Laser

Congo, l'Africa stuprata

di Ugo Borga e Giampaolo Musumeci

(Keystone)

Congo, l'Africa stuprata

Laser 23.11.2011, 02:00




Alla vigilia delle elezioni presidenziale nella Repubblica Democratica del Congo, Laser propone reportage su uno degli aspetti più inquietanti dell'enorme paese africano. Giampaolo Musumeci e Ugo Borga hanno raccolto le drammatiche testimonianze delle donne violentate nello sperduto villaggio di Ruvungi nella provincia del Kivu, martoriata da anni di guerra. Perché gli stupri di massa sono diventati un arma nei diversi conflitti tra milizie? A chi servono? Musumeci e Borga hanno viaggiato per 12 giorni in una delle zone minerarie più ricche del mondo, evitando gli assalti quotidiani dei tanti gruppi armati, per incontrare lo stato maggiore degli FDLR, le Forze Democratiche di Liberazione del Rwanda (tra cui vi sono alcuni dei genocidiari del 94) i maggiori imputati delle violenze. Un'intervista esclusiva quella di Laser, che ci presenta un quadro drammatico in cui si intrecciano forti interessi minerari, politici e militari. Alcune pagine di storia della zona dei Grandi Laghi andranno probabilmente riscritte. Ne esce un'immagine cruda del Kivu, con protagonisti 19 gruppi armati diversi, tra cui si annidano gli autori delle violenze, le stesse persone che dovrebbero proteggere la popolazione: i militari governativi. E intanto, a pagare, sono soprattutto le donne.

Scopri la serie