. Promuovere un “supplemento di vicinanza e condivisione” nelle équipe curanti. Garantire la disponibilità in tutte le case per anziani degli strumenti necessari per far fronte alla pandemia. Sono i tre obiettivi di base per la gestione dell’emergenza coronavirus nelle strutture per la terza età, ha spiegato in conferenza stampa a Bellinzona il dottor Franco Tanzi, coordinatore per le case per anziani nello Stato maggiore cantonale di condotta.

24.04.2020 ore 16:30
Anziani in Ticino e casistica legata al coronavirus

Nelle case per anziani in Ticino sono stati finora inquadrati 911 casi sospetti, praticati 817 tamponi e accertati 441 contagi da coronavirus, ha spiegato il medico cantonale Giorgio Merlani.

Giorgio Merlani: "In Ticino, accertati 441 contagi nelle case per anziani"
24.04.2020 ore 16:24
Virus, case per anziani colpite e altre no: questione di sorte

Si spiega essenzialmente “in relazione alla fortuna” il fatto che alcune case per anziani in Ticino siano state colpite dal coronavirus e altre no. Così la valutazione espressa dal medico cantonale Giorgio Merlani nel suo intervento in conferenza stampa a Bellinzona. In Ticino, aveva spiegato poco prima il consigliere di Stato Raffaele De Rosa, su 68 case per anziani 39 non hanno registrato casi Covid-19.

Raffaele De Rosa: "In Ticino, su 68 case per anziani 39 non hanno registrato casi Covid-19"
24.04.2020 ore 16:10
Ticino, nelle case per anziani 136 dei 299 decessi

Ben 136 dei 299 decessi finora provocati dal coronavirus in Ticino si sono verificati in case per anziani. È il dato sottolineato da Raffaele De Rosa in conferenza stampa a Bellinzona. In 39 dei 68 istituti per anziani in Ticino non sono stati accertati casi d’infezione da Covid-19, ha quindi indicato il ministro cantonale. Un supporto costante è garantito per tutte, cinque sono monitorate. In due situazioni sono stati intimati provvedimenti immediati. Ulteriori verifiche in corso per capire come mai i numeri sono saliti così tanto

Raffaele De Rosa: "Covid-19, 136 decessi in casa anziani"
24.04.2020 ore 16:05
De Rosa: "La prima ondata è passata"

“La prima ondata è passata e i settori sanitario e sociosanitario hanno saputo farvi fronte”, ha affermato il consigliere di Stato Raffaele De Rosa, direttore del DSS, aprendo col suo intervento la conferenza stampa a Bellinzona di aggiornamento sugli sviluppi della crisi coronavirus in Ticino.

24.04.2020 ore 16:04
Le autorità ticinesi informano sulla situazione nelle case anziani

È cominciata la conferenza stampa delle autorità ticinesi, incentrata oggi sulle case anziani, che registano circa la metà dei decessi per coronavirus in Ticino (ma dati analoghi si riscontrano anche altrove). In diretta su RSI La2, sul sito rsi.ch/news e su Facebook RSInews

24.04.2020 ore 16:02
Uno su tre è in lavoro ridotto

Da 118’000 a 153’000 disoccupati in poche settimane in Svizzera, mentre 118’000 aziende hanno chiesto il lavoro ridotto per 1,85 milioni di persone

Più di mille disoccupati al giorno

Secondo le stime della SECO a fine aprile la disoccupazione sarà al 3,4%

24.04.2020 ore 15:40
Uniti per un vaccino

Una collaborazione definita “storica” per accelerare lo sviluppo, la produzione e la distribuzione equa del vaccino e delle terapie contro il coronavirus è stata lanciata oggi dal segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, dal direttore dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, e dal presidente francese Emmanuel Macron, alla presenza anche della presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. “Questa iniziativa è la più grande collaborazione medico-scientifica della storia”, ha proseguito Guterres ringraziando anche tutti gli altri leader mondiali che l’hanno appoggiata. “In un mondo interconnesso come il nostro, nessuno è salvo se non tutti sono salvi”

RG 18.30 del 24.04.2020 La corrispondenza di Gabriele Fontana
24.04.2020 ore 15:27
Ordinanza COVID-19, ricorso irricevibile

Il Tribunale federale (TF) ha deciso di non entrare in materia in merito a un ricorso presentato da una privata cittadina riguardo all’ordinanza Covid-19 del Consiglio federale. Secondo i giudici di Mon Repos, un controllo normativo astratto, in assenza di una decisione concreta, non è possibile. Nel suo ricorso, inoltrato lo scorso 14 aprile, la donna - rimasta anonima - chiedeva la revoca dell’ordinanza sulle misure di lotta per contrastare la diffusione del nuovo coronavirus introdotte a partire dallo scorso 16 marzo - e poi modificata più volte - da parte del governo.

24.04.2020 ore 15:18
Alleggerimento in Israele

Il Governo israeliano ha approvato il secondo alleggerimento delle misure di contenimento nel giro di una settimana: dopo le librerie e altri negozi che avevano fatto parte di una prima fase, da domenica toccherà a tutti gli altri commerci ad eccezione dei centri commerciali, con mascherina obbligatoria e un limite al numero di clienti accettati alla volta, così come parrucchieri e saloni di bellezza. I ristoranti, da settimane limitati alle consegne a domicilio, potranno offrire anche il takeaway

24.04.2020 ore 14:09
Ogni giorno oltre 1'000 disoccupati in più

Sono 118’000 le aziende (quasi 1’850’000 persone attive in tutto, un terzo del totale) che hanno fatto richiesta per il lavoro ridotto, 100’000 quelle che lo hanno già ottenuto (per 917’000 dipendenti): lo rende noto Boris Zürcher della SECO. Ogni giorno 1’200-1’500 persone vanno ad aggiungersi alla lista dei disoccupati. Sono già oltre 35’000 i nuovi disoccupati con la crisi del coronavirus ed entro fine mese si arriverà a una quota del 3,4%. La curva, però, si sta appiattendo e il fondo dell’assicurazione contro la disoccupazione è ancora ben fornito: in cassa restano poco più di 6 miliardi di franchi

24.04.2020 ore 14:04
Meno contagi e intubati

I casi di contagio sono ancora in calo, così come il numero degli intubati (circa 200). L’evoluzione dei morti non è ancora così positiva: lo ha detto Daniel Koch aprendo la conferenza stampa degli esperti della Confederazione (in diretta su rsi.ch/news e su La2. Il delegato dell’UFSP per il COVID-19 ha rinnovato l’appello a rispettare distanze sociali, norme sugli assembramenti e di igiene, perché la curva non torni a crescere: solo così “potremo avere un’estate più o meno normale”

24.04.2020 ore 13:54
Esami soppressi in Vallese

Il Vallese ha deciso di rinunciare agli esami finali della scolarità obbligatoria e trasmesso alla Confederazione la volontà di fare lo stesso con quelli di maturità, vista la ripresa solo l’8 giugno della formazione post-obbligatoria. A livello economico, ha detto Christophe Darbellay in conferenza stampa, i timori sono soprattutto legati al settore di punta, il turismo, per il quale si è chiesto a Berna un piano di uscita dalla crisi

24.04.2020 ore 13:36
Anche due membri della missione Swisscoy contagiati

Il coronavirus ha colpito anche due militari della missione Swisscoy in Kosovo: uno è già guarito, l’altro è in isolamento in buone condizioni. Gian Paolo Driussi ha intervistato Annia Jacomelli, in forza al 42mo contingente.

Kosovo, militi svizzeri infettati

Il coronavirus ha colpito anche due membri della missione Swisscoy: uno è già guarito, l'altro è in isolamento in buone condizioni

24.04.2020 ore 13:25
Riaperture da lunedì, ecco le precauzioni adottate nei vari settori

I centri di bricolage e giardinaggio, i saloni di parrucchieri, i fisioterapisti, i veterinari, i dentisti e gli studi di tatuaggi, dopo intense settimane di preparativi, sono pronti a riaprire da lunedì 27 aprile. Ogni settore ha elaborato il proprio concetto di protezione contro il Covid-19 per rispettare i dettami federali. Le mascherine saranno obbligatorie per la clientela dal parrucchiere, dal fisioterapista e dal tatuatore. I centri del fai da te potranno vendere solo piante e materiale da costruzione. Vietato invece il commercio di attrezzi per gli hobby, veicoli e giocattoli.


Riaperture con molte limitazioni

Ecco le misure adottate nei vari settori - Mascherine obbligatorie dal parrucchiere, dal fisioterapista e dal tatuatore – Centri hobby solo per piante e materiali edili


24.04.2020 ore 12:53
Sempre meno morti in Spagna

La Spagna nelle ultime 24 ore ha registrato 367 decessi legati al Covid-19. È il bilancio giornaliero più basso da un mese a questa parte. Lo riferisce il governo di Madrid.

24.04.2020 ore 12:45
Quanto ci costa la pandemia

Il KOF, il centro di ricerche congiunturali del Politecnico di Zurigo, valuta a 32 miliardi i costi della pandemia di coronavirus in Svizzera, per il periodo fra marzo e giugno. La fattura fin qui è invece di 18 miliardi

24.04.2020 ore 12:35
Ancora 214 pazienti negli ospedali ticinesi

Nelle strutture ospedaliere ticinesi dedicate alla cura dei pazienti affetti dal coronavirus sono ricoverate 214 persone: 172 in reparto e 42 in terapia intensiva, di cui 33 intubate.


24.04.2020 ore 12:23
"Con questa evoluzione si potrebbe ripartire per inizio giugno"

I Grigioni sperano nell'estate

Coira attende indicazioni per far ripartire il turismo - Contagi ormai stabilizzati anche nelle regioni più toccate, come il Moesano

24.04.2020 ore 12:08
Ticino, mortalità in forte crescita dal 9 marzo

La mortalità in Ticino ha subito un’impennata rispetto a quelli registrati nel quinquennio precedente a partire dal 9 marzo 2020, con il diffondersi del Covid-19. Lo si evince dai dati settimanali sul movimento naturale della popolazione resi noti venerdì dall’Ufficio federale di statistica. Tra la metà di marzo e la metà di aprile si sono registrati quasi 500 decessi. Praticamente il doppio (+98%) rispetto ai circa 250 registrati in media negli anni precedenti. Dagli stessi emerge che il picco è stato raggiunto tra il 30 marzo e il 5 aprile. Quest’anno nella settimana 14 vi sono stati 145 decessi, mentre dal 2015 al 2019 la media era stata di 65, con un aumento del 123%.


Nel resto della Svizzera lo scarto, pur essendo significativo, è meno marcato. In tutto il paese si è registrata una mortalità superiore alla media degli ultimi 5 anni a partire da metà marzo con aumenti del 9, 21, 35 e il 22% rispetto agli anni precedenti.


Covid-19, mortalità record in Ticino

Il numero di decessi è raddoppiato da metà marzo in rapporto agli anni precedenti; la sovra mortalità colpisce anche Ginevra e Vaud

24.04.2020 ore 12:06
Nuove infezioni in calo in Svizzera

In Svizzera e nel Liechtenstein sono state registrate nelle ultime 24 ore 181 nuove infezioni da coronavirus, 47 in meno di quelle annunciate ieri. Il totale dei casi confermati in laboratorio sale così a 28’667, secondo l’Ufficio federale della sanità pubblica. Si tratta del 14% degli oltre 240’000 test effettuati. I morti sono invece ora 1’309, mentre la somma dei dati cantonali raccolta dal sito corona-data.ch dà 1’551.


24.04.2020 ore 11:38
Crollato il rendimento delle casse pensioni

Le casse pensioni in Svizzera stanno vivendo uno dei periodi peggiori dalla crisi finanziaria del 2008. Nel primo trimestre dell’anno il rendimento ponderato delle loro attività è calato del 7,77%. Allo stesso tempo, tutte le categorie di attivi hanno chiuso in rosso, ad eccezione delle obbligazioni Mondo in franchi.

Con un grado di copertura stimato al 31 marzo del 108,9%, le casse pensioni private sono a un livello estremamente basso: a fine dicembre 2019 erano ancora al 118,7%, mentre il grado di copertura di quelle pubbliche è sceso al 102,8%, contro il 112,0% di tre mesi prima, indica Swisscanto.

24.04.2020 ore 11:38
Situazione migliore del previsto nel Giura

Il Governo giurassiano chiede di continuare a rispettare le misure di protezione: “Dobbiamo mantenere la situazione sanitaria al centro delle nostre preoccupazioni”, ha detto venerdì a Delémont Martial Courtet, presidente dell’Esecutivo cantonale. Secondo le autorità, la situazione legata alla pandemia è migliore del previsto: il numero di nuovi casi giornalieri è rimasto stagnante per dieci giorni. Il numero di persone ricoverate in ospedale è in costante diminuzione, con un totale di 196 casi positivi, 6 decessi e più di 50 casi considerati curati. Come nella fase iniziale, sarà nuovamente attuata una pratica di screening più ampia per evitare nuovi focolai di contaminazione . A partire da lunedì verranno riaperti gli sportelli delle amministrazioni cantonali, comunali e parastatali, con riserva di misure di protezione. I negozi di alimentari torneranno inoltre ai normali orari di apertura. Le visite a tutti gli istituti sanitari e di assistenza sociale rimangono strettamente proibite, almeno fino all’11 maggio.

24.04.2020 ore 11:32
Si aggrava il bilancio in Belgio

“Dalla giornata di ieri il Belgio registra 190 morti, di cui 36 nelle Fiandre, 108 in Vallonia e 46 a Bruxelles a causa del coronavirus. Di questi, 90 si sono verificati negli ospedali e 97 nelle case di riposo, per un totale di 6’679 decessi” dall’inizio della pandemia. Lo ha detto il portavoce Steven Van Gucht nella quotidiana conferenza stampa, precisando che la percentuale dei decessi è del “46% negli ospedali e del restante 53% nelle case di riposo”. Sono invece “1’497 i nuovi contagi, per un totale di 44’293 positivi. Da ieri i nuovi ricoveri registrati sono stati 210 mentre 322 sono le persone che invece hanno lasciato l’ospedale, per un totale di 4’355 pazienti COVID”.

24.04.2020 ore 11:27
Coira ha una scorta di mascherine

I Grigioni hanno uno stock di mascherine sufficiente per alcune settimane e continua a ordinarne, ha detto il capo dello Stato maggiore cantonale Martin Bühler. La priorità nelle forniture va ancora ai comuni e soprattutto alle strutture sanitarie, che ne utilizzano, ha ricordato, alcune decine di migliaia al giorno. Resta da chiarire se ne serviranno anche per la riapertura delle scuole

24.04.2020 ore 11:21
Niente esami finali alle scuole medie vodesi

Il Consiglio di Stato vodese ha approvato l’annullamento degli esami finali per l’ottenimento del diploma di scuola media. Gli studenti interessati otterranno il loro certificato sulla base dei voti ricevuti fino al 13 marzo 2020. Le situazioni particolari saranno esaminate con la massima attenzione.

24.04.2020 ore 11:21
Più tamponi per chi ha sintomi

Nei Grigioni i test non saranno più limitati alle persone a rischio, ma faranno lo striscio nasofaringeo tutte quelle che presentano sintomi, ha detto il medico cantonale Marina Jamnicki

24.04.2020 ore 11:16
Ospedali lontani dal sovraccarico

Gli ospedali grigionesi sono lungi dall’essere sovraccarichi, dal 27 aprile saranno di nuovo possibili gli interventi non urgenti, ricorda di nuovo Peter Peyer. Coira ha deciso che gli interventi ambulatoriali riprenderanno, ma che le operazioni elettive dipenderanno da una strategia che ogni nosocomio dovrà presentare e che garantisca posti letto a sufficienza se i contagi torneranno ad aumentare e allo stesso tempo la protezione dei pazienti. Le visite non saranno ancora possibili, mentre nelle case per anziani potranno essere autorizzate dai singoli istituti con apposite misure di sicurezza e nel rispetto dei provvedimenti di igiene

24.04.2020 ore 11:12
Il turismo spera di avere un'estate

Il settore turistico è particolarmente toccato e attende indicazioni su un allentamento delle misure che permetta di avere una stagione estiva, anche se non nella normalità assoluta, ha detto il consigliere di Stato Marcus Caduff, che fa il punto sulla situazione dell’economia retica. Altri settori sono colpiti, ha però ricordato. Dal 27 aprile la Confederazione permette una parziale riapertura delle attività. Le misure di protezione per clienti e personale sono centrali, ricorda

24.04.2020 ore 11:08
Migliora la situazione nel Moesano

Nelle ultime due settimane, i casi sono aumentati a un ritmo molto più lento, con una stabilizzazione anche nelle regioni inizialmente più colpite, come Engadina e Moesa. Quest’ultima aveva focolai anche nelle case anziani, “ora sotto controllo”, secondo il medico cantonale Marina Jamnicki. La situazione è tranquilla in Valposchiavo e in Bregaglia. Quest’ultima non ha registrato casi nell’ultima settimana

24.04.2020 ore 11:04
"Misure efficaci nei Grigioni"

“Le misure adottate nei Grigioni hanno avuto un buon effetto, ma non possiamo fare un passo indietro”: il consigliere di Stato Peter Peyer lo ha detto in apertura della conferenza stampa del Governo retico, ora in diretta su rsi.ch e in televisione su La2. Nessuna novità, oggi, sulla riapertura delle scuole.

24.04.2020 ore 10:35
La mascherina sarà obbligatoria dai parrucchieri

I parrucchieri potranno riprendere l’attività con riserva di misure di tutela contro il coronavirus a partire da lunedì. Sarà disponibile al massimo la metà dei posti del salone e anche i clienti dovranno indossare una maschera protettiva. Per la rasatura il parrucchiere indosserà una visiera in plexiglas quale protezione supplementare. Lo sottolinea un comunicato odierno di Coiffuresuisse. “La cosa più importante è mantenere una distanza sociale, anche per i servizi che richiedono uno stretto contatto con i clienti”, afferma l’associazione in merito alla riduzione del numero di persone accolte contemporaneamente. Le norme igieniche, come il lavaggio delle mani prima e dopo aver servito un cliente, sono una priorità assoluta. Entrando nel salone, il cliente si dovrà lavare le mani con l’aiuto di dispenser appositamente progettati. Anche l’area di lavoro dovrà essere disinfettata dopo ogni taglio. Il catalogo completo delle misure è disponibile sul sito www.coiffuresuisse.ch nella sezione media e sul sito web della Commissione paritetica.

24.04.2020 ore 10:34
L'andamento dei decessi in Ticino
24.04.2020 ore 10:33
L'evoluzione dei contagi in Ticino
24.04.2020 ore 10:30
Un solo nuovo decesso in Ticino

Sono 299 i decessi e 3’121 i contagi registrati in Ticino dall’inizio della pandemia. L’aggiornamento pubblicato oggi fa stato quindi di un decesso in più rispetto a ieri e 15 casi di infezione. I dimessi dagli ospedali sono ora 682 (+6)

24.04.2020 ore 10:23
Contagi in aumento in Russia

Sono 5’849 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Russia nelle ultime 24 ore, una cifra in salita rispetto ai 4’774 di ieri. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i contagi accertati in Russia sono 68’622 e i morti 615, di cui 60 nel corso dell’ultima giornata. Con oltre la metà dei contagi, Mosca rimane l’area più colpita del paese

24.04.2020 ore 10:22
Riportati in Svizzera quasi 7'000 viaggiatori

Si concluderà mercoledì prossimo la più grande operazione di rimpatrio mai organizzata dal Dipartimento federale degli affari esteri. Mancano infatti soltanto ancora due voli di rientro: uno previsto sabato dall’India, l’altro a metà della prossima settimana dall’Africa. Attualmente le persone che hanno fatto ritorno su suolo elvetico sono 6’950, di cui 3’974 con cittadinanza svizzera. L’80% dei costi sostenuti dal Governo federale, pari a circa 10 milioni di franchi, saranno addebitati a tutti i beneficiari sotto forma di una partecipazione ai costi, equivalente a un prezzo di mercato ragionevole. Il DFAE ha deciso in questo senso di optare per un importo forfettario, calcolato in base alla distanza percorsa: si va da 400 franchi a persona per le tratte brevi fino a 1’700 franchi per quelle più lunghe.

Rimpatriate 7'000 persone

Quasi conclusa l'operazione organizzata dal DFAE per far tornare in patria i cittadini svizzeri bloccati all'estero per l'emergenza Covid-19

24.04.2020 ore 10:07
Superati i 150'000 contagiati in Germania

In Germania l’istituto Robert Koch ha reso noti 2’337 nuovi casi e 227 ulteriori decessi. Il totale dei contagi a superare la soglia dei 150’000 e quello dei morti a 5’321 dall’inizio della pandemia

24.04.2020 ore 09:59
Nessun nuovo decesso in Cina e Corea del Sud

La Cina ha registrato giovedì sei nuovi casi di coronavirus, di cui due importati e quattro domestici tra le province di Heilongjiang (3) e Guangdong (1). Secondo la Commissione sanitaria nazionale (Nhc), non c’è stato alcun decesso per il nono giorno di fila. Restano quindi in totale 4’632 i morti complessivi. I contagi totali sono saliti a 82’804, mentre i guariti a 77’257. I nuovi asintomatici individuati sono 34, per 979 totali: tutti sono sotto stretta osservazione medica. Stesso numero di nuovi infetti anche in Corea del Sud (2 importati). Anche in questo caso, non è stato segnalato alcun decesso.

24.04.2020 ore 09:32
Grigioni: 0 decessi, 6 contagi

La diffusione del coronavirus continua a rallentare nei Grigioni. L’ultimo aggiornamento diffuso dalle autorità cantonale indica che tra giovedì e venerdì sono stati registrati sei nuovi casi positivi che hanno portato a 794 il numero cumulato degli infettati dall’inizio della pandemia. Non vi sono stati nuovi decessi (43) né un aumento dei ricoveri (23).

24.04.2020 ore 08:38
Nestlé in aiuto dei clienti malgrado il calo di fatturato

Nestlé nel primo trimestre dell’anno ha realizzato un fatturato in calo del 6,2% su base annua a 20,8 miliardi di franchi. A livello organico c’è stata una crescita del 4,3%, grazie a una situazione particolarmente dinamica nel settore America. Difficili si sono invece rivelate le cose in Cina. L’azienda, tramite un comunicato, sottolinea che è ancora impossibile calcolare l’impatto globale del coronavirus e per questo motivo al momento la strategia prevista per il 2020 rimane invariata. La multinazionale ha messo inoltre in atto una serie di iniziative per un totale di 500 milioni di franchi a sostegno dei suoi clienti attivi nel settore della ristorazione duramente colpiti dalla pandemia del coronavirus. Nestlé vuole concedere condizioni di pagamento più favorevoli, sospendere i canoni di noleggio delle macchine da caffè e consentire l’uso gratuito di alcuni prodotti.

24.04.2020 ore 08:21
Protesta contro Donald Trump a Washington

Continuano le proteste contro il presidente statunitense Donald Trump per il suo operato nell’emergenza coronavirus. Giovedì alcune persone hanno inscenato una particolare manifestazione sotto all’hotel di sua proprietà a Washington. Intanto l’inquilino della Casa Bianca ha dichiarato che si potrebbero testare iniezioni di ultravioletti, di disinfettanti e di candeggina per vedere se uccidono il virus.

A seguire la singolare protesta a Washington era presente il corrispondente RSI Emiliano Bos

Trump contestato davanti al suo albergo: "mente e la gente muore"
24.04.2020 ore 08:19
Un liceale ticinese in finale al concorso video sul Covid-19

Il 18enne di Sementina di Alessio Guidon che frequenta la quarta liceo figura tra i finalisti del concorso lanciato da SRF e TalentScreen. I partecipanti avevano 60 ore di tempo per organizzare, montare e inviare un video di due minuti sul tema: ‘Non sono una star, tiratemi fuori di qui!’. La sua realizzazione intitolata “The Watch” è stata diffusa giovedì sera dalla trasmissione Glanz und Gloria sulla cui pagina si trovano i cinque video giunti all’ultimo atto. Il voto è aperto fino a stasera.

24.04.2020 ore 08:02
In Ticino 17 denunce per violazione dell'ordinanza Covid

Il ministero pubblico ticinese finora ha ricevuto 17 denunce presentate dalla polizia nei confronti di persone accusate di violazione dell’ordinanza cantonale Covid. Il dato è stato reso noto dal procuratore generale Andrea Pagani in un’intervista a Radio Ticino nella quale anticipa che gli uffici saranno maggiormente aperti da inizio maggio, dopo che da lunedì prossimo la giustizia potrà ricominciare a trattare anche i casi meno urgenti.

Le violazioni meno gravi (riguardanti in particolare gli assembramenti di più di 5 persone o le restrizioni al traffico transfrontaliero) vengono sanzionate direttamente dagli agenti con una multa.

24.04.2020 ore 07:44
Vertice di crisi domenicale per il turismo

Il vertice tra la Confederazione e i rappresentanti del settore del turismo elvetico avrà luogo domenica. Al summit convocato dalla presidente Simonetta Sommaruga parteciperanno anche i consiglieri federali Guy Parmelin e Alain Berset. L’obiettivo dell’incontro è immaginare come organizzare le vacanze estive in Svizzera senza dimenticare la protezione della salute.

24.04.2020 ore 07:36
Il PS propone una imposta di solidarietà sugli alti redditi

Il presidente del Partito socialista svizzero Christian Levrat, in un’intervista al TagesAnzeiger, sostiene la creazione di un fondo alimentato da un’imposta di solidarietà: chi ha un reddito superiore ai 300’000 franchi annui pagherebbe per un determinato periodo di tempo un supplemento fiscale del 10% allo Stato per aiutare l’economia. Così potrebbero essere generati dai 2 ai 3 miliardi all’anno.

24.04.2020 ore 07:29
Washington, sbloccati altri 484 miliardi

Negli Stati Uniti il Congresso ha stanziato un secondo pacchetto da 484 miliardi di dollari da destinare al sostegno di piccole e medie imprese e degli ospedali. Approvato da entrambe le camere il testo deve ora venir firmato dal presidente. Questi fondi si vanno ad aggiungere ai 350miliardi - già esauriti - previsti per le PMI nel pacchetto da 2’200 miliardi di dollari sbloccati a fine marzo.

24.04.2020 ore 07:24
USA, distanziamento sociale fino all'estate

Il presidente statunitense Donald Trump non esclude la possibilità di estendere le linee guida sul distanziamento sociale fino all’estate. Il paese si avvicina intanto ai 50’000 morti, con 866’646 persone contagiate. In un sol giorno sono stati registrati altri 3’176 decessi legati al Covid-19.