Alain Berset e Guy Parmelin (keystone)

Restrizioni e mutazioni

In Svizzera un nuovo giro di vite deciso dal Consiglio federale e un aiuto a chi è in difficoltà a causa delle chiusure

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
Le mutazioni del virus cominciano davvero a far paura, per l’accresciuta capacità di contagio dimostrate da queste varianti. Da qui l'ulteriore giro di vite deciso oggi dal Consiglio federale e comunicato a Berna da ben tre ministri, guidati dal neo-presidente della Confederazione, Guy Parmelin. Oltre ai ristoranti e ai centri culturali e sportivi dovranno chiudere i battenti tutti i negozi che non vendono beni di prima necessità. La lista delle eccezioni appare comunque piuttosto lunga e destinata a far discutere. Un esempio tra i tanti: perché chi vende capi di abbigliamento deve abbassare le proprie saracinesche mentre i fioristi possono continuare a lavorare? Il consiglio federale ha comunque deciso di aumentare i suoi interventi finanziari a sostegno di chi è costretto a fermare la propria attività economica per almeno 40 giorni, con aiuti a fondo perso che possono arrivare ai 750mila franchi per azienda, cifra che se necessario può raddoppiare, con il supporto anche delle casse cantonali. Il governo ha pure deciso di reintrodurre laddove è possibile l’obbligo del telelavoro. Ma anche qui rimane da capire quanto questo obbligo sarà effettivamente esteso e quali potranno semmai essere le eccezioni.   Quanto varato dal consiglio federale per frenare lo spettro di un terzo ondata dei contagi suscita dunque più di un interrogativo, sia dal punto di vista sanitario sia da quello economico e sociale. Ne discuteremo con:   Marina Carobbio, Consigliera agli Stati, PS Lorenzo Quadri, Consigliere nazionale Lega Rocco Cattaneo, Consigliere nazionale PLR Lorenza Sommaruga, presidente Federcommercio TI Franco Denti, presidente Ordine dei Medici TI Michele Rossi, delegato alle relazioni esterne, Camera di Commercio TI   Modem su Rete Uno alle 8.20, in replica su Rete Due alle 19.25. Ci trovate anche sul Podcast e sulle app: RSINews e RSIPlay