(iStock)

Un libro sull’intelligenza artificiale e il suo impatto sulla nostra vita

Con Nicola Colotti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Intelligenza artificiale, l’impatto sulle nostre vite, diritti e libertà è il titolo di un libro (pubblicato da Mondadori) che forse un giorno sarà scritto da un robot o da un supercomputer; oggi invece gli autori sono umani, anzi umanisti si potrebbe aggiungere. Un giornalista esperto di tecnologie digitali, responsabile di una piattaforma online di approfondimento sul tema, e un giurista docente universitario specializzato in diritto delle nuove tecnologie.

Qual è lo scopo di questa collaborazione? Colmare un vuoto, o almeno dare un contributo alla riflessione multidisciplinare sull’Intelligenza artificiale di cui si parla molto e di cui però si sa ancora troppo poco. Tra promesse e rischi, tra insidie e vantaggi, dal lavoro all’etica sociale, qual'è e quale sarà l’impatto dell’Intelligenza artificiale? La domanda, che implica una multidisciplinarietà ormai necessaria (propizia anche alla creazione di nuove figure professionali), ne presuppone altre a monte: cos’è l’Intelligenza artificiale? Da dove viene e come si manifesta concretamente? Il libro di Alessandro Longo e Guido Sforza cerca di dare delle risposte molto concrete.

Il fatto di avere nella Svizzera italiana un centro di eccellenza internazionale come l’Istituto Dalle Molle di Studi sull'Intelligenza Artificiale permette di sviluppare e ampliare campi di analisi e ricerca di grande interesse, tra essi quello della filosofia dell’Intelligenza artificiale che lungi dall’essere un ossimoro è una nuova disciplina accademica che si sta sviluppando all’Università della Svizzera italiana e alla SUPSI. Anche in questo caso sarà utile capire cosa significa concretamente parlare di filosofia ed etica dell’Intelligenza artificiale che non riguardano le tre celebri leggi della robotica di Asimov, ma la nostra capacità e responsabilità nell’andare incontro, senza passivamente subirla, a una trasformazione già in atto.

Ospiti:
Alessandro Facchini
, titolare del corso di Filosofia e Intelligenza artificiale per la Facoltà di comunicazione, cultura e società e di Etica e AI alla SUPSI
Luca Maria Gambardella, già Direttore dell’IDSIA (Istituto Dalle Molle di Studi sull'Intelligenza Artificiale), professore alla SUPSI, imprenditore
Alessandro Longo, giornalista, direttore di Agendadigitale.eu
Guido Scorza, giurista avvocato, docente di Diritto delle nuove tecnologie a Bologna e Roma