Test in Svizzera
I positivi nella Confederazione da inizio anno sono 38'831 Keystone
Momenti chiave
15.01.2021 ore 22:30
15.01.2021 ore 21:45
15.01.2021 ore 21:26
15.01.2021 ore 18:36
15.01.2021 ore 17:33
15.01.2021 ore 17:32
15.01.2021 ore 17:23
15.01.2021 ore 14:27
15.01.2021 ore 13:36
15.01.2021 ore 12:39
15.01.2021 ore 07:31

Svizzera, 2'396 nuovi contagi

Sono 66 i decessi e 139 le ulteriori ospedalizzazioni nella Confederazione - In Ticino 10 decessi e 108 casi, pazienti in calo - Niente più visite nelle case anziani negli ospedali e negli istituti per invalidi ticinesi - Lombardia di nuovo zona rossa
venerdì 15 gennaio 2021 07:01

L'Ufficio federale della sanità pubblica ha reso noti i dati aggiornati relativi a contagi e decessi per COVID-19 in Svizzera: i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore sono 2’396, i morti 66 e le ospedalizzazioni 139. Il Ticino annuncia invece 108 nuove infezioni e 10 decessi, mentre negli ospedali per la prima volta da due mesi i pazienti ricoverati scendono sotto quota 300. A causa della variante inglese rilevata in una casa per anziani di Balerna, il Governo ha deciso di fermare le visite agli ospiti per tre settimane. Nei Grigioni nelle ultime 24 ore è stato registrato un altro decesso e le analisi di laboratorio hanno accertato ulteriori 48 contaminazioni.

Il ceppo inglese del coronavirus si sta rapidamente diffondendo a livello internazionale suscitando viva apprensione. Tantissimi governi  hanno già deciso nuove restrizioni per evitare il verificarsi di scenari potenzialmente catastrofici. La Svizzera da lunedì tornerà a vivere in regime di semi confinamento e, con limitazioni più o meno restrittive, nei prossimi giorni succederà in molti altri Stati che hanno già accertato la presenza della mutazione del coronavirus.

La cronaca della giornata di ieri

I dati sempre aggiornati

di Diego Moles, Stefano Wingeyer, Stefano Pongan, Gianluca Blefari, Fabio Dotti, Massimiliano Angeli

15.01.2021 ore 22:30
Più di 66'000 contagi in Brasile

Il Brasile ha comunicato 66’047 nuovi casi e 1’038 decessi nelle ultime 24 ore. È il quarto giorno consecutivo che il Paese registra oltre mille morti.

15.01.2021 ore 22:19
Joe Biden impiegherà l'esercito per le vaccinazioni

Joe Biden impiegherà anche gli uomini della Guardia nazionale e della protezione civile (la Fema) per rafforzare la campagna di vaccinazione anticovid nel Paese, costruire cliniche apposite ed assicurare una equa distribuzione, anche nelle carceri. Lo rende noto il transition team del presidente eletto degli Stati Uniti. “Prima di migliorare le cose andranno peggio. Ma avete la mia parola, saremo capaci di uscire da questa situazione”, ha detto il democratico.

15.01.2021 ore 21:45
Alain Berset elogia il Ticino

Alain Berset ha elogiato l’operato del Ticino per quanto riguarda la strategia di vaccinazione: “C’è un allievo modello, il migliore della classe, che è il Ticino”.

"Ticino migliore della classe"

Alain Berset promuove la strategia di vaccinazione decisa dalle autorità ticinesi: "Ora tocca agli altri cantoni recuperare terreno"

15.01.2021 ore 21:43
Rallentamento Pfizer, la Svizzera si interroga

Anche nella Confederazione ci si interroga sull’effetto del rallentamento delle consegne di vaccini anti-Covid deciso per il continente europeo dal colosso farmaceutico americano Pfizer. “Prendiamo sul serio la notizia della penuria di consegne di Pfizer e stiamo ora chiarendo quali saranno le conseguenze per la Svizzera”, ha indicato stasera l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

15.01.2021 ore 21:26
Pochettino positivo al coronavirus

Fresco allenatore del PSG, Mauricio Pochetino è risultato positivo al coronavirus.

Anche Pochettino positivo al COVID

Il tecnico del PSG in isolamento dopo il successo in Supercoppa di Francia

15.01.2021 ore 20:55
Francia, oltre 21'000 test positivi

Sono 21’217 i nuovi casi rilevati in Francia. Il coronavirus ha provocato anche 288 decessi. Il tasso di positività resta stabile al 6,5%.

15.01.2021 ore 20:44
Superati i due milioni di morti a livello globale

La pandemia da coronavirus supera la soglia dei due milioni di morti nel mondo e doppia così il numero di vittime provocate negli anni ‘50 dall’asiatica e dieci anni dopo dall’influenza di Hong Kong, che provocarono ciascuna la morte di circa un milione di persone.

15.01.2021 ore 18:37
Il Consiglio federale ha iniziato a essere vaccinato

Il Consiglio federale ha iniziato le vaccinazioni venerdì. Tuttavia, l’identità dei vaccinati non è ancora nota. Il portavoce del governo André Simonazzi ha confermato la notizia. La settimana scorsa aveva indicato che il Consiglio federale sarebbe stato vaccinato non appena fosse stato approvato un secondo vaccino contro il coronavirus. Questo è stato fatto con quello di Moderna.

15.01.2021 ore 18:36
"Vaccinate chi cura a domicilio"

Non solo gli ospedali, c’è un altro importante settore della sanità che nell’emergenza Covid sta dando il massimo. Parliamo dello Spitex, il servizio di assistenza e cura a domicilio. L’associazione “Spitex svizzera” chiede ora ai cantoni che i collaboratori del settore vengano coinvolti al più presto nella strategia di immunizzazione: così da poter accelerare la somministrazione del vaccino.

La corrispondenza è di Anna Maria Nunzi.

RG 18.30 del 15.01.2021 Il servizio di Anna Maria Nunzi
15.01.2021 ore 18:35
Aiuti garantiti anche a chi offre il take away

I ristoranti che offrono il servizio d’asporto non perdono il diritto agli aiuti statali previsti per chi ha dovuto chiudere. Lo stesso vale per i commercianti che vendono prodotti online e li consegnano alla porta. La segreteria di stato dell’economia ha fornito questa precisazione. L’intento è quello di non penalizzare chi mostra spirito imprenditoriale in questa difficile situazione.

Ne riferisce Alan Crameri

RG 18.30 del 15.01.2021 Il servizio di Alan Crameri
15.01.2021 ore 18:33
Chiasso: sportelli comunali aperti solo su appuntamento

Chiasso, a partire da lunedì e fino a nuovo avviso, fornirà i servizi amministrativi solo su appuntamento, per rispettare le disposizioni decise delle autorità federali e contrastare la recrudescenza della pandemia.

15.01.2021 ore 18:26
Regno Unito: test per chi arriva dall'estero

Il Regno Unito impone un testo Covid negativo entro le 72 ore a tutti i viaggiatori da qualunque Paese provengano, eliminando tutte le residue esenzioni, in aggiunta al divieto d’ingresso dal Sudamerica e dal Portogallo in vigore da oggi. Lo ha annunciato il premier Boris Johnson

15.01.2021 ore 18:16
Perù sospende ingresso stranieri da Europa e Sudafrica

Il governo del Perù ha disposto la sospensione dell’ingresso nel Paese dei cittadini stranieri non residenti provenienti dall’Europa e dal Sudafrica o che abbiano fatto scalo in questi territori negli ultimi 14 giorni, a partire da oggi fino al 31 gennaio.

15.01.2021 ore 18:06
Oms contraria al certificato vaccinale per i viaggi

“Per il momento” il Comitato di emergenza dell’Oms raccomanda di “non introdurre requisiti di prova della vaccinazione o immunità per i viaggi internazionali” in quanto “vi sono ancora incognite critiche sull’efficacia della vaccinazione nel ridurre la trasmissione” e per “la disponibilità limitata di vaccini”. In ogni caso, sottolinea il comitato, “la prova della vaccinazione non dovrebbe esentare i viaggiatori internazionali dal rispettare altre misure di riduzione del rischio”.

15.01.2021 ore 17:59
UFSP vuole in quarantena anche contatti dei contatti

Gli individui che sono stati in contatto con persone a loro volta a stretto contatto con contagiati dalla cosiddetta variante inglese del coronavirus, più infettiva, dovrebbero essere posti in quarantena. È quanto l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) raccomanda ai Cantoni. L’UFSP aveva già formulato questa raccomandazione alla fine dello scorso anno. Questa sarà ora inclusa nella prossima versione delle raccomandazioni ai Cantoni relative alla quarantena. Il provvedimento è già in vigore nei cantoni di Vaud e Berna.

15.01.2021 ore 17:59
Accelerazione record nel mondo, +10% di casi

La pandemia ha accelerato notevolmente questa settimana in tutto il mondo, con 724’700 nuovi casi registrati al giorno (+10% rispetto alla settimana precedente): un record. La maggior parte delle regioni del mondo ha registrato un'accelerazione: +26% in America Latina, +18% in Medio Oriente, +16% in Africa, +10% in Asia, +9% negli Stati Uniti/Canada e +4% in Europa. Usa e Canada hanno superato l'Europa, con 256'900 casi al giorno contro 251'300. Queste due regioni concentrano il 70% dei nuovi casi.

15.01.2021 ore 17:58
Lombardia, calano ricoveri e tasso positività

Con 26’535 tamponi effettuati, sono 2205 i nuovi positivi in Lombardia, con il tasso di positività in calo all’8,3% (ieri 9%). Diminuiscono i ricoverati sia in terapia intensiva (-2, 466 in totale) che negli altri reparti (-13, 3601). I decessi sono 68, per un totale complessivo di 26’094 morti in regione. I guariti/dimessi sono 1083. Per quanto riguarda le province, sono 518 i nuovi casi nella Città metropolitana di Milano, di cui 186 a Milano città, 326 a Brescia, 270 a Varese, 198 a Como.

15.01.2021 ore 17:57
Oms, servono più sforzi per sequenziare le nuove varianti

Uno sforzo globale per espandere il sequenziamento genomico e la condivisione dei dati sulle nuove varianti del coronavirus, e una maggiore collaborazione scientifica per affrontare le incognite critiche: lo chiede il Comitato di emergenza dell’Oms.

15.01.2021 ore 17:56
Italia: altri 477 morti e 16'146 positivi

Sono 16’146 i tamponi positivi al coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Le vittime sono 477. Entrambi i dati sono in calo rispetto a ieri, quando si erano registrate 522 vittime e 17’246 nuovi casi.

15.01.2021 ore 17:33
Cile: 4'471 casi in 24 ore, è record da giugno

Il Cile ha registrato nelle ultime 24 ore 4’471 nuovi casi di coronavirus, il dato giornaliero più alto dalla fine di giugno, periodo di picco della pandemia nel Paese.Il Cile ha registrato nelle ultime 24 ore 4.471 nuovi casi di coronavirus, il dato giornaliero più alto dalla fine di giugno, periodo di picco della pandemia nel Paese.

15.01.2021 ore 17:33
Nuova quarantena per il Servette

Il Servette ripartirà... in quarantena

Ginevrini fermi fino al 26 gennaio, rinviato il match contro il Lugano

15.01.2021 ore 17:32
Visite sospese anche in ospedale

Ceppo inglese: in Ticino nelle prossime tre settimane non saranno isolate solo le case anziani - Stop agli ingressi anche negli istituti per invalidi

Visite sospese anche in ospedale

Ceppo inglese: in Ticino nelle prossime tre settimane non saranno isolate solo le case anziani - Stop agli ingressi anche negli istituti per invalidi

15.01.2021 ore 17:24
Ginevra, allarme per le variante britannica: 70 casi

Le autorità sanitarie ginevrine sono preoccupate per il rapido aumento dei casi positivi alle varianti mutate di coronavirus. In totale da Natale, quando è stato scoperto il primo contagio del nuovo ceppo di Covid, nel cantone 69 persone risultano infettate dalla variante britannica e una da quella sudafricana del virus. Secondo il medico cantonale Aglaé Tardin, si è rapidamente passati da 20 a 70 casi. In totale nel cantone ogni giorno vengono rilevate tra le 120 e le 150 nuove infezioni, attualmente 400 persone sono ricoverate in ospedale in condizioni gravi.

15.01.2021 ore 17:23
Oltre 2 milioni di morti nel mondo

Oltre due milioni di persone sono morte a livello globale a causa del coronavirus dall'inizio della pandemia: è quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University, a fronte di un totale di oltre 93 milioni di casi. La soglia di un milione di decessi era stata superata lo scorso 29 settembre. In poco più di tre mesi e mezzo, quindi, nel mondo sono decedute un milione di persone a causa del virus. Nello stesso periodo sono stati rilevati circa 60 milioni di nuovi casi.

15.01.2021 ore 17:20
Industria delle bevande chiede aiuti

L’industria svizzera delle bevande soffre nuovamente per la chiusura dei ristoranti a causa del coronavirus e chiede aiuti economici immediati. Dopo il primo lockdown, le perdite sono state in parte compensate con buone vendite. Tuttavia queste ultime, con le misure di protezione adottate, sono poi crollate di nuovo “massicciamente e minacciano l’esistenza” dell’industria, viene sottolineato.

15.01.2021 ore 17:16
Conte, Italia prima in UE per numero vaccinati: un milione

“Un milione di italiani ha ricevuto il vaccino anti-covid19. L’Italia è prima in Ue per numero di persone vaccinate. Un dato incoraggiante. Andiamo avanti così mantenendo sempre alta la guardia”. Lo scrive sui social il presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte.

15.01.2021 ore 17:05
Cresce il consenso verso la vaccinazione

Sondaggio SSR sugli ultimi sviluppi della pandemia in Svizzera: nettamente in crescita la propensione a farsi vaccinare subito

La vaccinazione cresce in consensi

Sondaggio SSR sugli ultimi sviluppi della pandemia in Svizzera: nettamente in aumento la propensione a farsi vaccinare subito


15.01.2021 ore 16:50
Brasile, posti letto terapia intensiva esauriti a Rio

La città di Rio de Janeiro non ha più posti letto esclusivi per pazienti Covid-19 disponibili nelle unità di terapia intensiva: è quanto si apprende dalla piattaforma del Governo statale per il monitoraggio della pandemia. Secondo la piattaforma, la metropoli ha raggiunto un tasso del 105% nell’occupazione dei posti letto in terapia intensiva per i contagiati. L’occupazione dei posti letto nelle infermerie a Rio de Janeiro è invece del 96%.

15.01.2021 ore 16:49
Disposizioni confermate in Ticino; già vaccinati in 8'660

Dopo le decisioni del Consiglio federale, il Consiglio di Stato ha proceduto oggi a confermare le disposizioni cantonali in vigore per il periodo fra il 18 gennaio e il 28 febbraio. La pressione sul sistema sanitario rimane ancora a livelli di allerta e la presenza anche in Ticino della variante inglese del virus, più contagiosa, impone prudenza, scrive il Governo cantonale nel suo comunicato, cogliendo l’occasione per ribadire la raccomandazione rivolta alle persone particolarmente a rischio, per età o patologie pregresse, di limitare la frequentazione di luoghi con elevata concentrazione di persone, come i negozi di generi alimentari, e di privilegiare la fascia oraria mattutina fino alle 10 per gli acquisti e di contattare in caso di necessità i rispettivi Comuni per farsi aiutare.

La campagna di vaccinazione nel Cantone procede nel frattempo a ritmi sostenuti: giovedì sera erano già state vaccinate con una prima dose 8’660 persone. Tutte le persone a partire dagli 80 anni che ancora non hanno prenotato un appuntamento in uno dei centri cantonali possono farlo chiamando lo 0800 128 128.

15.01.2021 ore 16:48
Francia: 667'400 morti nel 2020, +9% rispetto al 2019

La Francia ha registrato nel 2020, anno segnato dall’epidemia del coronavirus, circa 53’900 morti in più rispetto al 2019, un tasso di mortalità più elevato del 9%: è quanto riferisce l’Insee, l’Istituto Nazionale di Statistica della Francia. Secondo un bilancio provvisorio, sommando tutte le cause di decesso, “667’400 morti sono stati registrati in Francia nel 2020, ovvero il 9% in più rispetto al 2018 o al 2019”.

15.01.2021 ore 16:40
Von der Leyen, Pfizer mi ha rassicurata su consegna dosi

“Non appena ho saputo del ritardo nella produzione di Pfizer, ho chiamato l’amministratore delegato, che mi ha rassicurato che tutte le dosi previste per l’Ue saranno consegnate nel primo trimestre”. Lo dichiara la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen.

15.01.2021 ore 16:05
Mendrisio: servizi amministrativi a distanza o su appuntamento

Mendrisio, a partire da lunedì e fino a nuovo avviso, fornirà tutti i servizi amministrativi a distanza (telefono, e-mail, invio postale) o su appuntamento, per rispettare le disposizioni emanate dalle autorità federali per far fronte alla recrudescenza della pandemia. Per beneficiare dei servizi comunali basterà telefonare al numero 058 688 31 31 (centralino) attivo dal lunedì al venerdì feriali dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00. La Città di Mendrisio ricorda che molte pratiche possono essere svolte attraverso il portale mendrisio.ch. Per esempio, nella sezione “Sportello elettronico” sono pubblicati numerosi formulari (per arrivi, partenze, cambi di indirizzo, incentivi, richieste per imposte, parcheggi, etc.).

15.01.2021 ore 15:41
Stop alle visite nelle case anziani

L’autorità sanitaria ticinese ha deciso che da domani le case per anziani saranno chiuse alle visite.

Stop alle visite nelle case anziani

In Ticino da domani, sabato, entrano in vigore nuove misure precauzionali per evitare che la nuova variante del virus entri nelle strutture

15.01.2021 ore 15:07
Sono 2'396 i nuovi casi in Svizzera, 66 i decessi

Con ritardo per un problema tecnico, l’Ufficio federale della sanità pubblica ha reso noti i dati aggiornati relativi a contagi e decessi per COVID-19 in Svizzera: i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore sono 2’396, i morti 66 e le ospedalizzazioni 139.

A livello nazionale attualmente ci sono oltre 23’974 persone costrette all’isolamento perché positive al coronavirus, 33’100 in quarantena avendo avuto contatti con gli infettati e 4’762 poiché rientrate da un paese a rischio.

15.01.2021 ore 14:58
UE favorevole a un certificato di vaccinazione unico

La Commissione europea è favorevole ad un certificato di vaccinazione contro il coronavirus, che dovrebbe essere “reciprocamente riconosciuto”, ha indicato la presidente Ursula von der Leyen. “Se il possesso di tale certificato darà al cittadino priorità o accesso a determinati beni, questa è una decisione politica e giuridica che deve essere discussa a livello europeo”, ha aggiunto.

Il capo del governo greco aveva chiesto martedì all’UE di adottare un certificato “standardizzato” per dare una spinta all’industria del turismo, devastata dalla pandemia di coronavirus: “Un certificato standardizzato sarà la prova che una persona è stata vaccinata con successo“, aveva detto. “Accolgo con favore l’iniziativa del Primo Ministro”, ha risposto Von Der Leyen detto in un’intervista a diversi media portoghesi prima della sua visita a Lisbona.

Giovedì prossimo i 27 terranno un nuovo vertice di coordinamento di fronte alla crisi sanitaria.

15.01.2021 ore 14:39
Per aumentare la produzione, Pfizer fornisce meno vaccini ai paesi europei

L’azienda farmaceutica statunitense Pfizer tra le fine di gennaio e l’inizio di febbraio ridurrà temporaneamente le quantità consegnate in Europa del suo vaccino per il coronavirus, sviluppato insieme a BioNTech. Lo si è appreso dalle autorità sanitarie norvegesi che, annunciando un calo delle forniture del 17,8%, hanno anticipato che la riduzione delle forniture riguarderà tutti i paesi europei.

Pfizer ha spiegato che gli impianti di produzione saranno ampliati per produrre una quantità maggiore di dosi del vaccino, ma che gli interventi avranno un impatto sulla capacità dello stabilimento di Puurs, in Belgio, dal quale partono le forniture .Non è chiaro quanto tempo ci vorrà prima che torni alla massima capacità di produzione, che dalla fine di febbraio dovrebbe passare da 1,3 a 2 miliardi di dosi all’anno.

Il servizio è di Pierre Ograbek

RG 18.30 del 15.01.2021 Il servizio di Pierre Ograbek
15.01.2021 ore 14:27
Problemi tecnici all'UFSP

I dati relativi a contagi da coronavirus, decessi e ospedalizzazioni in Svizzera non sono stati (per ora) aggiornati oggi dall’Ufficio federale della sanità pubblica, che sul suo sito precisa che il ritardo è dovuto a “problemi tecnici”

15.01.2021 ore 13:36
Lombardia di nuovo in Zona rossa

Tre Regioni italiane vanno nuovamente in area rossa: sono la provincia autonoma di Bolzano, Lombardia e Sicilia. Da quanto si apprende dal Ministero della Salute italiano, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, firmerà nelle prossime ore una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire da domenica 17 gennaio. Nove Regioni passano invece in area arancione: Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria e Valle D’Aosta. Restano in area arancione Calabria, Emilia-Romagna e Veneto.

15.01.2021 ore 13:13
Nuove misure in Italia: inasprimenti ma anche "zona bianca"

Il premier italiano Giuseppe Conte ha firmato il nuovo decreto valido dal 16 gennaio al 5 marzo per contrastare la diffusione del coronavirus. Prevede un inasprimento delle misure, ma anche l’istituzione di una nuova zona “bianca” (incidenza settimanale inferiore ai 50 casi ogni 100’000 abitanti per due settimane consecutive) dove la libertà sarà “quasi totale”.

Saranno vietati gli spostamenti tra le regioni, di qualsiasi fascia, fino al 15 febbraio, salvo per comprovate esigenze di lavoro, salute e necessità. All’interno della propria regione, se in fascia gialla, sarà possibile spostarsi. Per i territori di fascia arancione, invece, sono vietati gli spostamenti al di fuori del proprio comune se superiore ai 5’000 abitanti. Riguardo alle visite ad amici e parenti, come durante il periodo natalizio sarà consentito ospitare, una volta al giorno e dalle 5.00 alle 22.00, massimo 2 persone non conviventi, esclusi figli minori di 14 anni o persone autosufficienti.

Per impedire assembramenti in strada, sarà vietato anche l’asporto da bar e servizi a partire dalle 18.00. Palestre, piscine e cinema resteranno chiusi.

La corrispondenza è di Anna Valenti

RG 18.30 del 15.01.2021 La corrispondenza di Anna Valenti
15.01.2021 ore 13:06
Vaud e Berna, in quarantena i contatti dei contatti

Nuovo ceppo, quarantena più severa

La misura nei cantoni di Berna e Vaud, per evitare il propagarsi della variante britannica del coronavirus, si applica anche ai contatti dei contatti

15.01.2021 ore 13:03
Marianne Faithfull forse non potrà più cantare

La cantante britannica Marianne Faithfull, 74 anni, che era stata colpita da una grave forma di COVID-19 in aprile e aveva passato diverse settimane in ospedale, ha confessato al Guardian di soffrire ancora delle conseguenze della malattia. Ha bisogno regolarmente di ossigeno e “i polmoni non vanno ancora bene”, tanto che ancora non può cantare e, secondo i medici, potrebbe non poterlo fare mai più.

15.01.2021 ore 12:57
Vaud, elezioni il 7 marzo. "La democrazia va preservata"

Le elezioni comunali nel cantone di Vaud si svolgeranno regolarmente il 7 marzo, nonostante il coronavirus. Alcune regole: massimo 20 persone intorno a uno stand e 50 all’interno di conferenze stampa e dibattiti. “Mantenere queste elezioni è una vera necessità. Non possiamo mettere da parte la democrazia. Deve vivere e sopravvivere alla crisi sanitaria”, ha detto Christelle Luisier, Consigliere di Stato responsabile delle istituzioni e del territorio.

15.01.2021 ore 12:39
Salta un'altra partita del Losanna

Salta un'altra partita del Losanna

Il 19 gennaio il Davos sfiderà il Bienne anziché la compagine vodese

15.01.2021 ore 12:24
Allarme per le varianti brasiliane che sono due

Cresce la preoccupazione, fra gli scienziati britannici e di altri Paesi, per la possibile virulenza e le incognite legate a una nuova, ulteriore mutazione del coronavirus riscontrata di recente in Brasile. “Le varianti brasiliane” - che hanno indotto fra l’altro il Governo di Londra a imporre da oggi la chiusura temporanea precauzionale dei confini del Regno Unito ai viaggi dall’intero Sudamerica e dal Portogallo - sono in realtà “due”, ha spiegato alla BBC la professoressa Wendy Barclay, capo del G2P-UK National Virology Consortium. “Sono emersi in effetti - ha detto la virologa britannica - due tipi diversi di varianti brasiliane del Covid, una è stata già localizzata (nel Regno) e l’altra no”. “Analizzando i database - ha del resto aggiunto - vi è evidenza di diverse varianti in giro per il mondo, inclusa quella brasiliana che io credo sia in circolazione da qualche tempo”. Varianti la cui trasmissibilità e la cui resistenza ipotetica ai vaccini attualmente in campo sono oggetto di verifica e che - ha avvertito Barclay - occorre ora “tracciare con cura”

15.01.2021 ore 11:57
Assicurazioni inglesi chiamate alla cassa

Le assicurazioni sono obbligate a compensare decine di migliaia di piccole aziende britanniche colpite dall’impatto dell’emergenza coronavirus e dalle perdite legate al primo lockdown nazionale della primavera scorsa. Lo ha stabilito venerdì la Corte Suprema del Regno Unito, accogliendo il ricorso presentato da una rappresentanza di esponenti del business. Il verdetto impedisce alla società di assicurazione di trincerarsi dietro le cause di forza maggiore e potrebbe costare loro centinaia di milioni di sterline, potendo essere invocato sulla carta come un precedente da una platea di 370.000 fra esercizi commerciali e piccole imprese.

15.01.2021 ore 11:36
Aeroporto di Zurigo rinvia investimenti

In un contesto segnato dalla pandemia del coronavirus l’aeroporto di Zurigo pianifica di rinviare i suoi investimenti per i prossimi tre anni. Anche progetti di sviluppo come la costruzione di terminal dovranno essere messi da parte, dal momento che il Covid ha colpito in modo drammatico il traffico aereo. “Abbiamo ridotto i costi e gli investimenti, tagliato posti di lavoro, rinunciato al pagamento di un dividendo e raccolto capitali”, ha dichiarato il Ceo di Flughafen Zürich Stephan Widrig in un’intervista rilasciata alle testate del gruppo CH-Media. Widrig si aspetta che anche il 2021 sarà “difficile”, ma l’azienda spera di superarlo senza ricorrere agli aiuti statali.

15.01.2021 ore 10:25
In casa anziani 6 nuovi casi e 3 decessi

Secondo i dati diffusi quotidianamente dall’ADICASI, sono 117 i residenti attualmente positivi (6 i nuovi casi rilevati in 24 ore), suddivisi in 18 dei 68 istituti del cantone. Negli altri il virus non è attualmente presente. Si segnalano tre nuovi decessi, per un totale di 365 da inizio pandemia, ma anche 31 nuove guarigioni (1’221 nel complesso)

15.01.2021 ore 10:11
In Ticino 10 decessi e 108 nuovi casi

Dieci persone sono morte di COVID-19 nelle ultime 24 ore in Ticino, per un bilancio complessivo di 873 decessi da inizio pandemia. I nuovi contagi sono 108, 25’849 quelli totali. Per la prima volta da due mesi, il numero dei pazienti ricoverati scende sotto quota 300: sono 291, con 14 nuovi ricoveri e 20 dimissioni. Sono 40 le persone in terapia intensiva.

15.01.2021 ore 09:03
L'Austria si "blinda": obbligo di registrazione per chi entra

In Austria è in vigore da oggi l’obbligo di registrazione per chi vuole entrare nel paese , dove è ancora in vigore un severo lockdown. Esclusi i frontalieri e chi transita verso altri paesi, per tutti gli altri c’è il dovere di comunicare i propri dati personali e relativi al soggiorno su un’apposita piattaforma online. Il cancelliere Sebastian Kurz annuncerà questo fine settimana se le misure restrittive adottate dal 26 dicembre saranno prolungate oltre la scadenza fissata il 24 gennaio.

RG 07.00 del 15.01.2121 - Il servizio di Stefano Grazioli
15.01.2021 ore 08:57
Industria alberghiera in crisi: le cifre di novembre

Il settore alberghiero svizzero ha continuato a risentire a novembre dell’assenza di turisti stranieri a causa della pandemia di coronavirus. Secondo i risultati provvisori dell’Ufficio federale di statistica (UST) diramati venerdì, nel penultimo mese del 2020 sono stati registrati 890’000 pernottamenti, con un calo del 57,3% rispetto all’anno precedente. I visitatori stranieri hanno totalizzato 187’000 pernottamenti, in calo dell’83% rispetto allo stesso mese del 2019. Gli ospiti svizzeri non sono stati in grado di compensare questa assenza, generando il 30% in meno di pernottamenti in un anno, con 704’000 unità. Da gennaio a novembre, il settore alberghiero ha registrato il 40% di pernottamenti in meno, con sole 22,1 milioni di unità. In questo periodo sono mancati anche i visitatori stranieri che hanno rappresentato 7,1 milioni di pernottamenti (-64,8%). Gli ospiti svizzeri hanno generato 15,0 milioni di pernottamenti, in calo del 10% in undici mesi.


In Ticino

Lo scorso novembre in Ticino sono stati registrati 79’402 pernottamenti con una flessione del 2,2% rispetto al numero dello stesso mese del 2019. Complessivamente in Ticino sono giunti poco meno di 35’000 ospiti. Gli arrivi dalla Svizzera sono risultati in aumento rispetto all’anno precedente, ma non hanno permesso di compensare il calo dei visitatori stranieri (Germania -63,4%, Italia -69% e altri -79,6%).

Nei primi 11 mesi del 2020 vi sono stati complessivamente i 1’846’728 pernottamenti con una diminuzione del 17,1%. Il crollo dei mesi di marzo, aprile, maggio e giugno è stato infatati solo in parte compensato dall’andamento registrato tra luglio e ottobre. L’evoluzione ha premiato soprattutto gli alberghi a 5 stelle che hanno avuto un aumento dei pernottamenti dell’89,7%. I 4 stelle hanno confermato sostanzialmente i numeri del 2019. La maggiore flessione riguarda la categoria dei 3 stelle che hanno registrato un calo dei pernottamenti del 21,6%.

15.01.2021 ore 08:56
Timori legati anche alla variante brasiliana

A suscitare preoccupazione a livello mondiale ci sono la variante inglese già presente in 50 Stati, quella sudafricana finora diffusa in 20 Nazioni, ma pure una mutazione del coronavirus emersa in Brasile, rilevata alcuni giorni fa in Giappone dove gli esperti sostengono che potrebbe avere un impatto sulla risposta immunitaria. Per gli esperti dell’OMS si tratta di una variante inquietante. Si teme sia all’origine di una nuova emergenza nella città di Manaus capitale dello Stato di Amazona. Nell’ultima settimana sono morte 200 persone al giorno, mancano posti letto e soprattutto manca l’ossigeno per i pazienti.


RG 08.00 del 15.01.21: la corrispondenza di Emiliano Guanella
15.01.2021 ore 08:06
In Italia quasi un milione di vaccinazioni

E’ di 972.099 il totale delle vaccinazioni anti-Covid somministrate finora in Italia, pari al 69% delle dosi distribuite. Lo riporta il sito web della Presidenza del Consiglio dei ministri. La regione con il rapporto più alto tra somministrazioni e vaccini consegnati è la Campania (92,4%), quella con il più basso la Calabria (39,4%). Sono stati vaccinati 734.969 operatori sanitari e sociosanitari, 155.865 tra personale non sanitario e 81.265 ospiti di strutture residenziali assistite.

15.01.2021 ore 07:58
Superati i 2 miloni di contagi in Germania

La Germania che conta all’incirca 83 milioni di abitanti ha superato i 2 milioni di contagi da coronavirus confermati in laboratorio dall’inizio della pandemia. Lo ha reso l’istituto Robert Koch annunciando che nella giornata di giovedì sono state accertate altre 22’368 infezioni e 1’113 decessi che hanno portato il totale delle morti legate al Covid-19 a 44’494. L’evoluzione della pandemia dovrebbe portare il Governo guidato dalla cancelliera Angela Merkel a inasprire ulteriormente il confinamento a partire dal 20 gennaio. Tre le opzioni all’esame vi sarebbero anche la sospensione del trasporto pubblico e dei treni a lunga distanza, l’introduzione del coprifuoco e l’obbligo, in alcune regioni, del telelavoro generalizzato.

15.01.2021 ore 07:50
Oltre 93 milioni di contagi nel mondo

Ha superato quota 93 milioni il numero dei casi di contagio da Covid-19 registrati ufficialmente nel mondo dall’inizio della pandemia, di cui almeno 51,3 milioni già guariti. I decessi non hanno superato i due milioni. Lo rende noto l’università americana Johns Hopkins, che riporta 1,99 milioni di decessi totali legati al nuovo coronavirus. Il Paese più colpito al mondo in termini assoluti dal Covid-19 restano gli Stati Uniti, con 23,2 milioni di contagi e 388 mila decessi. Seguono l’India e il Brasile.

15.01.2021 ore 07:31
La pandemia come opportunità

In “un periodo estremamente pericoloso da un punto di vista sanitario, politico, sociale ed economico, a causa del nostro modello di sviluppo aberrante che genera delle enormi controproduttività ambientali, ma anche sanitarie e sociali, e che impone delle condizioni di vita e di morte spaventose agli animali”, la filosofa francese Corine Pelluchon vede la pandemia come un’opportunità per “guardare in maniera critica al nostro presente”, trarre i dovuti insegnamenti dall’esperienza e cambiare abitudini e stili di vita.

In un’intervista alla RSI la filosofa che lo scorso maggio ha pubblicato il volume “ Réparons le monde. Humains, aimaux, nature” (“Ripariamo il mondo. Umani, animali, uomini, natura”) esprime la speranza che l’umanità approfitti di aver ripreso coscienza della sua vulnerabilità per tracciare un progetto di emancipazione, modificare i sistemi di produzione e di consumo e riorientare l’economia.


Abitare il mondo diversamente

“La pandemia ci ha ricordato la nostra vulnerabilità”. Intervista alla filosofa francese Corine Pelluchon

15.01.2021 ore 07:23
Biden annuncia un piano da 1'900 miliardi di dollari

Joe Biden ha annunciato un piano da 1’900 miliardi di dollari per fonteggiare il coronavirus, venire in aiuto economico ai cittadini degli Stati Uniti più colpiti dalla pandemia e ridurre i suoi effetti sull’economia americana. Il piano prevede all’incirca 1’000 miliardi in aiuti alle persone, 160 per vaccinazioni e test, 440 per le imprese e 350 per Stati e Governi locali.

Al piano di salvataggio, ha aggiunto il presidente eletto che si insedierà alla Casa Biasca tra pochi giorni, ne seguirà un altro di rilancio.

Piano di aiuti da 1'900 miliardi

Il presidente USA eletto Joe Biden ha persentato la sua ricetta contro la pandemia: aiuti ai cittadini, agli Stati e rilancio dell'economia

15.01.2021 ore 07:19
Nei Grigioni un altro decesso e altri 48 contagi

Nelle ultime 24 ore nei Grigioni le autorità sanitarie cantonali hanno registrato un altro decesso legato al Covid-19 e ulteriori 48 positività al coronavirus. Il totale dall’inizio della pandemia sale così 9’119 infezioni delle quali 155 con esito letale. Non vi sono state ulteriori ospedalizzazioni, ma lo stato di alcuni dei 43 ricoverati si è aggravato.. Una persona in più ha dovuto essere posta in terapia intensiva dove si trovano 8 pazienti, tutti bisognosi di respirazione artificiale.

La situazione generale pare in via di progressivo miglioramento. Il numero dei casi attivi si è ridotto di 49 unità. Attualmente vi sono 521 persone in isolamento e altre 601 in quarantena.