(© 2X4 - photo courtesy triennale.org/23a-triennale-di-milano)

Arte e scienza: un dialogo che emoziona

di Fabio Meliciani

Sembrano mondi inconciliabili, quello dell’arte e della ricerca scientifica, con linguaggi e punti di vista diversi sul mondo e sulla vita, eppure, laddove questo dialogo si crea nascono prospettive inedite capaci d’ispirare, trasformare le persone, emozionare e suscitare vera meraviglia. Un dialogo che oggi appare necessario, soprattutto di fronte alle grandi sfide e ai problemi che ci troviamo ad affrontare, dai cambiamenti climatici alle pandemie. Nei più giovani, ricercatori o artisti, la voglia di contaminazione, di creare rotture trova terreno fertile. E ci sono anche esempi importanti d’istituzioni che aprono al dialogo tra scienza e arte… luoghi emblematici e internazionalmente noti della ricerca, dell’arte e del design, dal CERN di Ginevra al Palazzo dell’arte di Milano dove si sta chiudendo la 23esima triennale internazionale d’arte che ha come evento principale l’esposizione Unknown Unknowns, un percorso intorno al mistero. Di arte e scienza, a partire da opere significative, parleremo con la curatrice della mostra Unknown Unknowns, l’astrofisica Ersilia Vaudo, con la comunicatrice della scienza e curatrice di mostre Erica Villa che ci racconterà l’esperienza di chi prima di altri ha dato spazio a questo dialogo, la Science Gallery, e con Alessandro Zannier (Ottodix), artista poliedrico che da anni frequenta territori di contaminazione.

Ora in onda Prima fila - Europa in concerto In onda dalle 20:30
Brani Brani in onda Take four - John Abercrombie & WDR Big Band Ore 20:26