iStock_Johann Sebastian Bach, Statua, Lipsia, Organo, Barocco
Voi che sapete...

Un caffé con J.S.Bach

di Valentina Bensi

  • iStock
  • 27.5.2020
  • 26 min
Disponibile su
Scarica
  • Musica

"Uno di questi giorni ci prendiamo un caffè insieme". Una frase sentita e detta tante volte, che racchiude nella tazzina di espresso il piacere di un incontro informale nel quale possono nascere amicizie, scambi fecondi e idee proficue. Nella Lipsia di Johann Sebastian Bach non c’era né la moka né la macchinetta del bar; tuttavia, il caffè c’era, eccome. Al Cafè Zimmermann, Bach, Telemann ed altri amici si ritrovavano per stare insieme e far musica; tra una tazzina e l’altra il mondo udì per la prima volta molti dei capolavori strumentali di Bach. All’inebriante bevanda, com’è noto, Bach dedicò addirittura una Cantata, la celebre "Cantata del Caffè". Ai tempi del confinamento da Covid-19, in cui i bar sono chiusi o ad accesso limitato, le musicologhe Chiara Bertoglio e Maria Borghesi, fondatrici di JSBach.it, associazione dedicata a favorire, promuovere e diffondere iniziative, risorse e progetti incentrati su Johann Sebastian Bach, hanno pensato ad una serie di video-incontri intitolati "Un caffè con JSBach.it" in cui riprendere il piacere del prendersi un caffè assieme a musicisti e musicologi di primo piano nella scena italiana e internazionale da sempre dediti a Bach, tra i quali Ton Koopman, Ruth Tatlow o Enrico Dindo. I tratti salienti di questo Cafè Zimmermann "virtuale", assieme a tutte le attività in corso dedicate a Bach, saranno svelati dalle due autrici, ospiti per noi al microfono di Valentina Bensi.

Scopri la serie

Correlati