TiPress_368160.jpg
In Ticino anche uno studente contagiato, all'Arti e Mestieri di Bellinzona (TI-Press)
Momenti chiave
04.03.2020 ore 19:36
04.03.2020 ore 18:45
04.03.2020 ore 18:40
04.03.2020 ore 18:23
04.03.2020 ore 16:29
04.03.2020 ore 16:09
04.03.2020 ore 12:42
04.03.2020 ore 10:22
04.03.2020 ore 10:02
04.03.2020 ore 08:37
04.03.2020 ore 08:16
04.03.2020 ore 08:11
04.03.2020 ore 08:09
04.03.2020 ore 07:24

Coronavirus, lanciato il "Social distancing"

A livello globale l'epidemia non si placa: i morti sono oltre 3'000 - Berna: la situazione è seria e diventa sempre più seria
Ultimo aggiornamento giovedì 05 marzo 2020 10:19

L'ultimo bilancio a livello mondiale sull'epidemia di coronavirus parla di oltre 93'000 casi di contagio confermati in tutto il mondo e 3'198 morti, con le guarigioni che salgono a oltre 50'600.

Il numero dei contagi si estende un po' dappertutto, anche in Ticino dove i casi sono diventati 15 dopo l'annuncio mercoledì mattina della positività di un allievo di una scuola professionale e di un dipendente dell'Amministrazione federale delle dogane. In più c'è il militare ticinese ricoverato Oltralpe. Le autorità cantonali si aspettano che l'emergenza durerà a lungo ed annunciano l'arrivo di nuove misure a tutela della sicurezza negli ospedali e delle strutture socio-sanitarie.

(La mappa della Johns Hopkins - Aggiornamento alle 07.30 del 04.03.2020)

Consulta la situazione in tempo reale.

Quello che vi abbiamo raccontato ieri.

Elena Boromeo, Alessandra Spataro, Diego Moles e Dario Lanfranconi

04.03.2020 ore 22:39
Eventi e assembramenti: quali sì, quali no

Le autorità federali, oltre alle nuove disposizioni, hanno anche determinato ciò che dovrebbe essere considerato un assembramento che deve sottostare alle limitazioni. Congressi, teatri, cinema o circhi rientrano in questa categoria, a differenza di scuole e centri di formazione, stazioni, mercati o trasporti pubblici. “È un atto di bilanciamento per attuare misure efficaci, senza paralizzare la vita sociale” ha spiegato la presidente della Conferenza dei direttori cantonali della sanità Heidi Hanselmann

04.03.2020 ore 22:16
De Rosa: "Servono parametri e sforzi comuni"

Le dichiarazioni rilasciate dal consigliere di Stato ticinese a Simona Cereghetti al termine della riunione della Conferenza dei direttori cantonali della sanità con il Consigliere federale Alain Berset.

L'intervista a Raffaele De Rosa
04.03.2020 ore 21:42
Hanselmann: “Precauzioni per eventi con più di 150 persone”

La presidente della Conferenza dei direttori cantonali della sanità Heidi Hanselmann ha spiegato, al termine della riunione con il Consigliere federale Alain Berset, che l’Ufficio federale della sanità pubblica non ha fissato un limite minimo al di sotto del quale gli organizzatori potrebbero risparmiarsi ogni sforzo di monitoraggio. Tuttavia, per gli eventi con più di 150 persone (e meno di 1’000) gli organizzatori devono prestare attenzione ad alcuni punti, come informare attivamente i partecipanti sulle misure igieniche da applicare. Gli organizzatori devono inoltre essere in grado di contattare i partecipanti in caso di necessità.

Queste regole riguardano sia le riunioni private che quelle pubbliche.

04.03.2020 ore 21:14
Alain Berset: "Mantenere le distanze"

“Il nuovo punto è mantenere le distanze tra le persone”, sono queste le parole di Alain Berset, che da Berna, al termine della riunione con i direttori cantonali della sanità, ha ricordato come le misure più semplici rimangono le più efficaci. La campagna #socialdistancing sarà rafforzata da venerdì. Heidi Hanselmann, presidente della CDS, ha invece invitato le persone con più di 65 anni a non prendere parte a eventi molto affollati, specie se soffrono di patologie diverse.

04.03.2020 ore 20:57
Lo sport italiano riprende a porte chiuse

Il Governo italiano ha deciso di proseguire per un mese a porte chiuse. In un decreto ufficializzato mercoledì viene affermato che tutte le competizioni sportive continueranno senza tifosi sino al 3 di aprile in seguito all’emergenza coronavirus.

04.03.2020 ore 19:36
USA, 8 miliardi per l’emergenza

Il Congresso americano ha trovato un accordo su un pacchetto da 8 miliardi di dollari per far fronte all’emergenza del coronavirus. L’intesa bipartisan deve essere ora approvata dalla Camera e del Senato, per poi arrivare sulla scrivania di Donald Trump per la firma. Le attese sono per un iter rapido visto che sia i democratici sia i repubblicani sono ampiamente a favore delle misure.

04.03.2020 ore 18:45
Primi due casi in Ungheria

L’Ungheria ha annunciato mercoledì i primi due casi di coronavirus. Si tratta di due studenti iraniani che studiano nel paese europeo. Lo ha detto il Primo ministro Viktor Orbán.

04.03.2020 ore 18:40
James Bond vittima del coronavirus

L’uscita del prossimo film di James Bond, “No time to die” (“La morte può attendere”), è stata posticipata da aprile a novembre, a causa dei timori legati all’epidemia di coronavirus. Lo hanno annunciato mercoledì i produttori.

La pellicola, che sarà l’ultima interpretata da Daniel Craig, uscirà il 12 novembre nel Regno Unito e il 25 novembre negli Stati Uniti. Le date per il resto del mondo non sono ancora state precisate.

04.03.2020 ore 18:23
2'706 malati e 107 morti in Italia

Sono 2’706 i malati per coronavirus in Italia, con un incremento di 443 persone in più rispetto a ieri e 107 i morti, 28 in più. Il nuovo dato è stato fornito dal commissario Angelo Borrelli nel corso della conferenza stampa alla Protezione Civile.

04.03.2020 ore 18:19
L’Italia conferma la chiusura delle scuole

Dopo il tira e molla del pomeriggio, con prima l’anticipazione e poi la smentita, ora arriva la conferma definitiva, direttamente dalla ministra dell’istruzione Lucia Azzolina: l’Italia chiuderà tutte le scuole e le università sul territorio nazionale da domani, 5 marzo, fino al 15 marzo.

Per venire incontro alle esigenze delle famiglie in seno al Governo è in discussione una norma che prevede la possibilità per uno dei genitori, in caso di chiusura delle scuole, di assentarsi dal lavoro per accudire i figli minorenni. “Siamo consapevoli dell’impatto che una misura come la chiusura delle scuole potrà avere sui nuclei familiari e sul Paese, per questo ci stiamo muovendo con la massima celerità e determinazione a tutela dei lavoratori pubblici e privati”, afferma citata in una nota il viceministro Economia e finanze Laura Castelli.

04.03.2020 ore 18:15
Quarantena e cura, l'esperto fa chiarezza

“Si tratta di una quarantena a domicilio, vengono messe in quarantena su ordine delle autorità le persone che hanno avuto un contatto ravvicinato con una persona che ha contratto il virus e che quindi a loro volta potrebbero aver acquisito la malattia”, ha spiegato alla RSI Christian Garzoni, specialista delle malattie infettive alla Clinica luganese Moncucco. “Visto che il periodo di incubazione varia tra i due e i 12 giorni – aggiunge il medico –, si è optato per un periodo di quarantena di 14 giorni. Se in questo periodo la persona in quarantena dovesse sviluppare dei sintomi verrebbe ulteriormente indagata, altrimenti al termine dei 14 giorni la quarantena finisce”.

Cos'è la quarantena? Come si cura il coronavirus? Le spiegazioni di Christian Garzoni, medico specialista in malattie infettive

Una terapia non esiste

Per quanto riguarda la cura dei pazienti ospedalizzati, Garzoni spiega: “Non esiste una terapia specifica contro il virus, non c’è un antivirale che permette di bloccarlo, quindi il paziente viene supportato: se ha dei problemi respiratori viene aiutato con delle macchine, se invece sta bene si applicano delle terapie sintomatiche come quelle per una banale influenza”.

Non è come con gli antibiotici contro i batteri, aggiunge, “per alcuni virus esistono terapie specifiche ma per il coronavirus attualmente non c’è; esiste un farmaco sperimentale che si può avere per uso compassionevole e c’è un farmaco normalmente usato contro l’HIV che si può dare per tentare di controllare il virus ma i benefici sono ancora discussi”.


04.03.2020 ore 18:12
FMI: 50 miliardi per i paesi poveri

Il Fondo monetario internazionale (FMI) mobilita 50 miliardi di dollari per paesi poveri alle prese con il coronavirus. Lo annuncia la direttrice generale del Fondo, Kristalina Georgieva, in un’intervista alla CNBC. Dei 50 miliardi, 10 sono per i paesi a reddito più basso e 40 miliardi per quelli a medio reddito.Il Fondo monetario internazionale (FMI) mobilita 50 miliardi di dollari per paesi poveri alle prese con il coronavirus. Lo annuncia la direttrice generale del Fondo, Kristalina Georgieva, in un’intervista alla CNBC. Dei 50 miliardi, 10 sono per i paesi a reddito più basso e 40 miliardi per quelli a medio reddito.

04.03.2020 ore 17:55
Berna: se avete tosse o febbre state a casa
Febbre o tosse? Meglio stare a casa (UFSP)
04.03.2020 ore 17:53
UFSP: “58 casi in 14 cantoni e Liechtenstein”

L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha fornito l’ultimo bilancio relativo al coronavirus in Svizzera, aggiornato alle 17.20 di mercoledì: sono 58 i casi ufficiali (con la conferma del laboratorio di Ginevra, ndr) provenienti da 14 cantoni più il Principato del Liechtenstein. I cantoni: Argovia, Berna, Basilea Città, Basilea Campagna, Friborgo, Ginevra, Grigioni, Neuchâtel, Svitto, Ticino, Vaud, Vallese, Zugo e Zurigo.

L’UFSP fa anche sapere che 2’675 casi sospetti sono stati testati e sono risultati negativi.

Svizzera, quasi 100 casi di coronavirus

Lo hanno affermato le autorità federali - 54 quelli confermati e 39 risultati positivi

04.03.2020 ore 17:48
Danni multimilionari per gli eventi annullati

Expo Event ha calcolato che il coronavirus, e il divieto imposto dal Governo svizzero per lo svolgimento di grandi manifestazioni, ha causato danni al settore di eventi e fiere per oltre 150 milioni di franchi. Secondo l’associazione, che ha condotto un sondaggio fra i 157 membri, fra cancellazioni e rinvii non avrà luogo circa l’80% degli eventi previsti. Il presidente Eugen Brunner ha definito questo scenario “un incubo”.

04.03.2020 ore 17:28
Svitto, 3 contagiati tra cui un medico

Il Canton Svitto ha annunciato mercoledì i suoi primi tre casi confermati di coronavirus, di cui il primo era già stato annunciato martedì sera dal laboratorio di Ginevra. Si tratta di un medico di 43 anni e di due donne di 26 e 55 anni, che si sono ammalati indipendentemente l’uno dall’altro.

Una delle tre persone è ricoverata in ospedale, le altre due, incluso il medico, sono in quarantena a casa. Non è ancora noto dove sia stato infettato il medico.

04.03.2020 ore 17:20
Impennata di contagi negli USA e GB

Il numero di casi di coronavirus è salito ad almeno 130 negli Stati Uniti. I decessi restano nove e tutti nello Stato di Washington, che resta l’area più colpita assieme alla California. Impennata di contagi anche in Gran Bretagna: 34 in più nelle ultime 24 ore e 85 in totale.

04.03.2020 ore 17:19
Virus in Italia settimane prima del 21 febbraio

Stando a quanto riportato dall’agenzia ANSA, c’è la prima prova che il coronavirus circolava in Italia “diverse settimane prima” che ci fosse la diagnosi del paziente 1 di Codogno. La prova è contenuta nelle 3 sequenze genetiche del virus in circolazione in Lombardia, ottenute dal gruppo di Università Statale di Milano e Ospedale Sacco, coordinato da Gianguglielmo Zehender, Claudia Balotta e Massimo Galli.

L’analisi di ulteriori genomi, in corso, potrà fornire stime più precise su ingresso del virus in Italia e possibili vie di diffusione.

04.03.2020 ore 17:03
Come prevenire il contagio? Le dieci cose da fare
Coronavirus: 10 cose da fare. Le raccomandazioni aggiornate

In caso di dubbi e domande ecco i numeri da chiamare per ottenere i chiarimenti necessari.


04.03.2020 ore 16:34
Vitta: "Rinvio elezioni non è un'ipotesi"

Christian Vitta, sollecitato, ha anche risposto in merito a un possibile rinvio delle prossime elezioni comunali in Ticino, previste il 5 aprile, in considerazione dei molti eventi, anche elettorali, che vengono annullati negli ultimi giorni e delle limitate possibilità per i candidati di farsi conoscere. Da parte sua il presidente del Governo ha però spiegato che questa opzione “non è un’ipotesi presa in considerazione”.

04.03.2020 ore 16:29
Vitta: "Lavoro ridotto e fideiussione per difficoltà economia"

Il presidente del Governo, rispondendo a una domanda, ha fatto il punto sugli strumenti disponibili per venire incontro alle difficoltà dell’economia: “Le aziende hanno prevalentemente due possibilità: la richiesta di lavoro ridotto, da fare tramite la Sezione lavoro, e, in caso di problemi di liquidità, la fideiussione; per quest’ultima va contattata la Divisione economia”.

04.03.2020 ore 16:29
Un malato in terapia intensiva

“Dei 15 casi di persone infette in Ticino, una buona parte sono isolate al domicilio, mentre alcune sono ricoverate”. Lo ha reso noto il medico cantonale Giorgio Merlani aggiungendo; “attualmente un anziano con problemi di salute è in terapia intensiva, si tratta quest’ultimo del secondo caso di infezione di coronavirus riscontrato nel cantone”.

04.03.2020 ore 16:24
Merlani: “Chiusura scuole ora non giustificata”

Il medico cantonale, in conferenza stampa, ha spiegato perché al momento non si è deciso di chiudere tutte le scuole: “I bambini sono meno soggetti alla malattia, quindi questa misura non sarebbe tanto per proteggere loro, quanto piuttosto per evitare che i bambini trasmettano il virus ai nonni o a parenti anziani e magari malati.”

Merlani ha inoltre spiegato che dei contatti stretti legati ai casi finora emersi, la stragrande maggioranza sono risultati negativi, ad essere positivi sono invece i contatti più che stretti, i famigliari insomma”.

Lo stesso medico cantonale ha annunciato che il militare ticinese infettato e che ora si trova a Wangen an der Aare “sta sufficientemente bene e non ha bisogno di essere ricoverato in ospedale”. Prossimamente potrà fare ritorno al sud delle Alpi.


04.03.2020 ore 16:17
Bertoli: "Il caso è all'Arti e Mestieri di Bellinzona"

Il primo caso di coronavirus riscontrato in una scuola ticinese si è verificato all’Arti e mestieri di Bellizona. Lo ha detto il direttore del DECS Manuele Bertoli, che ha aggiunto che 35 allievi e 4 docenti a rimasti a stretto contatto con lo studente contagiato sono stati monitorati, di questi 12 sono rientrati a scuola, mentre gli altri 23 allievi e 4 docenti sono stati posti in quarantena. Gli allievi in quarantena potranno continuare a seguire almeno in parte la formazione grazie ai sistemi informatici.

Bertoli ha aggiunto che non risultano al momento altri casi nelle scuole ticinesi, per questo non viene per ora considerata la chiusura delle stesse.

04.03.2020 ore 16:14
"Nuove limitazioni per strutture socio-sanitarie"

Giorgio Merlani: “Bisogna essere disposti ad accettare alcune limitazioni, nei prossimi giorni ne verranno adottate altre in riferimento alle strutture socio-sanitarie, gli ospedali, ma anche ad esempio le case anziani. In particolare verranno ridotti i tempi di visita e in generale l’accesso e alle persone con sintomi verrà imposto un divieto d’entrata”.


04.03.2020 ore 16:14
Israele, quarantena per chi arriva dalla Svizzera

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha annunciato mercoledì l’imposizione di una quarantena di due settimane per i viaggiatori provenienti da diversi paesi europei, Svizzera compresa. “Chiederemo a tutti coloro che arrivano da Francia, Germania, Svizzera, Spagna e Austria di entrare in isolamento”, ha detto Netanyahu durante una conferenza stampa presso il Ministero della Salute a Gerusalemme. La restrizione era già stata imposta all’Italia, la più grande fonte dell’epidemia in Europa.

04.03.2020 ore 16:09
In Ticino 15 casi confermati

“In Ticino ci sono al momento 15 casi confermati di coronavirus, a cui si aggiunge il 16esimo che è il milite trovato infetto a un corso di ripetizione”. Lo ha detto il medico cantonale Giorgio Merlani nella conferenza stampa iniziata alle 16 a Bellinzona.

04.03.2020 ore 14:58
Scuole, "Governo italiano sta decidendo"

Il Governo italiano non ha ancora preso una decisione finale sulla chiusura delle scuole e delle università su tutto il territorio nazionale. Lo ha dichiarato la ministra dell’istruzione, Lucia Azzolina, rettificando quanto diffuso dalle agenzie italiane poco prima. “Una decisione verrà presa nelle prossime ore”, ha precisato.

04.03.2020 ore 14:16
Berna non ordinerà la chiusura delle scuole

La chiusura delle scuole non è una misura prevista in Svizzera, almeno non in questo momento. Lo puntualizza Daniel Koch, capo della Divisione malattie trasmissibili, rispondendo alle domande dei giornalisti durante una conferenza stampa a Berna. “In Italia la situazione è talmente grave” da giustificare una misura di questo tipo, osserva, confermando che per adesso non è prevista una decisione analoga nella Confederazione. L’invito di Berna è di non farsi prendere da una paura incontrollata, dal panico.

04.03.2020 ore 14:05
In Italia chiuse scuole e Università

Il Governo italiano ha deciso di chiudere scuole e università fino a metà marzo.

04.03.2020 ore 13:46
"Non ci sono gravi casi nella Confederazione"

Fino ad ora, in Svizzera, i casi di coronavirus sono stati riscontrati per lo più nei giovani, e si tratta di infezioni leggere. Lo ha comunicato Daniel Koch, capo della Divisione malattie trasmissibili, aggiungendo che “non abbiamo casi gravi, ma visto che la popolazione è globalmente anziana è urgente che nel futuro prossimo ci si concentri piuttosto sugli anziani, perché l’epidemia si sposterà su queste fasce di età. Siamo coscienti del problema, ma possiamo proteggere la popolazione se adottiamo le misure adeguate”.

Coronavirus, gli aggiornamenti sulla situazione nazionale forniti dalle autorità federali
04.03.2020 ore 13:40
In Svizzera 200-300 persone in quarantena

Le persone che attualmente si trovano in quarantena in Svizzera sono 200-300. Lo ha comunicato Daniel Koch, capo della Divisione malattie trasmissibili, facendo il punto sull’epidemia di coronavirus in Svizzera, aggiungendo che attualmente i casi sospetti sono circa 200.

04.03.2020 ore 13:37
In Svizzera 54 casi confermati e altri 39 positivi

Il bilancio aggiornato della Svizzera è di 54 casi di coronavirus confermati a cui se ne aggiungono 39 positivi, per un totale di quasi 100 casi. Lo ha reso noto il capo della Divisione malattie trasmissibili dell’Ufficio federale della sanità pubblica Daniel Koch aprendo la conferenza stampa di aggiornamento. Le autorità federali stimato che in tutto il paese 200-300 persone siano in quarantena. “La situazione è seria e sta diventando sempre più seria”, ha aggiunto.

04.03.2020 ore 12:45
Un dipendente della dogana di Chiasso Strada infettato
La dogana di Chiasso Strada (©Ti-Press/Elia Bianchi)

L’Amministrazione federale delle dogane ha confermato che un suo dipendente attivo all’ufficio di Chiasso strada è stato infettato dal coronavirus ed è stato immediatamente posto in quarantena. Si tratta di un dipendente attivo in un settore senza contatto con il pubblico. Verifiche sono in corso in collaborazione con le autorità sanitarie cantonali. L’Amministrazione federale delle dogane ha ordinato ai suoi dipendenti di adottare misure di protezione operativa.

04.03.2020 ore 12:42
Riaperto il Louvre
La piramide di vetro del Louvre (Keystone)

Il museo del Louvre, chiuso da domenica per i timori sul coronavirus, è stato riaperto. Lo annuncia la direzione dell’istitutzione francese dopo una riunione con il personale.

04.03.2020 ore 11:27
La Germania blocca l'export di materiale sanitario

La Germania mette uno stop all’esportazione di materiale sanitario di protezione, come le mascherine, per fare fronte all’epidemia di coronavirus. Il casi di contagio accertati nel paese sono circa 240.

04.03.2020 ore 10:42
Ticino: un caso positivo in un istituto scolastico

C’è un caso di coronavirus confermato in un istituto scolastico postobbligatorio ticinese. Lo ha comunicato mercoledì il Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) precisando che si tratta di uno studente di una scuola professionale, e che i compagni di classe e alcuni docenti che hanno avuto i contatti più stretti con il ragazzo resteranno a domicilio per due settimane in quarantena. Gli altri allievi e docenti dell’istituto potranno proseguire normalmente le loro attività.C’è un caso di coronavirus confermato in un istituto scolastico postobbligatorio ticinese. Lo ha comunicato mercoledì il Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) precisando che si tratta di uno studente di una scuola professionale, e che i compagni di classe e alcuni docenti che hanno avuto i contatti più stretti con il ragazzo resteranno a domicilio per due settimane in quarantena. Gli altri allievi e docenti dell’istituto potranno proseguire normalmente le loro attività.

Aule pronte (Ti-Press)
Prima pagina del 4.3.2020 Il servizio di Francesca Calcagno


04.03.2020 ore 10:22
In Germania 44 nuovi casi

Il numero di casi di coronavirus accertati in Germania è passato da 196 a 240, con un balzo di 44 registrati in un giorno. Lo ha reso noto l’Istituto Robert Koch, responsabile per il controllo e la prevenzione delle malattie infettive.

04.03.2020 ore 10:11
L'industria metalmeccanica ed elettrica svizzera intravede "criticità"

L’epidemia di coronavirus sta colpendo l’economia globale e le imprese svizzere hanno visto ridursi o addirittura venire a mancare del tutto le loro forniture. Lo ha detto mercoledì l’industria elvetica metalmeccanica ed elettrica (MEM), affermando che se gli effetti persistono, la situazione diventerà critica.

04.03.2020 ore 10:02
Primo morto in Iraq

Un uomo di 70 anni è morto mercoledì a Souleimaniyeh, in Iraq, a causa del coronavirus. Il Paese, che confina con l’Iran, ha fino ad ora comunicato 31 casi di contagio.

04.03.2020 ore 09:32
La Russia vieta l'esportazione di mascherine

La Russia ha deciso di vietare l’esportazione di mascherine: “E’ una scelta per assicurare la protezione della vita e della salute”, si legge sul sito del Governo. La misura sarà valida fino al primo giugno ed è estesa anche ad altri prodotti, ad esempio disinfettanti.

04.03.2020 ore 09:05
"I social cinesi hanno censurato le critiche al Governo"

Alcuni social media cinesi hanno censurato i riferimenti al coronavirus e alle critiche alla gestione dell’epidemia da parte del Governo. Lo afferma un report pubblicato dal gruppo di ricerca canadese Citizen Lab, secondo cui, l’applicazione WeChat (l’equivalente cinese di WhatsApp) ha bloccato alcune parole chiave che rimandavano alle critiche riferite al presidente Xi Jinping e alle autorità, ma anche ricerche legate ai divieti di viaggio e alla “trasmissione da persona a persona”. Le società cinesi di social media sono soggette a leggi severe che impongono loro di censurare contenuti potenzialmente “pericolosi per la stabilità sociale”.

04.03.2020 ore 08:45
Capanna Cristallina, limita i posti per il pernottamento

In un post sul suo profilo Facebook, la capanna Cristallina ha comunicato che i posti a disposizione saranno 50, a causa dell’allarme coronavirus

Capanna Cristallina (Facebook)
04.03.2020 ore 08:37
Coronavirus, chiarezza sui termini
Coronavirus, chiarezza sui termini - Il video di Nouvo
04.03.2020 ore 08:16
Un caso anche nel Canton Svitto

Una persona è risultata positiva nel Canton Svitto.

04.03.2020 ore 08:11
Situazione critica a Bergamo

In Italia si valuta di estendere la zona rossa anche al Bergamasco, dove nella giornata di martedì si è registrata un’impennata del numero di contagi, con 129 casi in più rispetto al giorno precedente, per un totale di 372. Intanto, il comitato scientifico nominato dal Governo italiano dovrebbe comunicare nelle prossime ore le nuove raccomandazioni valide su tutto il territorio nazionale, tra cui nessun contatto ravvicinato e niente strette di mano. Misure che in Svizzera sono già state messe in atto.

RG 07.00 del 04.03.2020 - La corrispondenza di Anna Valenti
04.03.2020 ore 08:09
Primo caso in Polonia

Il ministro della salute polacco ha annunciato il primo caso nel paese. Si tratta di un uomo ricoverato all’ospedale di Zielona Gora (ovest). Sta bene. Sono 68 per ora le persone ospedalizzate nel paese, nell’attesa dei risultati del tampone. Cinquecento sono isolati in quarantena.

04.03.2020 ore 07:53
Le Olimpiadi "potrebbero essere posticipate"

Il ministro giapponese con delega alle Olimpiadi ha dichiarato che il contratto relativo ai Giochi di Tokyo specifica che l’evento si deve tenere nel corso del 2020, per evitare l’annullamento. Dunque le Olimpiadi potrebbero svolgersi più avanti, e non necessariamente iniziare il 24 luglio come previsto. Tuttavia, gli organizzatori, fino ad oggi, hanno dichiarato di aspettarsi che i Giochi si svolgeranno nei tempi previsti, nonostante l’epidemia da coronavirus.

04.03.2020 ore 07:24
Giappone, situazione sotto osservazione

I casi in Giappone, compresi gli oltre 700 infettati sulla nave Diamond Princess, hanno superato la soglia psicologica delle 1’000 persone. Sono 12 in totale le persone morte. Le autorità nel tentativo di arginare il diffondersi del virus hanno deciso di limitare una serie di voli interni.

04.03.2020 ore 07:24
Primo caso nel canton San Gallo

Un primo caso di coronavirus è stato segnalato nel canton San Gallo ed è già stato preso in carico dall’ospedale cantonale. Si tratta di una donna in buone condizioni di salute che nei giorni passati si è recata a Milano. Il risultato deve ancora essere confermato dal laboratorio di Ginevra.

04.03.2020 ore 07:21
Google cancella il suo evento più importante dell'anno

Google cancella il suo evento più importante dell’anno, la conferenza I/0 in calendario a maggio, in seguito ai timori sul coronavirus. Lo riporta l’agenzia Bloomberg citando una email inviata ai partecipanti.