Ticino e Grigioni

Il cimitero e la residenza moderna, caso internazionale

Campione d’Italia e Bissone: la disputa viaggia sul filo dei metri (5), che separano lo storico camposanto (e un santuario del 1300) da una nuovissima costruzione

  • 28 maggio, 05:53
  • 28 maggio, 05:53
  • INFO

Il confine della legge edilizia

Il Quotidiano 27.05.2024, 19:00

Di: Quot/RSI Info

Un caso internazionale viaggia sul filo dei metri (5), quelli che separano lo storico cimitero di Campione d’Italia (e un santuario del 1300) da una nuovissima residenza in costruzione in territorio di Bissone (con accesso al lago). Residenza vicina, troppo vicina al camposanto, per alcuni. Ma la distanza di confine di costruzione dal luogo consacrato è diversa tra la legge italiana e quella elvetica. Tra i due scorre, infatti, il confine nazionale, ed è proprio questo il nocciolo della questione. Secondo la legge italiana vi è un vincolo cimiteriale che prevede una distanza minima di costruzione di 200 metri. Per la legge svizzera invece la distanza da mantenere da confini privati o strade è di 5. Il comune di Bissone ha proceduto secondo la legge edilizia, rispettando ciò che impone la regolamentazione svizzera. Ma la residenza (che si trova su un sedime svizzero), ha un unico accesso, che è però dalla strada di Campione, con passaggio di dogana annesso. Il cantiere è ormai quasi terminato, le discussioni che gli ruotano attorno, invece, continueranno ancora a lungo.

Correlati

Ti potrebbe interessare