(iStock )

Notti di terrore

di Mattia Martelli

Che cos’è un brutto sogno? Qual è la sua funzione? E soprattutto, possiamo eliminarlo?

Sin dai tempi più remoti l’umanità ha provato a dare una risposta a queste domande. Oggi, grazie a studi oggettivi della moderna scienza del sonno e della neurobiologia, sappiamo che tutti sogniamo, e tutti, più o meno sporadicamente proviamo delle emozioni negative durante il sonno. Ma la domanda resta: perché?

In questa nuova puntata del “Giardino di Albert”, vi presenteremo una recente ricerca dell’Università di Ginevra, secondo cui il sogno negativo a intensità moderata, è una sorta di palestra, che ci permette di meglio affrontare le nostre paure nella vita reale.

Scopriremo inoltre che quello che nel gergo comune definiamo incubo, non è altro che una delle molte varianti di sogno negativo. A spiegarci cosa distingue l’incubo dal sogno terrifico e, ancora, dal più comune brutto sogno, sarà il dottor Mauro Manconi, che dirige una delle eccellenze del nostro territorio in quest’ambito: il Centro di Medicina del Sonno del Neurocentro della Svizzera italiana.

Scopriremo anche cosa significa convivere con un disturbo da sogni terrifici ricorrenti, raccontandovi il caso di Michèle, giovane vallesana che da poco ha iniziato una terapia per diminuire l’intensità delle emozioni negative provate durante la notte.

Ora in onda inTAVOLAture In onda dalle 11:00
Brani Brani in onda Gosford Park - Patrick Doyle Ore 9:26