Un successo
Un successo (keystone)

Tanti test, poche vaccinazioni

Gli svizzeri preferiscono sottoporsi al tampone, piuttosto che farsi vaccinare per accedere ai locali pubblici; nei Grigioni 29 nuovi contagi
sabato 25 settembre 2021 09:17

In Svizzera, l’introduzione dell’obbligo del certificato Covid per accedere ai locali pubblici, musei e altre strutture ha portato a un’impennata di richieste di test. La Confederazione, affermano il Tages-Anzeiger e le sue consorelle, ne sta distribuendo un numero record, oltre 95'000 al giorno, contro i 50'000 abituali. Al contrario, non vi è stato un boom di vaccinazioni.

La cronaca di venerdì

E i test sono sempre al centro delle discussioni politiche. La maggior parte dei partiti, ma non solo, è critica nei confronti del Governo che ha deciso di renderli a pagamento a partire dal 10 ottobre e dal 30 novembre per chi ha fatto la prima vaccinazione. L’UDC ha chiesto una sessione straordinaria delle Camere proprio su questo tema.

Per quanto riguarda i contagi, oggi vengono forniti solo i dati grigionesi: 29 i nuovi infettati e 20 le persone in ospedale, una in più rispetto a venerdì.

Simone della Ripa, Alessandra Spataro e Diego Moles

25.09.2021 ore 23:54
Milano, scontri al corteo no green pass

Tensioni e tafferugli si sono verificati sabato in piazza del Duomo, a Milano, durante il corteo di coloro che si oppongono al green pass e alle misure che servono a contrastare la pandemia.

25.09.2021 ore 23:44
UE, presto 500 milioni di dosi ai Paesi vulnerabili

“La metà di tutti i vaccini prodotti nell’UE vengono spediti all’estero: 800 milioni di dosi finora. 500 milioni di dosi in più andranno presto ai Paesi più vulnerabili”. Così la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, sottolineando che “per sconfiggere il Covid dobbiamo vaccinare il mondo” e “l’Europa ha condiviso i vaccini sin dall’inizio. Anche nei momenti difficili”.

25.09.2021 ore 23:42
Macron: "Doneremo 120 milioni di dosi di vaccini ai Paesi poveri"

La Francia donerà ai Paesi poveri 120 milioni di dosi di vaccini anti-Covid, il doppio di quanto previsto in precedenza. Lo ha annunciato il presidente Emmanuel Macron. “L’ingiustizia sta nel fatto che in altri continenti la vaccinazione è molto in ritardo. Per colpa nostra, collettivamente. In Africa appena il 3% della popolazione è vaccinata. Dobbiamo andare più veloci”, ha detto Macron in un video diffuso durante il concerto di Global Citizen a Parigi.

25.09.2021 ore 23:39
Francia, sempre meno ai cortei anti-green pass

In Francia undicesimo sabato consecutivo di manifestazioni contro il pass sanitario. Non si ferma il calo dei partecipanti, oggi soltanto 63’700 in tutto il Paese, secondo i dati ufficiali. A Parigi, 4 diversi cortei hanno messo insieme 7’200 persone. La settimana scorsa, avevano sfilato 80’500 manifestanti. Due sabati fa erano stati 121mila e il 7 agosto, primo giorno della protesta, 237mila.

25.09.2021 ore 23:35
Le fake news frenano le vaccinazioni

Il reportage da Bruxelles. Nella capitale belga i più riluttanti sono i giovani dei quartieri popolari: tra mancanza di fiducia e disinformazione

Le fake news frenano le vaccinazioni

Il reportage da Bruxelles. Nella capitale belga i più riluttanti sono i giovani dei quartieri popolari: tra mancanza di fiducia e disinformazione

25.09.2021 ore 17:23
Italia, cala il tasso di positività

In Italia, sono 3’525 le persone risultate positive nelle ultime 24 ore (ieri i positivi erano stati 3’797). Il tasso di positività si attesta ora all’1%, in calo rispetto a venerdì (1,4%). Diminuiti pure i ricoveri, 26 (ieri 35) e i pazienti in terapia intensiva, 481 (-8). Cinquanta i decessi registrati.

25.09.2021 ore 16:19
Contro le misure antiCovid a Uster

Circa 3’000 persone hanno partecipato oggi a Uster, canton Zurigo, a una dimostrazione di oppositori alle misure antiCovid. Al raduno, autorizzato e rimasto pacifico, anche questa volta erano presenti i gruppi “Freiheits-Trychler” e “Mass-Voll”. All’inizio del raduno un’oratrice ha affermato che “i radicali di destra non sono tollerati”, sottolineando inoltre che tutti i partecipanti “non erano oppositori della vaccinazione, ma contro le restrizioni” per fare fronte al coronavirus. In diversi posti della città zurighese di circa 35’000 abitanti si sono fatti vivi anche oppositori alla manifestazione odierna. A esempio con scritte sulla strada quali “Uster è vaccinata” o striscioni del tenore: “Per colpa di persone come voi, quest’anno non ci sarà la tradizionale fiera-mercato annuale”.

25.09.2021 ore 14:16
Tanti fanno il test, pochi il vaccino

L’introduzione dell’obbligo del certificato Covid per accedere a bar, palestre, ristoranti e altre strutture ha portato a un’impennata di richieste di test in Svizzera. La Confederazione, affermano il Tages-Anzeiger e le sue testate consorelle, sta attualmente distribuendo un numero record di oltre 95’000 certificati al giorno (prima dell’obbligo erano in media 50’000). Al contrario, non si è registrato un boom di vaccinazioni.

25.09.2021 ore 13:24
L'UDC vuole una sessione straordinaria delle Camere per la gratuità dei test Covid

Stando alla Schweiz am Wochenende il presidente del gruppo parlamentare UDC alle Camere federali Thomas Aeschi vuole indire una sessione straordinaria del Parlamento per portare il Consiglio federale a cambiare posizione e sancire la gratuità dei test Covid.

Il capo della frazione democentrista è deluso in particolare dal fatto che il governo non haseguito l’indicazione della commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio nazionale (CSSS-N), che mercoledì si era rivolta per lettera all’Esecutivo chiedendo (16 voti a 6) di mantenere gratuiti i test. “Finché si applica l’estensione dell’obbligo di certificato, anche i costi dei test dovrebbero essere coperti”, afferma il politico zugano che si sta muovendo per fare in modo che la sessione si tenga alla fine della settimana prossima o nella prima settimana di ottobre.

Lo scenario, almeno teoricamente, potrebbe concretizzarsi. Come spiegato da Thomas Aeschi: se lunedì la CSSS-N dovesse sostenere una mozione per i test gratuiti e se un testo identico fosse presentato al Consiglio degli Stati, un quarto dei membri di uno dei rami dell’Assemblea federale potrebbe chiedere la convocazione. L’UDC da sola ha laforza sufficiente per farlo al Nazionale dove il suo gruppo conta 55 membri su 200.

25.09.2021 ore 12:46
Paesi Bassi, basta distanziamento

La vita sta sempre più tornando alla normalità nei Paesi Bassi dove le limitazioni per contrastare la pandemia sono ormai state tutte revocate. Da sabato viene abolita anche la distanza di sicurezza obbligatoria di 1,5 metri tra le persone introdotta 18 mesi fa. Il distanziamento sociale è stato sostituito dal Certificato Covid che tutti (dai 13 anni in su) devono presentare per dimostrare di essere vaccinati, guariti o negativi prima di entrare nei ritrovi pubblici o per partecipare ad eventi culturali e sportivi. Attualmente l’82% degli adulti olandesi è vaccinato e l’incidenza settimanale si attesa a 77 contagi ogni 100’000 abitanti.

25.09.2021 ore 10:46
Test Covid in futuro (forse) più cari

Il prezzo di un test antigenico Covid potrebbe salire una volta che la Confederazione non si assumerà più il costo. Lo dice il Blick dopo aver fatto un giro d’orizzonte nel settore. A parlare è Niklas Zeller, numero uno della società Viselio che gestisce i centri test a Basilea, Berna, Lucerna e Zurigo. A suo avviso con i 47 franchi che finora la Confederazione ha rimborsato è possibile operare solo se le persone che si sottopongono alla verifica sono tante. Le tariffe dovrebbero tornare al livello precedente marzo 2021, quando Berna si era assunta i costi: per un test bisognava spendere circa 75 franchi. Zeller riferisce anche di costi supplementari che si stanno aggiungendo: a Berna per esempio sono state assunte due guardie di sicurezza per proteggere il personale dalle aggressioni.

25.09.2021 ore 09:41
Obbligo del Green pass in Italia, 236 violazioni su 5'000 controlli

Le violazioni accertate dai carabinieri durante i 5’000 controlli svolti dall’entrata in vigore dell’obbligo del green pass svolti in Italia sono state 236. Si sono tradotte nell’emissione di sanzioni per un totale di 94’000 euro e nell’ordine di chiusura temporanea per nove attività. La maggior parte (128) sono state elevate a titolari di esercizi commerciali, in particolare ristoranti e bar, palestre, sale scommesse e mezzi di trasporto a lunga percorrenza. Le altre sono state invece applicate nei confronti dei clienti per mancato possesso del certificato. Cinque persone sono state inoltre denunciate penalmente per i reati di falso e sostituzione di persona poiché hanno utilizzato il certificato di altri o hanno esibito falsa documentazione attestante la negatività al Covid-19.

25.09.2021 ore 09:41
Il certificato Covid non piace a Schaepman

L’obbligo del certificato Covid negli atenei svizzeri non piace al rettore dell’Università di Zurigo. Michael Schaepman sostiene che, seguendo questa linea, si metta in gioco l’accesso alla formazione. In un’intervista pubblicata dalla Neue Zürcher Zeitung afferma che la decisione imposta dal Consiglio federale sia stata presa senza “un processo di consultazione molto dettagliato” e senza un coinvolgimento dell’università, la più grande della Svizzera. “L’obbligo del certificato in un ristorante o in un cinema è una cosa, si tratta di attività di svago”, continua, “ma un’università deve garantire che l’istruzione sia accessibile a tutti”.

25.09.2021 ore 09:30
Grigioni, 29 nuovi contagi

Nei Grigioni sono stati segnalati 29 nuovi contagi per un totale di 16’360 da inizio pandemia (venerdì erano stati 22). I casi attivi sono 208 (-40) e le persone in quarantena sono 457, 208 in isolamento. I pazienti ricoverati in ospedale sono 20 (1+), sei in terapia intensiva (1). Nessun decesso è stato registrato.