Maschera
Non più così? Keystone
Momenti chiave
11.06.2021 ore 22:01
11.06.2021 ore 18:01
11.06.2021 ore 17:09
11.06.2021 ore 15:56
11.06.2021 ore 14:19
11.06.2021 ore 12:10
11.06.2021 ore 10:50
11.06.2021 ore 10:11
11.06.2021 ore 08:01
11.06.2021 ore 07:25

Svizzera, ecco i nuovi allentamenti

Avviata la consultazione per la quinta fase di riaperture: via la mascherina all’aperto e capienze aumentate – Aperte anche discoteche e parchi acquatici – In Ticino certificato Covid da settimana prossima
venerdì 11 giugno 2021 07:13

La Confederazione ha messo in consultazione oggi (mercoledì) la quinta fase delle riaperture in vista dell’estate. La decisione definitiva sui nuovi allentamenti verrà presa il 23 giugno e gli stessi entreranno in vigore lunedì 28 giugno.

Tra questi, la revoca dell’obbligo della mascherina all’aperto, l’aumento del numero di persone consentito per tavolo nei ristoranti e la riapertura delle discoteche per le persone in possesso di un certificato Covid. È inoltre previsto di allentare le limitazioni della capienza imposte a negozi, strutture per il tempo libero e impianti sportivi e di semplificare e uniformare le regole per le manifestazioni. Inoltre per chi entra in Svizzera dallo spazio Schengen sarà abrogato l’obbligo di quarantena. Un obbligo di test rimarrà soltanto per le persone che non sono né vaccinate né guarite dall’infezione. Inoltre, sarà revocato il divieto di entrata per visitatori provenienti da Stati terzi che sono stati vaccinati.

La cronaca di giovedì

In Ticino nel frattempo “la campagna vaccinale procede spedita, sono state superate le 265’000 dosi somministrate e circa 110’000 persone (il 30% della popolazione) hanno ricevuto le due dosi”. Lo ha affermato il capo del DSS Raffaele De Rosa durante la conferenza stampa a Bellinzona, sottolineando come “Il Ticino figuri fra i cantoni che vaccinano di più”.

Circa 30’000 persone sono in lista d’attesa e le nuove iscrizioni sono 700 al giorno, raggiungere il 70% di vaccinati sull’intera popolazione “è un obiettivo realistico” secondo le autorità cantonali. Anche sul fronte del certificato Covid si fanno passi avanti: da martedì prossimo verrà rilasciato direttamente nei centri vaccinali, mentre i già vaccinati lo riceveranno per lettera o sms.

di Diego Moles, Stefano Pongan e Dario Lanfranconi

11.06.2021 ore 22:01
La Grecia e il nuovo turismo

Il turismo in Grecia sta ripartendo. E su basi diverse rispetto al passato. La pandemia ha riplasmato il settore che ha tirato fuori il Paese dalla crisi finanziaria e che proprio della pandemia ha sofferto le conseguenze. Il servizio del TG.

11.06.2021: Grecia, l'esempio di Mykonos per la ripartenza turistica
11.06.2021 ore 19:57
Riconoscimento certificato Covid svizzero: portavoce UE ridimensiona

Non è ancora cosa fatta il riconoscimento del certificato Covid svizzero da parte dell’UE. È quanto ha appreso la RSI da un portavoce della Commissione europea. Di riconoscimento aveva invece parlato, durante la conferenza stampa del Governo a Berna, il vicedirettore dell’Ufficio federale delle tecnologie dell’informazione (UFIT) Philippe Voirol.

Questa conferma, ha tuttavia affermato il portavoce UE, concerneva esclusivamente la riuscita di un test tecnico. Per un riconoscimento, ha aggiunto, si rende necessaria una decisione della Commissione UE. E la stessa, attualmente, ha aggiunto, non sarebbe ancora possibile dal momento che non è ancora in vigore la relativa base giuridica.

11.06.2021 ore 18:52
Italia, positività e vittime in calo

Sono 1’901, in base agli ultimi dati diffusi dal ministero della salute, i casi di positività al test del coronavirus accertati in Italia nelle ultime 24 ore. Ieri i nuovi contagi erano stati 2’079. Sempre fra ieri e oggi sono stati registrati 69 ulteriori decessi. Il precedente dato indicava 88 vittime della patologia.

11.06.2021 ore 18:02
Feste popolari, c'è chi annulla e chi ci prova

La buona situazione epidemiologica porta gradatamente a degli allentamenti... ma forse non abbastanza rapidamente come gli organizzatori di sagre popolari e altri eventi avrebbero voluto. Per organizzarsi servono tempo e denaro... Ecco perché c’è chi ha già deciso di rinunciare, ma i prossimi mesi torneranno i primi momenti d’incontro. Il servizio di Christian Gilardoni.

CSI 18.00 dell'11.06.2021 Il servizio di Christian Gilardoni
11.06.2021 ore 18:01
Discoteche, torna la speranza

Le discoteche potrebbero riaprire a fine mese. Una notizia accolta con entusiasmo da alcuni titolari interpellati da Pervin Kavakcioglu.

CSI 18.00 dell'11.06.2021 Il servizio di Pervin Kavakcioglu
11.06.2021 ore 17:16
Regno Unito, record di contagi da febbraio

Sono 8’125 i contagi registrati nelle ultime 24 nel Regno Unito, un dato record da febbraio a oggi. Rispetto a quanto comunicato ieri, giovedì, l’incremento è di 732 casi. Le autorità hanno annunciato inoltre 17 nuovi decessi.

11.06.2021 ore 17:09
AstraZeneca solo dopo i 60 anni

Il vaccino di AstraZeneca è fortemente raccomandato per gli over 60 mentre chi ha meno di 60 anni e ha già fatto una dose del siero a vettore virale farà la seconda con Pfizer o Moderna. È questa l’indicazione contenuta nel parere del Comitato tecnico scientifico italiano, che rimanda ogni decisione alle autorità competenti.

AstraZeneca è tornato nell’occhio del ciclone dopo la morte di una 18enne ligure a un “open day” di vaccinazione. La ragazza secondo quanto appreso soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare e assumeva una doppia terapia ormonale. Gli investigatori vogliono capire se le due patologie fossero state indicate nella scheda consegnata prima della somministrazione del vaccino, il 25 maggio.

11.06.2021 ore 16:46
Moderna chiede l'autorizzazione per gli adolescenti

Swissmedic ha confermato che anche Moderna - dopo Pfizer/BioNTech che l’ha già ottenuta - ha richiesto l’omologazione per la somministrazione del suo vaccino anche ai giovani di età compresa fra i 12 e i 17 anni. Per ora può essere iniettato in Svizzera solo dai 18 anni in su.

Ora Swissmedic sta esaminando la domanda sulla base della procedura di valutazione progressiva, considerando quindi i dati in modo continuo man mano che vengono presentati. Non appena saranno disponibili informazioni sufficienti su sicurezza ed efficacia anche in questa fascia di età, verrà presa una decisione.

11.06.2021 ore 16:40
Niente mascherina dove è richiesto il certificato

Se un ristorante decidesse di limitare l’accesso ai possessori di un certificato Covid-19, “tutte le misure di protezione verrebbero a cadere” e non sarebbe più richiesta la mascherina, nemmeno all’interno. Lo ha detto Michael Gerber dell’UFSP rispondendo a una domanda durante la conferenza stampa di oggi, venerdì.

Alain Berset ha ricordato come il Governo avesse previsto due categorie: grandi manifestazioni, discoteche e club solo con certificato Covid, ma negozi, trasporti pubblici, uffici e scuole anche senza.

11.06.2021 ore 16:13
Certificato svizzero riconosciuto in Europa

La Svizzera ha già la conferma che il Certificato Covid svizzero sarà riconosciuto dall’UE: il riconoscimento, atteso, “ci è stato inoltrato”, ha affermato oggi nel corso del tradizionale incontro coi media del Consiglio federale dopo la sua riunione settimanale, Philippe Voirol, vicedirettore dell’Ufficio federale dell’informatica e della telecomunicazione. In questo modo, anche la Svizzera potrà “leggere” i certificati rilasciati dall’UE.

Il libretto di vaccinazione internazionale, di colore giallo, non sarà più sufficiente in Svizzera una volta entrato in vigore il certificato Covid.

11.06.2021 ore 15:58
"Non sono gli Europei a dettare gli allentamenti"

A chi chiedeva se misure come l’obbligo di portare la mascherina all’esterno non potessero venire a cadere già da domani, invece che dal 28 giugno, Alain Berset ha risposto che i passi decisi dal Consiglio federale “dipendono dall’evoluzione pandemica e non dal programma degli Europei di calcio”.

11.06.2021 ore 15:56
Incontri privati, tutto come prima

Per gli incontri privati, i limiti di 30 persone all’interno e 50 all’esterno non saranno allentati in questa nuova fase, risponde Alain Berset alla domanda di un giornalista.

11.06.2021 ore 15:34
Meno ostacoli per entrare in Svizzera

Per chi entra in Svizzera dallo spazio Schengen sarà abrogato l’obbligo di quarantena. Un obbligo di test rimarrà soltanto per le persone che non sono né vaccinate né guarite dall’infezione. Inoltre, sarà revocato il divieto di entrata per visitatori provenienti da Stati terzi che sono stati vaccinati. In futuro i dati di contatto saranno richiesti soltanto a chi entra nel nostro Paese in aereo, mentre chi arriva in treno o in auto ne sarà esonerato.

Quale attestato di vaccinazione, di guarigione dall’infezione o di risultato negativo del test potrà essere utilizzato anche il certificato COVID. Infine, l’attuale elenco di Paesi a rischio sarà ridotto e conterrà soltanto gli Stati o le regioni nei quali circolano varianti del virus preoccupanti. Persone vaccinate o guarite potranno comunque entrare in Svizzera senza test e quarantena.

11.06.2021 ore 15:33
Riaprono le discoteche, ma solo con certificato Covid

Discoteche e sale da ballo potranno riaprire accogliendo fino a 250 persone senza mascherina, a condizione che l’accesso sia limitato ai possessori del certificato Covid. Anche questa, come le altre misure di allentamento annunciate oggi, varrà dal 28 giugno a condizione di essere confermata il 23, dopo la fase di consultazione.

11.06.2021 ore 15:32
Eventi senza certificato: 1'000 persone sedute o 250 in piedi

Per le manifestazioni che non impiegano il certificato Covid varranno i limiti seguenti: 1’000 persone sedute o 250 in piedi e metà della capienza, sia al chiuso che all’aperto.

Per eventi in strutture accessibili al pubblico sarà consentito quanto è già consentito nella sfera privata: se nella cerchia familiare e di amici si incontreranno non più di 30 persone al chiuso o 50 all’aperto, si potrà rinunciare a misure di protezione, per esempio all’uso della mascherina, al rispetto della distanza prescritta o all’obbligo di stare seduti a una festa di compleanno in un ristorante.

11.06.2021 ore 15:31
Manifestazioni: 3'000 al chiuso, 5'000 all'aperto

Per le manifestazioni con accesso solo per possessori di certificato Covid, l’obbligo della mascherina sarà limitato a chi si muove al chiuso e sarà uniformato il numero massimo di partecipanti: 3’000 al chiuso e 5’000 all’aperto, indipendentemente dall’obbligo o meno di stare seduti. Sarà inoltre consentito l’utilizzo di due terzi della capienza.

11.06.2021 ore 15:30
Limitazioni ridotte per le attività sportive

Per le attività sportive di gruppo saranno revocati i limiti di 50 persone all’aperto e quattro al chiuso. Al chiuso resterà obbligatorio indossare la mascherina e mantenere la distanza.

Se non è possibile mantenere la distanza (p. es. negli sport di squadra) o indossare la mascherina (p. es. negli sport di resistenza o nelle prove con strumenti a fiato) vigerà una limitazione della capienza a dieci metri quadrati per persona. Concerti di cori saranno di nuovo consentiti anche al chiuso.

11.06.2021 ore 15:29
Più gente nei negozi e negli impianti sportivi

Negozi, strutture per il tempo libero e impianti sportivi dovranno poter sfruttare maggiormente la loro capienza. Le regole saranno uniformate: nei locali in cui si può indossare la mascherina basteranno quattro metri quadrati per persona.

Nelle strutture in cui non è possibile indossare la mascherina, per esempio nelle piscine coperte, andranno invece calcolati dieci metri quadrati per persona. Questa disposizione permetterà di riaprire i parchi acquatici a tutti i visitatori.

11.06.2021 ore 15:29
Sei persone al tavolo all'interno, nessun limite sulle terrazze

Nei ristoranti saranno consentite fino a 6 persone allo stesso tavolo negli spazi interni. Resterà in vigore l’obbligo di consumare seduti, che decadrà invece sulle terrazze, così come il limite di persone al tavolo. Chi si muove all’interno dovrà mettere la mascherina e rimarrà l’obbligo di raccolta dei dati.

11.06.2021 ore 15:22
Revocato l'obbligo di mascherina all'esterno

Alain Berset entra nel dettaglio dei provvedimenti su cui la decisione definitiva verrà presa il 23 giugno: da lunedì 28 giugno, l’obbligo della mascherina sarà revocato nelle aree esterne delle strutture accessibili al pubblico, delle strutture per il tempo libero, delle stazioni ferroviarie e delle fermate di tram e autobus, come pure sui ponti esterni dei battelli e sulle seggiovie.

L’obbligo della mascherina sarà revocato anche nelle scuole del grado secondario II (la competenza torna ai cantoni) e sul lavoro: i datori dovranno stabilire dove è necessaria e dove no e continueranno a fare eccezione luoghi come ristoranti o negozi dove la distanza fra personale e clienti non è garantita.

11.06.2021 ore 15:21
"Vediamo la luce alla fine del tunnel", ancora misure per il lavoro ridotto

“La situazione sta migliorando, contagi e ospedalizzazioni sono al ribasso, uno svizzero su quattro ha ricevuto la seconda dose di vaccino e vediamo la luce alla fin del tunnel”, inizia Guy Parmelin. Il Consiglio federale ha quindi deciso una nuova tappa di allentamenti, che saranno illustrati da Alain Berset. Nonostante il quinto pacchetto di allentamenti deciso oggi, 11 giugno, non tutti i lavoratori saranno però in grado di lavorare come prima della pandemia: il Consiglio federale propone quindi di adeguare le misure relative al lavoro ridotto.

Il diritto straordinario alle indennità, a determinate condizioni, sarà prorogato per gli apprendisti, per le persone con un rapporto di lavoro a tempo determinato e per le persone su chiamata con un rapporto di lavoro a tempo indeterminato. La decisione definitiva, come per le altre misure discusse oggi, verrà presa il 23 giugno dopo la consultazione con Cantoni e parti sociali.

11.06.2021 ore 15:17
+++ Inizia la conferenza stampa del Consiglio federale +++

Alain Berset e Guy Parmelin annunciano i contenuti della quinta fase di riaperture, messa in consultazione fino al 23 giugno (quando verrà presa una decisione definitiva) e in vigore dal 28 giugno. Diretta su RSI La2, rsi.ch e Facebook RSInews

11.06.2021 ore 14:19
La geografia del contagio

Il Ticino è sempre il cantone in cui il virus circola meno, l’unico con un’incidenza inferiore a 40 casi ogni 100’000 abitanti negli ultimi 14 giorni. All’estremo opposto c’è Appenzello Interno, dove i casi sono proporzionalmente 10 volte di più. I Grigioni fanno meglio della media

11.06.2021 ore 14:03
In una settimana 658'987 vaccinazioni

Le dosi di vaccino contro il Covid-19 somministrate in Svizzera nella settimana dal 3 giugno al 9 giugno sono state 658’987. È quanto emerge dai dati pubblicati oggi, venerdì, sul sito dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

In media, nella Confederazione vengono effettuate 94’141 vaccinazioni al giorno. Rispetto alla settimana precedente, il ritmo delle inoculazioni è aumentato dell’8%.

In totale, indica l’UFSP aggiornando i dati fino a due giorni fa, sono state già somministrate 5’810’914 dosi di vaccino. Fino ad ora 2’221’755 persone sono state completamente vaccinate, questo significa che il 25,7% della popolazione ha ricevuto due iniezioni. A 1’367’404 persone è stata invece somministrata una sola dose.

Il Ticino, con Basilea Città e Ginevra, figura fra i cantoni che hanno vaccinato di più in proporzione alla popolazione.

11.06.2021 ore 13:39
Svizzera, superati i 700'000 contagi

Sono 354 i nuovi casi di coronavirus registrati in Svizzera nelle ultime 24 ore mentre i decessi segnalati sono 3, stando alle cifre pubblicate venerdì dall’Ufficio federale di sanità pubblica. Si contano inoltre 24 nuove ospedalizzazioni.

l totale delle positività accertate in tutto il paese dall’inizio della pandemia dal 24 febbraio 2020 ha così superato le 700’000 unità. Nel frattempo vi sono state anche 28’875 ospedalizzazioni e 10’304 morti legati al Covid-19. La maggior parte dei casi è stato registrato nel corso della seconda ondata iniziata lo scorso settembre.

11.06.2021 ore 12:57
+++ Conferenza stampa del Consiglio federale alle 15.15 +++

La conferenza stampa dei consiglieri federali Guy Parmelin e Alain Berset, in cui dovrebbe essere annunciato l’ultimo pacchetto di allentamenti prima dell’estate, è fissata per le 15.15. Diretta su RSI La2, Facebook RSInews e rsi.ch

11.06.2021 ore 12:55
AstraZeneca di nuovo un caso in Italia

In Italia, il vaccino di AstraZeneca è nuovamente un caso. Si fanno roventi le polemiche sulla somministrazione del vaccino di Oxford ai giovani, dopo la morte per trombosi a Genova di una 18enne, che aveva preso parte a uno dei cosiddetti open day organizzati da diverse Regioni. Il Governo nelle prossime ore dovrà decidere l’eventuale stop per gli under 50enni.

RG 12.30 dell'11.06.2021 La corrispondenza di Anna Valenti
11.06.2021 ore 12:33
Grigioni, vaccinazioni in farmacia e per adolescenti

Le possibilità di sottoporsi alla vaccinazione nel Canton Grigioni vengono estese. Oltre ai nove centri regionali, agli studi dei medici di famiglia e a “pop‑up” temporanei, dal 17 giugno anche in 13 farmacie si potranno effettuare le vaccinazioni contro il coronavirus. Inoltre vengono proposte le prime giornate di vaccinazione per adolescenti al fine di garantire loro l’accesso al farmaco, rendono noto le autorità cantonali.

Finora sono stati circa 500 i 16 e 17enni ad annunciarsi per la vaccinazione contro il coronavirus. Tuttavia attualmente essi possono sottoporsi alla vaccinazione esclusivamente presso la Stadthalle di Coira. Infatti solo lì viene somministrato il vaccino di Pfizer/Biontech. A seguito del sistema di stoccaggio complesso, nelle regioni sono pianificate giornate di vaccinazione dedicate a loro: a Disentis per la prima dose il 14 giugno e per la seconda il 14 luglio, a Davos (16 giugno e 8 luglio), St. Moritz (17 giugno e 8 luglio), Thusis (19 giugno e 17 luglio), Cama (19 giugno e 17 luglio) e Ilanz (21 giugno e 19 luglio).

Per evitare appuntamenti doppi, chi ne riceve uno dal medico di famiglia o in farmacia è pregato di disiscriversi dal sistema dei centri cantonali.

11.06.2021 ore 12:14
Niente IPG ai genitori di disabili adulti

Il diritto all’indennità di perdita di guadagno (IPG) non va esteso ai genitori e ai familiari che si occupano di adulti con handicap. Durante la crisi del coronavirus infatti, argomenta il Consiglio federale, in tutti i Cantoni che hanno ordinato la chiusura di strutture, l’assistenza ai disabili è sempre rimasta garantita.

L’IPG per il Covid è stata introdotta dal governo per indennizzare in particolare le persone colpite dalle chiusure sancite dalle autorità, viene ricordato in una nota odierna. La cerchia degli aventi diritto è stata ridefinita a più riprese in funzione dell’evoluzione della situazione epidemiologica e delle restrizioni imposte. Tra le varie categorie, tale contributo è concesso anche ai genitori che devono interrompere l’attività lucrativa per accudire i bambini di meno di 12 anni, per esempio a causa della chiusura delle scuole. Avendo constatato che questo limite di età avrebbe creato difficoltà a chi ha figli disabili, l’esecutivo ha esteso il diritto all’indennità fino al limite dei 18 anni (20 per coloro che frequentano una scuola speciale o un istituto chiuso in seguito ai provvedimenti contro la pandemia).

11.06.2021 ore 12:13
Biden-Putin a Ginevra, restrizioni per le vaccinazioni

I centri di vaccinazione ginevrini resteranno aperti il 16 giugno, giorno del vertice fra Biden e Putin. Per ridurre l’afflusso, visti gli inevitabili disagi al traffico che saranno generati dalla chiusura di un’ampia area attorno alla “rade”, sono però stati decisi alcuni accorgimenti: per esempio alla clinica di Beaulieu saranno accolti solo abiranti dell’area di Champel e al Palexpo verranno somministrate solo seconde dosi.

11.06.2021 ore 12:10
Certificati Covid a Lucerna e Zugo

Anche i cantoni di Lucerna (da lunedì dopo la seconda vaccinazione) e Zugo (da mercoledì per i guariti) hanno annunciato l’inizio del rilascio dei certificati Covid

11.06.2021 ore 12:07
Euro 2020: Mostovoi positivo, la Russia lo sostituisce

Nel giorno dell’inaugurazione degli Europei di calcio (stasera di gioca Turchia-Italia) un giocatore è costretto a rinunciare perché positivo al coronavirus: il russo Andrei Mostovoi è stato tagliato dalla sua nazionale, che esordirà sabato contro il Belgio. Sarà sostituito in rosa dal difensore Roman Evgeniev.

11.06.2021 ore 11:47
Test per gli eventi anche senza certificato Covid

I progetti pilota per i grandi eventi non prevedono l’uso del certificato Covid, perlomeno non in esclusiva, risponde Paolo Bianchi a una domanda posta in sala. L’appartenenza a una delle tre tipologie (vaccinato, guarito o testato negativamente) potrà essere provata attraverso “altri documenti plausibili”.

11.06.2021 ore 11:33
Due ticinesi su tre hanno aderito alla campagna

Fra già vaccinati con una o due dosi e iscritti in lista d’attesa si arriva a 193’500 persone, il 64% dei ticinesi che hanno almeno 16 anni ha quindi aderito alla campagna di vaccinazione

11.06.2021 ore 11:31
Forniture di Moderna ogni settimana

Moderna ha annunciato un cambiamento di ritmo delle forniture: da una ogni due settimane a scadenze settimanali, ma i quantitativi complessivi non cambiano. Di conseguenza, annuncia Paolo Bianchi, cambierà il ritmo anche dell’attribuzione degli appuntamenti.

Entro l’11 luglio dovrebbe essere garantito un appuntamento a tutte le persone già iscritte.

11.06.2021 ore 11:28
In due settimane 36'000 nuovi iscritti

Paolo Bianchi: “15 giorni fa abbiamo annunciato l’apertura delle iscrizioni per 102’000 persone dai 16 ai 44 anni. Il primo giorno ci sono state 22’000 nuovi iscritti, coloro che aspettavano il momento di poterlo fare. Poi si è scesi a 700 al giorno, in tutto in due settimane si sono annunciati in 36’000”.

11.06.2021 ore 11:19
Chiuderà il centro di vaccinazione al FEVI, a Tesserete solo seconde dosi

Rimodulazione dei centri vaccinali: il Palazzetto FEVI di Locarno verrà chiuso, anche in vista dei preparativi per il Festival, annuncia Norman Gobbi. Oggi è l’ultimo giorno per iscriversi lì, gli altri interessati dovranno andare altrove. Il centro di Tesserete, invece, che era stato aperto a supporto di quello di Lugano, verrà dedicato alla somministrazione delle seconde dosi, le prime dosi non saranno somministrate per un mese. Chi è in attesa solo lì verrà spostato a Lugano e le nuove iscrizioni sono sospese.

Le nuove iscrizioni resteranno quindi possibili a Mendrisio, Lugano, Giubiasco e Biasca.

11.06.2021 ore 11:14
Certificato Covid, ecco come funzionerà

Da martedì prossimo, i completamente vaccinati a partire da quella data riceveranno il certificato direttamente nei centri di vaccinazione in formato cartaceo (copia elettronica usando la app da scaricare e il codice QR).

Chi sarà già completamente vaccinato entro questa settimana, invece, riceverà per sms il 17 giugno (se ha fornito un numero di cellulare) o lettera (fra il 19 e il 21 giugno) la procedura da seguire per ottenere il documento. Chi ha ricevuto la vaccinazione in casa anziani dovrà fare richiesta alla struttura.

Dal 14 giugno per i guariti bisognerà riempire un modulo disponibile online su www.ti.ch/certificato. Sarà recapitato a casa in circa 7 giorni.

Per i testati negativamente le procedure sono ancora in fase di affinamento, il rilascio avverrà direttamente attraverso medici e farmacisti che effettueranno il test.

Certificato Covid, prima i ticinesi

Già dal 15 giugno verranno emessi i certificati Covid - Un terzo della popolazione ticinese è completamente vaccinato - Chiudono due centri

11.06.2021 ore 11:11
Certificato Covid, prima i ticinesi

Conclusa la fase di test federale, i ticinesi saranno prioritari nel trattamento federale delle domande di certificato Covid, che sarà disponibile dal 15 giugno e, al più tardi a inizio luglio, dovrebbe essere riconosciuto per viaggiare all’estero. Questo perché in Ticino le vacanze cominciano prima.

11.06.2021 ore 11:07
30'000 ticinesi in lista d'attesa per vaccinarsi

Circa 30’000 persone (31’580 per la precisione) sono in lista d’attesa, “siamo soddisfatti e fra le persone a rischio l’adesione è molto buona”, ma ora si nota un certo rallentamento nell’interesse che è “fisiologico”, afferma De Rosa. Le nuove iscrizioni sono 700 al giorno, raggiungere il 70% di vaccinati sull’intera popolazione “è un obiettivo realistico”. Si vuole procedere “il più rapidamente possibile” con chi è in attesa e per questo è prevista una rimodulazione dei centri di vaccinazione, che sarà illustrata in seguito da Norman Gobbi

11.06.2021 ore 11:05
In Ticino circa il 30% della popolazione completamente vaccinato

“La campagna vaccinale procede spedita, superate le 265’000 dosi somministrate e circa 110’000 persone (il 30% della popolazione) hanno ricevuto le due dosi”, afferma il capo del DSS Raffaele De Rosa. “Il Ticino figura fra i cantoni che vaccinano di più”

11.06.2021 ore 11:03
+++Via alla conferenza stampa a Bellinzona +++

Comincia la conferenza stampa delle autorità ticinesi, attese informazioni su due temi: la campagna vaccinale e il certificato covid. I relatori sono i consiglieri di Stato Raffaele De Rosa e Norman Gobbi, Paolo Bianchi (direttore della divisione della salute pubblica) e Silvano Petrini (direttore del centro sistemi informativi).


TG Speciale coronavirus
11.06.2021 ore 10:50
Riparte la Centovallina

Il treno torna a circolare da sabato con sei corse giornaliere

Centovallina pronta a ripartire

La ferrovia che collega Locarno a Domodossola riprende una regolare attività da domani, con sei collegamenti giornalieri

11.06.2021 ore 10:49
Festa federale di tiro decentralizzata

La 58ma Festa federale di tiro - rinviata lo scorso anno a causa della pandemia - comincia venerdì a Lucerna, dove in realtà non sono state però previste infrastrutture particolari. Si è infatti prevista un’organizzazione decentralizzata, che porterà i 32’000 partecipanti a sparare ognuno in uno stand della propria regione. fino all’11 luglio, data della chiusura. Per circa 300 di loro sarà all’estero, da Vancouver a Città del Capo.

La nuova modalità non piace a tutti: circa 120 società hanno cancellato la loro iscrizione. Il numero dei partecipanti non cessa di diminuire da un’edizione all’altra (si tengono ogni cinque anni): dai 70’000 del 1995 a Thun, già nel 2015 a Raron si era scesi a 44’000.

11.06.2021 ore 10:23
Continuano ad aumentare i contagi in Russia

In Russia, paese che ha vaccinato meno del 10% della popolazione, continua il trend negativo dei contagi, in netto aumento nell’ultima settimana: nelle ultime 24 ore sono stati 12’505 i nuovi casi accertati, il dato più alto dal 22 febbraio, a fronte degli 11’699 della vigilia. Sono invece 396 i decessi nell’insieme del paese.

11.06.2021 ore 10:19
Italia, altre sei regioni in zona bianca

Da lunedì prossimo 29 milioni di italiani dovrebbero essere in zona bianca. I dati del monitoraggio settimanale del Ministero della Salute, ora all’esame della cabina di regia, confermerebbero il passaggio nella zona a meno restrizioni per Emilia Romagna, Lombardia, Lazio, Piemonte, Provincia autonoma di Trento e Puglia. Queste si aggiungerebbero così a quelle già in questa fascia: Abruzzo, Liguria, Umbria, Veneto, Molise, Friuli Venezia Giulia e Sardegna.

Nella penisola è vaccinato il 25,17 della popolazione al di sopra dei 12 anni di età, sono stati somministrati 40,5 milioni di dosi. Il numero di casi e le ospedalizzazioni (-84% da aprile) sono in continuo calo: giovedì i contagi sono stati 2’079.

11.06.2021 ore 10:18
Tanta voglia di andare in vacanza al mare

Dall’inizio di giugno, Hotelplan Svizzera ha osservato un balzo delle prenotazioni per le prossime vacanze estive all’estero. Le destinazioni intorno al bacino del Mediterraneo sono particolarmente popolari: la Grecia è di gran lunga la destinazione preferita, seguita da Cipro e dalla Spagna con Maiorca e le Isole Canarie. L’allentamento delle restrizioni d’entrata in questi paesi e il progresso della campagna di vaccinazione in Svizzera spiegano questa tendenza. “Il fatto che il Consiglio federale non sconsigli più i viaggi all’estero e che destinazioni importanti per il turismo internazionale come Cipro, Italia e Turchia non siano più sulla lista dei paesi a rischio dell’UFSP sta avendo un effetto positivo”, nota il tour operator in una nota. Inoltre, si nota pure un aumento del valore delle prenotazioni effettuate: sembra che i clienti vogliano concedersi vacanze di qualità superiore dopo un anno segnato dalla pandemia del coronavirus..

Hotelplan prevede anche “una forte attività in autunno”. Sono già state fatte prenotazioni per vacanze nell’Oceano Indiano (Maldive, Mauritius, Seychelles) o negli Emirati Arabi Uniti.

11.06.2021 ore 10:11
Ticino, 4 nuovi casi

Sono quattro i nuovi contagi da coronavirus registrati in Ticino nelle ultime 24 ore. Lo hanno annunciato venerdì le autorità sanitarie cantonali, confermando inoltre che nessuna persona è stata ricoverata rispetto al giorno precedente. Il bilancio totale da inizio pandemia sale a 33’165 infezioni, mentre il numero dei decessi resta fermo a 995.

11.06.2021 ore 09:44
Crociera per vaccinati.... con due positivi

Due persone sono risultate positive (ma del tutto asintomatiche) a bordo della Celebrity Millennium, una delle prime navi da crociera a riprendere il mare in Nordamerica dopo lo stop imposto dalla pandemia. Questo benché la compagnia Royal Caribbean avesse adottato un protocollo di precauzioni persino superiori a quelle già severe raccomandate dalle autorità: prima di salpare da Sint Maarten, nei Caraibi, tutti i 600 passeggeri avevano dovuto presentare un attestato di vaccinazione e la prova di un test negativo effettuato nelle ultime 72 ore.

La positività -seguita dall’inevitabile isolamento - è stata accertata al momento del test obbligatorio di fine crociera.

11.06.2021 ore 08:01
Finito il lockdown a Melbourne

Lo Stato australiano del Victoria non ha registrato nessun nuovo caso di contagio dopo tre settimane. La capitale Melbourne giovedì sera è uscita da un lockdown durato 15 giorni, ma alcune restrizioni su viaggi e raduni rimarranno in vigore, compreso il limite agli spostamenti che costringe i 5 milioni di residenti a non allontanarsi più di 25 chilometri dalle loro case.

11.06.2021 ore 07:35
Sospensione dei brevetti: “Conseguenze negative su tutto il sistema”

Le considerazioni di Marco Zardi, vicepresidente di AIPPI Svizzera, l’Associazione per la protezione della proprietà intellettuale, sulla proposta di alcuni Governi di sospendere temporaneamente i brevetti sui vaccini anti-Covid.

RG 07.00 del 11.06.2021 - Il servizio di Antonella Crüzer
11.06.2021 ore 07:25
Sei contagi nei Grigioni

Nelle ultime 24 ore nei Grigioni vi sono stati ulteriori 6 contagi. Un dato inferiore a quello degli ultimi giorni e, di conseguenza, si è ridotto il numero dei casi attivi che ora è di 90. Lo si apprende dall’ultimo aggiornamento della situazione sul fronte pandemico reso noto dalle autorità sanitarie cantonali che non hanno registrato né ulteriori ricoveri (i degenti sono 4 da circa una settimana) e altri decessi dopo quello avvenuto l’8 giugno che ha portato il totale delle morti legate al Covid-19 nei Grigioni a 192.

11.06.2021 ore 07:18
Braccio di ferro tra le assicurazioni e ristoratori

Molti ristoratori si sono visti negare una copertura dei danni subiti a causa del Covid-19 da parte delle assicurazioni. In Ticino sono circa un centinaio i contenziosi che sono stati aperti, più di mille a livello nazionale. Nell’aprile del 2020 GastroSuisse invitava gli assicuratori a trovare una soluzione per l’intero settore.

RG 07.00 del 11.06.2021 - Il servizio di Monica Fornasier