Edizione del 20.01.2016

Quarta rivoluzione

La chiamano la quarta rivoluzione industriale: trascinerà l’economia verso una nuova epoca e promette ancora una volta cambiamenti importantissimi a livello di società, abitudini, vita, lavoro. La caratterizzeranno il passaggio a tecnologie nelle quali la frontiera tra biologia, fisica e informatica diventa confusa, ma anche l’arrivo invenzioni di cui non abbiamo ancora misurato tutti gli effetti come quella delle stampanti 3D.

Nelle sue conseguenze sarà forse più radicale delle rivoluzioni precedenti, a cominciare dall’ultima in data: la cosiddetta terza rivoluzione industriale, quella elettronica, quella che ha introdotto le tecnologie digitali e l’automazione. Ma come si realizzerà questa nuova rivoluzione industriale? Quali saranno i suoi benefici? Quali i suoi ritmi? E quali i suoi rischi, a cominciare dall’incidenza che potrà avere sul mercato del lavoro?

Il tema farà da sfondo al World Economic Forum, che si apre oggi a Davos. Ne discuteremo a Modem, con Bruno Giussani, direttore operativo TED ex dirigente WEF; Emanuele Carpanzano, direttore Dipartimento tecnologie innovative alla SUPSI; Siegfried Alberton, economista alla SUPSI; Nicoletta Casanova, CEO dell’azienda Femto Print SA.

 

 

Play RSI: Doppia vita

Seguici con