Koskinen guarda il disco insaccarsi
Koskinen guarda il disco insaccarsi (Keystone)
Bienne
3
Lugano
0
  • 33' Brunner
  • 35' Lööv
  • 44' Haas
Tabellino Risultati e classifiche

Il Lugano torna a mani vuote dalla Tissot Arena

Per la prima volta in stagione il Bienne va indigesto ai bianconeri

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Per la prima volta in stagione il Lugano è caduto contro il Bienne. In trasferta alla Tissot Arena, i bianconeri sono infatti stati sconfitti 3-0 in una partita che hanno iniziato benino, ma nella quale poi si sono spenti spianando la strada ai bernesi verso una meritata vittoria. La battuta d'arresto di questa sera è costata cara agli uomini di Gianinazzi, che con questo risultato sono ora più vicini alla zona playout che a quella pre-playoff.

Il primo tempo è iniziato nel segno dei bianconeri, che hanno letteralmente bombardato di tiri (17) la porta difesa da Säteri senza però mai riuscire a trovare il varco giusto per portarsi in vantaggio. Il monologo dei ticinesi, migliori anche nei check e nell'intensità, è poi proseguito fino alla prima pausa. Cosa sia successo in quei 18 minuti non è dato saperlo, ma Arcobello e compagni sono rientrati in pista, a eccezione di Carr che ha subito una brutta carica e non si è più visto, con un volto completamente diverso.

E così a metà partita un sornione Bienne ha pigiato il piede sull'acceleratore sfruttando una superiorità numerica di quattro minuti (bastone alto di Thürkauf). Dapprima è stato l'ex Brunner a trovare il vantaggio con una sfortunata deviazione sottoporta di Mirco Müller. Poi, pochi istanti dopo la fine del powerplay, Lööv ha facilmente insaccato la rete numero due, che ha difatti tagliato le gambe ai luganesi. Nell'ultimo periodo la squadra sottocenerina ha comunque cercato la rimonta, che si è però infranta su Säteri, sui montanti ed è definitivamente naufragata sul sigillo di capitan Haas.

 
 

Legato a Sport e Musica del 03.12.2022

Condividi