Quando arriva, mamma?
Quando arriva, mamma? (iStock)
Momenti chiave
14.09.2021 ore 17:02
14.09.2021 ore 16:53
14.09.2021 ore 16:36
14.09.2021 ore 13:58

UFSP: vaccinazione raccomandata per le donne incinte

Christoph Berger ha indicato che c'è il via libera dal terzo mese – Ticino, superata la quota dei 1'000 morti - La Svizzera intensifica i negoziati per l'acquisto del vaccino vettoriale di Johnson & Johnson per chi non può usare quelli mRNA
martedì 14 settembre 2021 07:19

L'UFSP raccomanda anche alle donne incinte di farsi vaccinare dal sesto mese di gravidanza. Lo ha detto in conferenza stampa il presidente della Commissione federale per le vaccinazioni Christoph Berger. Gli studi hanno evidenziato che le future mamme hanno un rischio più alto di sviluppare la malattia in maniera più grave.

Nessuno dei dati sui vaccini anti Covid per ora fornisce prove credibili a sostegno di una terza dose per la popolazione generale: lo sostiene uno studio pubblicato su Lancet da un gruppo internazionale di scienziati, tra cui due esperti della Food and Drug Administration (Fda) che hanno annunciato un mese fa le loro dimissioni, in parte perché in disaccordo con le pressioni dell'amministrazione Biden per il 'booster' – letteralmente “potenziamento” – prima che gli scienziati federali potessero esaminare i dati e fare le loro raccomandazioni.

Nello studio gli esperti affermano che qualunque sia il vantaggio della terza dose non supererà il beneficio di usare quelle dosi per proteggere i miliardi di persone che restano non vaccinate nel mondo. La dose supplementare, precisano, “potrebbe essere utile per qualche persona con sistema immunitario debole ma non ancora necessaria per l'intera popolazione”. Una commissione di consulenti della FDA si riunirà venerdì per esaminare i dati in materia.

La cronaca di lunedì

Sul fronte ticinese, calano i ricoveri totali, che passano da 22 a 19. Ad aumentare sono però le persone attualmente in cure intense (7, +2). Nelle ultime 24 ore si è registrato un nuovo decesso e 30 casi. Nei Grigioni vengono invece segnalati 27 infezioni e zero morti. Invariate le ospedalizzazioni, con 21 ricoverati, di cui 6 in terapia intensiva.

Dario Lanfranconi, Fabio Dotti, Joe Pieracci

14.09.2021 ore 22:12
USA: aiuti anti Covid-19 hanno sostenuti persone in povertà

La povertà in USA è diminuita nel 2020, grazie ai massicci aiuti federali anti Covid-19. Lo riportano i media americani, citando i dati dell’ufficio censimento, che usa due criteri di classificazione: uno ufficiale basato solo sulle risorse liquide e un altro che tiene conto di benefici come appunto gli stimoli contro la pandemia. Nel primo caso l’indice di povertà è salito leggermente nel 2020 all’11,4%, dal 10,5% record dell’anno precedente Nel secondo caso invece e’ sceso di oltre due punti, dall’11,7% del 2019 al 9,1% del 2000: gli stimoli hanno portato 11,7 milioni di persone fuori dalla povertà mentre i sussidi di disoccupazione hanno evitato che 5,5 milioni di persone cadessero nella povertà. Dati che, secondo i media Usa, confermano l’importanza dell’intervento statale e della rete di sicurezza sociale, rafforzando la posizione dell’amministrazione Biden che spinge per far approvare al Congresso un nuovo piano socio-economico da 3500 miliardi di dollari.

14.09.2021 ore 21:05
Olanda via il distanziamento, arriva il green pass

I Paesi Bassi hanno annunciato un alleggerimento delle restrizioni anti-Covid, tra cui la fine del distanziamento sociale di 1,5 metri, e l’introduzione del green pass per entrare in bar, ristoranti ed eventi. Il pass, che dovrà dimostrare l’avvenuta vaccinazione o la guarigione dal Covid-19 o un test negativo, sarà necessario per le persone dai 13 anni in su a partire dal 25 settembre, ha annunciato il premier Mark Rutte. L’uso della mascherina resta obbligatorio nei trasporti pubblici e negli aeroporti, ma non nei treni né sulle banchine dei tram.

14.09.2021 ore 19:37
Cantoni per l'inasprimento delle condizioni per entrare in Svizzera

L’inasprimento delle condizioni per entrare in Svizzera proposto mercoledì scorso dal Consiglio federale corrisponde alla richiesta di diversi cantoni, ha indicato oggi la Conferenza dei direttori cantonali della sanità (CDS). “Alla luce dell’esperienza fatta dopo le vacanze estive, quando una parte considerevole delle nuove infezioni poteva essere attribuita a viaggiatori che rientravano in Svizzera, una discussione su regole d’entrata più severe deve avvenire prima delle vacanze autunnali”, ha sottolineato la CDS in una risposta a Keystone-ATS.

Per le persone che vogliono entrare in Svizzera non vaccinate e non guarite dal Covid-19, il Consiglio federale ha avanzato mercoledì scorso due proposte che contemplano un doppio test a distanza di qualche giorno, oppure un tampone e la quarantena. La CDS non ha voluto precisare quale variante sosterrebbe. Le nuove regole di viaggio entreranno presumibilmente in vigore il 20 settembre.

14.09.2021 ore 17:41
Johnson: "Il 90% dei britannici è immunizzato"

I vaccini contro il Covid funzionano e la campagna avviata in anticipo su tutti dal Regno Unito ha contribuito a far sì che oggi “il 90% dei britannici adulti sopra i 16 anni sia immunizzato”. Lo ha detto Boris Johnson in un briefing in cui ha confermato il via a un piano invernale di contenimento della pandemia fondato sull’offerta della terza dose vaccinale a tutti gli over 50 e di una singola dose fra 12 e 15 anni.

14.09.2021 ore 17:30
Eckerle, situazione nelle scuole gestita male

La Svizzera affronta in maniera un po’ troppo spensierata l’ondata di casi di Covid-19 nelle scuole, e durante le vacanze estive i cantoni hanno perso l’occasione di prepararsi alla variante Delta malgrado il problema si stesse profilando da mesi. È quanto sostiene in un’intervista ai giornali del gruppo Tamedia la virologa Isabella Eckerle, codirettrice del Centro di ricerca per le malattie virali emergenti all’Università di Ginevra. Indicazioni uniformi per affrontare il SARS-CoV-2 nelle scuole avrebbero già dovuto essere emesse nel 2020, critica Eckerle. E ci sono molte misure che possono essere prese per rendere la scuola più sicura e per minimizzare le infezioni. “Per esempio, gli adulti dovrebbero essere vaccinati e sarebbe da raccomandare anche l’uso delle maschere nelle aule”, dice la virologa tedesca.

14.09.2021 ore 17:02
Vaccinazione sul tram a Zurigo

Zurigo ha inaugurato un nuovo tram in cui è possibile farsi vaccinare. Al giorno può ospitare fino a 550 persone. Le iniezioni avvengono in varie fermate: oggi a Bellevue, domani ad Hardpltz. Ogni mezza giornata ci sarà il cambio di posizione. Sarà in funzione fino alle 19.30 dal lunedì al sabato. L’obiettivo è quello di aumentare ancor di più l’adesione alla campagna vaccinale.

14.09.2021 ore 16:53
In Italia 72 decessi e 4'021 casi

Nelle ultime 24 ore in Italia hanno perso la vita 72 persone a causa della pandemia. Ieri erano state 36. In aumento anche le infezioni: 4’021 contro le 2’800 di lunedì.

14.09.2021 ore 16:36
Vaccino nasale in Brasile

Un vaccino sotto forma di spray nasale contro il Covid-19 è in fase di sviluppo presso l’Università di San Paolo (USP), in collaborazione con l’Università federale di San Paolo (UNIFESP) e la Fondazione Oswaldo Cruz (Fiocruz). Il farmaco promette di essere a basso costo, proteggere dalle varianti e bloccare il coronavirus già dal naso. L’aspettativa è che sarà disponibile entro la fine del 2022.

14.09.2021 ore 16:29
Svizzera in trattativa per avere il vaccino Johnson & Johnson

La Confederazione sta intensificando le trattative per l’acquisto del vaccino dalla società statunitense Johnson&Johnson. Verrebbe impiegato per le persone che per ragioni mediche non possono essere vaccinate con vaccini mRNA (ad esempio a causa di allergie). L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha detto martedì che sono in corso intense trattative per l’acquisto di una piccola quantità di dosi.

14.09.2021 ore 14:54
Svizzera, terza dose solo per le persone a rischio

Christoph Berger, rispondendo a una domanda, ha fatto sapere che una terza vaccinazione non è generalmente raccomandata, ma lo è solo per le persone immunosoppresse e quelle ad alto rischio. Le nuove somministrazioni non avverranno prima del 2022.

14.09.2021 ore 14:33
Berger: "I vaccinati non si ammalano seriamente"

Christoph Berger, presidente della Commissione federale per le questioni di vaccinazione EKIF, ha parlato dell’effetto dei vaccini. Infezioni lievi possono verificarsi dopo qualche tempo, anche se si è vaccinati. “Questo non è un motivo per non farsi vaccinare o per mettere in dubbio la protezione del vaccino”. Le persone vaccinate trasmettono meno il virus e non si ammalano seriamente.

14.09.2021 ore 14:25
Vaccinazione raccomandata per le donne incinte dal terzo mese di gravidanza

L’UFSP raccomanda anche alle donne incinte di farsi vaccinare dal terzo mese di gravidanza. Lo ha detto in conferenza stampa il presidente della Commissione federale per le vaccinazioni Christoph Berger. Gli studi hanno evidenziato che le future mamme hanno un rischio più alto di sviluppare la malattia in maniera più grave.

14.09.2021 ore 14:14
Mathys: "Più vaccinazioni per fare come in Danimarca"

“La vaccinazione fornisce il 90% di protezione contro l’ospedalizzazione”, ha detto Mathys. È quindi “di centrale importanza” che i giovani in particolare siano vaccinati. Se vogliamo un’apertura come in Danimarca, abbiamo bisogno di una maggiore copertura vaccinale.

14.09.2021 ore 14:13
Meno infezioni, ma situazione tesa in terapia intensiva

Patrick Mathys, capo della sezione Gestione delle crisi e cooperazione internazionale dell’UFSP, ha aperto la conferenza degli esperti facendo una panoramica della situazione attuale: “Le infezioni tendono a calare un po’, ma la situazione resta tesa”. Il numero di casi varia dai 2’000 ai 3’000 al giorno. C’è stato un calo dei ricoveri in ospedale. Fondamentalmente, però, la situazione nelle unità di terapia intensiva è ancora molto tesa. Il sovraccarico degli ospedali non è ancora stato superato.

14.09.2021 ore 13:58
Svizzera, 11 decessi e 65 ricoveri

In Svizzera, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 1’992 nuovi casi di coronavirus, secondo le cifre pubblicate dall’Ufficio federale della sanità pubblica. Sono stati segnalati 11 nuovi decessi, mentre 65 persone sono state ricoverate in ospedale. A titolo di paragone, martedì scorso la Confederazione aveva annunciato 2835 contagi, 9 morti e 80 persone erano state ricoverate in ospedale. Nel corso delle ultime 24 ore sono stati trasmessi i risultati di 34’013 test, indica l’UFSP. Il tasso di positività è del 5,86%. Sull’arco di due settimane, il numero totale di infezioni è 34’778. I casi per 100’000 abitanti negli ultimi 14 giorni sono 402,3. Il tasso di riproduzione, che ha un ritardo di una decina di giorni sugli altri dati, si attesta a 1,04.

14.09.2021 ore 13:26
GB, ok alla terza dose per tutti gli over 50

Via libera ufficiale dai consulenti medico-scientifici del governo di Boris Johnson alla somministrazione nei prossimi mesi di una terza dose di vaccino anti-Covid per tutti gli over 50 del Regno Unito. Lo hanno annunciato a Downing Street Jonathan Van-Tam, deputy chief medical officer dell’Inghilterra, e la responsabile dell’agenzia del farmaco britannica (MHRA), June Raine.

14.09.2021 ore 13:25
Svizzera, agenzie di viaggio: -70% di fatturato

In seguito alla pandemia di coronavirus le agenzie di viaggio svizzere hanno visto calare in media il loro fatturato di quasi il 70% a 1,14 milioni di franchi l’anno scorso rispetto a quello precedente, secondo la Federazione svizzera di viaggi (FSV). Al contempo lo scorso anno sono andati persi complessivamente 1’700 impieghi in equivalenti a tempo pieno, pari a un calo del 22% degli effettivi - una flessione mai vista, rivela un sondaggio condotto assieme all’Università di San Gallo cui hanno partecipato 284 agenzie (esclusi i grandi gruppi).

14.09.2021 ore 11:55
Putin decide di mettersi in quarantena

Il presidente russo Vladimir Putin osserverà il regime volontario di quarantena poiché all’interno del suo entourage si sono verificati dei casi di Covid-19. Lo ha fatto sapere il Cremlino, citato dalla Tass. Putin prenderà dunque parte in remoto ai summit del CSTO (il trattato di sicurezza collettiva) e della SCO (la Shanghai Cooperation Organization), anche se è “assolutamente sano”, ha sottolineato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

14.09.2021 ore 11:43
Cresce l'ottimismo dei CEO mondiali

Nonostante la variante Delta del Covid, i CEO delle principali aziende a livello globale tornano ottimisti sulle prospettive di ripresa dell’economia globale, riportando la fiducia ai livelli pre-pandemici. Il 60% è positivo sulla crescita globale dei prossimi 3 anni (lo era solo il 42% a gennaio di quest’anno), mentre quasi il 90% è ottimista sulle prospettive di crescita della propria azienda. Ad evidenziarlo sono i risultati che emergono dalla settima edizione dello studio “Kpmg CEO Outlook 2021”, che raccoglie le risposte di più di 1’300 direttori di aziende globali con fatturato superiore ai 500 milioni di dollari, di 11 tra le principali economie globali.

14.09.2021 ore 11:43
Germania, secondo il ministro Spahn chi non si vaccina deve pagare

Chi non si vaccina contro il coronavirus, nonostante la disponibilità gratuita di un vaccino, deve affrontarne le conseguenze economiche. Lo ha sostenuto il ministro della Salute tedesco Jens Spahn all’emittente radio-televisiva Wdr. Il ministro - secondo quanto ripreso dal Frankfurter Allgemeine Zeitung in apertura del quotidiano di oggi - non si riferisce solo ai test anticovid, che diventeranno a pagamento a partire dall’11 ottobre, ma del mancato guadagno per chi è costretto alla quarantena in quanto persona a rischio a causa d’altri. Il 95% dei pazienti in terapia intensiva per coronavirus non è vaccinato, ha aggiunto Spahn.

14.09.2021 ore 11:26
L'UFSP invita i giovani a vaccinarsi... usando l'ironia

L’Ufficio federale della sanità pubblica sprona i giovani a farsi vaccinare e lo fa con tre video ironici nei quali alcuni ragazzi si cimentano con delle sfide improbabili: accendere un fuoco d’artificio nei pantaloni, mangiare cannella pura e lanciarsi su dei cactus. Alla fine dei filmati, l’UFSP spiega che vaccinarsi è meno doloroso delle tre cose.

14.09.2021 ore 11:01
Regno Unito, una dose di vaccino anche ai 12enni

È ufficiale la raccomandazione dei capi-medico (chief medical officer) del Regno Unito al Governo di Boris Johnson sul via libera a una prima estensione delle vaccinazioni anti Covid anche ai bambini e ragazzi sani fra i 12 e i 15 anni. La nuova indicazione - che corregge quella più cauta di vaccinare solo gli under 16 immunodepressi o malati cronici avanzata inizialmente dai consulenti del Joint Committee on Vaccination and Immunisation britannico (JCVI) - è peraltro limitata al momento all’ok a una singola dose di vaccino Pfizer o Moderna.

14.09.2021 ore 10:57
Cardiochirurghi mettono in guardia da cure inadeguate dei pazienti

L’attuale alta occupazione dei reparti di cure intensive ha quale conseguenza che non tutte le operazioni al cuore necessarie possono essere eseguite in tempo. La situazione concerne in particolare i pazienti con malattie cardiache complesse. Lo indica in una nota odierna il presidente della Società svizzera di chirurgia del cuore e dei vasi toracici (SSCC) Peter Matt. L’associazione si dice “preoccupata per l’elevata occupazione delle cure intense negli ospedali svizzeri”. Le liste di attesa si allungano sempre di più e aumenta il rischio per i pazienti non trattati, provocando un grave pericolo per molte persone

14.09.2021 ore 10:05
Ticino, un decesso e ricoveri in calo

Nelle ultime 24 ore in Ticino si sono registrati 30 casi e un decesso. La situazione generale negli ospedali è leggermente migliorata, con 19 pazienti totali ricoverati (ieri erano 22). Aumentano però le persone in cure intense, che ora sono 7 (lunedì erano 5).

14.09.2021 ore 09:32
Lombardia, terza dose per i più fragili in arrivo

“Dal 20 o 21 settembre saremo pronti ad iniziare questa terza fase, rispettando le indicazioni che ci vengono da Roma di somministrare prima i fragili e ai pluripatologici. Se poi sarà necessario estenderlo a tutta la popolazione, siamo pronti”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

14.09.2021 ore 08:22
Germania, 140 personalità chiedono di liberalizzare i vaccini

Più di 140 ex Capi di Stato e premi Nobel hanno firmato un appello per sollecitare i candidati alla cancelleria tedesca Olaf Scholz (Spd), Armin Laschet (Cdu) e Annalena Baerbock (Verdi) perchè prendano l’impegno di liberalizzare i vaccini contro il Covid-19.

Lo riferisce Spiegel che ha preso visione della lettera firmata tra gli altri dall’ex presidente francese François Hollande, dall’ex premier spagnolo Josè Luis Zapatero, dall’inglese Gordon Brown e dalla premio Nobel austriaca Elfriede Jelinek. “La Germania ha contribuito allo sviluppo della tecnologia del vaccino di maggior successo contro il coronavirus Covid-19. E può dare un contributo decisivo per porre fine a questa pandemia se ora sfidasse i monopoli farmaceutici e insistesse che questa tecnologia sia condivisa”, si dice nell’appello.

14.09.2021 ore 07:30
La Spagna prolunga fino a fine ottobre le misure per i vulnerabili

La Camera dei deputati spagnola ha convalidato il decreto del governo che proroga fino al 31 ottobre misure straordinarie per la protezione di persone vulnerabili dall’impatto della pandemia. Tra i provvedimenti previsti, ci sono la sospensione degli sfratti realizzati senza garanzia di un’alternativa abitativa e la proibizione dei tagli alle forniture di luce, acqua e gas.

Come segnalato dai media iberici, anche il Partito Popolare - prima formazione dell’opposizione - ha votato a favore, giustificando il sostegno come atto di “responsabilità” che tiene in conto i prezzi dell’elettricità alle stelle nel Paese in questo periodo. L’aula si è riunita per la prima volta dopo la sosta estiva.

14.09.2021 ore 07:29
Canberra prolunga il lockdown di un mese

Il lockdown in vigore nella capitale australiana Canberra è stato prorogato fino a metà ottobre. I circa 400’000 residenti di Canberra sono già stati costretti a restare in casa per un mese dopo la scoperta di un primo caso di Covid-19 in città.

Il capo del governo del Territorio della Capitale Australiana, Andrew Barr, ha detto che le autorità puntano a continuare a fare di tutto per limitare la trasmissione del virus e a vaccinare il maggior numero possibile di persone. “Questo è il modo più sicuro di agire, renderà possibile avere un Natale, una vacanza estiva e un 2022 senza rischi”, ha detto in una conferenza stampa. La campagna di vaccinazione ha subito un’accelerazione negli ultimi mesi, soprattutto tra milioni di persone confinate nel sud-est del Paese, come Sydney e Melbourne, le due città più popolose.

14.09.2021 ore 07:27
New York, un milione di studenti è tornato a scuola con la mascherina

A New York un milione di studenti è tornato ieri a scuola dopo un’assenza che per molti di loro è durata addirittura un anno e mezzo. Un ritorno alla normalità che però non placa – un po’ in tutti gli Stati Uniti - la polemica sull’obbligo per i ragazzi di indossare la mascherina. Una controversia che passa anche dalle aule dei tribunali.

Ascolta i dettagli nel servizio del nostro corrispondente Andrea Vosti

RG 7.00 del 14.09.2021 - Il servizio di Andrea Vosti
14.09.2021 ore 07:21
Lo studio internazionale: "Terza dose non necessaria per tutti"

Nessuno dei dati sui vaccini anti Covid per ora fornisce prove credibili a sostegno di una terza dose per la popolazione generale: lo sostiene uno studio pubblicato su Lancet da un gruppo internazionale di scienziati, tra cui due esperti della Food and Drug Administration (Fda) che hanno annunciato un mese fa le loro dimissioni, in parte perché in disaccordo con le pressioni dell’amministrazione Biden per il ‘booster’ prima che gli scienziati federali potessero esaminare i dati e fare le loro raccomandazioni.

Nello studio gli esperti affermano che qualunque sia il vantaggio della terza dose non supererà il beneficio di usare quelle dosi per proteggere i miliardi di persone che restano non vaccinate nel mondo. I ‘booster’, precisano, potrebbero essere utili per qualche persona con sistema immunitario debole ma non ancora necessari per l’intera popolazione.

14.09.2021 ore 07:20
Grigioni, 27 casi e ospedalizzazioni stabili

Sono 27 i nuovi casi di coronavirus segnalati nei Grigioni nell’arco di 24 ore (ieri erano 30), mentre non sono stati registrati ulteriori decessi legati al Covid-19, con il totale da inizio pandemia che fa stato di 196 vittime.

Nel segno della stabilità le ospedalizzazioni: sono infatti sempre 21 le persone ricoverate nel cantone, quali sei in terapia intensiva di cui cinque sottoposti a respirazione artificiale.