Svizzera

Il delicato viaggio di una delegazione svizzera a Taiwan

Cinque parlamentari del gruppo di amicizia da domenica a venerdì sull'isola rivendicata dalla Cina e di cui Berna non riconosce l'indipendenza

  • 5 febbraio 2023, 13:16
  • 24 giugno 2023, 04:16
  • INFO

RG 12.30 del 05.02.2023 La corrispondenza di Anna Riva

RSI Svizzera 05.02.2023, 14:14

  • keystone
Di: RG/ATS/pon

Una delegazione del Parlamento svizzero è in viaggio da oggi, domenica, per una visita a Taiwan che si concluderà venerdì. Dei 34 membri del gruppo di amicizia, sono solo cinque (due PS fra cui il copresidente Fabian Molina, due Verdi e un UDC) quelli che si recano sull'isola di fatto indipendente ma rivendicata dalla Cina. Il viaggio, più volte ritardato per via del Covid-19, è considerato politicamente delicato.

Notoriamente Pechino non apprezza questo genere di missione - l'esempio recente più noto è quello della ex speaker della Camera statunitense Nancy Pelosi. E questo anche se Berna non riconosce ufficialmente l'indipendenza di Taiwan e non intrattiene con essa relazioni diplomatiche. In ottobre il console generale nella Confederazione, Zhao Qinghua, aveva già espresso il fastidio del suo Paese.

Pochi giorni fa sulla stampa svizzero-tedesca il presidente dei Verdi liberali Jürg Grossen si diceva preoccupato del fatto che la visita possa rivelarsi controproducente e gettare benzina sul fuoco. Anche il democentrista Andreas Glarner - come Grossen membro del gruppo di amicizia - la pensa allo stesso modo e lui pure ha declinato l'invito a partecipare.

Collaborazione economica, democrazia e difesa sono i temi di cui i deputati svizzeri dovrebbero discutere con la controparte asiatica.

Giunte minacce

Secondo quanto scrive il Sonntagsblick domenica, Taoyuan Metro, l'impresa che gestisce il collegamento veloce fra l'aeroporto di Taipei e la stazione centrale della capitale taiwanese, avrebbe ricevuto una minaccia di attentato dinamitardo contro la linea ferroviaria in relazione alla visita dei deputati elvetici. Sconosciuti avrebbero chiesto che non ci sia alcun incontro del gruppo di amicizia svizzero-taiwanese. I servizi del Parlamento sono stati avvertiti, ma non sono in grado di fornire altre informazioni, in quanto il viaggio è organizzato privatamente. I gruppi di amicizia, infatti, non sono organi ufficiali dell'Assemblea federale.

RG 12.30 del 05.02.2023 La diretta da Taipei di Lorenzo Lamperti

RSI Mondo 05.02.2023, 14:15

Ti potrebbe interessare