427295938_highres.jpg
keystone
Momenti chiave
23.09.2020 ore 17:15
23.09.2020 ore 17:12
23.09.2020 ore 13:01
23.09.2020 ore 12:16
23.09.2020 ore 10:42
23.09.2020 ore 10:10
23.09.2020 ore 09:00
23.09.2020 ore 07:52

Svizzera, 437 contagi e 15 ricoveri

Losanna: 2'500 studenti in quarantena - Il coronavirus continua a diffondersi in tutto il mondo - Diversi paesi introducono nuove limitazioni
mercoledì 23 settembre 2020 07:52

Nessun decesso legato al Covid-19, ma altre 437 infezioni da coronavirus e 15 ulteriori ospedalizzazioni sono stati registrati in Svizzera nelle ultime 24 ore dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). I dati aggiornati portano quindi a 51’101 il totale dei contagi registrati dall’inizio della pandemia su un totale di 1,3 milioni di test. Intanto le autorità vodesi hanno imposto la quarantena fino al 28 settembre a 2'500 studenti dell'Ecole hôtelière di Losanna. La misura riguarda gli studenti prossimi al bachelor. "Focolai di infezione sono comparsi a diversi livelli di istruzione, rendendo impossibile chiusure più mirate", ha spiegato in una nota il Cantone.

La cronaca di martedì

Nel mondo, gli Stati Uniti hanno superato la triste soglia dei 200'000 morti legati al Covid-19 dall'inizio della pandemia che, finora, in tutto il mondo ha visto contagiate oltre 31 milioni di persone. Il coronavirus continua ad diffondersi a ritmo sostenuto con all'incirca 300'000 nuove infezioni al giorno. Il numero delle vittime è inferiore a quello della scorsa primavera, ma numerosi paesi anche europei (in primis Gran Bretagna, Francia e Spagna) hanno deciso ulteriori restrizioni per tentare di tenere la situazione sotto controllo.

I dati sempre aggiornati

di Diego Moles

23.09.2020 ore 23:45
Turchia: 1’767 casi e 72 nuove vittime

Sono 1’767 i casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Turchia, su 112’102 test effettuati. Il dato porta il totale dei contagi nel Paese a 308’069. Le nuove vittime sono 72, portando i decessi complessivi a 7’711. I pazienti in terapia intensiva aumentano a 1’561, mentre quelli guariti crescono di 1’027 unita’, arrivando in tutto a 270’723. Lo ha riferito nel suo bollettino quotidiano il ministro della Salute turco Fahrettin Koca.

23.09.2020 ore 23:44
Lombardia: 196 contagi e 33 pazienti in terapia intensiva

Sono 196 rispetto a ieri i nuovi casi positivi al coronavirus in Lombardia (di cui 29 ‘debolmente positivi’ e 6 a seguito di test sierologico) a fronte di 22.805 tamponi eseguiti (totale complessivo: 1.990.912.). In terapia intensiva. secondo i dati della Regione, sono 33 pazienti (-1) mentre quelli non in terapia intensiva sono 308 (+14). Non si registrano decessi (il totale complessivo è di 16’925).Sono 196 rispetto a ieri i nuovi casi positivi al coronavirus in Lombardia (di cui 29 ‘debolmente positivi’ e 6 a seguito di test sierologico) a fronte di 22.805 tamponi eseguiti (totale complessivo: 1’990’912.). In terapia intensiva. secondo i dati della Regione, sono 33 pazienti (-1) mentre quelli non in terapia intensiva sono 308 (+14). Non si registrano decessi (il totale complessivo è di 16’925).

23.09.2020 ore 23:41
Romania: i 1’767 contagi e 47 decessi in 24 ore

Tornano a crescere i contagi in Romania, dove nelle ultime 24 ore i nuovi casi di coronavirus sono stati 1’767, con 47 altri decessi. Il Paese resta nei Balcani quello maggiormente colpito dall’epidemia di covid-19, ma anche quello che ha effettuato più test, oltre 2,2 milioni finora. Nuovo balzo dei contagi anche in Bosnia-Erzegovina, che ha registrato nelle 24 ore 344 contagi e 12 morti, e in Montenegro con 290 nuovi casi e cinque vittime. La Croazia ha segnalato oggi 204 casi e due decessi, la Macedonia del Nord 183 contagi e cinque morti, la Slovenia 136 contagi e un morto, la Bulgaria 109 casi e due vittime. Si confermano con una situazione epidemiologica più favorevole la Serbia, con 81 contagi e una vittima, e il Kosovo dove nelle 24 ore si sono registrati 62 casi e un morto.

23.09.2020 ore 23:40
Chiusure di Marsiglia e Parigi: sindaca e comune non ci stanno

La sindaca di Marsiglia e il Comune di Parigi sono sul piede di guerra contro le drastiche decisioni del governo di chiudere bar e ristoranti - nel caso della città del sud della Francia - o di limitare orari e assembramenti per quanto riguarda la capitale. La sindaca di Marsiglia, l’ecologista Michèle Rubirola, ha protestato su Twitter contro la decisione di chiudre per 15 giorni bar e ristoranti della seconda città di Francia: “apprendo con stupore e rabbia - ha scritto - una decisione per la quale il Comune di Marsiglia non è stato consultato.

Nulla della situazione sanitaria giustifica questo annuncio”. Quanto a Parigi, la chiusura anticipata di bar e ristoranti rappresenta - per il primo vicesindaco Emmanuel Grégoire - “un rischio economico immenso”. Il Comune - ha detto Grégoire - si batterà per “una proporzionalità riguardo alcune misure relative allo sport, alla vita sociale e alla cultura”. “Il rischio di cui abbiamo sentore - ha spiegato - è che quando vengono adottate misure troppo coercitive, il rischio non è che la gente smetta di far festa, ma che si sposti in luoghi meno controllati”.

23.09.2020 ore 23:39
Brasile: oltre 33'00' contagi e 869 decessi

Il Brasile questo mercoledì ha registrato ulteriori 869 decessi e 33’281 nuovi contagi nelle ultime 24 ore: lo ha comunicato in serata il Consiglio nazionale dei segretari della sanità (Conass). Il numero complessivo dei casi confermati di Covid-19 nel Paese sudamericano è dunque salito a 4’624’885, mentre il totale delle vittime dall’inizio della pandemia ha raggiunto quota 138’977. Il tasso di letalità è del 3%,mentre quello di mortalità è pari a 66,1 persone ogni centomila abitanti.

23.09.2020 ore 22:58
Genova, nel centro storico mascherine obbligatorie 24 ore su 24

“Abbiamo la presenza di un potenziale cluster nel centro storico quindi per salvaguardare la salute di chi ci vive e quella di tutta la città abbiamo deciso di prendere determinate misure precauzionali: estenderemo l’uso della mascherina, all’aperto, 24 ore su 24, indipendentemente dalla distanza interpersonale, in un’area del centro storico”. Lo hanno annunciato il sindaco Marco Bucci e il presidente della Regione Giovanni Toti dopo i nuovi casi di covid tracciati a Genova, 63 nelle ultime 24 ore. Non sono previste altre misure restrittive. L’area comprende il porto antico, la stazione Principe, piazza Matteotti e via Ravasco. L’ordinanza sarà firmata in serata. Dal provvedimento saranno esclusi i runner. Previste sanzioni fino alla chiusura dei locali del centro storico che non rispettano l’obbligo di mascherina tra i propri clienti. “Il cluster del centro storico continua ad alimentare il ricovero di pazienti negli ospedali soprattutto verso il Galliera” commenta Toti”. “Vogliamo stroncare il potenziale cluster sul nascere”, sottolinea Bucci.

23.09.2020 ore 21:31
Netanyahu: "Lockdown completo". Ma è scontro sulla chiusura delle sinagoghe

“Stiamo andando verso un completo lockdown a causa della risalita delle infezioni”. Lo ha annunciato il premier israeliano Benyamin Netanyahu mentre è ancora in seduta il Gabinetto di governo convocato per decidere le nuove restrizioni. Una riunione - in corso da 6 ore - che molte fonti indicano come contrastata per i dissidi sulle misure da parte dei ministri, in particolare quelli religiosi a proposito della ventilata chiusura delle sinagoghe per Kippur. Ipotesi alla quale quei ministri oppongono il contemporaneo fermo delle manifestazioni non previsto dall’attuale blocco. “E’ preferibile adottare il lockdown durante le feste con un prezzo economico basso e non - ha insistito Netanyahu che a favore di un intervento immediato - dopo le feste con un costo economico maggiore”. “E’ una decisione seria e complessa”, ha ammonito il premier ma “devo salvare la vostre vite”.

Secondo le indiscrezioni, il lockdown ancora più ristretto andrebbe da Kippur (28 settembre) fino alla fine della festa di Sukkot il 9 ottobre. Chiuse le sinagoghe, limiti alle manifestazione, fermo delle imprese non essenziali, blocco dell’aeroporto Ben Gurion ai voli in partenza, completo stop di ogni assembramento e obbligo per gli israeliani di restare con il loro nucleo familiare per le feste. I ministri religiosi - secondo i media - hanno più volte minacciato le dimissioni durante la riunione del Gabinetto se saranno chiuse le sinagoghe e non fermate le dimostrazioni. Blu Bianco di Benny Gantz, alleato di governo, si opporrebbe invece al bando delle manifestazioni.

23.09.2020 ore 21:15
Oltre 13'000 nuovi contagi in Francia

La Francia ha registrato 13’072 nuovi casi di Covid-19 in 24 ore mentre il tasso di positività al test continua a salire, secondo i dati diffusi mercoledì da Public Health France. Il numero dei casi ha quindi ricominciato a salire dai 10’008 registrati martedì, ma senza toccare il record di sabato (13’498 casi positivi). La proporzione di pazienti tra quelli testati (tasso di positività) continua a salire, al 6,2%, contro il 6,1% del giorno prima.

Negli ospedali, 783 pazienti affetti da virus sono stati ricoverati in un giorno, di cui 130 in terapia intensiva. Inoltre, 4’244 pazienti Covid sono stati ricoverati negli ultimi sette giorni, la stessa cifra di martedì, di cui 675 in terapia intensiva, o 24 in più rispetto al giorno prima. Dall’inizio dell’epidemia, in Francia sono stati registrati almeno 31’459 decessi correlati a Covid, 43 in più rispetto al giorno prima, di cui 20’888 negli ospedali.

23.09.2020 ore 19:08
Time: l'immunologo Fauci tra le 100 persone più influenti

Anthony Fauci, impegnato nella lotta al coronavirus, ha conquistato la copertina del Time; l’immunologo statunitense, che si è più volte scontrato con le politiche adottate dal presidente Trump, è tra le 100 persone più influenti al mondo. In classifica anche le fondatrici del movimento contro la violenza della polizia USA nei confronti delle persone di colore (Black Lives Matter) e Li Wenliang, eroe di Wuhan

23.09.2020 ore 19:00
Financial Times elogia l'Italia per la gestione della seconda ondata

L’edizione online del quotidiano economico Financial Times ha elogiato l’Italia per come ha saputo gestire la seconda ondata di coronavirus, anche attraverso il comportamento virtuoso dei cittadini.

23.09.2020 ore 18:18
Sardegna: 49 nuovi casi e 2 decessi

Sono 49 i nuovi casi di positività al Covid 19 registrati in Sardegna. Il dato porta a 3’405 i contagi accertati dall’inizio dell’emergenza. Si registrano anche due nuovi decessi.

23.09.2020 ore 18:12
Losanna: 2'500 studenti in quarantena

Circa 2’500 allievi della Scuola alberghiera di Losanna (EHL) sono stati posti in quarantena fino al 28 settembre. La misura riguarda gli studenti prossimi al bachelor. “Focolai di infezione sono comparsi a diversi livelli di istruzione, rendendo impossibile chiusure più mirate”, ha spiegato in una nota il Cantone.

Losanna: 2'500 studenti in quarantena

Le autorità vodesi hanno imposto la misura, dopo l'individuazione di importanti focolai di coronavirus, agli allievi dell'Ecole hôtelière

23.09.2020 ore 17:15
Italia: 1'640 casi e 20 morti

Sono 1’640 i nuovi casi confermati di coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore; 20 le persone decedute. In nessuna regione si registrano zero casi.

23.09.2020 ore 17:12
Nuovo test rapido dalla Svezia

Un nuovo test, più rapido ed economico del tampone e ugualmente accurato nel rilevare la presenza del virus SarsCov2, è stato messo a punto in Svezia, dal gruppo dell’Istituto Karolinska di Stoccolma, guidato Bjorn Reinius. I dati relativi sono pubblicati sulla rivista Nature Communications.

23.09.2020 ore 16:58
Francia, Parigi e altre città in scala allerta super rosso

l ministro della Salute francese, Olivier Véran, presenterà oggi una nuova cartografia dell’epidemia che farà passare diverse città francesi, tra cui Parigi, in categoria ‘super-rosso’ o ‘scarlatto’, il che comporterà una serie di nuove restrizioni sanitarie contro il coronavirus.

23.09.2020 ore 16:56
Francia, soldati a rientro da Wuhan non testati

Retromarcia della ministra delle Forze armate francesi, Florence Parly, che ha ammesso davanti alla Commissione d'inchiesta parlamentare che non furono sottoposti a test i militari francesi che tra gennaio e febbraio riportarono in patria un gruppo di connazionali da Wuhan. Il 31 gennaio scorso, con l'epidemia di Coronavirus che stava colpendo duramente la Cina, 18 militari della base di Creil, nell'Oise - regione a nord di Parigi e primo focolaio in Francia - partirono per accompagnare il primo volo di rimpatrio di francesi dal focolaio dell'epidemia di Wuhan. Qualche settimana dopo, l'Oise fu dichiarato come uno dei primi cluster in Francia, proprio a Crepy-en-Valois, vicino alla base militare.

23.09.2020 ore 16:54
ONU, "Disinformazione è un problema"

“Il coronavirus non è solo un’emergenza di salute pubblica, è anche un’emergenza di comunicazione. Non appena il Covid si è diffuso in tutto il mondo, messaggi inaccurati e persino pericolosi sono proliferati selvaggiamente sui social media, lasciando le persone confuse, e mal consigliate”. Lo ha detto il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres. “L’antidoto sta nell’assicurarsi che i fatti sostenuti dalla scienza e le linee guida sanitarie circolino ancora più velocemente e raggiungano le persone ovunque hanno accesso alle informazioni”, ha precisato il leader del Palazzo di Vetro. Guterres ha poi precisato che l’iniziativa delle Nazioni Unite, chiamata ‘Verified’, combatte la disinformazione con la verità.

23.09.2020 ore 16:52
"No deal" peggio del virus per la Gran Bretagna

Una Brexit “no deal”, senza trattato di libero scambio fra Londra e Bruxelles, potrebbe costare all’economia del Regno Unito più ancora delle conseguenze dell’emergenza coronavirus: fino a oltre tre volte di più a regime. Lo sostiene uno studio commissionato dal think tank anti-brexiteer UK in a Changing Europe e realizzato in collaborazione con alcuni ricercatori della London School of Economics (Lse).

23.09.2020 ore 16:50
In Europa si sarebbe già nella seconda ondata

La seconda ondata della pandemia potrebbe già essere iniziata in Europa e, a dipendenza delle varie realtà nazionali, potrebbe proseguire fino al gennaio 2021. È quanto indicano i modelli matematici pubblicati sulla rivista Scientific Reports di Nature da Giacomo Cacciapaglia e Corentin Cot, dell’Institut de Physique des 2 Infinis di Lione, e da Francesco Sannino, della University of Southern Denmark.

La stima di basa sia sui numeri dei contagi, sia su quelli relativi ai viaggi attraverso dieci paesi europei. Il modello che i tre ricercatori hanno voluto mettere a disposizione di tutti gli interessati si basa sui dati relativi alla prima ondata, con una variazione del 15% nei tassi di contagio, e indica che i tempi della seconda ondata potranno essere diversi da Stato a Stato poiché dipenderanno dalla capacità di controllare l’infezione attraverso le misure di prevenzione, come distanziamento sociale, controllo dei focolai e controllo delle frontiere.

23.09.2020 ore 16:49
Il Belgio riduce la quarantena a 7 giorni

Il Belgio ha annunciato una riduzione del periodo di quarantena da 14 a 7 giorni d’isolamento, in caso di contatti ravvicinati con una persona positiva al coronavirus.

23.09.2020 ore 15:49
Putin: a breve registreremo il secondo vaccino

Un altro vaccino russo contro il coronavirus sarà registrato a breve. Lo ha detto il presidente Vladimir Putin ai membri del Consiglio della federazione, la camera alta del Parlamento. “Oggi il sistema sanitario è pronto a combattere efficacemente l’infezione da coronavirus e l’epidemia stagionale di malattie legate al freddo”, ha affermato nel corso dell’incontro svoltosi al Cremlino.

23.09.2020 ore 15:41
I contagi sembrano tornati a calare

Dopo poco più di quattro mesi di leggero, ma costante, aumento, il numero dei nuovi contagi in Svizzera sembra essere entrato in una fase di debole discesa. I dati diffusi negli ultimi giorni dall’Ufficio federale della sanità pubblica presentano alcune anomalie, rispetto alla situazione che si verificava fino ad una settimana fa, che portano a pensare che la tendenza sia cambiata.

Probabilmente è troppo presto per parlare di una inversione, ma qualche segnale di cambiamento si avverte. In questo momento non è però possibile escludere che l’andamento degli ultimi giorni possa essere influenzato da qualche ritardo o errore negli annunci delle positività.

La media mobile dei nuovi casi quotidiani (calcolata su base settimanale) che il 24 maggio aveva toccato il minimo con 16 contagi, ha continuato a salire fino al 16 settembre quando ha raggiunto un massimo di 430. Poi pian piano ha cominciato a scendere e la tendenza si è confermata anche dopo il weekend. Una certa flessione si nota anche nel confronto del totale dei contagi registrati negli ultimi 14 giorni. Il valore che lunedì era di 5’617, due giorni dopo non è aumentato ma è sceso a 5’487.

La conferma a sapere se le cose sono cambiate la si avrà solo nei prossimi giorni. Dapprima nei dati quotidiani e poi nell’evoluzione della stima del tasso di riproduzione effettivo del coronavirus messa a disposizione dalla Swiss National COVID-19 Science Task. Attualmente è aggiornata all’11 settembre quando era di circa 1,1 (10 positivi contagiavano 11 persone).

23.09.2020 ore 13:40
In Svizzera altri 437 contagi e 15 ricoveri

Nessun decesso legato al Covid-19, ma altre 437 infezioni da coronavirus e 15 ulteriori ospedalizzazioni sono stati registrati in Svizzera nelle ultime 24 ore dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). I dati aggiornati portano quindi a 51’101 il totale dei contagi registrati dall’inizio della pandemia su un totale di 1,3 milioni di test.

Le persone costrette a restare a casa in tutto il paese sono tornate a essere oltre 20’000: 3’610 perché in isolamento essendoci il rischio che siano contagiose, 7’351 in quarantena per aver avuto contatti stretti con i positivi e 13’115 perché di rientro in Svizzera da un paese a rischio.

23.09.2020 ore 13:21
Attività Nez Rouge ferme: "Non mettiamo a rischio i volontari"

Nez Rouge Ticino durante il prossimo mese di dicembre (Capodanno compreso) non sarà operativo. Lo ha ufficializzato la sezione cantonale rilevando che già ad agosto aveva informato la Federazione sull’intenzione”di non mettere a repentaglio la salute dei nostri volontari”.

Lo stop alle attività svolte per assicurare un rientro al domicilio in sicurezza a tutti coloro che non se la sentono di mettersi al volante si prolungherà almeno fino a Carnevale. Poi potrebbero riprendere durante la primavera in occasione di eventi più piccoli come concerti e matrimoni. Ma la situazione andrà rivalutata a tempo debito.

Una nota anticipa che l’associazione sta valutando il lancio di una campagna di sensibilizzazione con Strade Sicure.

23.09.2020 ore 13:01
Superati in India i 90'000 morti

L’India ha superato mercoledì i 90’000 decessi per Covid-19, con 1’085 nuove vittime nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto il ministero alla salute. I nuovi casi di infezione sono saliti a 83’347, dopo che martedì erano 70’000. Il totale dei positivi in India dall’inizio della pandemia raggiunge i 5’646’000. Le autorità di Nuova Delhi sottolineano che martedì i guariti, 89’746, hanno superato i nuovi infettati e che il tasso di guarigione nel Paese è pari all’81,25%.

23.09.2020 ore 12:16
L’app SwissCovid stagna

L’applicazione SwissCovid lanciata a giugno per facilitare il tracciamento dei contagi continua ad essere scaricata circa 500 volte al giorno dagli store di Apple e Google Play (finora è stata installata 2,4 milioni di volte), ma il suo utilizzo stagna e da qualche tempo appare in flessione.

Il numero totale delle attivazioni quotidiane, stando agli ultimi dati disponibili sul sito dell’Ufficio federale di statistica, oscilla attorno agli 1,6 milioni dopo aver raggiunto il massimo di 1,68 milioni il 6 settembre scorso. La crescita che in precedenza era stata costante si è interrotta e si assiste a una tendenza a un leggero calo.

Per essere davvero efficace SwissCovid (così come i sistemi simili esistenti negli altri paesi) dovrebbe essere usata da almeno il 60% della popolazione (cioè da circa 5 milioni persone).

23.09.2020 ore 11:53
Medie di Losone, revocata la quarantena della classe

Gli allievi della classe delle scuole medie di Losone posti in quarantena martedì sera possono tornare a frequentare normalmente le lezioni in presenza. Lo hanno reso noto il Dipartimento della sanità e della socialità e il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport spiegando che, dopo ulteriori accertamenti, l’Ufficio del medico cantonale ha ritenuto di poter revocare la misura. Giovedì, come già comunicato alle famiglie, i compagni dello studente risultato positivo potranno tornare a scuola.

Quarantena per un malinteso

La quarentena, si apprende dal comunicato, è stata ordinata a causa di un’incomprensione. Era stata decisa a titolo precauzionale sulla scorta di un’informazione che diceva che la classe aveva svolto una gita con pernottamento nei giorni in cui i contatti stretti dell’allievo positivo erano da ritenere a rischio di contagio. In realtà, è emerso, l’uscita si è svolta una settimana prima che il ragazzo venerdì presentasse i primi sintomi

Altri casi da chiarire

Le autorità cantonali hanno invitato altri ragazzi della stessa classe che negli scorsi giorni erano assenti da scuola a valutare con il proprio medico l’effettuazione del test diagnostico.


Losone, studente positivo

Primo caso di coronavirus dalla ripresa delle lezioni nella scuola dell'obbligo in Ticino. L'intera classe della scuola media in quarantena

23.09.2020 ore 11:20
La pandemia non ha portato le ditte a rinviare i pagamenti

Il coronavirus non ha finora spinto le aziende svizzere a rinviare ulteriormente i propri i pagamenti. Anzi. Sembra che facciano fronte ai loro impegni in modo leggermente più veloce rispetto al 2019. È quanto emerge da uno studio periodico pubblicato dalla società Bisnode dal quale si apprende anche che le ditte ticinesi (seppur in miglioramento con una quota del 28% di ritardi) restano seconde, dietro solo a quelle di Basilea Città, nel dilazionare i loro versamenti.

Nel primo semestre 2020 a livello nazionale il 21,8% delle fatture inviate da un’azienda a un’altra impresa non è stato onorato nei termini convenuti, con un rinvio medio di 14,5 giorni. Nella prima parte dello scorso anno la quota era del 23% ed anche il ritardo era leggermente superiore.

I pagatori meno solleciti si trovano nei rami del commercio al dettaglio (36%), dell’automobile (35%) e della ristorazione (32%). Istituti finanziari e assicurazioni rispettano invece i termini nel 92% dei casi.

23.09.2020 ore 10:42
Casi ancora in crescita in Russia

I contagi da coronavirus confermati in Russia sono cresciuti di 6’431 unità nelle ultime 24 ore, un record dal 13 luglio. Il paese ha finora registrato 1’122’241 infezioni, con una marcata crescita negli ultimi giorni. I morti nella giornata di martedì sono stati invece 150, per un totale di 19’799.

23.09.2020 ore 10:34
Le organizzazioni benefiche temono problemi finanziari

Le organizzazioni benefiche svizzere sono preoccupate per la loro situazione finanziaria. Dopo il record di donazioni registrato lo scorso anno quando avevano ricevuto 1,91 miliardi di franchi, ora un ente umanitario su due teme un calo dei fondi a disposizione per svolgere la propria missione. Lo si apprende da un comunicato della Fondazione Zewo che per la prima volta ha svolto un sondaggio per verificare l’impatto del coronavirus sul mondo dell’aiuto svizzero.

Il lockdown non ha comportato un calo generalizzato delle donazioni, ma la metà delle organizzazioni ha dovuto ridurre temporaneamente le proprie attività e di conseguenza sono diminuiti i ricavi autoprodotti dalla vendita di prodotti e dalla fornitura di servizi. Parallelamente molte hanno però visto aumentare gli impegni per sostenere le persone in difficoltà e per dare risposta a nuovi bisogni, come l’assistenza negli acquisti o la gestione di centri mobili dove svolgere i tamponi o distribuire mascherine.


"In 3 mesi le richieste di un anno"

Il Soccorso Svizzero d'Inverno confrontato con un numero di richieste d'aiuto superiori alla media

23.09.2020 ore 10:10
Altri sei contagi in Ticino

Nel corso della giornata di martedì in Ticino sono stati registrati altri sei contagi (tra cui quello dell’allievo delle scuole medie di Losone che ha comportato la conseguente messa in quarantena di tutta la classe) che portano il totale delle infezioni da coronavirus accertate dall’inizio della pandemia a 3’627. Negli ultimi 7 giorni i nuovi casi sono stati 31. Due persone restano ricoverate in ospedale ma non necessitano di cure intensive.

Il numero dei decessi legati al Covid-19 avvenuti nel cantone (350) non subisce variazioni da tre mesi e mezzo.

23.09.2020 ore 09:00
Primato di contagi in Israele

I contagi hanno raggiunto un livello record in Israele che da alcuni giorni vive nuovamente in situazione di lockdown parziale. Le autorità sanitarie mercoledì hanno annunciato che nelle ultime 24 ore vi sono stati 6’861 casi. Si tratta del numero più alto di infezioni registrate in un giorno. Il primato precedente risaliva al 15 settembre con 5’533.

23.09.2020 ore 08:53
La Francia valuta nuove restrizioni

La Francia si appresta ad introdurre nuove restrizioni per lottare contro la propagazione del coronavirus. Stando alle anticipazioni dei media transalpini il giro di vite in discussione in queste ore riguarderà soprattutto la capitale Parigi. Si prevedono: divieto di assembramenti con più di 10 partecipanti, stop alla vendita d’alcol dalle 20 e riduzione da 5’000 a 1’000 del numero massimo dei presenti ai grandi eventi.

23.09.2020 ore 08:44
Annullato il Ballo dell'Opera di Vienna

Il celebre Ballo dell’Opera di Vienna che, dagli inizi dell’Ottocento, anima il periodo di carnevale nella capitale austriaca nel 2021 non avrà luogo a causa della situazione epidemiologica. L’annullamento è stato ufficializzato dal cancelliere Sebastian Kurz parlando di “decisione non facile”. Confermare la serata di gala del Giovedì grasso alla quale prendono parte oltre 5’000 persone sarebbe però stato “irresponsabile” dato il rischio di contagio.

23.09.2020 ore 08:24
L'elvetica Relief ha chiesto l'approvazione dell'Aviptadil negli USA

La società farmaceutica Relief Therapeutics, con sede a Ginevra, e il suo partner NeuroRx hanno richiesto negli Stati Uniti l’approvazione d’emergenza di un farmaco sperimentale per il Covid-19. Si tratta dell’Aviptadil (RLF-100) destinato a pazienti in fase critica che hanno esaurito tutte le terapie approvate.

23.09.2020 ore 08:04
Superati i 200'000 morti negli USA e i 138'000 in Brasile

Gli Stati Uniti e il Brasile, pur non essendo i paesi con i tassi di contagio e di mortalità più alti al mondo in assoluto, continuano a guidare la classifica delle Nazioni maggiormente colpite dal coronavirus. Negli USA (con oltre 7 milioni di casi) le vittime dall’inizio della pandemia hanno superato le 200’000, mentre in Brasile (dove finora vi sono stati circa 4,6 milioni di contagi) sono oltre 138’000. In India dove le infezioni sono oltre 5,6 milioni le morti legate al Covid-19 registrate sono 90’000.

23.09.2020 ore 07:52
Altri due contagi nei Grigioni

Le autorità sanitarie grigionese hanno registrato ulteriori due contagi da coronavirus nelle ultime 24 ore (uno nella regione del Maloja, l’altro in quella di Plessur) che hanno portato il totale delle persone infettate dall’inizio della pandemia a 1’067. Tre malati sono ricoverati in ospedale, ma nessuno necessita di cure intense. Il numero dei decessi legati al Covid-19 (50) non subisce variazioni dallo scorso 8 giugno. Attualmente in tutto il cantone vi sono 18 casi attivi che si trovano in isolamento. Altre 64 persone sono in quarantena.