La classica sedia da parrucchiere
La classica sedia da parrucchiere keystone
Momenti chiave
26.04.2020 ore 21:06
26.04.2020 ore 18:50
26.04.2020 ore 18:45
26.04.2020 ore 18:05
26.04.2020 ore 17:33
26.04.2020 ore 17:10
26.04.2020 ore 16:51
26.04.2020 ore 16:11
26.04.2020 ore 16:09
26.04.2020 ore 15:50
26.04.2020 ore 14:31
26.04.2020 ore 14:30
26.04.2020 ore 14:26
26.04.2020 ore 13:35
26.04.2020 ore 12:21
26.04.2020 ore 12:18
26.04.2020 ore 11:13
26.04.2020 ore 10:13
26.04.2020 ore 10:12
26.04.2020 ore 09:53
26.04.2020 ore 09:44
26.04.2020 ore 09:38
26.04.2020 ore 08:04

Vigilia di riaperture

Lunedì tocca a parrucchieri e altri professionisti, non più solo urgenze negli ospedali. L'economia fa pressioni per turismo e gastronomia - In Ticino intanto due nuovi decessi
domenica 26 aprile 2020 08:05

Il numero dei contagi da coronavirus nel mondo ha raggiunto la soglia di 2,9 milioni di casi. Stando ai numeri raccolti dalla Johns Hopkins University i morti accertati sono oltre 200'000. Gli Stati Uniti sono il paese maggiormente colpito con 936'293 infezioni e 53'511 decessi, 2'494 dei quali nelle ultime 24 ore. Il dato ticinese aggiornato domenica fa stato di due nuovi decessi (306 in totale in due mesi) e altri 19 contagi (ora sono 3'161). In Svizzera siamo arrivati invece a 29'061 casi (+167, in calo rispetto alla vigilia) e 1'337 morti secondo i dati dell'UFSP. Il sito corona-data.ch, che somma le cifre fornite dai cantoni, riporta invece un totale di 1'607 decessi. I dati grigionesi sono sempre fermi a prima del weekend: 794 casi e 43 morti annunciati venerdì.

La cronaca di sabato

Domani, lunedì, scatta la prima fase di riaperture decisa dalla Confederazione, che tocca per esempio parrucchieri e centri di giardinaggio, ospedali, fisioterapisti e dentisti non dovranno più limitarsi alle urgenze. Economiesuisse intanto preme sul Consiglio federale, affinché riveda le sue decisioni e acceleri i tempi, dando una prospettiva anche a settori come gastronomia e turismo per i quali l'estate sarà una lotta per la sopravvivenza. In Ticino, rese note le disposizioni che gli alberghi e le altre strutture ricettive dovranno rispettare dal 4 maggio allo scadere delle limitazioni cantonali.

I dati sempre aggiornati

di Yara Rossi, Stefano Pongan, Giorgio Buzelli, Ludovico Camposampiero

26.04.2020 ore 22:20
New York, possibili riaperture dal 15 maggio

L’aumento giornaliero di decessi legati al coronavirus più basso dal 31 marzo (367 morti nelle ultime 24 ore) ha portato il governatore Andrew Cuomo a parlare di un possibile allentamento delle norme restrittive in vigore nello stato di New York, centro della pandemia degli Stati Uniti. Nella Grande Mela potrebbero riaprire attività come quella delle costruzioni e quella manifatturiera a partire dal 15 maggio, ma solo nelle aree meno colpite dal virus.

26.04.2020 ore 22:09
Il settore turistico preme per la riapertura

Bar e ristoranti potrebbero riaprire già il prossimo 11 maggio. Lo ha dichiarato la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga dopo un incontro con i rappresentanti del settore del turismo, un settore fra i più colpiti dalla crisi da coronavirus e che si era lamentato di essere poco ascoltato dalle autorità.

Bar e ristoranti, possibile riapertura

“Stiamo esaminando cosa si può fare per l’11 maggio”, ha dichiarato la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga. La ripartenza forse prima in Svizzera interna

26.04.2020 ore 21:06
Conte: "Dal 4 maggio la fase due"

L’Italia prepara gli allentamenti alle norme restrittive legate alla pandemia di coronavirus. Il premier Giuseppe Conte ha illustrato domenica la seconda fase, che prenderà il via il 4 maggio. Bar e ristoranti potranno riprendere l’attività, ma solo per vivande d’asporto. Verranno inoltre riaperte le cerimonie funebri, fino ad un massimo di 15 persone. Sarà pure consentito l’accesso ai parchi pubblici (nel rispetto delle distanze e delle prescrizioni di sicurezza e con accessi contingentati). Luce verde anche per le aziende manifatturiere. Dal 4 maggio, saranno anche permesse le visite ai familiari, purché non si trasformino in rimpatriate, mentre saranno ancora vietati gli spostamenti da regione a regione, anche se sarà “consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”.

Per quanta riguarda le fasi seguenti, Conte ha dichiarato che il commercio al dettaglio dovrebbe riaprire il 18 di maggio (come anche musei, biblioteche e mostre), mentre bar, ristoranti, parrucchieri e centri estetici dovranno aspettare fino al primo di giugno. Le scuole, invece, non riapriranno fino a settembre.

26.04.2020 ore 18:50
In Francia 242 nuovi decessi

Il Ministero della sanità ha comunicato che il totale di decessi dovuti al nuovo coronavirus in Francia ha raggiunto quota 22’856, di cui 14’202 negli ospedali e 8’664 negli altri istituti sanitari. L’aumento nelle ultime 24 ore è stato di 242 unità. Il totale dei casi confermati è invece di 124’575.

26.04.2020 ore 18:50
Dal parrucchiere lunghe liste di attesa

Da domani, con la prima fase delle riaperture stabilite dal Consiglio federale, il taglio di capelli sarà di nuovo possibile. Tornano al lavoro altri professionisti fin qui fermi o limitati alle urgenze

Cosa e come si riapre lunedì

Il 27 aprile scatta la prima tappa per l’allentamento del lockdown in Svizzera, ma le ripartenze devono fare i conti con severe norme igieniche

26.04.2020 ore 18:48
Sono 19 i morti nella casa per anziani

La direzione della casa per anziani di Sementina, d’intesa con il Municipio di Bellinzona a cui appartiene, ha diffuso un comunicato dopo l’interpellanza dell’MPS sul focolaio di coronavirus che ha fatto diverse vittime nelle scorse settimane

"A Sementina disposizioni rispettate"

Sono 19 i decessi nella casa anziani - La direzione pubblica un comunicato dopo un'interpellanza dell'MPS

26.04.2020 ore 18:45
Il turismo scalpita

Vertice “costruttivo” fra una delegazione del Consiglio federale e settore turistico, disposto a fare la sua parte per “evitare una seconda ondata” ma che chiede di rimettersi in moto al più presto

Il turismo vuole risposte

Incontro "aperto e costruttivo" tra i rappresentanti del settore turistico e una delegazione del Consiglio Federale

26.04.2020 ore 18:05
Trend in calo in Italia

L’aumento delle morti legate al coronavirus è in diminuzione in Italia. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 260 nuovi decessi, ovvero il dato più basso dal 14 marzo. Il numero dei contagiati totali - compresi morti e guariti - è invece di 197’675, con un incremento rispetto a ieri di 2’324. Prosegue anche il trend in calo dei ricoveri in terapia intensiva: ad oggi sono 2’009, 93 in meno rispetto a ieri.

26.04.2020 ore 17:33
Oltre la crisi

Saype, l’artista noto per i suoi affreschi giganti dipinti per terra, ha presentato domenica il suo nuovo lavoro chiamato “Beyond Crisis”. Occupa 3’000 metri quadri sulle alture di Leysin, nel canton Vaud. L’opera ritrae una bambina che fissa l’orizzonte circondata da piccoli personaggi disegnati in un arco ed è stata creata in relazione all’emergenza legata al coronavirus.

L'ultima opera di Saype a Leysin
26.04.2020 ore 17:10
Regno Unito, 413 nuovi decessi

Nel Regno Unito si sono registrati 413 nuovi decessi dovuti al coronavirus, l’aumento giornaliero più basso dalla fine del mese di marzo. Il totale dall’inizio della pandemia è dunque salito a 20’732. Il numero riporta solamente le morti avvenute negli ospedali e negli altri istituti sanitari. “Le misure di lockdown in Gran Bretagna saranno riviste tra un paio di settimane. È importante non allentarle troppo presto”, ha affermato il ministro all’Ambiente britannico George Eustice.

26.04.2020 ore 16:51
Le disposizioni per gli alberghi

Niente buffet, al massimo in cinque per stanza, distanze fra i tavoli, disinfettare le superfici... Sono alcune delle numerose disposizioni che gli alberghi e le altre strutture ticinesi dovranno rispettare quando, il 4 maggio, alla fine della finestra di crisi, potranno tornare ad operare con le stesse norme che regolano l’attività di quelle federali

Ecco come riapriranno gli alberghi

Le autorità ticinese hanno pubblicato linee guida e severe disposizioni per la ripresa dell’attività nelle strutture ricettive

26.04.2020 ore 16:29
C'è chi si è arricchito esportando mascherine

Diversi grossisti hanno esportato mascherine all’estero, conseguendo lauti guadagni, proprio quando gli ospedali e le case per anziani in Svizzera avevano urgente bisogno di materiale protettivo contro il coronavirus. Lo scrivono SonntagsZeitung e Le Matin Dimanche, che si basano su dati dell’Amministrazione federale delle dogane.

"Esportate quando servivano qui"

Tonnellate di mascherine sono state vendute all'estero da grossisti, con lauti guadagni e nel momento di maggior bisogno

26.04.2020 ore 16:11
La solitudine di Venezia

Prima invasa da milioni di turisti ogni anno, ora deserta. Venezia così svela forse ancor di più la sua bellezza

La solitudine di Venezia
26.04.2020 ore 16:10
Giovani sportivi in forma... restando a casa

Non sono solo le stelle dello sport a doversi tenere in allenamento malgrado le restrizioni ai movimenti. Anche i giovani talenti di casa nostra non possono permettersi di perdere il passo

Talenti ai tempi del coronavirus

Non solo le star mondiali, anche i giovani sportivi ticinesi si mantengono in allenamento da casa

26.04.2020 ore 16:09
Ora d'aria per i bambini spagnoli

Dopo sei settimane, ovvero dall’entrata in vigore del lockdown il 14 di marzo, i bambini spagnoli hanno potuto tornare a giocare per strada. Il Governo di Pedro Sanchez, visto il rallentamento dell’epidemia di coronavirus nel paese, ha infatto concesso domenica un’ora d’aria per i minori di 14 anni. Le condizioni da rispettare, però, non mancano: una sola ora tra le 9:00 e le 21:00, restare in un raggio di 1 chilometro dal proprio domicilio, massimo tre figli per genitore, niente parchi giochi e mantenere la distanza di due metri tra una persona e l’altra.

26.04.2020 ore 15:50
Niente messe fino all'8 giugno

La diocesi di Lugano adegua le sue disposizioni tenuto conto dell’evoluzione della pandemia e dei provvedimenti federali e cantonali. Dal 27 aprile vale quanto segue: le messe (e quindi l’obbligo di rispettare il precetto festivo) restano sospese fino all’8 giugno, così come le attività parrocchiali come catechesi e percorsi di formazione per cresime e comunioni, per i funerali si fa distinzione fra quelli legati al COVID-19 (direttamente al cimitero) e quelli per altre cause (possibili anche in chiesa alla presenza della cerchia famigliare ma rispettando le distanze sociali) mentre le visite ad anziani e malati sono possibili solo in casi di grave necessità e con le dovute precauzioni e le confessioni in spazi adeguati per mantenere nel contempo distanze e riservatezza.

26.04.2020 ore 15:30
Cina, a Wuhan zero casi negli ospedali

Il numero di pazienti ricoverati per il coronavirus a Wuhan, la città cinese focolaio della pandemia, “è sceso a zero”: l’ultimo paziente in condizioni gravi è guarito venerdì 24 aprile. Lo ha dichiarato un portavoce della Commissione Sanitaria Nazionale della Cina. Nell’intera provincia dell’Hubei i casi di contagio - ha aggiunto - sono invece scesi sotto quota 50 e nessun nuovo caso di infezione è stato registrato nelle ultime due settimane nell’intera provincia.

26.04.2020 ore 14:31
Il virus nello Stato di Amazonas

Manaus in emergenza

Nello Stato di Amazonas la situazione è drammatica, il sistema sanitario è al collasso e si teme per le comunità indigene

26.04.2020 ore 14:30
I californiani al mare

In spiaggia in barba al lockdown

I californiani hanno approfittato del primo caldo, malgrado il governatore abbia chiesto loro di restare ancora a casa

26.04.2020 ore 14:26
Brad Pitt imita il dottor Fauci

“Il presidente si è preso qualche libertà con le nostre linee guida, quindi questa sera vorrei spiegare quello che il presidente cercava di dire”: Brad Pitt veste i panni del virologo Anthony Fauci, durante il consueto appuntamento del sabato sera con Saturday Night Live. L’attore analizza in maniera scherzosa alcune delle dichiarazioni rilasciate alla stampa da Donald Trump sul tema coronavirus.

“Il virus un giorno scomparirà, come per miracolo”, afferma Trump in uno dei suoi discorsi. “Un miracolo sarebbe fantastico - controbatte Pitt-Fauci - Chi non ama i miracoli. Ma i miracoli non dovrebbero essere il piano A”. Scena muta invece, solo un’espressione incredula, di fronte alla proposta di Trump di uccidere il virus con iniezioni di disinfettante. Il siparietto comico si conclude con i ringraziamenti del 56enne a tutto il personale sanitario e al vero dottor Fauci.

26.04.2020 ore 14:17
"Emersi i limiti del modello lombardo"

Al di là degli errori di gestione commessi durante la crisi, “l’emergenza coronavirus ha fatto emergere i limiti strutturali del sistema sanitario lombardo”. A dirlo, ai microfoni del Radiogiornale, è Maria Elisa Sartor, ricercatrice che da anni lo studia. “È un modello sbilanciato in favore degli ospedali e carente nei servizi territoriali e (...) le responsabilità non sono chiare”, afferma l’esperta, che fa risalire la causa alla riforma voluta dall’allora governatore Roberto Formigoni, che aveva spalancato le porte al settore privato, rinforzatosi poi negli anni a scapito del pubblico.

RG 12.30 del 26.04.2020 L'intervista di Anna Valenti alla ricercatrice Maria Elisa Sartor
26.04.2020 ore 13:53
Intervengono per far rispettare le distanze, poliziotti aggrediti

Degli agenti della polizia di San Gallo sono stati insultati, minacciati di morte e aggrediti durante un intervento per far rispettare a un gruppo di ragazzi le distanze imposte per la lotta al coronavirus. Durante il tentativo di disperdere l’assembramento, uno degli agenti è finito a terra insieme a un 13enne. Un 17enne ha invece cercato di colpire alla testa l’agente con un calcio, ma è stato fermato da un uomo di una società di sicurezza privata accorso sul posto.

Il gruppo si è dileguato all’arrivo di altre pattuglie ma è stato fermato poco dopo. Il magistrato dei minorenni ha deciso l’interrogatorio di quattro giovani, due svizzeri e due libanesi, alla presenza dei genitori. Per un 13enne e un 17enne è scattato il fermo preventivo, visto che nessun parente si è presentato.

26.04.2020 ore 13:35
56'000 respinti al confine

Dall’entrata in vigore delle misure di emergenza per il coronavirus, il 13 marzo, sono state 56’000 le persone a cui è stato rifiutato l’ingresso in Svizzera e in media al giorno sono state inflitte 150 multe. Lo ha comunicato l’Amministrazione federale delle dogane, confermando un’informazione di Le Matin Dimanche. Visti i numerosi rifiuti di entrata constatati nelle prime settimane, il Consiglio federale ha precisato le regole negli scorsi giorni. In particolare il turismo d’acquisti è punibile con una sanzione di 100 franchi: non ci sono dati precisi, ma non è tanto in Ticino che vengono inflitte multe per questa fattispecie, perché fare la spesa nel Comasco o nel Varesotto è difficile soprattutto a causa delle severe norme che regolano l’ingresso in Italia.

26.04.2020 ore 13:17
"In casa anziani a Sementina 27 morti": l'MPS interpella il Governo

Alla casa anziani di Sementina le visite sarebbero continuate fino al 17 marzo (quando le direttive cantonali che le vietavano sono del 9), i pranzi sarebbero stati consumati in comune per giorni dopo l’insorgere del primo caso e individualmente solo da metà aprile, il personale sarebbe stato costretto a lungo a riutilizzare materiale di protezione monouso e sarebbe stato sottoposto a test sistematici solo in ritardo, tanto che il tasso di positivi sarebbe del 60%: sono queste le informazioni di cui il Movimento per il socialismo chiede verifica con un’interpellanza al Consiglio di Stato trasmessa oggi alla stampa. A differenza di quanto accaduto nelle altre strutture di proprietà della Città di Bellinzona, a Sementina le vittime sono diverse: ben 27 su 80 ospiti, secondo l’MPS.

Nella conferenza stampa del 24 aprile, le autorità cantonali non avevano voluto entrare nel merito dei singoli casi, limitandosi a spiegare che il nuovo coronavirus aveva infettato persone fino ad allora in 29 delle 68 case di riposo ticinesi, che cinque casi richiedevano un monitoraggio da parte del Cantone e che in due di essi erano stati imposti provvedimenti. In quel momento il bilancio era di 136 morti e 441 contagi fra i circa 4’600 residenti totali.

Case anziani: 136 decessi in Ticino

Cinque istituti sotto monitoraggio, in due casi critici intimate delle misure - In oltre la metà delle strutture ticinesi il COVID-19 non è mai entrato

26.04.2020 ore 12:44
Calano ancora i ricoverati in Ticino

Nelle strutture ospedaliere ticinesi dedicate alla cura dei pazienti affetti dal coronavirus sono ancora ricoverate 192 persone, rende noto lo Stato maggiore cantonale di condotta: sono 155 in reparto e 37 in terapia intensiva, di cui 26 intubate.

26.04.2020 ore 12:21
La curva di contagi in Svizzera
26.04.2020 ore 12:18
Svizzera, 167 nuovi casi e 8 morti

Si sono registrati 167 nuovi contagi e 8 decessi in Svizzera nelle ultime 24 ore. Il totale dei casi confermati in laboratorio sale così a 29’061, secondo l’Ufficio federale della sanità pubblica. I morti totali sono invece 1’337. Per il sito corona-data.ch, che aggrega i dati dei singoli cantoni, i morti sono invece già 1’607.

I cantoni più colpiti dall’epidemia sono Ginevra (1003 casi ogni 100’000 abitanti), Ticino (888), Vaud (662), Basilea Città (561) e Vallese (520). I test effettuati sono stati 249’650, il 14% dei quali positivo. Delle 1282 persone decedute di cui si conoscono i dati completi il 97% presentava patologie anteriori al Covid-19: le principali erano pressione alta (63%), malattie cardiocircolatorie (56%) e diabete (26%). Il 56% dei morti era maschio, il 41% femmina; le età sono comprese fra 31 e 104 anni, con una mediana a 84 anni.

26.04.2020 ore 11:13
Spagna, rallentano i decessi

Il numero dei decessi quotidiani in Spagna correlati al coronavirus è sceso al livello più basso da più di un mese, con 288 morti nelle ultime 24 ore. Il totale delle persone che hanno perso la vita sale a 23’190, come riferito domenica dal Ministero della salute. Il numero complessivo di casi positivi è 207’634 (+1’729).

26.04.2020 ore 11:13
Superati gli 80'000 casi e i 700 morti in Russia

I 6’361 casi segnalati domenica portano il totale dei contagi a superare quota 80’000 in Russia, paese in cui il coronavirus è arrivato o è stato identificato relativamente tardi rispetto al resto d’Europa ma che è ormai il decimo più colpito nel mondo, avviandosi a superare la Cina ora nona. I nuovi decessi sono 66, per un totale di 747 dall’inizio dell’epidemia

26.04.2020 ore 10:16
“Si tornerà a scuola a settembre”

Giuseppe Conte ha promesso di riaprire le scuole solo a settembre. Non si vuole “mettere a repentaglio la salute dei bambini”, ha riferito il premier italiano in un’intervista pubblicata domenica dal quotidiano La Repubblica. “La scuola è al centro dei nostri pensieri e riaprirà a settembre. Ma tutti gli scenari preparati da un comitato di esperti prevedevano alti rischi di contagio in caso di riapertura prematura delle scuole. È in gioco la salute dei nostri bambini “, ha detto Conte. Gli istituti sono chiusi dall’inizio di marzo a causa dell’epidemia di Covid-19 che ha già causato più di 26’000 morti nel paese, il più colpito in Europa. Cominciano a delinearsi i contorni del decreto che il 4 maggio allenterà le misure restrittive nel paese. Il servizio è di Chiara Savi

RG 12.30 del 26.04.2020 Il servizio di Chiara Savi
26.04.2020 ore 10:13
La curva dei contagi in Ticino
26.04.2020 ore 10:12
Ticino, altri due decessi

Sono 306 i decessi e 3’161 i contagi registrati in Ticino dall’inizio della pandemia. Ci sono 19 nuovi casi e due decessi in più rispetto a sabato. I dimessi dagli ospedali sono ora 704 (+6).

26.04.2020 ore 09:57
Germania, 1’737 nuovi casi e 140 morti

Nelle ultime 24 ore si sono registrati 140 nuovi decessi legati al coronavirus in Germania. Il numero totale è quindi salito a 5’640. I contagi sono in totale 154’175, con 1’737 nuove infezione, secondo i dati forniti domenica dall’Istituto per le malattie infettive Robert Koch.

26.04.2020 ore 09:53
Penultimo volo di rimpatrio

Un aereo con a bordo 91 svizzeri e 122 cittadini di altri paesi (di cui 44 residenti nella Confederazione) che erano rimasti bloccati in India, sorpresi dallo scoppio della pandemia, è atterrato questa mattina a Zurigo-Kloten. Era il penultimo volo della grande operazione di rimpatrio organizzata dal Dipartimento federale degli affari esteri. Mercoledì è atteso l’ultimo, dall’Africa, con viaggiatori provenienti da Ghana, Costa D’Avorio e Burkina Faso. Al costo di 10 milioni di franchi, per l’80% pagato dai passeggeri stessi, in un mese 34 aerei hanno ricondotto su suolo elvetico circa 7’200 persone. Ne restano ancora alcune centinaia che non hanno potuto approfittare dell’offerta e che saranno assistite ora da ambasciate e consolati

26.04.2020 ore 09:46
Quarantena per chi arriva nel Regno Unito

Chiunque arrivi nel Regno Unito dall’estero dovrà restare in quarantena per due settimane: la “fase 2” d’Oltremanica prevede anche questa misura, che secondo quanto riporta oggi il Mail on Sunday è stata approvata dal Governo mercoledì scorso. Secondo il piano, chi violerà l’auto isolamento sarà soggetto a pesanti multe, o addirittura a procedimento penale, ed è stato concordato che le autorità potranno visitare i nuovi arrivati nelle loro case per controllare il rispetto della quarantena.

26.04.2020 ore 09:44
Trump diserta il briefing

A questo punto non valgono la pena il tempo e lo sforzo per partecipare ai briefing: così Donald Trump su Twitter, dopo che per la prima volta in oltre un mese non è comparso all’appuntamento quotidiano con la stampa della task force anticoronavirus della Casa Bianca. Un tweet che conferma le indiscrezioni secondo cui i più stretti consiglieri del presidente americano hanno consigliato di diradare le apparizioni per evitare il rischio di una sovraesposizione nociva per la campagna elettorale del magnate, anche in seguito ad alcune dichiarazioni contraddette dalla scienza. Nel messaggio affidato ai social media, Trump si lamenta delle domande della stampa, che considera “ostili”.

26.04.2020 ore 09:38
Test sierologici nel Moesano

Uno studio sierologico di individuazione degli anticorpi del COVID-19 sarà svolto anche nel Moesano, allo scopo anche di capire come l’infezione si è sviluppata nella popolazione, indipendentemente dalle condizioni sintomatiche. Lo Stato maggiore regionale ha invitato il dottor Franco Muggli del Progetto Capitale Salute a richiedere le necessarie autorizzazioni. Presto inizieranno i prelievi su soggetti volontari. Sono coinvolti inizialmente gruppi ad alto rischio come gli operatori sanitari e altri professionisti che potranno poi rientrare con più sicurezza nel mondo del lavoro, ma in seguito si intende allargare l’operazione anche al resto della popolazione

26.04.2020 ore 09:17
La Cina vieterà le condotte "incivili"

Pechino vieterà una serie di comportamenti ritenuti “incivili” a partire dal 1° giugno. L’obiettivo è quello di migliorare l’igiene nei luoghi pubblici nel bel mezzo del coronavirus. Starnutire o tossire senza coprirsi il naso o la bocca e non indossare una maschera in pubblico in caso di malattia fanno ora parte di una nuova lista di reati nella capitale cinese. I cittadini sono anche tenuti a “vestirsi in modo ordinato” in pubblico e a non andare in giro a torso nudo. Un evidente riferimento alla pratica del “bikini pechinese”: in estate molti uomini girano con la pancia scoperta. Il distanziamento sociale nei luoghi pubblici sarà inoltre più marcato.

26.04.2020 ore 08:42
“Gli esami di maturità sono un valore aggiunto”

Michael Hengartner, presidente del consiglio dei politecnici federali, critica la proposta di alcuni cantoni di voler rinunciare agli esami scritti di maturità a causa dell’emergenza legata al coronavirus.

“Un esame di maturità fornisce un notevole valore aggiunto”, spiega Hengartner sulle pagine dei domenicali e aggiunge: “La preparazione intensiva per gli esami finali consente di approfondire nuovamente l’argomento e l’esame fornisce un’indicazione del livello di rendimento dello studente”. La difficoltà sta nel confrontare i voti e garantire pari opportunità agli studenti qualora i cantoni prendessero decisioni non concordate. Una decisione in merito del Consiglio federale è prevista per il 29 aprile.

26.04.2020 ore 08:23
Economiesuisse chiede una riapertura più rapida

“L’apertura graduale e controllata dell’economia deve essere accelerata”, ha dichiarato Heinz Karrer, presidente di Economiesuisse, alla NZZ am Sonntag. Molti settori economici, come il turismo o la gastronomia, non hanno ancora prospettive, afferma il dirigente aggiungendo che il Consiglio federale è troppo titubante nella sua azione nei confronti della crisi legata al nuovo coronavirus.

L'economia preme sul Governo

Karrer: "Le riaperture vanno accelerate, servono prospettive per turismo e gastronomia"

26.04.2020 ore 08:04
Una dozzina di casi totali a Wuhan

Sono 12 al momento le persone contagiate a Wuhan e nessuna di queste versa in condizioni gravi. La Cina non ha registrato nuovi morti per coronavirus nelle ultime 24 ore, mentre il numero di infetti è aumentato di 51. I numeri tornano a essere importanti negli Stati Uniti. Dopo una flessione dei decessi riscontrata sabato (+ 1’258), c’è stato un nuovo incremento significativo, con 2’494 persone che hanno perso la vita. Il paese si avvicina intanto sempre più verso il milione di casi (936’293). Complessivamente, il totale delle morti legate al coronavirus ha superato la soglia di 200’000. Lo Stato più colpito è sempre quello statunitense.