(iStock)

Musicologia virtuale per un pubblico reale

di Valentina Bensi e Giovanni Conti

La pandemia ha costretto moltissime organizzazioni e società artistiche a riconsiderare tutti gli aspetti che normalmente includevano un pubblico di ascoltatori. Nel caso dei convegni di musicologia, in cui la partecipazione delle persone è un elemento imprescindibile, l’ostacolo puo’ sembrare di difficile superamento. L’associazione www.jsbach.it si è pero posta un obiettivo concreto: creare un evento virtuale che rimarrà disponibile per tutti, gratuitamente e per sempre. Per una settimana, dal 22 al 28 novembre, il convegno digitale riunisce alcuni dei nomi più importanti fra gli interpreti e gli studiosi di Bach – da Ton Koopman a Michael Maul, recente scopritore di autografi bachiani, da Bruno Canino a Rinaldo Alessandrini – che si confrontano sull’importanza della musica italiana per Bach e sulla ricezione di Bach da parte dei musicisti italiani. Un comitato scientifico di altissimo livello ha selezionato più di cinquanta presentazioni, molte delle quali corredate da esecuzioni dal vivo da parte di alcuni grandi interpreti italiani e non solo. Le sessioni tematiche rappresenteranno il cuore del convegno con presentazioni su Bach nel cinema italiano, le trascrizioni italiane di Bach, il rapporto fra Bach e Vivaldi, ma anche Bach nel rock italiano e nel sistema educativo del nostro Paese. Molti i media partner tra cui RAI Radio Tre, e  e Tutti gli eventi saranno trasmessi online sul sito www.jsbach.it e sul canale YouTube di JSBach.it, ed una copertura mediatica è garantita da RAI Radio Tre. La sfida di collegare reale e virtuale verrà quindi raccontata ai microfoni di Valentina Bensi e Giovanni Conti dalle organizzatrici del convegno Chiara Bertoglio e Maria Borghesi.

Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda Shelda - Smoke Ore 1:37