LIVETICKER
Ticino e Grigioni

Comunali: avanza il centrodestra, crolla l’area rossoverde

Urne chiuse dalle 12: oggi i risultati dei Municipi, lunedì quelli dei Consigli comunali – Segui la diretta minuto per minuto con il nostro Liveticker

  • 14 aprile, 12:06
  • 15 aprile, 09:17
  • ELEZIONI COMUNALI
Ti_Press_SA_470335.jpg

Una giornata intensa per il rinnovo degli esecutivi comunali in tutto il Cantone

  • TI-Press
Di: RSI Info

A Locarno è Nicola Pini il nuovo sindaco ad interim, mentre a Lugano il sindaco uscente Michele Foletti – al centro dello scontro interno con Marco Chiesa – l’ha spuntata agevolmente. Sempre restando nei principali centri a Mendrisio Massimo Cerutti, già PLR e ora in forza all’UDC, è stato riconfermato in Municipio. A Bellinzona invece la sorpresa è rappresentata dalla non rielezione di Giorgio Soldini del Centro, scalzato dal compagno di lista Mattia Lepori, mentre il sindaco “di minoranza” Mario Branda, dell’Unità di sinistra, resta di gran lunga il più votato.

Sono questi i principali elementi emersi dalle elezioni nei grandi centri cantonali. Ma gli esecutivi comunali da rinnovare nel Cantone erano 81 e le sorprese non sono mancate, con diversi uscenti non rieletti e parecchi nuovi volti.

Ci sarà spazio per le analisi, ma le prime tendenze dicono ad ogni modo che nei municipi ticinesi ad avanzare è tutto il Centrodestra (PLR, Lega-UDC e il Centro), mentre la sinistra – con PS e Verdi uniti – lascia sul campo parecchi seggi, una débâcle che andrà senz’altro meglio analizzata.  

Segui gli aggiornamenti in diretta con il nostro Liveticker.

15 aprile, 09:27

La geografia partitica del Ticino

Il PLR alla luce dei risultati per i Municipi è il partito di maggioranza relativa in 36 Comuni, il Centro in 20, le liste a trazione socialista in 4 e quelle capeggiate dalla Lega in 3.

14 aprile, 20:54

Annullata l’elezione ad Arbedo-Castione: rilevate irregolarità e segnalazione al Ministero Pubblico

L’attesa per i risultati di Arbedo-Castione resterà tale: la Cancelleria dello Stato comunica infatti che l’Ufficio cantonale di accertamento, constatando alcune irregolarità sistematiche nelle schede del voto del comune, “ha deciso di annullare l’elezione del Municipio e del Consiglio comunale del Comune di Arbedo-Castione e di inoltrare una segnalazione al Ministero pubblico”.

14 aprile, 20:06

"Insieme per Grancia" monopolizza il Municipio

A Grancia lo scenario di un’elezione tacita per il Municipio era tramontato dopo l’entrata in scena a sorpresa, e con un unico candidato, della lista “Forza Grancia”. Ciò non ha tuttavia sortito effetti sul nuovo Esecutivo. I seggi, come nella precedente legislatura comunale, continueranno infatti a essere tutti occupati dagli uscenti della lista “Insieme per Grancia”: eletti, per questa formazione, risultano infatti Paolo Ramelli (263 voti), Michele Piceni (237), Anna Maria Quaresima (221), Andrea Imerico (217) e Raffaele Kayar (217).

14 aprile, 20:01

Gambarogno, il PLR in calo ma conferma i tre seggi

A Gambarogno le forze in Municipio non cambiano con il PLR che conferma i suoi tre seggi su cinque, pur perdendo il 4,82%. Il più votato è stato il sindaco in carica Gianluigi Della-Santa (1’372), che ha sopravanzato Michele Sussigan (1’064) e la neoeletta Tamara Piazza (814). Il Centro registra un forte aumento percentuale (+7.18), ma non guadagna seggi: confermato è il municipale Tiziano Rossi (782). La lista Socialisti-Indipendenti-Ecologisti rielegge Cristina Zerbola (739)

14 aprile, 19:55

Manca solo Arbedo-Castione

Per completare lo spoglio dei Municipi manca solo il risultato di Arbedo-Castione che tarda ad arrivare.

14 aprile, 19:47

Barra al Centro a Riva San Vitale

Il Centro guadagna un seggio a Riva San Vitale e incassa così la maggioranza assoluta in Municipio con 4 seggi su 7: a occuparli saranno Antonio Guidali (1’090 voti), Noris Guarisco (681), Marco Vassalli (675) e Samuele Civatti (597). Per la lista che raggruppa Lega, UDC e Indipendenti si è quindi imposto Sergio Bedulli (372), mentre per la sinistra farà parte del nuovo Esecutivo Alessandra Galfetti (367). Riconfermato, per la lista liberaldemocratica “Per Riva”, l’uscente Roberto Poma (360).

14 aprile, 19:47

A Biasca rieletto un municipio fotocopia

A Biasca nessuna sorpresa con la riconferma di tutti e sette i municipali in carica. Il PLR mantiene tre seggi con il sindaco uscente Loris Galbusera (1’389), che è stato il più votato, davanti a Joël Rossetti (1’190) e Alice Lanzetti (1’059). Nessuno scossone anche per il Centro che riconferma Roberto Cefis (1’161) e Dante Caprara (1’011).

Unendo le forze Lega e UDC rieleggono Norma Ferrari Conconi (801) e avanzano del 2,27%. L’esecutivo fotocopia si completa con Filippo Rodoni (779).

14 aprile, 19:38

Nicola Pini: “A Locarno ora bisogna creare un amalgama in Municipio”

“L’attesa è stata lunga, percepivo entusiasmo ma ora lo vedo (il risultato, ndr.) nero su bianco”. Così Nicola Pini ai microfoni della RSI. Pini, candidato al Municipio a Locarno, è risultato il candidato più votato ed è quindi sindaco a interim. “Bisogna costruire un amalgama che funzioni: il Municipio è ampiamente rinnovato, questo presenta opportunità, con nuove idee e nuovo entusiasmo, ma anche qualche insidia perché bisognerà imparare a lavorare insieme”, ha aggiunto.

Le considerazioni di Nicola Pini, sindaco ad interim

RSI Ticino e Grigioni 14.04.2024, 19:32

14 aprile, 19:23

Ad Ascona il più votato è il liberale Giorgio Gilardi, eletto anche Paolo Duca e fuori D’Andrea e Broggini

Ad Ascona il PLR, nonostante un leggero calo dei consensi rispetto al 2021, conquista un seggio in più (4) e la maggioranza assoluta. Per i liberali radicali sono eletti Giorgio Gilardi, nuovo volto e sindaco di quindicina, la granconsigliera Michela Ris e Stefano Steiger, entrambi riconfermati, e Matteo Rampazzi.

Il Centro conferma i propri due seggi con l’uscente Maurizio Checchi e con l’entrata in Municipio del direttore sportivo dell’HCAP Paolo Duca. Completa l’Esecutivo Ulrich Zimmermann del Gruppo Rosso Verde.

Non sono stati invece rieletti Tiziano Broggini, in Municipio da 11 anni per Lega-UDC che si ripresentava con la lista Ascona 2024, e Margherita D’Andrea, ex del Centro che correva sulla lista LiberaMente per Ascona.

14 aprile, 19:20

Mendrisio, un seggio PLR va all'UDC. Massimo Cerutti resta in Municipio

Massimo Cerutti, già PLR e ora in forza all’UDC, ha ottenuto la riconferma nel Municipio di Mendrisio con 1’291 preferenze. Perde così un seggio il PLR, i cui esponenti restano tuttavia i più votati: il sindaco uscente Samuele Cavadini ha conseguito 4’452 voti, seguito da Samuel Maffi con 3’083.

Confermati quindi, Francesca Luisoni (2’368) e Paolo Danielli (2’255), in corsa per la lista che riunisce Centro e Verdi liberali. Rieletto anche il leghista Daniele Caverzasio (1’749), mentre la sinistra sarà rappresentata nel nuovo Esecutivo del Borgo da Nora Jardini Croci Torti (1’340).

Eletti Municipio di Mendrisio
Cavadini Samuele
4’452
  • PLR
  • Sindaco di quindicina
Maffi Samuel
3’083
  • PLR
Luisoni Francesca
2’368
  • Centro-PVL
Danielli Paolo
2’255
  • Centro-PVL
Caverzasio Daniele
1’749
  • Lega-Ind.
Jardini Croci Torti Nora
1’340
  • AlternativA
  • Nuova
Cerutti Massimo
1’291
  • UDC-UDF
14 aprile, 19:09

Massagno, il Centro perde la maggioranza assoluta

A Massagno, dopo l’uscita di scena dello storico sindaco Giovanni Bruschetti per la vicenda del dipinto acquistato, il quadro politico muta per il Centro che perde un seggio e la maggioranza assoluta. La più votata del partito è Simona Rusconi, sindaco in carica (1’191), davanti ai due nuovi volti del Centro Roberto Brignoni (929) e Mario Asioli (837). Non è stata invece rieletta, per il Centro, Anke Van Der Mei Lombardi (810).L’area rosso-verde riconferma i suoi due rappresentanti, Rosario Talarico (621) ed Elena Meier (565). Il PLR mantiene il suo seggio con Fabio Nicoli (655). Entra in Municipio la Lega-UDC: è infatti stato eletto Philippe Bouvet (296).

14 aprile, 19:09

Bellinzona nel segno di Branda, non rieletto Soldini

Nella capitale Bellinzona il sindaco in carica Mario Branda dell’Unità di sinistra resta di gran lunga il più votato (9’840). Il PLR scende sotto la soglia psicologica del 30% (29,89%), ma mantiene i suoi tre seggi con Fabio Käppeli (7’715), davanti a Renato Bison (7’119) e Vito Lo Russo (5’864), che è il volto nuovo dei liberali-radicali al posto del consigliere nazionale e vicesindaco Simone Gianini. Il secondo seggio dell’Unione di sinistra vede la riconferma di Henrik Bang (5’056).

La sorpresa di giornata è costituita dalla non rielezione del municipale Giorgio Soldini del Centro (4’196), che è stato superato in casa dal nuovo eletto Mattia Lepori (4’344). La Lega-UDC perde il 3,46%, ma mantiene il posto nell’esecutivo con Mauro Minotti (4’211). Nulla da fare invece per il Noce di Brenno Martignoni Polti che ottiene il 3,7% dei voti, insufficienti per tornare a Palazzo Civico.

Eletti Municipio di Bellinzona
Branda Mario
9’840
  • Unità di sinistra
  • Sindaco di quindicina
Käppeli Fabio
7’715
  • PLR
Bison Renato
7’119
  • PLR
Lo Russo Vito
5’864
  • PLR
  • Nuovo
Bang Henrik
5’056
  • Unità di sinistra
Lepori Mattia
4’344
  • Centro
  • Nuovo
Minotti Mauro
4’211
  • Lega-UDC
14 aprile, 19:00

Foletti: “Ero tranquillo e ci credevo, non credo ci sarà un ballottaggio”

“Ero tranquillo fino da stamattina, perché sono convinto del lavoro che ho fatto e di aver dato tutto quello che potevo per la nostra città, dalle sensazioni che avevo pensavo che sarebbe andata bene”. Sono le prime dichiarazioni alla RSI di Michele Foletti, sindaco di Lugano uscente e confermatosi come il più votato davanti al compagno di lista Marco Chiesa.

“Ho raccolto oltre 11’000 voti e chiaramente non sono solo della nostra area, credo quindi di essere stato un buon sindaco anche per le persone che hanno altre sensibilità e votano altri partiti”.

In merito al duello interno con Marco Chiesa e a un eventuale ballottaggio, Foletti ha poi detto che non crede ci sarà, “ci sono più o meno 900 voti di differenza e non penso sarebbe molto intelligente andare a confrontarsi essendo sulla stessa lista e nella stessa area”.

Lugano, le dichiarazioni di Michele Foletti

RSI Ticino e Grigioni 14.04.2024, 18:52

14 aprile, 19:00

Locarno, il più votato è Nicola Pini. Il seggio dei Verdi va al Centro

Nicola Pini è il sindaco di quindicina di Locarno. Il liberale-radicale ha infatti ottenuto il maggior numero di preferenze (3’793) nella corsa per il Municipio cittadino, precedendo gli altri due candidati del suo stesso partito Elena Zaccheo (2’385) e Mauro Silacci (2’370).

In evidenza, quindi, l’uscita dei Verdi dall’Esecutivo. Il Centro ha infatti raddoppiato i suoi rappresentanti a scapito degli ecologisti, grazie all’elezione di Claudio Franscella (1’903) e Marco Pellegrini (1’657).

Completano quindi il quadro degli eletti Bruno Buzzini per la lista Lega/UDC/Indipendenti (1’877 voti) e Nancy Lunghi (1’880) per la lista della Sinistra Unita.

Eletti Municipio di Locarno
Pini Nicola
3’793
  • PLR
  • Sindaco di quindicina
Zaccheo Elena
2’385
  • PLR
  • Nuova
Silacci Mauro
2’370
  • PLR
  • Nuovo
Franscella Claudio
1’903
  • Centro
  • Nuovo
Lunghi Nancy
1’880
  • Sinistra
Buzzini Bruno
1’877
  • Lega-UDC-Ind.
Pellegrini Marco
1’657
  • Centro
  • Nuovo
14 aprile, 18:56

Balerna: tre seggi ancora al Centro

Il Centro mantiene tre seggi nel Municipio di Balerna. A occuparli saranno il sindaco uscente Luca Pagani (875 voti), Nicholas Felappi (719) e Francesco Doninelli (611). Il PLR sarà rappresentato nel nuovo Esecutivo da Diego Vassena (599) ed Edy Muscionico (579). Due seggi, quindi, alla lista di Sinistra e Verdi, con Alberto Benzoni (488) e Patrizia Cairoli Riva (444).

14 aprile, 18:56

A Tresa acque ferme, con Marchesi il più votato

A Tresa il più votato è stato il sindaco in carica, e consigliere nazionale e presidente UDC, Piero Marchesi (814) della lista Per Tresa. La stessa lista conferma gli uscenti Massimo Tavoli (641) e Margherita Manzini (587). Mantiene il seggio TresaSostenibile con un nuovo rappresentante, Paride De Stefani (505). Il PLR conferma il proprio municipale, Daniel Buser (458).

14 aprile, 18:50

Origlio, sempre nel segno del PLR

A Origlio il PLR mantiene i suoi tre seggi in municipio con il sindaco uscente Alessandro Cedraschi che si conferma il più votato (498). Vengono rieletti anche i due altri liberali-radicali con Carlo Bosia (398) e Simone Zürcher (398). Per la lista Indipendenti-Verdi-Sinistra mantiene il seggio Dario Bernasconi (285). L’alleanza Lega/UDC con il Centro non paga in termini percentuali (-8.27%), ma porta nell’esecutivo Marco Castelli (256)

14 aprile, 18:41

Lugano: Foletti davanti a Chiesa, Ghisletta eletto per il PS, Galeazzi fuori dal Municipio

A Lugano Michele Foletti si assicura la posizione di sindaco di quindicina. Il leghista, sindaco uscente della città, ha infatti preceduto con 11’311 voti il democentrista Marco Chiesa, che ne ha invece ottenuti 10’484. Riconfermato nel quadro della stessa lista Lorenzo Quadri, con 9’485 preferenze. Fuori dal Municipio, quindi, l’UDC uscente Tiziano Galeazzi.

Per il PS sarà Raoul Ghisletta, che ha avuto 4’506 voti, a occupare il seggio lasciato da Cristina Zanini Barzaghi. Riconfermati quindi per il PLR Roberto Badaracco (7’553 voti) e Karin Valenzano Rossi (7’258). Rieletto anche Filippo Lombardi (5’398) per il Centro.

Eletti Municipio di Lugano
Foletti Michele
11’311
  • Lega-UDC
  • Sindaco di quindicina
Chiesa Marco
10’484
  • Lega-UDC
  • Nuovo
Quadri Lorenzo
9’485
  • Lega-UDC
Badaracco Roberto
7’553
  • PLR-PVL
Valenzano Rossi Karin
7’258
  • PLR-PVL
Lombardi Filippo
5’398
  • Centro
Ghisletta Raoul
4’506
  • Sinistra
  • Nuovo
14 aprile, 18:41

Chiasso, Arrigoni primo e rapporti di forza immutati

A Chiasso il PLR, pur indietreggiando (-3.5%), mantiene due seggi con il sindaco Bruno Arrigoni, che è il più votato (1’491). Entra per i liberali-radicali nel municipio Luca Bacciarini (1’110), che raccoglie il testimone da Sonia Colombo-Regazzoni. Conferma il seggio la Lega con Stefano Tonini (895), che era subentrato a Roberta Pantani. L’Unità di Sinistra mantiene il suo posto nell’esecutivo con il rieletto Davide Dosi (884). Per il Centro (che è l’unica forza percentualmente in crescita, del 4,7%) è stato rieletto Davide Lurati (857).

14 aprile, 18:26

Magliaso, movimento Elica nel Municipio

Il movimento Elica Magliaso, nato grazie ad alcuni candidati fuoriusciti dalla lista Rinnoviamo Magliaso, fa il suo ingresso nell’Esecutivo del comune: è stato infatti eletto, con 237 voti, Luca Paltenghi, già municipale dal 2016. Per numero di suffragi ha prevalso il PLR, che sarà presente nel nuovo Esecutivo con Franco Citterio (411) e Yosella Fè Fossati (394). Eletto per la lista Magliaso Insieme è Roberto Narduzzi (361), mentre Rinnoviamo Magliaso avrà un unico rappresentante con Luca Ferrara (188).

14 aprile, 18:26

A Serravalle tutto come prima

Voto all’insegna della stabilità a Serravalle, in Val di Blenio: tutti gli uscenti si ripresentavano e tutti sono stati riconfermati. Il sindaco uscente PLR Pascal Venti si è riconfermato come il più votato, seguito dal compagno di partito Stefano Geninasca-Menegalli. Il terzo più votato è Fabrizio Giamboni del Centro, seguito dalla granconsigliera comunista Lea Ferrari, rieletta sulla lista Sinistra, Verdi e Indipendenti. Confermata in quinta posizione per l’UDC anche Gloria Caccialanza.

14 aprile, 18:25

Muralto sempre nel segno di Stefano Gilardi

A Muralto la prima forza resta Ordine e progresso, di area Centro, trascinata dal sindaco Stefano Gilardi che, dopo un quarto di secolo in municipio, resta saldamente il più votato (1’085). La compagine del sindaco uscente rielegge Renato Canziani (824) e porta nell’esecutivo Hirad Houshmand (719). Muralto Democratica perde un seggio (-1) e porta nell’esecutivo un volto nuovo Monique Fransioli-Ignazio (494). Sotto la bandiera del PLR viene confermato Dao Nguyen-Quang (ex Muralto Democratica).

14 aprile, 18:14

Lavertezzo, si impone il fronte contro l'aggregazione

A Lavertezzo netta avanzata di quasi il 17% della lista Per il Paese, che ha l’obiettivo dichiarato di fermare l’aggregazione con Locarno, e conquista tre seggi (+1) con il sindaco di quindicina Andrea Berri (420), davanti a Mehmet Göksungur (372) e, volto nuovo, Claudio Zanierato (358). La lista Per Lavertezzo, dove non si ricandidava Tamara Bettazza, ha rieletto Matteo Lanini (262) e Tiziana Gerosa Szpiro (248).

14 aprile, 18:06

Acquarossa, il Centro vince la partita con il PLR

Ad Acquarossa, dove non si ripresentava il sindaco Odis Barbara de Leoni, la partita si è giocata tra due sole liste (non c’è più la sinistra). La più votata è stata Michela Gardenghi (722) del Centro, che cresce del 17% ed elegge due altri volti nuovi in municipio, Letizia Scheggia (617) e Roberto Meyer (475). Il PLR, avanza del 4% ma resta con due rappresentanti eletti, Giacomo Gianella, nuovo entrato (573) e Lucio Tironi (491).

14 aprile, 18:01

Morbio Inferiore, Moreno Colombo ce l'ha fatta

Moreno Colombo, già sindaco a Chiasso per il PLR, è riuscito a farsi eleggere in Municipio a Morbio Inferiore (886 voti) per la lista Lega-UDC. Eletta nella stessa lista anche Mara De Biasi (515). Al Centro vanno invece due seggi, assegnati a Claudia Canova (938) e Francesco Meroni (710). “Morbio 2030”, che raggruppa sinistra e Verdi, sarà invece rappresentata da Ermanno Canova (591) e Rolf Stephani (443). Sconfitta per il PLR, che perde un seggio e ne mantiene solo uno che, tuttavia, dovrà essere assegnato per sorteggio a uno di due suoi candidati che hanno ottenuto lo stesso numero di preferenze.

14 aprile, 18:00

Torricella-Taverne, fuori sinistra e Centro a favore di PLR e Sedicipercento – Non rieletta Roberta Passardi

Equilibri (e volti) decisamente mutati a Torricella-Taverne, dove la lista di sinistra Onda Rossoverde e il Centro perdono entrambi i loro unici municipali, rispettivamente Francesco Giudici e Lorenzo Montini. A trarne vantaggio è la lista PLR – Verdi Liberali che sale a due seggi e la lista civica Sedicipercento, di centrodestra, che entra nell’Esecutivo con la candidata Cristina Oberholzer Casartelli, a capo della Sezione sostegno sociale del Cantone. Confermati anche i due seggi del gruppo GITT-Lega-UDC che rieleggono il sindaco uscente Tullio Crivelli, ancora il più votato, e Franco Voci.

Anche in casa PLR c’è però un piccolo terremoto, con la granconsigliera e municipale uscente Roberta Passardi che non è stata rieletta e i municipali liberali radicali sono entrambi volti nuovi: Patrick Scacchi e Daniele Bricalli.

Avanti con Ticino e Lavoro, nel comune di origine della fondatrice Amalia Mirante e che vedeva in lista la sorella Stefania, non è invece riuscito a entrare nell’Esecutivo.

14 aprile, 17:57

Blenio, la Lega avanza e guadagno un seggio

A Blenio tre volti nuovi in un municipio dove non c’è più la sinistra dopo l’uscita di scena di Marino Truaisch. La Lega conquista due seggi (+1) con la sindaca uscente e di quindicina Claudia Boschetti Straub (761) e René Urietti, nuovo entrato (380). Il PLR mantiene due posti con i neoeletti Loris Beretta (604) e Fabiano Ulmke (493). L’altro riconfermato è Vasco Bruni (450).

14 aprile, 17:50

Comano, ancora 3 seggi in Municipio per il PLR

Nel Municipio di Comano il PLR mantiene la sua posizione di maggioranza: eletti nei ranghi del partito sono Francesco Moghini (882 voti), Silvano Petrini (679) e Maddalena Camplani (474). Completeranno il nuovo Esecutivo Filippo Martinoli (514) della lista “FAI per Comano” e Sergio Benzi (489) per PS, Indipendenti e Verdi.

14 aprile, 17:48

Manno, il Centro mantiene i due seggi con Giorgio Rossi

A Manno nessuno scossone e un nuovo nome nell’esecutivo con Michele Alvarez (311), del Centro. Il sindaco uscente Giorgio Rossi, sempre del Centro, si mantiene saldamente il più votato (483). Le altre forze rieleggono i loro rappresentanti con Roberto Ferroni di AmoManno (275), Marco Schertenleib (261) di Manno RossoVerde e Monica Maestri Crivelli (224) del PLR.

14 aprile, 17:41

Ponte Capriasca, successo per la Lista Civica

A Ponte Capriasca le elezioni per il Municipio fanno registrare una netta affermazione per la Lista Civica 6946, che sarà nel nuovo Esecutivo con tre suoi rappresentanti: Giovanni Quadrelli (669 voti), Luca Tavoli (577) e Nathalie Ravano (515). Segue la lista “Ponte c’è!” che sarà in Municipio con Diego Baratti (309). Del nuovo Esecutivo farà parte anche Pietro Lisdero (285) per i liberali-radicali.

14 aprile, 17:38

Porza, sindaco di quindicina il neoeletto Nicola Rezzonico del PLR

Porza cambierà sindaco (non si ripresentava dopo 12 anni Franco Citterio), ma mantiene tre seggi con sindaco di quindicina e neo-eletto Nicola Rezzonico (479). Completano la compagine liberale-radicale nell’esecutivo i rieletti Michele Armati (418) e Daniele Calvarese (408). Conferma i loro seggi la lista civica Insieme per Porza con Siro Realini (253) e il Centro con Gian Paolo Caligari (222).

14 aprile, 17:31

A Bioggio la Lega-UDC mantiene i quattro seggi con Eolo Alberti

A Bioggio il sindaco uscente Eolo Alberti resta il più votato con 1’192 voti nella lista Lega-UDC che mantiene i suoi quattro seggi con Steve Ricci, al secondo posto, con 851 voti, il nuovo entrato Riccardo Molteni (828) e l’uscente Anna Zali (793). Conquista posizioni e un seggio il PLR, che riconferma municipale Daniele Bianchi (498) con il neoeletto Francesco Galli (458). Il Centro resta nell’esecutivo con Patrick Bizzozzero (417)

14 aprile, 17:30

Vezia, PLR in maggioranza

Il PLR si è imposto a Vezia nella corsa per il Municipio con 3 eletti: Roberto Piva (623 voti), Alan Vismara (478) e Mirella Sartorio (444). Il nuovo Esecutivo comunale comprenderà anche Patrick Manzan (274) per la lista Attivi Pratici Dinamici e Donato Consoli (219) per VeziaFutura.

14 aprile, 17:30

Stabilità a Monteceneri, nel PLR Maccini al posto di Cattani

Voto all’insegna della stabilità a Monteceneri, dove gli equilibri nella ripartizione dei seggi restano invariati, anche se un volto nuovo c’è: Sandro Maccini è stato eletto soffiando la poltrona al collega di partito uscente e non riconfermato Marzio Cattani. Sempre per il PLR il sindaco uscente Pietro Solcà è ancora il più votato ed è confermato anche l’altro uscente liberale Antonio Dal Magro.

Per la lista Lega-UDC-Indipendenti confermati gli uscenti Daniele Piccaluga, vice-coordinatore cantonale della Lega, e Marco Cattani. Per il Centro rieletta Letizia Ghilardi e per Alto Vedeggio Rosso e Verde Nangbayadé Aharh.

14 aprile, 17:24

Cadenazzo, avanza il PLR del sindaco Marco Bertoli

A Cadenazzo il partito del sindaco uscente Marco Bertoli, 630 voti e sindaco di quindicina, conquista un terzo seggio (+1), con la rielezione di Renzo Marielli (576) e il nuovo municipale Claudio Paganetti (514). La lista Lega-UDC perde invece un posto in Municipio dove siederà con il solo Waldo Grossi (374). L’ultimo posto a disposizione va a Gilles Renaud (303) del Centro

14 aprile, 17:21

A Vacallo primeggia il Centro

A Vacallo la lista “Per Vacallo: il Centro, Indipendenti e Giovani” rafforza i suoi consensi e sarà nel nuovo Municipio con Marco Rizza (1’074 voti), Serenella Inches (856) e Paolo Figini (810). Eletti per il PLR sono Andrea Rigamonti (832) e Luisito Coltamai (613), mentre l’Unione progressista sarà rappresentata da Giovanna Lanini Noseda (344). Un mandato va infine a Fabio Martello (248) per Lega/UDC/Indipendenti.

14 aprile, 17:18

Cureglia, Lega-UDC a cavallo con Moor e Rezzonico

A Cureglia la Lega conquista ex novo due seggi con il municipale uscente (ed ex PLR) Stefano Rezzonico (309) e Michele Moor, ex PPD, con 439 voti. Perde un seggio il PLR, ma mantiene al primo posto la sindaca Tessa Gambazzi Pagnamenta (512), davanti a Tullio Martinenghi (381). Rieletto anche Marco Rossinelli (373) del Centro che però smarrisce un seggio a vantaggio della Lega.

14 aprile, 17:10

Sorengo, conquista tre seggi il Centro

A Sorengo, dove si ripresentavano in quattro su cinque, avanza il Centro che ottiene tre seggi (+1) con la sindaca in carica Antonella Meuli Pagnamenta (649) al primo posto, davanti a Fabrizio Rosa (490) e Indra Lischetti Lovera (408). Perde invece un seggio il PLR che resta in municipio con Lydia Terrani (383). Mantiene il seggio Sinistra Unita Sorengo con Flavio Nessi (268)

14 aprile, 17:03

Bissone, Ludwig Grosa torna in municipio con Lega-UDC

A Bissone spicca il ritorno sulla scena politica dell’ex sindaco Ludwig Grosa, che è stato eletto con 251 voti nella lista Lega-UDC che ottiene il secondo seggio con l’ex PLR e municipale uscente Vladimiro Bernardi (185). Ma al primo posto assoluto si è piazzato il sindaco in carica Andreino Incerti con Bissone Unita, che perde un seggio ma resta in municipio con Ugo Ballinari. Per il PLR new entry è Andrea Orsatti (163).

14 aprile, 17:03

Pura: un seggio in meno per “PuraMente Civica”

A Pura la lista “PuraMente Civica” perde per il Municipio la maggioranza assoluta dei suffragi e anche un seggio. Sarà quindi rappresentata nel nuovo Esecutivo da Remo Ferretti (429 voti) e Ivo Soldati (393). Un seggio in più va invece alla lista “Pura al Centro”, che sarà in Municipio con Paolo Zanetti (351) e Alessio Indemini (286). Eletto, quindi, Paolo Ronchetti per la lista Lega/UDC/indipendenti (183).

14 aprile, 16:55

Capriasca, ripartizione dei seggi inalterata

A Capriasca, dove non si ripresentava il sindaco Andrea Pellegrinelli, status quo per la ripartizione partitica dei seggi. Il PLR ne conquista due con il sindaco di quindicina Francesco Canonica (1’391 voti) e Mattia Lepori (990). Due posti in municipio anche per Insieme a sinistra con Matteo Besomi (1’261) e Mathieu Moggi (1’233). La terza forza del comune è il Centro di Capriasca che ottiene due seggi con Giacomo Cattaneo (1’167) e Giacomo Nobile (895). La Lega mantiene il seggio con Piergiuseppe Vescovi.

14 aprile, 16:55

Riviera, il sindaco di quindicina è Cristiano Triulzi (Centro) – Confermati Cima e Genini

Nel comune di Riviera gli equilibri restano immutati, ma cambia il “colore” del sindaco, perlomeno di quello di quindicina: detto che non si ripresentava l’uscente liberale radicale Alberto Pellanda, che era subentrato a Raffaele De Rosa dopo l’elezione in Consiglio di Stato, il più votato è ora Cristiano Triulzi del Centro, partito che conferma i propri tre seggi con due nuovi volti: Concetta Melena e Gregorio Genini. Anche il PLR, che pure conferma i propri due seggi, presenta volti nuovi con Teodoro Matozzo e Enea Rossetti.

Riconfermati poi lo storico sindacalista UNIA Igor Cima per il Partito socialista e Indipendenti e il segretario dell’Unione contadini ticinese Sem Genini per la lista Lega-UDC-Indipendenti.

14 aprile, 16:46

Terre di Pedemonte: avanza il PLR a scapito della sinistra

Nelle elezioni per il Municipio di Terre di Pedemonte il PLR ha guadagnato un seggio, sottraendolo alla lista di sinistra LiSA (“Libertà Solidarietà Ambiente”). Sarà quindi presente nel nuovo Esecutivo con Giotto Gobbi (947 voti) e Manuel Walder (564), mentre LiSA sarà rappresentata unicamente da Ivana Jaquet-Richardet (668). Completano la compagine degli eletti Omar Balli (587) per Lega/UDC/indipendenti e Adriano Mazzier del Centro (444).

14 aprile, 16:46

Alto Malcantone, Giovanni Berardi eletto ma scavalcato

Nel comune di Alto Malcantone spicca la conquista di due seggi da parte della formazione Alto Malcantone Forum, che elegge sindaco di quindicina Jean-Claude Golliard (644) e porta in municipio anche Mario Zecchin (476). Il sindaco in carica Giovanni Berardi del Centro, che è anche granconsigliere, si piazza al terzo posto con 378 voti. Gli ultimi due seggi vanno a Eric Mercolli (320) per il PLR e Alfredo Bazzocco (220) di Lega, UDC

14 aprile, 16:41

A Stabio Sinistra e Verdi perdono un seggio a favore del PLR, ora in maggioranza assoluta

Il PLR fa man bassa a Stabio, conquistando un seggio in più a scapito del Gruppo Unità di Sinistra (GUS) e Verdi e conquistando pure la maggioranza assoluta con 4 municipali su 7. Gli eletti liberali sono Simone Castelletti (sindaco uscente riconfermato come il più votato), Cihan Aydemir ed Evaristo Reggi, entrambi riconfermati, e il nuovo volto Bruno Bonfanti.

Riconfermati anche gli uscenti Francesca Frigerio per GUS e Verdi, Katia Fabris per Lega-UDC-UDF-Indipendenti e Mattia Rossi per il Centro.

14 aprile, 16:37

Coldrerio, l'ex Matteo Muschietti entra con Avanti con Ticino&Lavoro

A Coldrerio, dove il PLR mantiene i suoi quattro seggi, ma perde l’11%, spicca l’entrata in municipio di Matteo Muschietti (435 voti), classe 1949, già nell’esecutivo per i socialisti, che conquista il seggio con Avanti con Ticino&Lavoro. La maggioranza va però al PLR dove è sindaca di quindicina Tatiana Solcà Audrino (845), con gli altri eletti Elena Cereghetti Zanini (827), Stefano Bianchi (722) e Nathalie Gaffuri (696). Entrano in municipio anche Nara Valsangiacomo (478) per Coldrerio rossoverde e Lorenzo Bianchi (385) per Lega e UDC.

14 aprile, 16:34

A Breggia 4 seggi al PLR

A Breggia il PLR mantiene la sua posizione preminente nell’Esecutivo comunale: al termine dello scrutinio risultano infatti eletti Stefano Coduri (689 voti), Elia Brusadelli (576), Cristina Cattaneo (540) e Michaela Marmotta (518). Due sono quindi gli eletti per il Centro: Pirmin Murer (430) e Mariella Maghetti (418). Per la lista “Insieme a sinistra” farà invece parte del Municipio Antonio Rosa (362).

14 aprile, 16:24

Castel San Pietro: il Centro ancora in testa

Rapporti di forza immutati per il Municipio a Castel San Pietro: la lista del Centro manterrà sempre 3 seggi con la sindaca uscente Alessia Ponti (951 voti), Marika Codoni-Sulmoni (683) e Andrea Cantaluppi (540). Seguono quindi Paolo Prada (558) e Daniele Kleimann (510) della lista civica “Per Castello”. Eletti infine anche Luca Soldà (358) per il PLR e Andrea Lavezzo (292) per la lista Sinistra e Verdi.

14 aprile, 16:24

Brissago: l'acuto di Ottavio Palmieri nell'opera del PLR

A Brissago il cantante lirico Ottavio Palmieri entra in municipio per l’UDC con 375 voti. Ma nel comune dove il sindaco Roberto Ponti ha lasciato è stata Veronica Marcacci Rossi del PLR a diventare sindaco di quindicina con 582 voti. Il secondo seggio del PLR va a Reto Repetti (532) e il terzo a Alessio Franconi (360). Il secondo seggio dell’UDC va a Giovanna Chiappini (341 voti). Per la lista PSB e Area Rosso Verde risulta eletto Loris De Gol (381) e per la Scelta Civica per Brissago Fabio Solari (310).

14 aprile, 16:20

Airolo, il Centro guadagna un seggio, esce di scena Francesca Pedrina – Niente da fare per Elena Gobbi

Scossone politico ad Airolo, dove la municipale uscente Francesca Pedrina, che si ripresentava per la lista Airolo 2050, non è stata rieletta. A soffiarle il seggio è il Centro, che conferma il sindaco uscente Oscar Wolfisberg, ancora il più votato, e l’altro uscente Luca Medici, oltre al nuovo eletto Renato Beffa. Il PLR ha confermato i propri due seggi confermando gli uscenti Alessandro Beffa e Massimo Della Vecchia.

Nulla da fare invece, come già tre anni fa, per Elena Gobbi – moglie del Consigliere di Stato leghista – che figurava sulla lista Lega-UDC-Indipendenti. Tre anni fa restò fuori dall’Esecutivo per un soffio, mentre ora la lista ha perso oltre 2 punti e figura solo quarta.

14 aprile, 16:14

Gravesano: 3 seggi sempre al PLR

A Gravesano il PLR conferma la sua maggioranza assoluta in Municipio. Eletti sotto la bandiera liberale-radicale sono Maurizio Anghileri (440 voti), Carlo Butti (368) e Tiziano Cremona (354). Integreranno quindi l’Esecutivo comunale Alberto Albertolli del Centro (237) e Juri Rotta (227) per la lista che riunisce Lega, UDC e indipendenti.

14 aprile, 16:14

Stabio, avanzata del PLR con quattro seggi

A Stabio il PLR è vincitore di giornata conquistando quattro seggi (+1) e confermando al primo posto il sindaco uscente Simone Castelletti (1’688). Gli altri PLR eletti sono Cihan Aydemir (1’013), Evaristo Reggi (964) e, nuovo entrato, Bruno Bonfanti (845). A spartirsi i tre seggi rimanenti sono Francesca Frigerio del Gruppo Unità di Sinistra (657), Katia Fabris di Lega-UDC-UDF (546) e Mattia Rossi del Centro (521). Questi ultimi tre si ripresentavano.

14 aprile, 16:07

A Canobbio torna il PLR, ma continua a dominare il Centro – Scalzata la granconsigliera PS Daria Lepori

Canobbio resta saldamente in mano al Centro, che conferma i propri cinque municipali e il sindaco di quindicina, che è Sisto Gianinazzi (il sindaco uscente Roberto Lurati, sempre del Centro, non si ripresentava). Per lo stesso partito sono eletti anche Fiorenzo Ghielmini, Paolo Lurati, Marco Rossi-Bertoni, tutti e tre uscenti riconfermati, e la nuova entrante Enrica Crivelli.

Esce di scena invece la lista Canobbio 2020 a favore della lista PLR che, non era presente nel 2021, elegge Giorgio Dozio. A sinistra la lista Canobbio 2020, espressione di PS e Verdi, conferma il seggio nell’Esecutivo ma cambia volto: la granconsigliera PS Daria Lepori non è infatti stata rieletta, al suo posto ci sarà Ivano Papa.

14 aprile, 16:06

A Savosa il Centro prende quattro seggi

Il Centro domina aSavosa conquistando quattro seggi su cinque. Il sindaco in carica Raffaele Schärer è primo con 708 voti. Eletti sotto la stessa bandiera anche Marco Natalucci (548), che si ripresentava, Claudia Donno (543) e Alessio Casanova (434). Nel feudo del Centro, resta in municipio per il PLR Alan Bernasconi (305).

14 aprile, 16:05

Losone: il PLR sottrae un seggio all'UDC, fuori Daniele Pinoja - Resta fuori anche la Lega

Il PLR prevale nella corsa per il Municipio di Losone, imponendo 3 suoi esponenti e sottraendo un seggio all’UDC, con Daniele Pinoja che non è stato rieletto. Gli eletti liberali-radicali sono Ivan Catarin (1’673 voti), Daniele Pidò (1’196) e Gianluigi Daldoss (829), che ha soffiato il posto alla compagna di lista uscente e non riconfermata Paola Fornera Marcolli.

Eletto per la lista democentrista è Alfredo Soldati con 908 preferenze, mentre non ce l’ha fatta la granconsigliera UDC Roberta Soldati. Due sono i designati per il Centro: Fausto Fornera (937) e Nathalie Ghiggi Imperatori (885). Chiude la graduatoria degli eletti Francesca Martignoni, che per la lista della sinistra ha ottenuto 752 suffragi.

La Lega, che non era presente nel 2021 e che correva in questa elezione da sola, non è riuscita a entrare nell’Esecutivo.

14 aprile, 15:59

Verzasca, tra Unione e Visione

Quattro rieletti a Verzasca con Ivo Bordoli, sindaco uscente, che conquista 477 voti per l’Unione Verzaschese. Unione che mantiene in municipio anche i seggi di Pierangelo Moccettini (432 voti) e Claudio Scettrini (388). Rieletta anche Isabelle Piazza che si riprensenta con Unione Verzaschese (391), lista che porta nell’esecutivo anche Davide Vosti, neo-eletto con 334 voti.

14 aprile, 15:53

Paradiso: svettano PLR e Verdi liberali

A Paradiso la lista che comprende PLR e Verdi liberali ha conquistato 4 dei 7 seggi dell’Esecutivo comunale. Eletti sono quindi il sindaco uscente Ettore Vismara (965 voti), Renata Foglia (766), Luciano Di Simone (690) e Cinzia Longoni (602). Seguono quindi fra gli eletti Fulvia Guglielmini del Centro (396), Marco Foglia della lista PS, Verdi e Più Donne (283) e Antonio Caggiano per la lista di Lega, UDC e indipendenti (242).

14 aprile, 15:52

Collina d'Oro, Andrea Bernardazzi si riconferma primo

ACollina d’Oro il PLR si conferma prima forza con tre seggi e riconferma al primo posto il sindaco uscente Andrea Bernardazzi con 1’298 voti, davanti a Manuel Garzoni (1006 voti) e Livia Balmelli Bazzurri (914). La lista Lega-UDC si piazza seconda con due seggi, con Carmen Benagli (615) e Katrin Carpineti (580). Rieletto anche Stefano Besomi (629) del PS-I Verdi-Indipendenti e Paolo Bentoglio (488) del Centro.

14 aprile, 15:46

A Mezzovico-Vira la Lega entra in Municipio soffiando un seggio al PLR, che conferma il sindaco Canepa

A Mezzovico-Vira la Lega fa la sua entrata in Municipio conquistando un seggio con Riccardo Alberti, a scapito del PLR, che scende da tre a due poltrone. Il più votato è il sindaco uscente Mario Canepa e con lui per il PLR viene riconfermato anche Mauro Maggiulli. Non è invece stato rieletto il terzo liberale Fiorenzo Ferrari.

Completano il nuovo Esecutivo Roberto Uccelli e Manuela Galbani per il Centro, entrambi uscenti e riconfermati.

14 aprile, 15:38

Lamone, Daniele Franzoni è il più votato

A Lamone, dove il sindaco Marco Balerna non si ricandidava dopo vent’anni, il PLR, pur retrocedendo a livello percentuale (-1,01%), mantiene due seggi con Daniele Franzoni, che sarà sindaco di quindicina, con 359 voti, e Aline Bernasconi (272). Guadagna la Lega-UDC che mantiene in municipio Brenno Brugnoli (279 voti). Rieletto anche Carlo Franchini (246) del Gruppo Civico Lamone e, new entry, Matilde Ribolzi (239) del Gruppo indipendenti e socialisti.

14 aprile, 15:37

Vico Morcote: Bernasconi e Guareschi i più votati

A Vico Morcote è la lista “Insieme per Vico” a essersi imposta nelle elezioni per il Municipio: due candidati della lista, Maurizio Bernasconi e Irene Guareschi, figurano infatti eletti con 156 e rispettivamente 151 voti. A seguire Tazio Figini della lista “Vico Futura”, con 87 suffragi, e il sindaco uscente Giona Pifferi, della lista “ViViVico” che ha ottenuto 82 preferenze.

14 aprile, 15:32

Pollegio, crolla la sinistra (-20%), che perde un seggio ma resta prima forza: Righini confermato sindaco

A Pollegio, storico feudo della sinistra nella Bassa Leventina, la lista PS-GISO-Verdi e Indipendenti perde oltre il 20% e perdono un municipale a favore della lista Centro-Indipendenti che, non presente nel 2021, conquista un ragguardevole 22,35% e fa eleggere Christian Imperatori. Confermato anche il seggio in Municipio del granconsigliere leghista Michele Guerra.

I tre seggi rimanenti sono appunto appannaggio della sinistra, che conferma il sindaco uscente Igor Righini, già presidente del PS ticinese, ed elegge Mehmet Cömertpay e Remo Facchi.

14 aprile, 15:26

Primi risultati: Melide e Ronco sopra Ascona

Melide rompe il ghiaccio ed è il primo comune scrutinato. Il sindaco di quindicina (non si candidava il sindaco Gianinazzi) è Emiliano Delmenico (542 voti personali) di Per Melide, che mantiene la maggioranza con tre seggi (eletti anche Marco Martino, 479 voti e Stefano Sarajilic, 461). Eletti anche Sabrina Weber Venzi (PLR) con 407 voti e Luca Di Meco (L’Ancora) con 226.

A Ronco sopra Ascona l’Alleanza Ronchese conquista 3 seggi con Paolo Senn, 272 voti; Monica Pongelli, 204 e Marco Poroli Bastone 178. Il Ps entra in municipio con Boris Sussegan, 171 voti, e Sandro Galli, 161.

14 aprile, 15:17

L'ex Giovanni Jelmini : "Tra Foletti e Chiesa patti sotto il tavolo"

Ai microfoni della RSI anche Giovanni Jelmini, ex presidente dell’ex PPD, che oggi si chiama il Centro: “Sono state elezioni a basso tono, a Mendrisio negli ultimi mesi si è discusso dei mori alle processioni più che di temi comunali. Credo che anche l’affluenza alle urne (-4,74%, ndr) indichi il minore interesse rispetto al passato”.

In passato Mendrisio si infiammava per gli scontri tra il PPD e il PLR, e oggi? “Credo che la lotta sia più sulla destra, tra UDC e Lega dei ticinesi, con Cerutti che può insidiare il posto di Caverzasio”.

Guardando invece a Lugano, dove la sfida è tra Michele Foletti (Lega) e Marco Chiesa (UDC), Jelmini dice: “Credo che ci siano stati dei patti, sotto il tavolo, per non farsi troppo male”.

14 aprile, 14:59

Riviera, l’uscente Alberto Pellanda: “Ho dato ascolto al cuore”

Quarant’anni in municipio e sindaco uscente di Riviera (subentrato nel 2019 al consigliere di Stato Raffaele De Rosa), Alberto Pellanda (PLR) osserva per la prima volta le elezioni da spettatore: “Ogni tanto bisogna dare retta al cuore. Ho dato ascolto a mia moglie, che per tanti anni ha sopportato e supportato la mia attività politica”. Un impegno, ha detto ai nostri microfoni, che grazie alla “passione è stato come se fosse un incarico a tempo pieno. Dopo l’aggregazione (prima Pellanda era sindaco di Osogna, ndr) i lavori sono impegnativi perché quattro realtà differenti si sono unite”.

14 aprile, 14:42

Zanini Barzaghi: a Lugano più socialità e attenzione all'ambiente

Chi a Lugano subentrerà in Municipio a Cristina Zanini Barzaghi “dovrà senz’altro entrare e portare i temi del nostro partito”, che sono quelli di una maggiore “socialità e anche di più attenzione all’ambiente”. Così ai nostri microfoni, in attesa dei risultati delle urne, la municipale uscente del PS.

Ma ce la farà il suo partito a confermare il suo seggio nell’Esecutivo di una città che, anche a livello svizzero, si profila segnatamente a destra? E sarebbe poi davvero uno svantaggio per il PS non disporre di un suo esponente in Municipio?

Su questo aspetto Zanini Barzaghi, pur evidenziando il dibattito nella sinistra sul fatto di fare un’opposizione pura anziché compartecipare, ritiene che se non si è presenti in Municipio “non si ha l’aggancio su tanti dossier che vanno avanti” e non si ha nemmeno la possibilità di sapere che cosa succede”. È quindi “più incisivo essere presenti, magari facendo dei compromessi, non riuscendo magari a ottenere tutto quello che si vuole”, ma comunque restando “anche se in una posizione di grande minoranza”.

14 aprile, 14:29

La gestione delle schede al Palasport di Bellinzona

14 aprile, 14:06

Simone Gianini: "Il mio non è un addio a Bellinzona"

A Bellinzona cambierà sicuramente il vicesindaco, dal momento che Simone Gianini (PLR) non si ripresenta dopo essere stato eletto consigliere nazionale. Ai microfoni della RSI, l’uscente ha raccontato la sua “domenica particolare”: “Per me termina un’avventura di dodici anni. Siamo scaramantici, ma comunque fiduciosi che il PLR possa mantenere i suoi 3 seggi nell’esecutivo”.

Pur impegnato a Berna, il consigliere nazionale si tiene a disposizione a livello locale, dove è ancora presidente della commissione regionale dei trasporti del Bellinzonese (CRTB): “Non è un addio alla mia Città, mi sono reso disponibile per quelle attività che non presuppongono una presenza nell’esecutivo, per esempio la presidenza della CRTB”.

14 aprile, 13:45

Locarno, Scherrer: “Fa effetto lasciare dopo 20 anni, l’emozione è innegabile”

“Fa effetto, perché sono 20 anni della mia vita, 20 anni svegliandosi tutti i giorni con il primo pensiero così come l’ultimo, alla sera, dedicato alla città di Locarno e ai suoi cittadini. È un capitolo che si chiude e l’emozione c’è, è innegabile”. Sono le parole del sindaco uscente di Locarno Alain Scherrer (PLR), che non si ripresenta, intervistato dalla RSI.

L’ormai ex sindaco ha voluto dedicare anche un pensiero agli altri due municipali che hanno lasciato, il vicesindaco Giuseppe Cotti (Centro) e Davide Giovannacci (PLR): “Giuseppe è stato un vicesindaco straordinario, insieme abbiamo lavorato benissimo e anche Davide è stata una locomotiva eccezionale nel suo lavoro di municipale. Sono due elementi che hanno dato una grande dinamicità alla città e sicuramente mancheranno”.

L’intervista al sindaco di Locarno Alain Scherrer, che non si ripresenta

RSI Ticino e Grigioni 14.04.2024, 13:52

14 aprile, 13:37

Il sindaco di Lavizzara sarà Gabriele Dazio

A Lavizzara, dove le elezioni per il municipio erano tacite, i cittadini sono stati chiamati alle urne per eleggere il sindaco. La sfida era a due, tra Gabriele Dazio (Lavizzara Unita) e Valentina Anzini (Lavizzara al Centro). Si è imposto Gabriele Dazio con 190 voti, contro i 102 ricevuti dalla sfidante.

14 aprile, 13:09

La sfida con Chiesa? Foletti: "Ne discuteremo stasera"

In queste settimane ha tenuto banco a Lugano la sfida all’interno della lista Lega-UDC. A tal proposito il sindaco appare attendista. C’è un accordo tra lei e Marco Chiesa? “Vedremo questa sera - ha risposto alla RSI Foletti -, quando usciranno i dati di questo primo turno, come saremo messi. E poi ne discuteremo con Marco”.

L'intervista al sindaco di Lugano, Michele Foletti

RSI Ticino e Grigioni 14.04.2024, 13:14

14 aprile, 12:53

Votanti in calo

14 aprile, 12:47

In cifra negativa anche Lugano, dove ha votato il 52,11%

Anche a Lugano si conferma la partecipazione in calo. A votare è stato il 52,11%, con una diminuzione dello 0,44% rispetto all’epoca Borradori.

14 aprile, 12:41

A Locarno ha votato il 55,35% (+0,66%)

La sfida per trovare il successore del sindaco Alain Scherrer sembra aver spinto i cittadini al voto a Locarno, dove la partecipazione è stata del 55,35% (+0,66%).

14 aprile, 12:29

Anche a Chiasso, partecipazione in calo (-3,09%)

Anche nel primo centro ticinese di peso, si registra una diminuzione dei partecipanti alle elezioni. A Chiasso il 56% dei cittadini ha messo la propria scheda nell’urna. Nel 2021 aveva votato il 59.09% (-3,09%).

14 aprile, 12:24

Partecipazione: Maggia, si parte con il segno meno

Maggia è il primo comune di cui è stata comunicata la partecipazione. Si parte in cifra negativa: ha votato il 68,62% degli aventi diritto, il 2,54% in meno rispetto a tre anni fa (2021).

14 aprile, 12:08

Municipi ed elezioni tacite, si parte si parte con PLR e Centro in leggera ascesa

Le operazioni di spoglio delle schede per il rinnovo dei Municipi ticinesi inizieranno alle 12 di oggi. Qualcosina si può però già dire sull’andamento del rinnovo dei poteri comunali: in 14 Comuni i cittadini non hanno dovuto infatti votare per rinnovare l’Esecutivo perché l’elezione è avvenuta in forma tacita.

Ebbene, dal confronto dei risultati di queste località rispetto a quelli delle elezioni 2020/2021, emerge che il PLR e il Centro sono in leggera ripresa vedendo aumentare i propri rappresentanti in Municipio con 3 e, rispettivamente, 1 seggi in più. Con le liste della sinistra (PS-Verdi) stabili, a risultare in flessione sono Lega-UDC (-1) e le liste Civiche (-2) sulle quali figurano oltre la metà degli eletti (36 su 60) nei Comuni (tutti piccoli e tendenzialmente periferici) dove il rinnovo del Municipio è avvenuto in virtù di un accordo tra le forze politiche.

14 aprile, 12:07

Il voto al seggio è ormai passato di moda

Il voto per corrispondenza generalizzato è stato introdotto nel 2015 e oggi solo poche persone si recano di persona al seggio a depositare la busta nell’urna.

Guarda il servizio del Quotidiano

Elezioni comunali, la volata finale

Il Quotidiano 12.04.2024, 19:00

Correlati